Creato da NullaDentro il 01/01/2012

Nulla Dentro

Parole e Pensieri

 

Pioggia che scendi

Post n°29 pubblicato il 11 Settembre 2012 da NullaDentro
 
Tag: Poesie

Pioggia che scendi
purifica il cielo malato
raccogli il pulviscolo
dei pensieri avversi
e portalo a terra.

Pioggia che scendi
fai della terra argilla
così che possa
diventare qualcosa
nelle mani di qualcuno.

Pioggia che scendi
ora le tue gocce saltellano
nelle pozzanghere:

c'è solo fango
e acqua torbida
che non si può più bere.

Io però ho ancora sete.

 

 
 
 

CercandoMi

Post n°28 pubblicato il 11 Giugno 2012 da NullaDentro
 

Il tempo consuma in silenzio
ogni cosa
strofinando
i suoi cicli infiniti
con la leggerezza
e l'indifferenza
di un ossessivo cleptomane
che ogni giorno
senza farsi accorgere
porta via qualcosa per sé.

La stanca persistenza dell'io
si osserva svanire
allo specchio dell'anima
e tace.

-Dove sei tu mentre ti guardi
e ancora nel tormento ti riconosci
con occhi appesantiti
da una stentata quotidianità
che più non ti appartiene?-

 

 
 
 

Soli dal Sole

Post n°27 pubblicato il 06 Giugno 2012 da NullaDentro

Solo il Sole
ci lascia soli
ma solo
per la sola notte
soltanto.
Se solo sapesse il Sole
che la notte
non ci sentiamo soli
ci lascerebbe soli
anche di giorno.

 
 
 

Bastoncino fumante

Post n°26 pubblicato il 14 Aprile 2012 da NullaDentro
 

Bastoncino fumante
liturgia della mente:
odore di incenso
in capriole di fumo
promana da te.
Quanta eleganza
nel tuo deliziare lo spirito
con incantevoli aromi..
Assorto osservo
mentre scrivi con inchiostro di fumo
parole su pagine d'aria
come fossero bellissimi romanzi
e meravigliose poesie.
Orgoglioso riempi
spazi attorno a te
trasformando a poco a poco
in cenere il tuo stelo.
E in questo vanitoso spettacolo
te ne vai all'improvviso anche tu,
che ti senti migliore di altri,
condividendo il destino di tutti
e lasciando dietro te
nient'altro che fumo di un altro sapore
pronto a disperdersi
nella prima folata di vento.

 

 

 
 
 

Chi sei tu...

Post n°25 pubblicato il 27 Marzo 2012 da NullaDentro
 

Chi sei tu
improvviso pensiero
che mi trascini
nell'oblio della mente
e mi conduci
presso oscure soffitte
abbandonate
piene di passati oggetti
mal riposti
e nascosti
allo sguardo
da polverosi teli?

Chi sei tu
che non vuoi sentir
ragioni
perché ragioni non hai
che senza motivi
apparenti
ti presenti
e per giorni mi accompagni
nell'odore umido
e persistente
nelle cantine della mente
sprofondandomi
sempre più
lungo scoscese scale?

Chi sei tu?
Che cosa vuoi da me?
Dimmelo ti prego..
Ma tu non parli.
Non sai nemmeno parlare.
Tu sai solo esistere
in quel tuo silenzio
assente
che logora e lede
ogni minuscola parte di me..
Ed io con pazienza
posso solo aspettare
che tu te ne vada
così come te ne sei venuto.

 

 
 
 
Successivi »