Community
 
Lady_Juliette
   
Creato da Lady_Juliette il 07/02/2011

Lady Juliette

Giochi e Gare di nuovi Autori da conoscere su pensieri, prosa, poesia, racconti. . . tutti meravigliosi respiri di parole dell'anima, tutti vincitori nella creatività, nei contenuti, nelle forme e nella fantasia, nell'impegno e nel donare parti della propria anima nella complessità dei vari giochi, dove sanno creare composizioni che donano emozioni, riflessioni e unione di sentimenti. Momenti condivisi dall'amore per la scrittura, dalla bellezza dei pensieri come abbraccio al sentire altrui che unisce nel sentirsi parte della meraviglia della creatività umana.

 

« Gioco Gara: all'ombra d...Gioco Gara: all'ombra d... »

Gioco Gara: all'ombra dei perchè - Arabeschi di ombre crepe sigillate nella mia anima

Post n°540 pubblicato il 05 Maggio 2012 da Lady_Juliette
 

 

 

 

Arabeschi di ombre crepe sigillate nella mia anima 


All'età di 14 anni mio padre mi sistemò al convitto. Era dell’idea  che stare in gruppo, aiutava molto la mia difficolta  nel socializzare. Convivere con gli altri per me fu peggio. La vita lì era dura e mi sono chiusa ancora di più. Mi piaceva stare molto sulla banchina del parco, al centro della Capitale, a  meno di 500 metri lontano dal convito. In quel parco ho conosciuto, Ergy. Un ragazzo che finì in un carcere politico: con la motivazione: “agitazione e propagande”. Amava la vera  libertà.  All'epoca , bastava che qualcuno segnalava,  che ascoltavi i canali televisivi stranieri, oppure che  leggevi i libri gialli, cosi detti “decadenti” e,  il  giorno stesso, ti trovavi dietro alle sbarre.  
Stavo da sola, in quel parco, durante il tempo libero,  con qualche libro in mano o meditavo per conto mio. Lui  veniva sempre con la sua chitarra… Eravamo  molto diversi, Io, ero composta e rigida, e parlavo  del  mio violino classico. Lui, un allievo ribelle del ginnasio, sembrava vanitoso,  aveva solo  la sua chitarra ed era   fans di Eric Clapton, ma dietro alla sua corazza si nascondeva la sua bellissima anima. Suonava molto bene.. Io  creavo i versi e lui la melodia…Cosi siamo innamorati. In quella  via  per la prima volta la baciai, non sapevo baciare, ma sentivo dentro di me che ormai ero cresciuta… Non dura molto, soltanto due anni,  perché istitutrice chiamò  mio papa  e li raccontai che io mi ero innamorato con un  “ribelle”. Al mio  padre li bastai soltanto il pregiudizio_ standard della istitutrice e del  corpo pedagogico. Mi sono licenziata da questa scuola e mi hanno registrata  in un'altra scuola..  Fu  dura. Non dimentico mai quel giorno. Sono uscita  dal cortile del convito e li davanti  mi aspettava mio padre. Lui non degnò n’anche guardarmi, soltanto mi strappai la valigia  dalle mie mani e andammo verso alla stazione del treno… Per mio padre mi dispiaceva tantissimo. Ero piccola, e lui mi ha cresceva con l’aiuto della mia nonna. Non dimentico mai quando lui mi disse:
-    Perché mi hai deluso!
Ho visto per la prima volta nella mia vita, quei occhi di una tigre arrabbiato e ferito ma altre tanto spaventoso di quella  bambina cresciuta nella  solitudine,  ma “ribelle” dentro ti sé… Il mio eroe piangeva come tutti i mortali. Mi  sembrava troppo tenero e il momento istinto d’amore mi spinse di rompere rabbia e lanciarmi nel suo petto amoroso e dirlo:   
-    Papà di veglio bene!
Ma, non ho fatto…e non so “il perché_ preciso”,  perché non ho fatto… Come non so:  “il  Perché”  debba  morire innocente, in carcere politico  un ragazzo 18 anni, come Ergy  che amava la libertà . Come non so tanti “Perché” di quelle anime innocente fondato nel mare, mentre fuggivano…?...
Come non so il “Perché”  quando  miei nonni a Bosnia, li  bruciarono la casa…e la loro disperazione vagare nelle vie scapare dalla guerra...gli ho incontrati  dopo guerra e  non riuscivo vedere i  occhi  di mio nonno se erano di rabbia,  o sconfitti e pieni di acquazzoni…notavo solo la sua testa inclinata e sporgeva davanti come un macigno. Come non so “il perché” dell’ “incidente” della mia Zia, ustionata con napalm sin alla ossa, gettata  sotto la  porta della sua casa nella  cuore della notte… Come non so “Il perché” fuggire  dalla tua terra, e alla fine NON CAPISCO  Perché   tanta violenza  e ferocità  umano con gli umani…e “Perché”  tanta cattiveria  umana…(?)  …  Indago, pero rimango agnostica, più scettica da prima  in cui  dopo ogni risposta  mi rimane un punto interrogativo. Cerco di dare qualche spiegazione sociale, pero moltissime dilemma una dopo l’altra si eclissino. Ho cercato di capire  qualcosa  nella  fede, sono laica, ma  in tutto le credenze e nelle tutte le lingue  ho trovato l’espressione:
La gerarchia celeste ha i suoi angeli_luce…  
Non so se ho creduto per causa di quella luce che è dentro di noi…o perché ho percepito cosi bucolico ,e cosi terapeutiche questa espressione.
Le sconfitte offrono  l’ infinite vie o labirinti  “di fughe” di incredibile precipizi .. ed io entro, a far parte di un’eredità ancestrale, sprofondare nell’oceano del tempo, oltrepassando gli abissi del cuore e trovare mille screziature del sole sulle onde,  e riemergersi, afferrare un l’asse di bordeaux per affrontare il presente…!
 I tempi scorrono rapidi, le domande sono le stesse, ma quel macchia nera  come metastasi pian pianino  non e infiammata . Al posto di quella  fibroma,  un embrione bello e lucido ogni tanto vibra.. spesso alzo  gli occhi verso il cielo verso quel porzione di luce sopra di me.  Dall’isola stellare l’anima si fornisce, con bellezza, tranquillità, affetto, e con quel feeling  fra la terra e continuità celeste…

