Quelli che restano

Hopper, Edward
Quelli che restano…. sono quello che resta…

Siamo quelli che restano
In piedi e barcollano su tacchi che ballano
E gli occhiali li perdono e sulle autostrade
Così belle le vite che sfrecciano
E vai e vai che presto i giorni si allungano
E avremo sogni come fari
Avremo gli occhi vigili e attenti e selvatici e selvatici, selvatici
Siamo quelli che guardano una precisa stella in mezzo a milioni
Quelli che di notte luci spente e finestre chiuse
Non se ne vanno da sotto I portoni
Quelli che anche voi chissà quante volte
Ci avete preso per dei coglioni
Ma quando siete stanchi e senza neanche una voglia
Siamo noi quei pazzi che venite a cercare
Quei pazzi che venite a cercare
Quei pazzi che venite a cercare
Quei pazzi che venite a cercare

Quelli che restanoultima modifica: 2020-08-07T12:55:24+02:00da viaggiatorenotturno

Un pensiero riguardo “Quelli che restano”

  1. Carissimo mio Amico, che bella sorpresa è stata questa canzone, onestamente non la conoscevo e l’ho apprezzata molto. Grazie per questo regalo. Mi soffermo sulle rime che mi hanno colpito di più: “E avremo sogni come fari
    Avremo gli occhi vigili e attenti e selvatici e selvatici, selvatici
    Siamo quelli che guardano una precisa stella in mezzo a milioni”.
    Arriviamo ad una certa etá liberi dai condizionamenti e capiamo che aspiriamo solo alla realizzazione di noi stessi ed ecco allora sorgere sogni come “fari” ed ecco allora che i nostri occhi non solo vedono ma comprendono la nostra condizione di esseri appartenenti al mondo animale ma aspiranti a sollevarci verso quella stella quella unica stella che da sempre ha illuminato il nostro cammino. Bellissime queste riflessioni che mi hai offerto e che mi permettono di crescere e di diventare più consapevole di chi sono. Il cammino con te è una lezione di vita quando insieme passeggiamo a braccetto. Un grande abbraccio per dimostrarti la mia stima e il mio affetto.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.