via lucis

campana2trasferimentohttp://reginapacis@blu.ithttps://share.mail.libero.it/ajax/share/012ca7f0075f7352074476675f7342df8900cfeaa1157308/1/8/MjQ/MjQvMTU

LE STAZIONI DELLA RISURREZIONE

PREGHIAMO:

La via crucis di Gesù continua nella via lucis, il crocifisso nel risorto. Se il dramma di Gesù fosse terminato con la morte, il mondo sarebbe rimasto per sempre avvolto nelle tenebre. Cristo risorto è la luce della vita, il Sole invitto del giorno senza tramonto, e nella sua luce infinita, – la luce della verità e dell’amore – gli uomini marciano verso l’eternità. Concedici, Padre santo, di percorrere con il tuo Figlio glo-rioso il cammino della luce.

Fa’ che, contemplando la gloria e lo splendore di tuo Figlio, egli possa infonderci parte del Suo splendore per vivere tra gli uomini con l’espres-sione di chi è risorto. Te lo chiediamo, per lo stesso Gesù Cristo, Nostro Signore. Amen.

 

I tappa

GESù RISORGE DA MORTE

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

 

Per Lui e con Lui siamo chiamati a risuscitare, e portare in noi il seme crescente di vita eterna. Nella sua risurrezione alberga la nostra e la sua luce gloriosa ci fa luminosi e raggianti nei sentieri della vita. Cristo glorioso, faro di luce inesauribile, grazie per essere risuscitato, per essere luce perenne dell’uomo nelle sue tristezze e gioie. Grazie perché tuo Padre, ri-suscitandoti, benedisse la tua fe-deltà sino alla morte, e alla morte sulla croce.

Glorificami, Gesù, con la tua glo-ria, per essere figlio della Luce, e torcia che brilla in mezzo al mondo. Padre nostro…

 

II tappa

GESù RISORTO SI RIVELA A MARIA

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

 

Maria fu la prima graziata dalla ri-surrezione di suo figlio, all’alba del terzo giorno. Dove i vangeli tacciono, parla la certezza della fede e del cuore, parla l’amore fi-liale di Cristo risorto. La creatura più vicina a Cristo nella passione fu anche la prima a gioire della sua visione gloriosa. La speranza indi-struttibile di Maria ora è certezza luminosa e felice. Maria gioisce davanti al figlio glorioso con feli-cità di madre e di credente. Gioi-scono Maria e Gesù, occhi negli occhi, dell’incontro felice e pieno di mistero. Con lo sguardo Gesù rende partecipe Maria, sua madre, della felicità infinita della vita immortale, che, inondando la sua anima, perdura nel tempo e al di là del tempo. La presenza di Gesù si è dissolta. Maria rimane assorta, come in estasi. Dalla sua intimità sale, fragrante, verso il cielo un canto di lode: la mia anima magnifica il Signore, vincitore della morte, e il mio spirito esulta di giubilo nel mio figlio glorificato, salvatore dell’intera umanità. Padre nostro…

 

III tappa

GESù RISORTO E’ ANNUNCIATO DAGLI ANGELI

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

 

Le donne, di mattina presto, anda-rono al sepolcro, e trovarono spo-stata la pietra dell’entrata. Timorose e trepidanti vi si adden-trano. Due angeli risplendenti le colmano di stupore. Il corpo di Gesù non è nella tomba! Il sepolcro vuoto non è segno manifesto di risurrezione. Un evento reale, ma avvolto nel mistero, richiede una spiegazione di Dio stesso. Per mezzo di due suoi messaggeri an-nuncia alle donne intimorite il mi-stero inedito della risurrezione di suo Figlio. Dio ha manifestato il suo grande potere! Gesù è ormai l’eterno Vivente! Le donne fuggono dal sepolcro spaventate. L’espe-rienza sbalorditiva del mistero, per la quale non sono pronte, le fa am-mutolire. Preferiscono meditare, capire ciò che hanno visto e udito dall’angelo nell’oscurità del sepolcro. Ci sorprende il mistero e ammu-toliamo. Ma la missione ci sollecita!… Rendici, Signore, testimoni della tua risurrezione nel mondo in cui viviamo e dove tu ci hai inviato come apostoli per annunciare il trionfo della Vita. Padre nostro…

 

IV tappa

GESù RISORTO APPARE A MARIA MADDALENA

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

Maria Maddalena amava Gesù, e si recò al sepolcro per esprimergli il suo amore, ungendo il suo corpo inerte con profumi e aromi. Da-vanti alla tomba vuota il suo amore si è infervorato, e si rifiuta di abbandonare il luogo. Cristo risorto le va in-contro, ma lei lo scambia per il custode del giardino.