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/RespiriDiSeta/trackback.php?msg=11283934

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Omut_I
Omut_I il 06/05/12 alle 01:04 via WEB
...un drammatico pezzo di vita zeppo di domande senza risposte perché nella cattiveria, prerogativa umana, non ce ne sono...l'unica luce, tra cielo e terra, l'istinto di sopravvivenza al quale diamo forme diverse...bella ^___^
 
N_E_M
N_E_M il 06/05/12 alle 06:44 via WEB
certi racconti lasciano senza parole e senza risposte perchè certe domande e certi perchè richiesti non dovrebbero semplicemente esistere come la cattiveria e assurdità delle guerre
 
ro.sheen
ro.sheen il 06/05/12 alle 08:27 via WEB
Una vita segnata fin da subito dalla cattiveria umana, dal pregiudizio, dalla guerra, dalla prigionia del pensiero in forme rigide di trasmissione di morale ed etica, dove la "giusta causa" diventa il motore alla giustificazione di orribili azioni che non danno risposta ai perchè. Gli occhi sono domande, incredulità, dolore, e anche l'istintuale abbandono all'amore, in quella bimba che vorrebbe dire ti voglio bene, si copre di palpebre della paura. Rimane quel violino, la musica degli angeli, a guidare lo sguardo alla speranza e alla possibilità di un altro da qui che sia continuità di amore e uguaglianza; rimane la fiducia nell'essere umano capace di donare vita, quell'embrione bello e lucido, semi di amore come stelle nel cielo da seminare nella terra dell'anima umana. Rimane un gesto d'amore immenso, quello che dopo tanta sofferenza, ancora c'è il desiderio di bellezza...Molto bella, rosheen
 
