studio legale roma avvocato gelsomina cimino

Studio legale Roma Avvocato Gelsomina Cimino

INVIACI IL TUO CURRICULUM
e parlaci di te…
LAVORA CON NOI

Lo studio Legale Cimino è cresciuto negli anni attraverso l’inserimento di giovani professionisti che hanno maturato e maturano progressivamente le loro capacità e esperienze professionali. Il candidato che vuole collaborare con lo Studio Legale Cimino, deve essere un professionista con un eccellente carriera universitaria, con il desiderio e l’attitudine ad impegnarsi nell’attività professionale con passione e dedizione e che voglia innescare in se stesso un processo di auto-formazione.

Inviaci il tuo CV in formato PDF e inserisci la tua presentazione raccontandoci le tue esperienze, la tua formazione e le tue aspirazioni.

info@studiolegalecimino.eu

http://studiolegalecimino.eu/lo-studio/

Nicolina,Pamela e Noemi – Tre vite spezzate

Nicolina,Pamela e Noemi – Tre vite spezzate

Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui dei giovani siano costretti a subire sofferenze e umiliazioni. Dobbiamo sempre schierarci. “La neutralità favorisce l’oppressore, mai la vittima. Il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato” (Elie Wiesel)

Noemi, Nicolina e da ultimo Pamela: quanti giovani devono ancora sentirsi strappati alla vita? A quali atroci sofferenze dobbiamo ancora assistere? A quale livello di brutalità, ormai sempre crescente, dobbiamo essere pronti, prima che qualcuno che ha il dovere di prevenire, assistere e tutelare si assuma le responsabilità delle proprie azioni?

Si fa politica nei grandi Palazzi ma la vita si svolge per strada!

Si parla di futuro per i giovani, ma i nostri figli si ritrovano soli di fronte al loro aguzzino!

Tre vite spente in una manciata di minuti e talvolta, forse troppo spesso, ci si è accaniti contro le mamme che non hanno saputo proteggerle: possiamo proteggere un figlio ancora in grembo ma non possiamo impedire ai nostri figli adolescenti di vivere la loro vita, quando già si è fatto di tutto per infondere loro i valori in cui abbiamo sempre creduto.

Famiglia; Amicizia; Rispetto; Lealtà; Tolleranza; Stato.

Già lo Stato, le Istituzioni: i Servizi Sociali nel caso di Noemi e Nicolina; le Autorità di Pubblica Sicurezza nel caso di Pamela.

Lucio, Antonio e Innocent conserveranno nei loro occhi l’ultimo sguardo della loro vittima; ma Servizi Sociali e Autorità di Pubblica Sicurezza, che avevano il potere e il dovere di intervenire, permettendo a quei tre Angeli di vivere ancora, dovranno portare sul cuore e sulla coscienza, il ricordo di un’intera vita che non ci sarà più.

Gelsomina Cimino

http://www.studiolegalecimino.eu

NEGATO IL MANTENIMENTO AL FIGLIO MAGGIORENNE CHE NON HA VOGLIA DI LAVORARE

Con la sentenza n. 21615 del 19 settembre scorso, la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso avanzato da un ragazzo, ormai maggiorenne, nei confronti del padre adottivo finalizzato ad ottenere un assegno di mantenimento sulla base di una asserita difficoltà economica.

La Cassazione, infatti, non solo ha confermato l’esattezza della decisione emessa dalla Corte d’Appello, ma ha aggiunto che la ricostruzione dei fatti porta a negare categoricamente il diritto del figlio ad ottenere una somma a titolo di mantenimento da parte del padre.

Richiamando l’oramai noto principio giurisprudenziale secondo cui l’obbligo del genitore di concorrere al mantenimento dei figli non cessa automaticamente con il raggiungimento della maggiore età da parte della prole, ma perdura fino a quando il genitore obbligato non dimostri che il figlio ha raggiunto l’indipendenza economica, oppure quando fornisca la prova di avere posto il figlio nelle concrete condizioni di potere essere economicamente autosufficiente, ma questi non ne abbia tratto profitto utile per sua colpa o per sua scelta, la Suprema Corte ha negato il riconoscimento del diritto al mantenimento sulla base delle circostanze secondo le quali il padre del ragazzo aveva profuso significativi sforzi economici per permettere al figlio di intraprendere la propria attività lavorativa, così come, d’altronde, aveva provveduto al pagamento delle rette di una scuola privata presso la quale il figlio non aveva sostenuto gli esami previsti ed è emerso che il ragazzo aveva abbandonato la casa familiare nonostante i tentativi del genitore di favorire la ricostruzione del rapporto.

Va dunque riconosciuta assoluta coerenza a tale ultima sentenza, con l’orientamento maggioritario  affermatosi in tema di mantenimento della prole maggiorenne.

L’assoluta infondatezza dell’azione promossa dal ragazzo, ha infine condotto la Suprema Corte a revocare la precedente ammissione al gratuito patrocinio e a condannare il ricorrente al pagamento delle spese processuali.

@Produzione Riservata

Studio Legale Gelsomina Cimino

www.studiolegalecimino.eu

 

Studio Legale Gelsomina Cimino

STUDIO LEGALE AVVOCATO GELSOMINA CIMINO

Patrocinante in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori
http://www.studiolegalecimino.eu

Lo Studio Legale Cimino vanta una specifica competenza in tema di Diritto Civile, Amministrativo e Penale.
Il team legale, cresciuto negli anni attraverso l’inserimento di giovani Professionisti che hanno maturato progressivamente le loro capacità e esperienze, è fortemente orientato al Diritto Civile, Amministrativo e Penale, con una speciale vocazione per i reati finanziari, societari, fallimentari e tributari, nonché per i delitti contro la persona.
Lo Studio Legale guidato dall’Avvocato Gelsomina Cimino fornisce assistenza legale con l’obiettivo di consentire al cliente di acquisire piena contezza delle variabili normative che incidono sulle scelte, offrendo assistenza di primario livello, garantendo competenza, riservatezza e impegno.
Lo Studio Legale Cimino è affiancato dai migliori consulenti sul mercato, nei settori nevralgici dell’indagine tecnica e dell’investigazione difensiva. La capacità e preparazione professionale dello Studio, si combinano in una struttura nella quale l’organizzazione ed il lavoro di squadra consentono di assistere con pieno successo e soddisfazione i clienti di qualunque dimensione e nazionalità.

Lo Studio Legale Cimino è stato fondato sul principio del “successo”, affidato all’esperienza acquisita anche dai suoi collaboratori e all’attenzione da loro riservata ai particolari: una filosofia che continua a guidare lo Studio al fine di garantire ai clienti servizi professionali di eccellente qualità e risultati.

La Mission dello Studio Legale Cimino è: L’attitudine naturale non si può insegnare, né apprendere.

L’avvocato deve saper vedere più di quanto gli venga rappresentato per cogliere aspetti che il proprio assistito cerca di nascondere o considera erroneamente irrilevanti.
Al centro dell’impegno e della motivazione dello Studio Legale Cimino, si colloca il cliente.