Community
 
pensieroine...
Sito
Foto
   
 
Creato da pensieroinespresso il 01/02/2005

Essere e pensiero

E' stato già scritto tutto, per fortuna non tutto ancora pensato.

 

« Nel possibile, tutto é possibileIl tempo dell'esistere... »

Rizomata...radici...

Post n°94 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da pensieroinespresso

La mattina del 17 febbraio del 1600, in Campo dei fiori a Roma, moriva sul rogo Giordano Bruno. Aveva 52 anni. Nato a Nola, un piccolo paese presso Napoli, divenne famoso in tutta Europa per le straordinarie qualità intellettuali e le sue idee rivoluzionarie, sia in campo filosofico che religioso. L’inevitabile scontro con l’istituzione ecclesiastica e la ferma volontà a non rinnegare nessuna delle sue idee lo condussero alla morte, dopo due lunghi processi ed oltre sette anni di carcere. Il 17 febbraio, anniversario della sua morte, ho scritto un piccolo omaggio al grande filosofo nolano, con l’intenzione di evidenziare l’importanza delle radici nella sua storia umana, come nella storia di ognuno di noi.

 

Quando si nasce in una terra come la mia, si hanno radici così profonde che non è possibile smarrire.

L’ho capito solo a 50 anni, dopo aver viaggiato senza posa e senza meta. Da giovane non credevo di averne. Le radici mi sembravano un insopportabile fardello, un impaccio per la leggerezza del pensiero e la sua assoluta libertà. Vivevo la pienezza dell’istante e la gioia incontenibile che sa donare la vita vissuta senza freni, come un’irrinunciabile sfida.

Amavo il dibattito serrato, il confronto aspro e dialettico, capace di aprire nuovi orizzonti. Non amavo neutralizzare la potenza delle idee. Volevo che esplodessero, inondando il cuore con la loro energia. Ho sempre pensato che solo le idee che arrivano al cuore sanno muovere la mente, perché solo ciò che si ama si conosce veramente, lasciando nell’anima segni profondi ed indelebili. Ed ho amato tutto l’amabile: la bellezza di una donna, la gioia conviviale del mangiare insieme, il buon vino, la natura, l’infinità dell’universo.

Non ho mai usato prudenza nei rapporti con i potenti, navigando da solo e controcorrente nel mare infido della politica, avendo come unico faro la luce della ragione, anche se credere in lei non è bastato a salvarmi la vita. Mi sentivo cittadino del mondo, mentre ero solo un uomo del mio paese con lo sguardo aperto al futuro.

Il furore acceso d’amore, che ho scoperto in me, aveva il colore della mia terra fertile e dei suoi frutti maturi, come la passione per la bellezza dell’infinito nasceva dai lunghi pomeriggi trascorsi a contemplare l’immensità del mare e ad infrangere il filo tenue dell’orizzonte. Al di là di esso scorgevo immagini sempre nuove, nutrite dalla fantasia e ossigenate dalla ragione. Un universo spettacolare che nessuno mai aveva osato immaginare, con infiniti soli ed infinite terre, in cui tutti gli esseri hanno lo stesso valore e la stessa dignità, perché tutto è in tutto, ciascuna cosa è in tutte le cose e partecipa delle sorti di tutto. Un universo che è Dio.

La bellezza inebriante di quella visione mi portò in giro per l’Europa e mi ricondusse, come attratto da una forza magnetica, verso il paese da cui provenivo. Dovevo tornare nel luogo in cui la visione aveva avuto origine, altrimenti sentivo che essa sarebbe svanita.

E tornando laddove mai sarei dovuto tornare capii che, quando si nasce in una terra come la mia, si hanno radici così profonde che non è possibile smarrire.

C’è un tempo per ogni cosa, diceva l’amato Qohelet, e nell’attimo in cui, procedendo verso il fuoco, cominciai ad avvertire la pelle bruciata dal calore, sentii che il mio tempo era quello della fine.

 

 

Sonny Boy Williamson II
(Rice Miller)
1899 - 1965
armonicista

 
Rispondi al commento:
pensieroinespresso
pensieroinespresso il 27/02/08 alle 14:15 via WEB
Ciao, Elliy, e grazie per la visita. Ho stappato in tuo onore una bottiglia di Anghelu Ruju, grande vino da meditazione. Cin cin, con un sorrsio…Marittiello
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

MUDDY WATERS BLUES

 Muddy Waters: voce e chitarra
personaggio leggendario del blues elettrico di Chicago
1915 - 1983

 Jerry Portnoy:  armonica
live 1976 Dortmund Germany

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

PARMENIDE DI ELEA

 

AREA PERSONALE

 

WILLIE DIXON BLUES



Willie Dixon
1915 - 1992
contrabbassista e cantante

 

FACEBOOK

 
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

poeta.72Barolina0carminecollina_1972marielisabetta21cuorediselvaggiadanielafabenrigodounzalapismcibellalunatica91lunaannaostuniallegra.gioiag.fra1B.Ciano0kepp
 

PLATONE

immagine
 

ULTIMI COMMENTI

bella la condivisione delle informazioni
Inviato da: kız oyunları
il 07/03/2014 alle 14:45
 
Grazzie!
Inviato da: libre littérature
il 12/08/2013 alle 10:11
 
Poros è uno dei miei personaggi preferiti!
Inviato da: chiaracarboni90
il 31/05/2011 alle 10:56
 
lo leggo solo adesso questo tuo post, eppure non mi sembra...
Inviato da: imperfettocuore
il 09/06/2010 alle 09:20
 
BUONA PASQUA...ovunque tu sia...Ciao...CARLO!
Inviato da: fosco6
il 03/04/2010 alle 13:14
 
 

PLATONE E ARISTOTELE

 

 

F R A T T A L I

Musica
di
Ennio Morricone

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FRATTALI

immagine

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.