Creato da danzan0l3n0t3 il 20/05/2012

UNIVERSI PARALLELI

VERSO UNA NUOVA DIMENSIONE

 

uomini bomba

Post n°36 pubblicato il 28 Marzo 2016 da danzan0l3n0t3

uomini bomba

 

uomo che splode

 

        U  omini bomba accecati dall'odio
        O  rrore che tinge di sangue le strade
        M  ale che esplode e ferisce le carni
        I   nfetta e distrugge speranze di vita
        N  el sacrificio di vite innocenti.
        I   n urla blasfeme contro il Dio dell'Amore

        B  rucian le menti di questi assassini
        O  scurate dal fumo di false promesse
        M  artirio inculcato da stati canaglia
        B  arattata è la vita per denaro e potere
        A  more di nuovo inchiodato e trafitto da spine

(Pier .G DIRITTI RISEVATI)

 

 
 
 

LABIRINTI DELLA MENTE

Post n°35 pubblicato il 02 Marzo 2016 da danzan0l3n0t3

 

venere bellezza e indecisioni della mente

 

Come sarà il momento del trapasso, quell’attimo in cui tutto avrà risposta ?

Non tutte le morti sono uguali; alcune improvvise  come un fulmine , altre preannunciate da tanta sofferenza.

Spesso  questa sofferenza è prolungata dalla volontà dell’uomo che vorrebbe porre un limite alla morte; essa tuttavia è la conclusione della vita, quel punto in cui ci sarà una risposta a tutto o forse il grande nulla.

Quindi ,perchè sciupare il dono della propria esistenza, in comportamenti che la sviliscono?

Quanti attimi, minuti, ore, giorni, mesi, anni , trascorsi senza valorizzare questo immenso dono.!

Quanti istanti d’amore possono invece dilatare una vita che ha un tempo compiuto, in una durata che si avvicina all’eterno!

Perchè l’amore è bellezza, è armonia, è comprensione è misericordia, l’amore  è l’intrinseca forza che muove tutte le cose, quell’energia che va oltre la morte ed avvicina l’uomo alla dimensione divina che vive in ognuno di noi.


L  abirinti della mente

A  ttimi di confusione

B  ianco e nero si confondono

I   l sole cessa di brillare .

R  esto qui su questo scoglio

I   l vento spinge l’onde chiare

N  ella mente tante immagini

T  utto scorre, anche il dolore.

I   n  fondo all’anima  una luce


D  io è la c’è sempre stato.

E ‘ il momento di comprendere

L  a vita è un dono che ci ha dato.

L  ascio scorrere i pensieri

A  mor che  vince su ogni male.


M ‘incammino nuovamente

E  i miei passi son sicuri,

N  el deserto mi sono perso

T  ra le stelle  devo andare

E  lassù c’è nuova luce.


(Pierangelo Giussani Diritti riservati)

 
 
 

SEMPRE CONNESSI?

Post n°34 pubblicato il 05 Febbraio 2016 da danzan0l3n0t3

CONNESSIONI NEURALI


SEMPRE PIU’ CONNESSI  “ Sarà vero?

Siamo alle porte di un futuro in cui  le Automobili , non avranno più volante e pedali, ma solo un pulsante per l’accensione ed uno schermo per scegliere  vocalmente o  per digitazione, la destinazione da raggiungere.

Purtroppo sono costretto a rilevare , che  il cervello umano di molti  di noi , dotato già delle potenzialità di connessione con le membra del corpo fin da tempi antichi,  pare  oggi sempre più afflitto da inspiegabili blocchi  delle connessioni nervose.

Quella  meravigliosa parola  detta “sinapsi” grazie alla quale due neuroni sono in contatto tra di loro ed attraverso questa  catena di contatti si propagano gli impulsi nervosi ,  nel soggetto  che precedeva con la sua,  la mia auto,  era in una fase di oscuramento totale .

Seduto al volante della sua auto  quel bell’ esemplare  della specie umana,   svoltava a destra e sinistra senza mettere la freccia,  tenendo addirittura  acceso, con una moderatissima foschia che permetteva la visibilità di  almeno un chilometro ,  il fastidiosissimo  fanale rosso antinebbia,  dalla luminosità accecante ; mentre,  con la testa reclinata  sulla destra , restava adagiato come ad un cuscino,  ad  uno Smart Phone  di ultima generazione,  percorrendo in gran velocità  una traiettoria  non proprio rettilinea.

Sostengo quindi, che è un obbligo morale della tecnologia ,  costruire mezzi sempre più a prova dei disadattati della guida  che pur non avendo alcuna disabilità  fisica , ma solo una spiccata tendenza a non usare il proprio meraviglioso cervello, non pensano  di essere a bordo di un mezzo che se usato male,  diviene una potenziale arma di morte. E voi,cosa ne pensate?

 

 

S   ull’onda del tempo che fugge lontano

E  sule si muove una moltitudine stanca,

M  ilioni di umani senza meta precisa

P   er le ere scandite  dall’evoluzione .

R  aro è colui che conserva l’istinto

E  usa il cervello  con comandi d’amore,

P  erduta  è la dote che comprende l’istante

I  n questo progresso  di tanto ciarpame.

U ltima risorsa,  la   misericordia…,

C acciata  lontano da mente e da cuore,

O ndeggia nel limbo degli atti mancati .

N ulla   può risorgere se manca l’amore ,

N el cuore dell’uomo e nelle sua mente.

E rose per sempre  relazioni   felici

S  i sfaldano al sole  d’amaro rimpianto.

S i culla la gente dentro ai tweet della rete

I  ll udendosi d’essere sempre più connessa .

(Pier... Giussani diritti riservati)

 

 

 

 
 
 

RITORNO,,,,.

Post n°33 pubblicato il 24 Gennaio 2016 da danzan0l3n0t3
 
Tag: RITORNO

VIAGGIO IN ALTRE DIMENSIONI

 

 

Ritorno

Oltre le nubi, oltre la soglia degli infiniti perchè, dopo aver attraversato il mondo del grande inganno, solcato i mari dell’apparenza, vagato nella foresta della Verità, sopravissuto al deserto  dell’indifferenza, viaggiatore  di universi paralleli, tra il succedersi di  finestre temporali che per un’istante hanno mostrato visioni di ciò che sarà, eccomi ridiscendere tra le spirali  di un percorso infinibile nell’originale spazio virtuale da cui tempo addietro partii, spinto da interrogativi che richiedevano cambiamento e  risposte .Nullà più sarà come prima, perché il tempo cambia, corrode modifica, ma proprio per questo…, prima che l’ultima particella  di me, sfarfalli negli atomi di un vuoto apparente ,voglio riempire ancora una volta questo spazio che apparentemente ci divide e allo stesso tempo ci unisce.


 

 
 
 

ARRIVEDERCI...

Post n°32 pubblicato il 08 Gennaio 2015 da danzan0l3n0t3

mille domande

 

Realtà – Apparenza - Verità (il grande inganno)

Solo una parola grido al cielo:"Dio"!

So che sei dentro di me dentro ciascuno di noi tutti.

Sei in tutte le cose che ci circondano .

Ma quando mi guardo, quando guardo gli altri, è come vedere specchi che mostrano immagini ruotate.

Siamo il riflesso di una mistificazione che inconsapevolmente creiamo con le nostre stesse mani.

La vera essenza è dentro di noi in quell’incessante divincolarsi della luce dal nero mantello che le abbiamo gettato addosso.

Basta solo allungare la mano e scostare quel drappo, per mostrare la verità e tornare a quell’istante che nascose per sempre all’uomo il vero volto dell’Amore.

Mi accorgo che le parole non bastano ne hanno più senso;che il grande inganno siamo noi stessi e che debba avere inizio un cambiamento ……..lascio tutto così, qui il mio tempo è terminato……arrivederci in un’altra dimensione!

Pier

<

 
 
 
<

PROTETTO CON

 
        RIFLESSIONE
S caricano il loro veleno
T ra le strade del mondo
O mbre di uomini opachi
R ifiutano il fulgore della luce
D entro hanno neri abissi
I imputridito è il loro cuore
S olo la fiaccola del male
C ontinua a bruciare i
O ra dopo ora nel loro involucro
N ulla resterà di essi se non l’odio
O rmai unica nota che li distingue

I giorni scorrono stanchi delle guerre
V orrebbero che tutto finisse
E cessasse in una esplosione di pace.
N ulla però può fermare la lotta
T ra il bene ed il male che continua 
I giorni trascorrono nell’indifferenza
D ella gente che non vuole cambiare
E sugli altari della quotidiana follia
L e vittime di un mondo senza cuore
L ‘ultimo respiro esalano al nulla.
A ncora una volta prego perchè
Q uesta corsa folle senza traguardi
U n giorno possa finalmente cessare
O cclusa da un muro di luce invalicabile
T rafitta dalle stesse lame d’odio
I ntinte dello stesso veleno del male
D a cui ha sempre tratto nuova energia
I n silenzio osservo da questo sperone
A ssiso sulla fredda roccia del tempo
N uovi fermenti di vita farsi strada
A fflatti di bene spazzare le nebbie
M alvagie che ricoprono case e palazzi
A ncora aleggianti sulla città perduta
L a lotta laggiù continua incessantemente
V edo uomini donne ed eroi del quotidiano
A ffrontare con grande dignità la vita
G uardando avanti uniti da nuova fratellanza
I indietreggiano i lupi affamati di potere
T raditi dalla loro infinita brama di sangue
A’desso una piccola luce brilla ad indicare la via.
Pier
 

un Giorno ...una Notte

ALAIN VEINSTEIN

 

 

INTERVISTA AD ALDA MERINI

 

Ecco,letta da me .

una poesia di Mario Palmieri

 

 

Nazim Hilkmet

 

 

QUANDO I NOSTRI SCRITTI DIVENTANO LIBRO

 

rose

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

PIER'S REFLECTION

foglie 'autunno riflesse nell'acqua

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Katartica_3000gaza64perpoche1strega100Sky_Eaglewoodenshiplumil_0virgola_dflubopogioiaamoreMelancolydanzan0l3n0t3NoirNapoletanotobias_shufflegigliodamore
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

I MIEI BLOG AMICI

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.