Creato da Poeta_Narratore il 29/08/2010

Poeta Narratore

le mie poesie

 

Dammi Vita

Post n°329 pubblicato il 29 Aprile 2017 da Poeta_Narratore

Dammi vita‭



Vivimi oggi sono in ogni fiore‭ !
Profumami con le tue spezie migliori‭ ‬,‭
nell'aria si diffondono e volano‭ ;
tra i desideri dei tuoi sogni si elevano‭ ‬.‭
Dammi respiro e ascolta l'immenso‭
la cui voce nell'anima si fonde‭ ‬,‭
si sente negli ultra suoni‭ ;
in unisoni che concertano l'amore.‭
Fammi uomo femmina‭ !
Vorrei volare sull'oceano‭ ‬,‭ ‬tra le nuvole‭ ‬,‭
abbellirti nell'eden della favola.‭
Ascoltami‭ ‬,‭ ‬dammi vita‭ !
Questo è l'urlo innamorato‭
e non ho altro nella vita‭ ‬,‭
tu il pathos da sempre atteso‭;
Ragione‭ ‬,per farne una pazzia.‭
Ho bisogno di te‭ !
Dammi la tua luce‭
la tua bellezza effimera‭ ‬,‭
per saziare l'amara amarezza.‭
Dammi il tuo cuore lo proteggerò dal male‭ ‬,‭
la tua saggezza per rendermi sicuro.‭
Dammi il tuo paradiso‭ !
L'inferno lo lascio ai dannati‭ ‬,‭
tu la vergine feconda‭ ‬,‭ ‬amami‭ ;
Assieme‭ ‬,‭ ‬faremo‭ ‬,‭ ‬rivivere le mille emozioni.‭



Poetanarratore.


 




 
 
 

Sentimenti confusi

Post n°328 pubblicato il 14 Marzo 2017 da Poeta_Narratore

Rimangono le amare storie tra le pareti della vita
dissapori e scrupoli di venie ,
rimane il proibito sentimento
confuso nei flutti ,tra gli scogli .

Rimani tu ,venere feconda
ché m'hai confuso l'eterno pianto ,
sul tuo volto le mie lacrime si posano
le tue le sciolgo con la neve .

Le spalmo sulle tue labbra
ove mieto covoni d'appetiti ,
ove assaporo , il gusto dei frutti esotici
tra le carni e le smanie arrossate .

Si, sono confusi i tuoi sentimenti !
A priori , li diffondi , li annulli ,
con lo scudo del cuore ti ripari , ti aggiri
tra i deserti corridoi te ne vai .

Sono fragili i tuoi sentimenti :
non hanno sponde di sostegno ,
hanno ripieghi malinconici
hanno attese inconsuete .

È difficile amare
cogliere, la furiosa vena ,
nell'estremo limite vorrei fondermi,
nel grembo dei tuoi sensi vorrei amare .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

La culla del tempo

Post n°327 pubblicato il 19 Febbraio 2017 da Poeta_Narratore

 

Nacque nella culla del tempo il seme della terra

nella zolla della luna la tua rosa

ove i gemiti ,si spensero , tra i gli specchi infranti ,

tra gli avidi sguardi di un amore sordo .

Fu l'ora dell'amore che ti prese per mano ...

ti rese femmina !

Ti portò nella zona del cuore :

nell'atto più bello di sentimenti nobili ,

di brividi e fantasie , di note stonate

di requie e conforti .

Oggi ti svesti dalla lacrimosa pioggia

dai fondi dei sperati sogni ,

lasci così la mia vita in balia ad angelici visi

con occhi socchiusi ,calpesti

lo stato della mia anima .

Mi lasci la bella presenza

di colei che è la bellezza somma ,

essa è poesia , è grappolo d'uva!

Ove io a morsi ,la fame attingo .

Mi corico nella culla del tempo !

Apro ancora il mio spiraglio :

la fede l'amore è ancora la mia gloria ;

è il panno bianco su una veste rosa .

 

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Se mi vuoi sognare

Post n°326 pubblicato il 21 Gennaio 2017 da Poeta_Narratore

Abita in cielo il mio sospiro

tra lusinghe di sole e gocce di pioggia

graffia la luna innamorata

che nella notte degli amori strega il mio inno.

Tu il culmine ,il mio vacillo

sei il rosso lampo ...

esorti la voce dei muti , le mie strofe

canti lode nel coro delle stelle .