unpodeaunpobefana
unpodeaunpobefana il 06/05/12 alle 09:43 via WEB
Un racconto di vita drammatico che ha saputo comunque trovare la sua isola di luce. Rimangono i perché irrisolti di tutto quel male.... E chiedersi il perché l 'uomo è cattivo e molto stupido è una domanda che non ha mai trovato risposta. Bella
 
nefertiti704
nefertiti704 il 06/05/12 alle 10:26 via WEB
Perché la vita a volte colpisce donne come te che nulla hanno fatto di male per essere costrette ad assistere a spettacoli orrendi che ogni guerra porta con sè?Perché non sei riuscita ad abbracciare quel padre anche se avresti voluto farlo? Come vedi il tuo racconto di vita vissuta da la stura ad altri perché. Ma il tuo esser vissuta ai confini della pazzia non ha annerito la tua anima che pur nel dolore è riuscita a rimanere candidamente bella se ancora cerchi la tua porzione di azzuro che con inaudita cattiveria nell'infanzia qualcuno ti ha negata.
 
ComPensAzione
ComPensAzione il 06/05/12 alle 10:59 via WEB
La guerra, l'accanimento etnico , sono malattie che l'umanità non é mai riuscita a sconfiggere , non perché l'uomo abbia in se' il seme della follia - e il modo con cui senza giustificazioni avvelena la terra potrebbe farlo pensare - ma per una sorta di ingenua leggerezza nel credere e far credere che la violenza e l'eliminazione servano a risolvere i problemi alla radice - che poi problemi in verità non sono .
 
Sky_Eagle
Sky_Eagle il 06/05/12 alle 13:41 via WEB
Uno spicchio di Vita fatta di tanti perchè che solo verso la Luce trovano ristoro
 
nelsilenziodellasera
nelsilenziodellasera il 06/05/12 alle 14:50 via WEB
tanto dolore al quale rimangono i suoi perchè ma una luce di speranza affiora...bella!
 
Katartica_3000
Katartica_3000 il 06/05/12 alle 14:51 via WEB
Un racconto autobiografico ma che regala ampio respiro e fa da specchio all'anima di molti di noi...Tanti perchè irrisolti dinanzi la cattiveria dell'uomo, nella sua Libertà male indirizzata..Bello..come chi l'ha scritta...riconoscibilissima..tra tutti:-)
 
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:43 via WEB
:))^______*
 
ladymarianna0
ladymarianna0 il 06/05/12 alle 15:47 via WEB
Tante domande, tanti dubbi... nessuna risposta: credo che le prove - anche durussime - che siamo chiamati a superare possano in qualche modo trasformarsi nell'apertura verso nuove vie.
Non importa dove conducano, la vita è il "cammino".
Perchè non hai abbracciato tuo Padre in quel momento? Forse è stato il senso di colpa (come sempre così pesante e paralizzante) che ti ha impedito di gettargli le braccia al collo, il dolore insopportabile della consapevolezza di averlo deluso...
Ti abbraccio fortissimo, Monica
 
A.Dr.Faust
A.Dr.Faust il 06/05/12 alle 17:12 via WEB
Mi sono immerso nel tuo racconto, ne esco boccheggiante, in debito d'ossigeno. Sei una delle anime più sensibili che abbia mai avuto l'onore di incontrare qui.
 
P.P.65
P.P.65 il 06/05/12 alle 19:45 via WEB
Non conosco chi tu sia, ma mi hai conquistato dapprima con la tua voglia di prosare in un italiano che è quasi perfetto nonostante la tua chiara provenienza, credo balcanica. Se la mia tesi fosse esatta sappi che sono molto affezionato a quella zona perché da militare quale sono ho lasciato il mio cuore nei sei mesi trascorsi a Sarajevo tra il 1999 ed il 2000. Ho apprezzato molto questo tuffo nel passato dei miei e tuoi ricordi.
 