Cieco è davvero l’amore! –

Anche se molto puro, è un amore umano. Nell’incontro col risorto, l’amore di Maria sarà innalzato all’altezza della fede.

Gesù pronuncia il suo nome: Maria! La voce, il tono, l’accento sono in-confondibili. Maria rivive esperienze indimenticabili, uniche. Solo Gesù Cristo può pronunciare il suo nome in quella manierai E il profumo del gaudio, pervaso d’amore e di fede, inonda tutto il suo essere.

E’ il gaudio nuovo di Cristo glorioso. Gesù Cristo, Maria Maddalena fu una donna che ti amò con cuore grato e generoso, nella vita, nella morte, e nella risurrezione. Dacci la difficile scienza dell’amore, che ci conduca alle vette divine, colmi di fede, di gioia e gratitudine. Padre nostro…

 

V tappa

GESù RISORTO E’ ANNUNCIATO DA MARIA MADDALENA

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo.

 

E’ arrivata al cenacolo. Senza paura, con sommo gaudio, dice agli apo-stoli: “Ho visto il Signore e mi ha detto così: Salgo al Padre mio e Padre vostro, al Dio mio e Dio vo-stro”. Annuncio inaudito per gli apo-stoli e per qualsiasi uomo! Annuncio più che da indagare da credere, go-dere, comunicare, vivere. E ciò che fecero gli apostoli. è ciò che dob-biamo fare oggi noi cristiani. Tu ci hai chiamati, Cristo glorioso, a essere testimoni della tua risurrezione in un mondo soddisfatto di sé e delle sue conquiste, non poche volte dimentico dell’uomo nuovo, che Tu ci hai rivelato con la tua Pasqua. Facci testi-moni consapevoli, veraci, come Maria Maddalena, davanti ai cristiani e ai non cristiani, della tua vita risorta ed eternamente gloriosa. Padre nostro…

 

VI tappa

GESù RISORTO APPARE AI DISCEPOLI DI EMMAUS

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

 

Dare certezza e speranza, infon-dere pace e consolazione, questa è la missione del risorto nelle ap-parizioni ai seguaci. Quale sarebbe stata la sorte dei due discepoli di Emmaus, se Cristo non si fosse mostrato loro? Gesù riconosce il cuore umano, sa che quei due discepoli hanno bisogno di un incontro reale con Lui, ri-sorto, e Gesù glielo concede con amore fraterno e con potere redentore. Da Gerusalemme a Em-maus! A due viandanti un po’ malandati se ne affianca un terzo, uno sconosciuto. L’ultimo arri-vato mostra interesse per la conversazione. Parlavano di Gesù di Naza-ret. Non poteva essere altrimenti, visti gli eventi del venerdì nella Città Santa. Hanno seguito Gesù con sincerità e speranza, ma ora… Non è fa-cile per loro accettare l’annuncio gaudioso delle donne, né riconoscere il nuovo modo di Gesù di essere presente tra gli uomini. Padre nostro…

 

VII tappa

GESù RISORTO APPARE AGLI APOSTOLI NEL CENACOLO

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

 

«Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi». Il risorto è come un padre, come una madre, per i discepoli turbati, perplessi. Il risorto compie la sua missione, di infondere ai seguaci pace, gioia, consolazione, nello stesso luogo dove aveva cele-brato con loro la Pasqua e aveva of-ferto loro il suo corpo e il suo sangue redentori. Come ne ab-biamo bisogno anche noi degli efletti gloriosi della risurrezione! Lo stato di Cristo risorto è diverso dal nostro. Non lo si vede, bensì appare, si fa vedere. La sua umanità è la stessa e diversa, perché è stata glorificata. Improvvisamente, appare ai seguaci, e, improvvisamente, scompare senza lasciar traccia di fronte agli occhi attoniti, e il cuore palpita di amore e di emozione. Cristo in-fonde ai discepoli certezza di risurrezione, sublimazione dell’anima, senso di missione. Padre nostro…

 

VIII tappa

GESù RISORTO ASCENDE AL CIELO

  1. Ti adoriamo, Gesù risorto, e ti benediciamo.
  2. Perché con la tua Pasqua hai dato vita al mondo

 