Se mi vuoi sognare liberati dal tuo volo !

Seguimi ,ascoltami e taci ,leggi il mio frastuono

il vivente filo che in te ci lega

arrossa sangue nel tumulto dei mimi .

Se mi vuoi sognare devi vivermi !

Conquistare ,la tragedia dei primi fiori

la luce silenziosa che mai osa

si musica tra le nuvole e il mondo ruota .

Essenza senza esternazione ove tu l'ignori

cospargi nebbia la devozione dei risentimenti ,

e nel mio sguardo scopri l'agonia

ripaghi il sogno mio , il bene ch'è t'ho voluto .

 

Poetanarratore .

 

 

 

 
 
 

Buon Natale amore

Post n°324 pubblicato il 01 Gennaio 2017 da Poeta_Narratore

 
 
 

I giorni dell'amore

Post n°323 pubblicato il 18 Novembre 2016 da Poeta_Narratore

I giorni dell’amore

Non finiscono mai i fragorosi giorni
si trastullano nei cuori spezzati,
in strade parallele vanno a fondersi
a chiudersi in gusci ovattati.
Hanno nella tasca frammenti di parole
l’ombretto sulla guancia e le mani tra i capelli,
l’odore sulle mani e le lacrime su gli occhi
hanno le bucce di banane e le scivolate sulla neve .
Ma è bellissimo ! E' struggente innamorarsi
e poi magari pentirsi ? Perdersi nei boschi dei gigli,
tra i rossetti il sensuale bacio
sul corpo nudo , gli amplessi mai goduti .
I giorni dell’amore sono fresche orchidee
tu , nella mia anima le coltivi ,
mi dai il nettare degli dei e mi ubriachi di solo amore
vergini , papaveri rossi su i campi elisi .
Fatti rosa ,voglio i tuoi petali !
Fatti sangue ,voglio i tuoi ruggiti :
io il narcisista agogno spasmi
insolente , irrido ,la morbosa e maniacale tua bellezza.

Poetanarratore.

 
 
 

Vivere & Amare

Post n°322 pubblicato il 18 Ottobre 2016 da Poeta_Narratore

 

Vivere & Amare

 

Vivere sognare , amare ,
illudersi ed è l’eterno batticuore
che fa fremere e impazzire ;
fa sbocciare un bucaneve tra la neve .
Ho freddo , non ho chi mi scalda!
Ho l’odissea tra i capelli il mal d'amore che voglio vivere
sulla cui guancia il rossore mi spaventa ;
mi emoziona in attimi eterni ,di follia mi travaglia
di sangue , traspare il mistero della vita .
Ho pensieri spongiformi , e assorbo le insensibili ferite
sulle labbra i tuoi baci san di rose ;san di cioccolato
con le mani ti sollevo i tuoi vestiti .
Voglio pungermi senza aver dolore
far parte di un prodigio vergineo ,
in una conseguenza naturale e dà , seguito ai sospiri .
Voglio la rosa spinosa ,la tua magia
unirmi a nuove gemme ed albe
deviarmi in altre vie nei silenzi ;
in quella che mai mi appartiene .
E potrei ,si potrei , fuggire e tacere …
trasmigrare ove tutto è latte e miele ,
ove la notte mi svela i tuoi arcani ;
dove nuove scintille il ghiaccio lo disgela .
E non voglio suscitarti compassione !
Un’altra tu , potrà essere il mio ripiego ,
potrà accondiscendere alla mia fame;
al mio sentimento ché s‘apre ai nuovi confini .

 

Poetanarratore.

 
 
 

La rugiada delle vergini

Post n°321 pubblicato il 17 Ottobre 2016 da Poeta_Narratore

La rugiada delle vergini

Umida l'aria si posa sulla rugiada delle vergini

profuma di papaveri rossi e nei grani maturi gioca la sua festa ,

profuma di fragole e dal sotto bosco s'affaccia il loro faccino

inebriate dagli intrusi raggi hanno le carezze dalle foglie .

Tu, la regina delle vergini , vivi in un castello

mieti il raccolto dei flutti ,serpeggi nei ventri nudi ,

nei silenzi ,ti inarchi nei causali ,nei temerari ,nei sordi voli .

Tu , la vertigine , la bonaccia dei venti , violi il fior segreto

gli adagi delle sinfonie ,ove le tue dita si posano su un piano

leggere sussurrano , le note che colsi per te al mare .