Lady_Anima
Lady_Anima il 06/05/12 alle 20:03 via WEB
Tanti perché dolorosi accompagnano la tua vita, tutti senza rispsota, tutti lasciati lì in ogni piega del cuore. E questi perchè affollano la testa di molti, perché la cattiveria, la guerra, l'ingiustizia, i pregiudizi ... eppure riuscire a trovare quel filo che ti lega all'anima di u ntutto a cui senti di appartenere, a un cosmo di luce, alla bellezza della natura, è qualcosa che mi commuove; dentro di te sangiunano ferite mai chiuse, eppure dentro di te sai come trovare la luce che da quell'isola stellare, di forza e voglia di vivere, ti ha permesso di non restare schiacciata nel tunnel buio di un vissuto davvero estenuante, nel suo carico doloroso.
 
woodenship
woodenship il 06/05/12 alle 23:55 via WEB
Un diluviare di perchè,come solo le bombe all'assedio di Sarajevo,città che ho conosciuto e tanto m'ha fatto sanguinare negli anni della guerra.Sono perchè che grondano sangue ed amore tradito.Ma anche questa è vita,non si possono chiudere gli occhi.............W........
 
alice_insonne
alice_insonne il 07/05/12 alle 09:30 via WEB
...e' qui, che i miei polsi fanno male, il sangue scorre violento.. E' un chiaro segno.Chiunque tu sia, grazie per questa pagina di vita " reale ".
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 07/05/12 alle 12:13 via WEB
ci trovo Coraggio, il coraggio che serve per vivere qualunque cosa accada nella nostra vita.
 
Ainwenn
Ainwenn il 07/05/12 alle 17:21 via WEB
Quasi una vita d'altri tempi, qualcosa di così lontano eppure reale che succede continuamente in mille posti di questo nostro mondo. Non ci sono risposte a certi perchè, è solamente vita.
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:45 via WEB
Leggendoti, mi sembra guardarmi nello specchio:) commento qualche “perché”… per tutte quelle anime innocente fondate nel mare… (?)…Se guardiamo bene il mare: Sono increspature del mare che sussurrano: il BIANCO delle loro anime…. FREDDAMENTE E QUIETAMENTE….
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:46 via WEB
Sembrano secoli, ma sono soltanto 22 anni erano momenti di “caos” totale… siamo andati un po’ sciolti e correre per trovare meglio maniera quella che era buono per noi… Tutti sconvolti... Non sapevamo più che stava succedendo, era soltanto il desiderio di andare lontano… lontano più lontano possibile dalla nostra terra, abbandonare tutto ciò, anche quel poco che ci apparteneva, con il peggior cosa senza sapere quello che ci aspettava… Correre, verso un enigma… ?! terra promessa…(?)… illusione di televisione…(?) gioco politico dei grandi…? Non saprei, sono sempre scettica…!!!
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:47 via WEB
So, che VENGONO RIGENERATE SOLTANTO I SUOI RAMI INNESTI… ma non si rigenera dalle radice… mi viene nella mente il corvo di Edgar poe: Togli il tuo becco dal mio cuore… e togli la tua forma via dalla mia porta!”… Disse il Corvo: “Mai più”!
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:49 via WEB
Per quanto riguarda “di quel abbraccio per il Padre”(?)… ci saranno , tanti “perché… e trovo qualche risposta nel perimetro che circonda quel età…cioè , quando sei in quell’ età (penso) L’AMORE È LA COSA IN CUI CREDI.. è come se, dentro di Te quel amore È e sarà ETERNO… è Supreme …ha un egemonia nel neurone e nel cuore … di quell’ età … ma giusto che sia cosi… perché ( secondo me) Lì in quella età si vive la purezza del vero amore… dopo, crescendoci , sarà pur vero che crediamo e ci basiamo sul L’AMORE pura, …ma poi, sappiamo tutto che subentrano le convenienze… le situazioni… (inutile negare )…Non farla quel abbraccio al padre era come se un onore, fatta in silenzio, a quel amore che lo hanno distrutto…
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:51 via WEB
Vorrei giungere anche che la coscienza della ragazza era una COSCIENZA PSICOANALITICA… delle quelle nuove coscienze che germogliavano… e naturalmente ed era DIVERSA dalla COSCIENZA CONVENZIONALE temprata del “lavaggio di cervello” che la dittatura usa, impone di più per lo strato intellettuali,…qualcuno si diventò martirio, come , fu il ragazzo…
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:53 via WEB
Per quando riguarda alla guerre... sono della tesi di questa teoria: Ogni volta che l’uomo si è incontrato con l’altro, ha sempre avuto davanti a sé tre possibilità: fargli la guerra, isolarsi dietro a un muro o stabilire un dialogo pacifico…. Serena giornata, Radovicka….
 
