Community
 
Oceano_Irra...
   
 
Creato da Oceano_Irrazionale il 09/10/2006

Diario Flessibile

...la voce che cantava nella prua mentre Joshua filava al massimo della velocità: "Sono una buona barca, datemi vento e vi darò miglia... Datemi vento... Sono una buona barca..."

 

 

« Senza motivo apparenteNon lasciarmi morire... »

Osmosi...    

Post n°394 pubblicato il 17 Maggio 2008 da Oceano_Irrazionale
 

Piove... Non lo faceva da ben due settimane, forse addirittura tre :-(
Abbiamo messo in secca il Mini per pulire la carena e dare l'antivegetativa ma, ahimè come sempre, sai quando togli la barca dall'acqua ma non quando la rimetterai a mollo. La carena è piena di bolle da osmosi...
Ho iniziato a carteggiarla sotto la linea di galleggiamento e la misurazione dell'umidità ha dato valori davvero preoccupanti. Temo che il gelcoat sul poliestere non sia sufficiente; in alcuni punti addirittura ho trovato tracce di Primer sul poliestere stesso, in parole povere, hanno verniciato la barca anche laddove scarseggiava il gelcoat. E' una tristezza! Per lo più si mette anche il maltempo. Oggi avrei dovuto finire di carteggiare tutta la carena per poi aprire le bolle e far asciugare i microcrateri ma... (svariate e silenziose parolacce invadono il post...)
Ieri sera su skype abbiamo incontrato Alessandro, il costruttore della barca, che si è reso disponibile per risolvere il problema ma ciò potrebbe ritardare l'entrata in acqua. Vedremo il da farsi, alle brutte chiuderò tutte le bolle con stucco poliestere, una mano di primer e poi l'antivegetativa, poi a luglio durante le vacanze in italia la spediamo da qualcuno che possa sistemarla all'asciutto.
Petra è molto triste, la sua barca è malata e necessita di cure. Giorni fa parlavamo di venderla per comprare qualcosa di più grande ma non è ancora il momento. Poi c'è da dire che non riesco a togliermi dalla mente il Van de Stadt abbandonato al cantiere. Il prezzo proposto è sceso un pochino, con tremila euro dovrei poterlo prendere ma la persona responsabile della barca, per conto del proprietario latitante, non si pronuncia ancora. Devo portare pazienza. Se poi tutto procede per il verso giusto, dovrei poterlo mettere in acqua ad ottobre, completamente restaurato,  quando tutti spostano le barche all'asciutto per l'inverno. Poi nella prossima primavera si vedrà ma, vendendo entrambe le barche, contiamo di poter prendere un cabinato più grande, intorno agli undici metri.
Il lavoro procede a meraviglia, sto imparando un sacco di cose nuove che mi torneranno utili anche in futuro. Una delle cose belle del lavoro di restauro alle barche è che mi consentirà di spostarmi ovunque nel mondo, purché ci sia il mare nei paraggi. Di barche il mondo è pieno, così come è pieno di armatori che non amano effettuare la manutenzone dei loro costosi giocattoli... Buffo vero? In poche parole, Petra ed io stiamo pianificando una fuga coi fiocchi, premeditando tattiche di sopravvivenza ovunque nel mondo. Lei è molto quotata nel suo lavoro di tappezzeria d'interni e si sta interessando per convertirlo in riparazione e cucitura di vele e accessori per le barche.
E i due cuccioli? Che ne sarà di loro quando partiremo? Mi domando se Lei mai riuscirà a mollare gli ormeggi e la risposta è ancora dubbia. E' un'ottima madre quindi escludo che decida di muoversi senza di loro prima che siano indipendenti e sono certo che cambierei la mia opinione su di lei se lo facesse, quindi va bene così. Il piano di trasferta a Barcellona, previsto per il 2009/10 prenderà forma quest'estate, durante le vacanze estive, quando potremo parlare con calma ai cuccioli e valutare le loro reazioni. Credo che saranno loro a decidere il luogo di destinazione della prima tappa della fuga da Amsterdam, anche perché dovranno entrare in nuove scuole con nuovi amici e una nuova lingua, mentre noi siamo aperti a tutto, purché l'economia del luogo prescelto ci consenta di mantenere i cuccioli e noi due, che di vizi costosi ne abbiamo non pochi. Ad ogni modo, per ora i cuccioli preferiscono l'Italia alla Spagna quindi tutto è aperto ad ogni evenienza, anche se preferirei non tornare al mio paese di origine o almeno non adesso...
Che gran casino! Ma tutto è vita, meravigliosa, divertente e complicata vita. : )

PS: Dopo tutto questo tempo di assenza, sono molto sorpreso per chi ancora passa di qui a leggere ma è davvero un piacere. Purtroppo a differenza del passato ho pochissimo tempo per stare al computer, quindi mi perdoni chi non mi vede a ricambiare i saluti ma un abbraccio e fiumi di sorrisi li lascio qui per tutti quanti. Grazie
Ciao e a presto


Old dutch sailingboat in Markermeer

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

KAPITEIN


 

TAG

 
 Creative Commons License
 

ULTIME VISITE AL BLOG

antoniocentauro1ninokenya1sblogmichele.cassano1972treccani.simoneanonimo610disfrancodis2411opposti_incongruentifabioddgl1matteonegroSidneyBluelukabwnany275bigpete