Canta mia dolce anima !

Continua a farmi vivere ,abita in me , non ti muovere ...

raccontami le tue favole ,le ore in cui faremo all'amore ,

raccontami dai :dammi i bagliori che persi nella brughiera

i sogni , con cui feci polvere i miei fantasmi .

La rugiada delle vergini è umida

ha gocce di lacrime ,

ha l'indefinito di una romanza

ove , apro a te il mio cuore ,

ha l'antidoto dell'amore .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

La mia scala naturale .

Post n°319 pubblicato il 21 Settembre 2016 da Poeta_Narratore

La mia scala naturale   

 
 
 

Ho capito che mi ami

Post n°318 pubblicato il 03 Settembre 2016 da Poeta_Narratore

Ho capito che mi ami

Nel tormentato oblio scorre sangue addolcito

placato , saziato di speranze,

da scudi fragili e veli scuri

che si sgretolano , col tuo primo bacio .

Ho capito che mi ami e lo mascheri bene

han fini profondi i tuoi ,

han strascichi di luci insulse

la passione , dei cuori freddi .

Si vestono di bianco le angosce

vorrebbero sorridere al nuovo amore ,

nell’ardua avventura proporsi ancora

sdegnare , le pietrificate emozioni .

Il tempo darà ragioni e ho capito che mi ami

a progetti ormai vicini ,

a un tuo cenno , per rincorrerti ,sopra gli aquiloni

venirti a cercare sulle tavole del cielo ,

tra lo sguardo del tuo stupore .

Ho capito che mi ami e ho scelto il tuo futuro

Coprirmi con la tua pelle di baci e fremiti ,

Osservarti mentre i nostri corpi si uniscono

Confabulano la suprema estasi

Nei tuoi occhi scopro , le tue focose grazie .

Poetanarratore.

 

 
 
 

Gli occhi curiosi del sole

Post n°317 pubblicato il 08 Agosto 2016 da Poeta_Narratore

Sul velo dorato del sole

una fonte di luce energia emana ,

attraversa gli spazi immensi

tra i sentieri , accorcia le distanze .

E fa sentine in ogni regno ,una musica bionda

segue catene di stelle verso armonie dipinte da sogni ,

irradia flussi di luce su gialle onde

sui corpi , il nudo volere del fato .

Chiudi gli occhi anima ,accogli questi attimi eterni

aspira l’essenza mia che ti guarda

t’appare lungo velate ombre , nel silenzio del lieve respiro

nell’occhio curioso del sole , ove di notte bacia le tue labbra .

Tu che diffondi frammenti di speranza ,amami !

Puoi assetare giunchi verdi nei sterili fondi ,

puoi invadere il regno dei grandi raggi

cedere all‘immaginazione , il piacere di chi tace .


Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Cantami la lirica

Post n°316 pubblicato il 30 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

 
 
 

Fiori del male

Post n°315 pubblicato il 26 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

 

Ho regalato fiori, le ho colti per una amata

in un giardino di spine ove i rovi graffiano le rose ,

ove tu non c’eri in quegli anni bui

eri la farfalla che si posava sui disgeli .

Ho regalato sogni a una estate felice

ricordi cocenti che mi fanno rabbrividire :

rimanevi convinta delle sole tue parole

andavi alla riscossa , con le vane profezie .

E mentre la vita scorre e continua il suo corso

i fiori del male appassiscono al sole

scruto il mio tempo , vado lontano

approdo leggero , in ragioni di vita.

Poetanarratore.

 

 
 
 

La sinfonia dei sensi

Post n°314 pubblicato il 25 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

Sono tamburi che battono nel cuore

dove il sublime si accende come un faro,

annunciano la serena tempesta

tra i sospiri traditi dagli amati.

È la sinfonia ch’è s’emerge dall’anima!

Si unifica in’un’unica certezza,

in versi si plaude ,tra righi silenziosi di un amore.

Tu esplodi negli orizzonti!

le sensazioni le emani da lontano ,

in brevi strofe racconti gli anni tuoi ;

m’incagli nel vulcano delle tue fantasie .

Sei piena di vita e aliti cocenti ,entri in me a dimorare,

entri in un sogno parso vero;

tra il sfruscio confuso di un’estate .

Mi infondi la tua bellezza !

Mi fai udire la sonora melodia ,

col tuo profumo smuovi il desiderio e mi sazi di sapori ;

col roseo gesto, tocco il magico sublime .

