Creato da anzianiinpiazza il 14/05/2013
BLOG DEL GRUPPO ANZIANI IN PIAZZA https://www.facebook.com/groups/494739043915083/Nove zone Milano-: «Favorire l'attivazione e il mantenimento del benessere psicofisico degli utenti»-«Promuovere relazioni sociali tra le persone»-«Promuovere ed organizzare la partecipazione degli anziani alle proposte culturali, ricreative e sportive presenti sul territorio,promuovere l’importanza degli orti urbani» CONTATTI on-line inviare SMS +393466872531 o e-mail anzianiinpiazza @libero.it

ACCADE IN UN CONDOMINIO DELLA ZONA TRE Milano

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO
«Con il PG5934/2014 COMUNE DI MILANO Sportello Unico SI ORDINA DI SOSPENDERE LE OPERE IN CORSO E DI TENERLE SOSPESE FINO ALLA REGOLARIZZAZIONE DEL PROGETTO ED AL RICEVIMENTO DEL PROVVEDIMENTO DI REVOCA.

 

PER SAPERNE DI PIU’,CLICCA QUI

 

 

CENTRI SOCIO RICREATIVI CULTURALI

Tra le molte iniziative messe in campo dal Comune a favore dei tanti anziani che vivono in città, non potevano mancare momenti da dedicare allo svago, al relax, al benessere e alla cura della propria persona

I Centri Socio-Ricreativi sono aperti a tutti i cittadini che hanno compiuto i 55 anni di età.
Per frequentarli basta sottoscrivere l'iscrizione annuale, che costa € 10,00 e dà diritto a partecipare alle attività organizzate anche tutti i giorni.

Vai alle   SEDI

 

COMITATO OVER

COMITATO OVER 70
La classifica delle province della regione con l’incidenza più alta di over 65 sulla popolazione locale vede nell’ordine Pavia con il 21,7% di anziani (116.303), Cremona con il 20,7% (74.082) è alla pari con Milano (627.186), Mantova con il 20,5% (83.708), Varese con il 19,9% (173.500), Sondrio con il 19,5% (35.162), Lecco con il 19,3% (64.739), Como con il 19,1% (112.179), Monza Brianza con il 18,6% (156.450), Lodi con il 18,2 (40.597), Brescia con il 17,9% (221.374) e Bergamo con il 17,2% (186.450).

 

Referendum Radicali: gli ultimi tavoli milanesi

Leonardo Donofrio, Presidente Associazione Istruzione Unita Scuola e portavove del Comitato over 70, oggi 21 settembre 2013 a Piazza San Babila ha firmato tutti i 12 referendum radicali

 

ALLARME DEL SINDACATOPENSIONATI I.U.S

 Allarme del sindacato pensionati IUS

Gli OVER 70 senza alcuna tutela:"SCIOPERO SILENZIOSO"

DONOFRIO: “La consulta grazia le pensioni d’oro e i redditi alti dei dipendenti comunali mentre la giunta del Comune di Milano ha varato all’unanimità gli aumenti degli abbonamenti Atm per gli over 70”

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« IMU, abolito il saldo pe...Con il lucro arriva la t... »

La due giorni per scoprire il dolce di Milano

Post n°80 pubblicato il 28 Novembre 2013 da anzianiinpiazza
 

L'iniziativa si svolge il 30 novembre e il 1° dicembre presso gli spazi dell'ex Ansaldo. D’Alfonso:”Due giorni per conoscere e scoprire i segreti del dolce simbolo della città e della nostra gastronomica”
Panettone
www.repanettone.it

Milano, 27 novembre 2013 – Degustazioni gratuite, seminari e incontri dedicati al più dolce, più conosciuto e apprezzato simbolo dalla gastronomia cittadina, il Panettone. Questi gli ingredienti di Re Panettone 2013. Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre  presso lo Spazio A ex Ansaldo in via Bergognone, 34 prenderà il via al più goloso appuntamento dell’anno che metterà a confronto 40 tra i migliori maestri pasticceri d’Italia. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Amici del Panettone con il patrocinio dell’Assessorato al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale del Comune di Milano e dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Milano.