Sulla cima del monte degli Ulivi da dove tante volte Gesù aveva contem-plato il sacro tempio, e la città santa di Gerusalemme, dal cui versante oc-cidentale, osannato dalla moltitudine, era sceso al Cedron per entrare dalla porta dorata nel recinto del tempio, come il rè Messia… ora conversa per l’ultima volta coi suoi discepoli prima di ritornare alla casa del Padre. Promette loro lo Spirito, il suo Spirito Santo! La forza che rinnova le anime battezzandole nel sangue di Cristo; il Vento che porta il messaggio fino ai confini del mondo. Lo Spirito della pace e della consolazione! Lo Spirito che eleva le anime dalla terra verso il ciclo! Gesù risorto se ne va, e ri-mane, nel nuovo tempio di coloro che ama, replicandosi in loro: nei loro piedi, nelle loro mani, nel loro spirito, nelle loro labbra. Come un cero di luce si perde il Signore tra le nubi, avendo ormai acceso il cero di tutti i suoi fratelli. Con le mani aperte li benedice, mentre loro, sospesi nel-l’estasi, restano immobili con lo sguardo fisso nel corpo ascendente di Gesù, loro Signore e loro Dio. Padre nostro…

 

Conclusione

Via lucis! Gesù Cristo è il nostro cammino di luce. Lo è dalla sua incar-nazione alla morte sul legno della croce. Lo è dalla sua risurrezione alla sua ascensione. Lo è, glorioso, dal ciclo, irradiando luminosità ad ogni uomo, ad ogni generazione, ad ogni epoca della storia, col suo corpo, con la sua anima, con la sua divinità. Lumen Christi! La luce di Cristo risorto penetra nel cuore dell’uomo con l’effusione dello Spirito il giorno di Pentecoste, penetra nella storia del mondo con la vittoria della Pasqua. Lo Spirito è il pontefice della Luce, da Cristo fino al cuore del cristiano. Vos estis lux mundi! Il cristiano è luce, luce di Cristo! Torcia che brilla nell’oscurità. Il cristiano è luce per il mondo, luce che sconfigge le te-nebre del male e le trasforma in luce di conversione, di grazia e santità. Camminando per la via della luce, che è Cristo risorto, viviamo nella luce della risurrezione, siamo fari di luce nel mare della storia, sconfig-giamo il male delle tenebre con il bene della Luce che irradia il Signore risorto. Così sia.

 

  1. Il Signore sia con voi

A.e con il tuo spirito

  1. Vi benedica….
  2. Amen
  3. Nella fede del Cristo risorto, andate in pace.
  4. Rendiamo grazie a Dio

 

Adoriamo Gesù

Adorazione Eucaristica 

segnala chiesa con adorazione  


Adrano-S.Antonio-dalle ore7 alle 21
Biancavilla -san Gaetano  dalle ore 6 alle 24

Bronte Chiesa S,Nicola-perpetua
CALTANISSETTA DIVINA MISERICORDIA DALLE ORE 8 ALLE22CATANIAS.Maria del Rosario (CT) – Adorazione Eucaristica Perpetua

CESARÒ  CHIESA S.ANTONIO DI PADOVA- LUNEDÌ ORE 10 MARTEDÌ ORE15-MERCOLEDÌ ORE 10-GIOVEDÌ ORE 15
COMISO-Chiesetta San GiusippuzzuFavara- S.Giuseppe Artigiano Dalle Ore 8 Alle 21-Sabato E Domenica No-Cattedrale Dalle Ore6 Alle 24
MARINA DI RAGUSA Parrocchia Santo Stefano – Santa Maria (Cappella “La Dimora Del Re”-PerpetuaMessina- Cappella Padre Annibale-Perpetua
Mistretta (ME)-Parrocchia S. Lucia PerpetuaNicosia-Parr. S.Nicolò Di Bari PerpetuaPatti– Cattedrale Dalle Ore 8 Alle 20. Chiesa S.Rosa.Pozzallo -Chiesa Madre Dalle Ore6 Alle 24RAGUSAChiesa Di San VitoS.Stefano Di Camastra – Parrocchia S.NICOLò Di Bari -Perpetua

Terme Vigliatore (ME)Parrocchia S. Biagio e S. Maria della Grazie-perpetua

VITTORIA Parrocchia Sacro Cuore Di Gesù – Cappella Tabor- Perpetuadara

Data inizio 25/09/2016

Rosario all’Amore Misericordioso

rosario all’amore misericordioso

“Io Credo in Dio Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, e in Gesù

Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo,

nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu

sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo,

siede alla destra di Dio Padre Onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e

i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la comunione

dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen”.