Ed è la tua presenza femmina che si presenta ancora !

Ti manifesti ovunque senza esitare,

barbagli fruscii tra i rami ;

dai fiori trai il nettare degli dei .

Ed è il sesto senso a condurmi sul viale ,

a uscire dalla foresta buia ,

come se mi avessi perso ,su di una spiaggia ,al calar del sole ;

ritrovo l’alba ,il piacere del tuo amore .

Poetanarratore.

 

 

 
 
 

Scroscio d'acqua pura

Post n°313 pubblicato il 25 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

 

Ed è calura in questa estate di amori

Di intese fuggiasche e palpiti assopiti ,

Scrosciante è l’acqua che bagna il corpo

Allontana l'odore di te,da me che non vorrei mai.

Ai bordi della sabbia sento il tuo profumo di vaniglia

Bagna attimi di solo idillio ,

Sono nuvola di pensieri, un angelo dal volto greve

Vorrei con te prendere il volo ,ma tu , sei rimasta senza ali .

Scivolo sulle mie catene ,arrugginite per essere da te legato

Sulle grosse pietre m’hai tenuto in sospeso ,

Davanti ad un luminoso prodigio ti tiri in dietro

Ti dissolvi , come neve al sole .

Bacia la vita donna , oggi è il tuo giorno limpido

Nuda vestirai la nuova fiaba ,il caldo lenzuolo ti darà l’amore ,

Ti illumina il mio sogno ove potrai bagnarti di sospiri

Scendere su terrene passioni e sarai la colomba del mattino .

Vieni anima , c’è per te ,uno scroscio ,d’acqua pura .

Poetanarratore .

 

 
 
 

Sei tornata

Post n°312 pubblicato il 09 Giugno 2016 da Poeta_Narratore

Erano parole sincere che ti dissi allora ,

Poi all’improvviso sei sparita ,

Hai volato tra le nuvole del tempo

Senza sapere che io ti aspettavo .

Ora sei tornata , e sei più bella di allora

La donna dal cuore tenero che sa amare ,

Sa credere a chi davvero ti vuole bene

A chi , l’abbraccio, lo tende ,sui rossi volti .

Sei tornata e per me è festa

Nella stagione delle rose ,

Nel mentre un raggio di luce

Mi annuncia la tua venuta .

Furono momento giocosi , i primi spasmi

In cui ,col mio pensiero , ti detti un bacio ,

Il cui vento ,sul tuo cuore ,te lo mise

Rimasi solo , nell‘estasi languorosa .

Tu che decori l’anima mia ,non aver paura

Lasciati andare a questa immensa gioia ,

Dal verde dei prati ,il mio , omaggio floreale

Un lieto ben venuto ,un caldo mio sorriso .

Sei tornata ed io son felice .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Il paradiso perduto

Post n°311 pubblicato il 08 Giugno 2016 da Poeta_Narratore

Non ho forze da sprecare

I miei anni li ho vissuti ,

Ho un tesoro e l’ho tenuto

Lo voglio dare a te , perché mi piaci .

Ma nei miei scorci d’ombre si oscura il cielo

S’abbuia , al calare della sera ,

Tu, vivi con l’anima nelle arterie

Ed io resto con i vuoti in attesa .

Scrivo melodie e leggere volano ,le mie idee

Proclamo, l’estasi austera

Tra i soffi di brezza purifico l’amore ,

Tesso il filo sottile, della vita mia .

Nel paradiso perduto ,inseguo il prodigio

Le pene del mio ripiego ,

L’ala ferita di ogni illusione

Inseguo, il furioso amore

Il niente che non s’affaccia mai .

È un paradiso che non avrò mai

Ma tu ci entri , come e quando vuoi ,

Certo , basta una tua parola

Per far sciogliere le sanguigne emozioni .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Le meraviglie della natura

Post n°310 pubblicato il 06 Giugno 2016 da Poeta_Narratore

È in questo mondo che son nato ,in questo muoio

Su questa terra fatta di profumi ,

Di cielo e mare ,di te anima , ove siedi il suo trono .

Sei fatta di vento e sole di arsure e sangue

Di sanguigni amori ,

Ove tu donna domini l’immenso ,

Domini il mio creato , di nuvole e piogge

Di inverni freddi e cuori in subbuglio .

Come la natura entri nel mio profondo ,mi dai vita !