“Torna un goloso appuntamento  che rappresenta l’omaggio al dolce simbolo della nostra città e della nostra gastronomica” così l’assessore al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale, Franco D’Alfonso. “Sono felice – continua D’Alfonso - di contribuire  attraverso il mio Assessorato  alla realizzazione di una manifestazione che permette di conoscere e scoprire i tanti segreti che rendono unico e inimitabile, il panettone. Una delle ricette della tradizione milanese a essere insignita della Denominazione d’Origine Comunale a tutela della sua produzione e della sua peculiarità”.

Molti i produttori che hanno deciso di aderire alla grande esposizione di panettoni artigianali, tra i quali è d’obbligo ricordare: Achille Zoia della Boutique del Dolce di Concorezzo (MB), Vincenzo Santoro della pasticceria Martesana di Milano, Andrea Busnelli figlio del mitico Teresio di Arluno (MI), Paolo Sacchetti della pasticceria Nuovo Mondo di Prato, Pasticciere dell’anno 2012, Mauro Morandin di Saint-Vincent, Luigi Biasetto di Padova, già campione del mondo di pasticceria, Sal De Riso di Tramonti (SA), Claudio Gatti di Tabiano (PR), Alfonso Pepe di S. Egidio Monte Albino (SA), Emanuele Lenti di Grottaglie (TA). Quest’anno ci saranno anche la Pasticceria agricola di Pietro Macellaro, realtà del Cilento (SA) che produce direttamente le sue materie prime, e la pasticceria Attilio Servi di Roma che presenta un inedito panettone al formaggio. A Re Panettone 2013 si potranno  acquistare i panettoni in mostra al prezzo speciale di 20 euro anziché 25 euro al chilo o più, secondo i prezzi correnti delle pasticcerie.

Oltre alla mostra mercato la VI edizione di Re Panettone ospiterà un ricco programma di eventi e incontri, a cominciare dalla presentazione del saggio “Il panettone prima del panettone”, che fa luce sulle origini del più amato dei dolci a cura e della professoressa Antonella Campanini e di Stanislao Porzio, ideatore di Re Panettone. Domenica 1 dicembre alle ore 12.00 protagonista sarà “Il Panettone in Rosa“ tre donne pasticciere Grazia MazzaliAnna Sartori e Carmen Vecchioneracconteranno la loro personale esperienza in un mondo, quello della pasticceria spesso declinato tutto al maschile. A seguire alle ore 14.00  “Come si fa un panettone” una lezione-show su come si prepara il più amato dei dolci natalizi a cura del C.A.P.A.C., importante centro di formazione professionale milanese. Alle ore 15.00 “L’incontro con Davide Comaschi” il pasticciere milanese vincitore del World Chocolate Master 2013 si confronterà con i suoi maestri Iginio Massari, e Vincenzo e Vittorio Santoro. Spazio anche alla storia: verrà infatti svelato il nesso tra la rivoluzione russa e la forma odierna del panettone. 

Anche quest’anno immancabili i concorsi:  “I PanGiuso” dedicato al panettone e a tutti i dolci lievitati innovativi a base di lievito madre e “I Custodi del Panettone” che premierà le confezioni  più creative, più funzionali e più ecosostenibili. 