Ad ogni decina, seguono le giaculatorie:

– 1. “Padre mio, Padre buono, a Te mi offro, a Te mi dono”.

– 1. Angelo di Dio…

 

Nel primo mistero

Si contempla il trionfo del Padre nel giardino dell’Eden quando, dopo il peccato di Adamo ed Eva, promette la venuta del Salvatore.

Dal Libro delle Genesi (Gen 3, 14-15)

“Allora Dio, il Signore, disse al serpente: ‘Per quel che hai fatto tu porterai questa maledizione fra tutti gli animali e fra tutte le bestie selvatiche: Striscerai sul tuo ventre e mangerai polvere tutti i giorni della tua vita. Metterò inimicizia fra te e la donna, fra la tua e la sua discendenza.

Questa discendenza ti colpirà al capo e tu la colpirai al calcagno”.

Eterno Padre io ti offro il corpo,il sangue,l’anima e la Divinità del Tuo Dilettissimo Figlio e Signore nostro….

Gesù mio perdona le nostre colpe preservaci dal fuoco dell’inferno,porta in Cielo tutte le anime,specialmente quelle più bisognose della tua Misericordia.Irradia o Maria su tutta l’umanità la Luce di Grazia della tua fiamma d’amore.Regina della Pace prega per noi e santifica i sacerdoti

Anime sante,anime del purgatorio pregate Dio per noi,noi lo pregheremo per voi perché vi dia la gloria del Paradiso.l’eterna gioia dona loro Signore e splenda ad essi la Luce perpetua,riposino in pace Amen.

 

Preghiamo con Gesú: “O Padre, abbi pietà delle anime: non castigarle, come meritano, ma fa’ loro misericordia, come te ne supplica il Figlio tuo”.

 

  1. Padre mio…Padre buono a te mi offro,a te mi dono. Angelo di Dio

Ave-10 pater Gloria

 

 

Nel secondo mistero

Si contempla il trionfo del Padre al momento del “Fiat” di Maria durante l’Annunciazione.

Dal Vangelo di Luca (Lc 1, 30-33)

“Ma l’angelo le disse:- Non temere, Maria! Tu hai trovato grazia presso Dio. Avrai un figlio, lo darai alla luce e gli metterai nome Gesù. Egli sarà grande e Dio, l’Onnipotente, lo chiamerà suo Figlio. Il Signore lo farà re, lo porrà sul trono di Davide, suo padre, ed egli regnerà per sempre sul popolo d’Israele. Il suo regno non finirà mai”.

Eterno Padre io ti offro il corpo,il sangue,l’anima e la Divinità del Tuo Dilettissimo Figlio e Signore nostro….

 

Gesù mio perdona le nostre colpe preservaci dal fuoco dell’inferno,porta in Cielo tutte le anime,specialmente quelle più bisognose della tua Misericordia.Irradia o Maria su tutta l’umanità la Luce di Grazia della tua fiamma d’amore.Regina della Pace prega per noi e santifica i sacerdoti

Anime sante,anime del purgatorio pregate Dio per noi,noi lo pregheremo per voi perché vi dia la gloria del Paradiso.l’eterna gioia dona loro Signore e splenda ad essi la Luce perpetua,riposino in pace Amen.

Preghiamo con Gesú: “O Padre, abbi pietà delle anime: non castigarle, come meritano, ma fa’ loro misericordia, come te ne supplica il Figlio tuo”.

  1. Padre mio, Padre buono a te mi offro a te mi dono…. Angelo di Dio

Ave-10 pater- Gloria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Nel terzo mistero

Si contempla il trionfo del Padre nell’orto del Getsemani quando dona tutta la sua potenza al Figlio.

Dal Vangelo di Luca (Lc 22, 42-44)

“E pregò così: ‘Padre, se vuoi, allontana da me questo calice di dolore. Però non sia fatta la mia volontà, ma la tua’. Allora dal cielo venne un angelo a Gesù per confortarlo; e in quel momento di grande tensione pregava più intensamente. Il suo sudore cadeva a terra come gocce di sangue”.

  1. Ave Maria, 10. Padre Nostro, 1. Gloria, 1. Padre mio, 1. Angelo di Dio

 

  1. Nel quarto mistero

Si contempla il trionfo del Padre al momento di ogni giudizio particolare.