Mi doni i suoi fiori che son per me albe colorate ,

Acque sorgive e prati elisi ,

Sono gocce di lacrime e ferite amorose .

Vieni dunque a me luce

Dammi la tua fortuna

Un campo ,dove correre con te nudo ,

L’eterna storia ov’io posso godere l’amore tuo.

Nutrimi col tuo corpo ,affamarmi , con i tuoi seni

Sono lebbra sulla tua pelle ,

Voglio darti l’edera bianca

Per salire tra le braccia tue.

Tu che danzi la natura ,sai amare

Dal grande albero odo il tuo eco ,

Tocco con le mani ,il tuo paradiso

Di ogni mia malattia ,sei tu la cura .

È bello viverti natura

Danza ancora ,fammi vivere ,

Le tue pietre ,il tuo sole sono i miei sudari

Nell’olimpo ,ovunque c’è aria

C’è la tua farfalla ,che vola ,sui frammenti di un amore .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Ti sei persa tra le fragole

Post n°309 pubblicato il 27 Maggio 2016 da Poeta_Narratore

Lo senti questo ritmo?

È la musica!

È la parola che si muta in poesia

È l’inchiostro che scorre dalle lacrime.

È il riverbero di un canto !

Il pianto ,di una musa,non ha scampo ,

ha spento il suo delirio

il suo ghigno malizioso.

E scorre la vita !

Scorre d’allegrezza piena ,

su questa terra

come foglie ,la pioggia cade.

Cade su fiori e l’aria profuma

l’albe colora ,svela i segreti amori:

a quelli che han conosciuto solo gelo

di freddezza i sentimenti fa tacere.

Ti sei persa tra le fragole!

In un mondo non più tuo,

dal mio vivere ti allontano

ti lascio al tuo destino.

Ti sei persa nella svampita notte!

In una selva con i lupi.

Nella perdizione della carne t’arroventi

in gocce d’angoscia ,

del tuo trastullo sangue spremi.

 

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Costa l'amore

Post n°308 pubblicato il 26 Maggio 2016 da Poeta_Narratore

Pezzi di solitari momenti

Si affacciano all’ombre del mio sentire ,

Frugano nell’anima i tesori di un passato

Girano fogli ,scarabocchiati da parole .

Scrissi delle belle cose

Tante vere , tante inventate ,

Tante sul mio inferno freddo

Che a fuoco lento arde la mia carne .

Mi sentii al centro della vita

E mi specchiai ai margini della strada ,

Spesi tutte le mie energie

Nel dare amore a un fallo di occhiello .

Non sapevo che l’amore costasse così tanto

Tra le tragedie impervie ,di paradisi e sassi ,

Fatte di talpe oziose e vampiri spenti

Ove mi trovai rosicchiato dagli urli dei giudizi .

Mi succhiarono il sangue le innocenti larve

Mi chiusi la bocca con una museruola .

Si , costa l’amore , lo dicono in tanti :

È l’immenso prezzo che non ha misura

Non ha nessun pari .

Poetanarratore .

 

 
 
 
Successivi »
 

E' VIETATO

   

E’VIETATO Senza il consenso dell’autore, la riproduzione, anche parziale, la trascrizione, la diffusione o la commercializzazione delle opere qui pubblicate. Il tutto ai sensi degli articoli 1 – 2 e 171 della legge n.633 del 22-04-1941 e successive integrazioni. Per tali trasgressioni è prevista la sanzione penale.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Sky_Eaglecile54esmeralda.carinisparusolalacky.procinoTerzo_Blog.Giusun_uomo_della_follaIltuocognatinooscardellestelleil_pabloanima_on_lineitalianionlinemission_impossible.0alda.vincinimisteropagano
 

ULTIMI COMMENTI

...grazie Margherita...Giņ
Inviato da: Poeta_Narratore
il 07/08/2011 alle 08:48
 
Mi scuso per gli errori di battitura: quel "ne"...
Inviato da: margherita.22
il 28/07/2011 alle 09:29
 
Delusione ne dolore s'intreccianoin un...
Inviato da: margherita.22
il 28/07/2011 alle 09:27
 
...si Taty ,ne son convinto.Abbraccio
Inviato da: Poeta_Narratore
il 17/07/2011 alle 09:26
 
Spero che la tua anima abbia trovato pace...Anch'essa...
Inviato da: t6893
il 15/07/2011 alle 12:52
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CELIN DION