Creato da ITALIANOinATTESA0 il 08/02/2011
Me

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Ultime visite al Blog

Lutero_PaganoITALIANOinATTESA0jigendaisukeITALIANOinATTESAelektraforliving1963simona_77rmrobi19700gryllo73psicologiaforenselubopomission_impossible.0il_pablocuoioepioggialaeterna
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Approfondimento della "Faccenda"

Post n°1 pubblicato il 10 Ottobre 2016 da ITALIANOinATTESA0
 
Foto di ITALIANOinATTESA0



La "Faccenda": approfondimento

N° 8 - è tratto distintivo della dignità umana assumersi il coraggio di affermare che ci sono comportamenti da condannare."
Post n°749 pubblicato il 05 Ottobre 2016 da ITALIANOinATTESA
 

E gli altri n° 8 posts precedenti.


                                                                                           Post cancellato!

Cosa trattava?  ...come si dice "fare carne di porco".

Come si fa?   ...si fa facendo il "servizio al maiale" ...un rito di sezionamento molto vantaggioso. All'umano operatore; diciamo così.

Perché si fa?     ........................

cosa significa?  ...................

Deve riemergere? ci vuole qualche lettore interessato.

Altrimenti, grazie. E basta


 

Surrogazione:

 ODE AL MAIALE

T’amo pio maiale
E mite un sentimento
Mi sorge dal core
Nei giorni di tormento

L’eroismo tuo
È del tutto evidente
Giacché di te, maiale,
beh non si butta niente.
continua
*****************
                                     INNO AL MAIALE

Maiale ha la stessa radice di Maia, la dea, di maggio, di magnum e di maior. Quando i Romani sentenziavano "unicuique suum" era un refuso. Unicuique sus, semmai: a ciascuno un maiale. Ben lo sanno i Cinesi: lo stesso ideogramma serve per maiale e per casa. Sarà un caso che in inglese pig sia così simile a big? E che l'anagramma di porco sia corpo? La carne di porco è proibita a ebrei e islamici, è tabù come nessun altro cibo. Da noi si usa il porco, ingiustamente, per insultare gli abitanti della terra e del cielo. Dicono: ma è sporco. Avete mai provato ad annusare una capra o a vedere dove dormono le galline? Dategli creme per la pelle e piscine e il maiale vi stupirà. Maiali, li amai è un anagramma bugiardo, perché li amo ancora e li amerò sempre. Non perché qualcuno deve pur farlo, ma per stima e riconoscenza. Perché non ho mai capito come faccia un maiale a mangiare le peggiori schifezze, quelle che gli diamo noi, e ad avere carni così buone. Era molto in forma, il Creatore, il giorno che inventò il maiale, questa prodigiosa macchina che tutto ricicla e tutto sublima. Certe cose può capirle solo chi ha assaggiato il vero jamòn serrano de bellota, la soppressata lucana, la coppa piacentina. Si dice anche capocollo, ma coppa sa più di premio. Il maiale vola solo nei titoli dei libri: mai ali è una condanna alla terrestrità. Il maiale non fa uova né latte, serve solo da morto. La riconoscenza mi spinge a parafrasare Gianni Brera (grande amico del nobile animale) che parafrasava Guido Gozzano (non pervenuto sul tema): porco, mistero senza fine bello. Gianni Mura

Fonte 

 

*****************

Alla Sugna! Ode al maiale

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog