Scrivere per me è come morire

vintage-2168174_1280

Scrivere, per me, è come morire. Come uccidere una parte di me. E far nascere un’altra me. Scrivere per me è come essere in pena, in pericolo e mettere a repentaglio la mia stessa essenza.
Sono io quella che racconta quella cosa?
Sono io quella che scrive quella scena?
La risposta è sì. La risposta è no.
Scrivere per come la vedo io è decidere di rischiare di essere, anche di rischiare di non essere. A pensarci bene, mettere mano a una storia, creare un personaggio (o una personaggia) vuol dire smettere di accontentarsi della prima risposta che ti viene in mente e far fare, far dire a quel tuo NUOVO IO una cosa che tu non diresti. Non importa se giusta o sbagliata, scomoda, appropriata.
E questo è già un bellissimo regalo che ci si può fare.

Scrivere per me è come morireultima modifica: 2018-02-28T12:36:33+01:00da lavaleferri

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.