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

RASSEGNA STAMPA DAL 19 NOVEMBRE 2014

 

RASSEGNA STAMPA DAL 19 novembre 2014 Finalmente la rassegna stampa di tutti i quotidiani italiani! Le prime pagine di tutti i giornali italiani in un'unica finestra, tutta l'informazione da tutti i punti di vista. Utilizza il menu in alto per muoverti tra le varie testate giornalistiche italiane e scopri le notizie di oggi. Dai uno sguardo a tutta l'informazione italiana in un click! Da questo sito potrai ogni giorno vedere le notizie dei principali quotidiani. Non perdere tempo a digitare mille indirizzi, segui quotidianamente la nostra rassegna stampa. Utilizza il menu per muoverti fra le varie testate. Sono già stati inseriti numerosi quotidiani nazionali in modo da permetterti un'ottima rassegna stampa quotidiana. Verranno successivamente inseriti altri quotidiani nazionali e esteri, potrai anche tu suggerire il tuo quotidiano preferito per migliorare la tua rassegna stampa. Tutti i loghi appartengono ai legittimi proprietari

RASSEGNA STAMPA DAL 19 novembre 2014

LINK http://www.rassegnastampaquotidiani.com/

 

 

 

 

Quesiti relativi alle associazioni

Ecco i Quesiti

1. EFFETTI DELLA MANCATA TENUTA DEL MODELLO

PREVISTO DAL DM 11 FEBBRAIO 1997

2. EFFETTI DELLA MANCATA TENUTA DEL RENDICONTO

PREVISTO DALL’ARTICOLO 5, COMMA 5, DEL DM 26

NOVEMBRE 1999, n. 473

3. VIOLAZIONI FORMALI DEGLI OBBLIGHI STATUTARI

CONCERNENTI LA DEMOCRATICITÀ E L’UGUAGLIANZA

DEI DIRITTI DI TUTTI GLI ASSOCIATI.

PER SAPERNE DI PIU', CLICCA QUI

 

I CONSIGLI DI ZONA MILANO

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Atm, il caro biglietto colpisce gli over 70

Sport e Atm: aumento dei costi per gli anziani

by Sito ufficiale del Gruppo Consiliare Radicale–Federalista Europeo

Leggi tutto Bilancio di previsione 2013 – 2015 del Comune di Milano

 

Codice fiscale Mod.AA5/6

I soggetti diversi dalle persone fisiche non obbligati alla dichiarazione di inizio attività Iva (enti, associazioni, fondazioni, condomini, parrocchie, ecc.), che non esercitano un’attività rilevante ai fini dell’Iva ma sono comunque obbligati a indicare il codice fiscale, ne devono fare richiesta a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia.

Come si richiede il codice fiscale: CLICCA QUI 

 

 

Tag

 

COMUNICAZIONE DA PARTE DI ENTI ASSOCIATIVI(Eas)

Modalità e termini per la comunicazione

Il modello per la trasmissione dei dati, denominato "modello Eas", deve essere inviato, in via telematica, diretta o mediante intermediari abilitati a Entratel, entro 60 giorni dalla data di costituzione degli enti. Il modello deve essere, inoltre, nuovamente presentato quando cambiano i dati precedentemente comunicati; la scadenza, in questa ipotesi, è il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui si è verificata la variazione.
Infine, caso di perdita dei requisiti qualificanti (previsti dalla normativa tributaria e richiamati dall’articolo 30 del Dl n. 185/2008, il modello va ripresentato entro sessanta giorni, compilando la sezione “Perdita dei requisiti”.

PER SAPERNE DI PIU ', CLICCA QUI

 

Modello EAS 2014

Gli Enti associativi devono comunicare all’Agenzia delle Entrate la variazione dei dati rilevanti ai fini fiscali indicati nella precedente dichiarazione, ai fini dalla non imponibilità di corrispettivi, quote e contributi. La trasmissione deve avvenire necessariamente per via telematiche utilizzando il modello EAS (scaricalo), con nel quale vanno indicati i requisiti fiscali per l’accesso alle agevolazioni di cui ai Dpr 917/1986 (art. 148) e 633/1972 (art. 4, co. 4, secondo periodo e 6), per ottenere le quali sono obbligati a presentarlo gli enti associativi privati senza personalità giuridica che svolgono attività commerciale o solo attività istituzionale ricevendo quote dai soci.