Creato da: NonTemeraiTerrore il 26/08/2008
.

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

bristollxspagnolosanmar05Aquamarinabluplay_alecarmelogagliotiSomeWaylabbrasilenziosesmaltorossoVcourtneymarysector1984tabacco.e.mieleisabeaumarieicaro0000petalinudifuoridallanotte0
 

Ultimi commenti

e c'ha ragione l'ISA!!! scrivi qualcosa!!! dio...
Inviato da: play_ale
il 23/10/2008 alle 16:27
 
Impeccabile. Scrivi come vuoi,scrivi quel che vuoi...ma...
Inviato da: isabeaumarie
il 02/10/2008 alle 20:27
 
Ti ringrazio.. è che in realtà il mio punto di vista è da...
Inviato da: Anonimo
il 30/09/2008 alle 13:43
 
Bello, aspetto che continui. un consiglio da dilettante......
Inviato da: MarcoVaccari
il 30/09/2008 alle 11:38
 
grazie, davvero..
Inviato da: NonTemeraiTerrore
il 28/09/2008 alle 01:21
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

 

 
« Also sprach Zarathustra - 32. »

1.

Post n°12 pubblicato il 26 Settembre 2008 da NonTemeraiTerrore

L’ho conosciuta ch’era già andata via, da parecchi anni, mia cugina. Un gennaio di un anno qualsiasi, per qui tempi, torna. Faceva freddo, si stava fuori, attorno al fuoco, un fuoco alto due piani di casa, e largo una stanza. In mano un bicchiere di vino. M’ha visto, non so come, m’ha riconosciuto. Ha urlato e riso. È così, mia cugina, gioiosa. Non sapeva quanti anni avessi, ha capito che stavo per andarmene. Di lì a mesi. Vieni da me, ha detto, vieni a (X). È così, mia cugina, ospitale. Abbiamo parlato, bevuto, lei ha riso, io no, quel periodo non ridevo tanto. Il giorno dopo era già sparita, non l’ho più trovata. E son passati i mesi. Sette, per l’esattezza. Poi è arrivato il giorno, e me ne sono andata. Vieni da me, aveva detto, ma non l’avevo più cercata. Poi l’ha saputo, che partivo. E m’ha chiamata. No, non è così mia cugina. Non invadente.

Parto. S’offre d’accompagnarmi un signore incravattato, conosce mia madre. Due valige. Sua figlia, una bambolina Barbie deliziosa. Una sua valigia è piena di trucchi. L’ho vista spesso, alle scuole, non ricordo d’averci mai davvero parlato. Quella notte è la prima in assoluto che la vedo lavata dal trucco. È perfino più bella. Ma questo non lo sa. Al momento di fare il biglietto, col tipo della cravatta ci litigo. Prosegue il viaggio, muto. La Barbie non chiede neppure cos’è successo. Che figlia perfetta, penso.

Ore di poche parole. Mia cugina chiama “Va tutto bene?”. Va tutto bene. Piombo in casa sua alle nove del mattino, io, due valige, la cravatta attaccata ad un collo che ormai ignoro, e Barbie.  Loro ignorano l’odore di hashish sparso per la casa.

Mia cugina ride. Caffè. Barbie sorride, tutto il tempo, fino a che ce ne sbarazziamo. No, non io. Lo fa mia cugina. Chiude la porta,per mano mi trascina in camera. Sono le dieci e mezzo del mattino, e la mia bocca sa di hashish.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/NonTemerai/trackback.php?msg=5513572

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
isabeaumarie
isabeaumarie il 26/09/08 alle 21:12 via WEB
L'attesa è valsa,come sempre. Ritrovo qui,in modo strano e incomprensibile i fili di quanto sembra perduto.
(Rispondi)
 
 
NonTemeraiTerrore
NonTemeraiTerrore il 28/09/08 alle 01:21 via WEB
grazie, davvero..
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.