Dal Vangelo di Luca (Lc 15, 20-24)

“Si mise subito in cammino e ritornò da suo padre. Era ancora lontano dalla casa paterna, quando suo padre lo vide e, commosso, gli corse incontro. Lo abbracciò e lo baciò. Ma il figlio gli disse: ‘Padre, ho peccato contro Dio e contro di te. Non sono più degno di essere considerato tuo figlio.

Ma il padre ordinò subito ai suoi servi: ‘Presto, andate a prendere il vestito più bello e fateglielo indossare. Mettetegli l’anello al dito e dategli un paio di sandali. Poi prendete il vitello, quello che abbiamo ingrassato, e ammazzatelo. Dobbiamo festeggiare con un banchetto il suo ritorno, perché questo mio figlio era per me come morto e ora è tornato in vita, era perduto e ora l’ho ritrovato.

E cominciarono a far festa”.

Eterno Padre io ti offro il corpo,il sangue,l’anima e la Divinità del Tuo Dilettissimo Figlio e Signore nostro….

Pater -10 Ave- Gloria

Gesù mio perdona le nostre colpe preservaci dal fuoco dell’inferno,porta in Cielo tutte le anime,specialmente quelle più bisognose della tua Misericordia.Irradia o Maria su tutta l’umanità la Luce di Grazia della tua fiamma d’amore.Regina della Pace prega per noi e santifica i sacerdoti

Anime sante,anime del purgatorio pregate Dio per noi,noi lo pregheremo per voi perché vi dia la gloria del Paradiso.l’eterna gioia dona loro Signore e splenda ad essi la Luce perpetua,riposino in pace Amen.

Preghiamo con Gesú: “O Padre, abbi pietà delle anime: non castigarle, come meritano, ma fa’ loro misericordia, come te ne supplica il Figlio tuo”.

 

  1. Ave Maria, 10. Padre Nostro, 1. Gloria, 1. Padre mio, 1. Angelo di Dio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel quinto mistero

Si contempla il trionfo del Padre al momento del giudizio universale.

Dal libro dell’Apocalisse (Ap 21, 1-4) “Allora io vidi un nuovo cielo e una nuova terra, il primo cielo e la prima terra erano spariti, e il mare non c’era più, e vidi venire dal cielo, da parte di Dio, la santa città, la nuova Gerusalemme, ornata come una sposa pronta per andare incontro allo sposo. Una voce forte

che veniva dal trono esclamò: ‘Ecco l’abitazione di Dio fra gli uomini; essi saranno suo popolo ed egli sarà Dio con loro’. Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi. La morte non ci sarà più. Non ci sarà più né lutto né pianto né dolore. Il mondo di prima è scomparso per sempre'”.

Eterno Padre io ti offro il corpo,il sangue,l’anima e la Divinità del Tuo Dilettissimo Figlio e Signore nostro….

Pater -10 Ave- Gloria

Gesù mio perdona le nostre colpe preservaci dal fuoco dell’inferno,porta in Cielo tutte le anime,specialmente quelle più bisognose della tua Misericordia.Irradia o Maria su tutta l’umanità la Luce di Grazia della tua fiamma d’amore.Regina della Pace prega per noi e santifica i sacerdoti

Anime sante,anime del purgatorio pregate Dio per noi,noi lo pregheremo per voi perché vi dia la gloria del Paradiso.l’eterna gioia dona loro Signore e splenda ad essi la Luce perpetua,riposino in pace Amen.

Preghiamo con Gesú: “O Padre, abbi pietà delle anime: non castigarle, come meritano, ma fa’ loro misericordia, come te ne supplica il Figlio tuo”.

 

  1. Ave Maria, 10. Padre Nostro, 1. Gloria, 1. Padre mio,Padre buono a te mi offro a te mi dono 1. Angelo di Dio

– Segue: 1. Salve Regina

– E le invocazioni al Padre:

INVOCAZIONI AL PADRE

  1. Signore, pietà Signore, pietà
  2. Cristo, pietà Cristo, pietà
  3. Signore, pietà Signore, pietà
  4. Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci
  5. Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici
  6. Dio, Padre del Cielo abbi pietà di noi
  7. Dio, Figlio redentore del mondo abbi pietà di noi
  8. Dio, Spirito Santo abbi pietà di noi
  9. Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi
  10. Padre creatore del mondo abbi pietà di noi
  11. Padre propiziatore del mondo abbi pietà di noi 1/5
  12. Padre sapienza eterna abbi pietà di noi
  13. Padre bontà infinita abbi pietà di noi 1/4
  14. Padre provvidenza ineffabile abbi pietà di noi
  15. Padre sorgente di ogni cosa abbi pietà di noi
  16. Padre santissimo abbi pietà di noi
  17. Padre dolcissimo abbi pietà di noi
  18. Padre d’infinita misericordia abbi pietà di noi 1/3
  19. Padre nostro difensore abbi pietà di noi
  20. Padre nostra gioia e nostra gloria abbi pietà di noi
  21. Padre ricco per tutte le creature abbi pietà di noi
  22. Padre magnificenza della Chiesa abbi pietà di noi 2/5
  23. Padre speranza dei cristiani abbi pietà di noi
  24. Padre capovolgimento degli idoli abbi pietà di noi
  25. Padre saggezza dei capi abbi pietà di noi
  26. Padre magnificenza dei re abbi pietà di noi
  27. Padre consolazione dei popoli abbi pietà di noi ½ 2/4
  28. Padre gioia dei sacerdoti abbi pietà di noi
  29. Padre guida degli uomini abbi pietà di noi
  30. Padre dono della vita di famiglia abbi pietà di noi
  31. Padre aiuto dei miseri abbi pietà di noi
  32. Padre letizia dei poveri abbi pietà di noi
  33. Padre guida dei giovani abbi pietà di noi 3/5
  34. Padre amico dei piccoli abbi pietà di noi
  35. Padre libertà degli schiavi abbi pietà di noi
  36. Padre luce di coloro che sono nelle tenebre abbi pietà di noi 2/3
  37. Padre distruzione dei superbi abbi pietà di noi
  38. Padre saggezza dei giusti abbi pietà di noi
  39. Padre riposo nelle tribolazioni abbi pietà di noi
  40. Padre speranza nella desolazione abbi pietà di noi
  41. Padre rifugio di salvezza per i disperati abbi pietà di noi 3/4
  42. Padre consolazione dei poveri abbi pietà di noi
  43. Padre porto di salvezza nei pericoli abbi pietà di noi
  44. Padre pace e protezione nel denudamento abbi pietà di noi 4/5
  45. Padre consolazione degli afflitti abbi pietà di noi
  46. Padre rifugio degli orfani abbi pietà di noi
  47. Padre rifugio degli anziani abbi pietà di noi
  48. Padre rifugio dei moribondi abbi pietà di noi
  49. Padre che estingui la sete nella nostra povertà:abbi pietà di noi
  50. Padre vita dei morti abbi pietà di noi
  51. Padre gloria dei santi abbi pietà di noi
  52. Agnello di Dio che togli i peccati del mondo Perdonaci o Signore
  53. Agnello di Dio che togli i peccati del mondo Esaudiscici o Signore
  54. Agnello di Dio che togli i peccati del mondo Abbi pietà di noi

A conclusione del Rosario del Padre,

Preghiamo:

“Padre, per i figli, per ogni figlio, per tutti i figli, noi ti imploriamo: dona pace e salvezza in nome del Sangue del tuo Figlio Gesù ed in nome del Cuore sofferente della Mamma Maria. Amen”.

Si recita la Preghiera al Padre:

“Padre, la terra ha bisogno di Te;

l’uomo, ogni uomo ha bisogno di Te;

l’aria pesante e inquinata ha bisogno di Te;

Ti preghiamo Padre,

torna a camminare per le strade del mondo,

torna a vivere in mezzo ai tuoi figli,

torna a governare le nazioni,

torna a portare la Pace e con essa la giustizia,

torna a far brillare il fuoco dell’amore perché,

redenti dal dolore, possiamo divenire nuove creature”.

Oppure si può pregare la preghiera:

Padre mio, io mi abbandono a Te

“Padre mio,

io mi abbandono a Te,

fa’ di me ciò che ti piace;

qualunque cosa tu faccia di me

ti ringrazio.

Sono pronto a tutto, accetto tutto,

purché la tua volontà si compia in me

e in tutte le tue creature;

non desidero niente altro, mio Dio.

Rimetto la mia anima nelle tue mani,

te la dono, mio Dio,

con tutto l’amore del mio cuore,

perché ti amo.

Ed è per me un’esigenza d’amore il donarmi,

il rimettermi nelle tue mani, senza misura,

con una confidenza infinita

perché Tu sei il Padre mio”.

(Charles de Foucauld)

Di Seguito: (Per le intenzioni del Santo Padre) – 1. Padre Nostro… – 1. Ave Maria… – 1. Gloria…