o3radovicka
o3radovicka il 08/05/12 alle 09:58 via WEB
Lady Juliette, cerco scusa del spazio….I miei commenti (so) che sono lunghi:)…ma (non so) quando comprensivi siano…:))) per la causa di questo l’ italiano incerto….Se infastidiscono, chiedo scusa, a tutti… e tranquillamente li puoi anche cancellare… Un abbraccio con cuore a Te, Grazie… con stima e ammirazione, serena giornata a tutti radovicka
 
 
Lady_Juliette
Lady_Juliette il 08/05/12 alle 10:35 via WEB
nessun fastidio per i tuoi commenti Ornela... ma ti do un consiglio se posso...per rispondere di volta in volta ai commenti clicca sotto la voce "rispondi" che troverai proprio sotto il commento che stai leggendo così avrai meno problemi...se fai nuovo commento ogni volta allora andranno in basso ...provaci :)
 
alfazulu31
alfazulu31 il 08/05/12 alle 12:27 via WEB
Potrei dirti che a 14 anni sono finito anch'io nel convitto (internato, che in questo paese significa qualcosa di punitivo, invece è riferito solo al fatto che restavo la a nche a dormire oltre che a studiare), potrei aggiurngere che in IV mi arrivò una tremenda telefonata: "M...è morta incidente sulla solita curva con suo zio" (ma è una scpmparsa diversa)...invece ti dico che la mia storia non ha avuto nulla di così drammatico come la tua (perchè questo non è racconto, è la tua Vita), un cammino il tuo che nella laicità trova l'attimo per alzare ancora la testa ad incontrare la luce...Ti lascio con un sorriso cara amica Rado, anche se tu non avessi risposto, sappiamo tutti che sei Tu ^______^, anonimato o meno sei in gara ;-)))...l'ammirazione e l'amicizia per te sconfina oltre il bene. attilio
 
un.lupo.nella.notte
un.lupo.nella.notte il 09/05/12 alle 00:38 via WEB
perchè la vita è cosi crudele a volte ?..forse è l'animo umano che la rende così?..commovente il racconto..percepivo l'attimo in cui le emozioni scaturivano mentre leggevo..mi ha colpito molto il momento in cui l'istinto di esternare un emozione verso il padre,forse la spontaneità frenata dal timore che quel gesto non sarebbe stato accettato?..
 
anonimo957
anonimo957 il 12/05/12 alle 11:51 via WEB
una storia di vita piena di emozioni ma che ha composto il tuo animo che si rivela dolcissimo
 
gradiva1940
gradiva1940 il 17/05/12 alle 01:56 via WEB
Il racconto della tua vita mi ha turbato e mi penetra nell'anima. Non ti conosco ma sento di stimarti e volerti bene. Serena notte gentile amica.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

BADGE FACEBOOK

FIORE VIOLA 5 200 CENTRO

 

 

REGOLAMENTO BOX LAT 2

 


 

BANNERINO JULIETTE BOX LAT 7

 


 

ULTIME VISITE AL BLOG

hellah1poeta.72alfazulu31woodenshipLady_Juliettemorgana.farchetyponSky_Eagleacross.the.shadowsseilmondoeradiversoMarcel_MiuPersa_nella_Retebelf9etnego
 

FIORE VIOLA 5 200 CENTRO

 

 

ULTIMI COMMENTI

GEMELLAGGIO

 

 

FIORE VIOLA 5 200 CENTRO

 

 

5 PUNTI PER UN BLOGGER BOX LAT 8

1. Sono una blogger e non cerco nient'altro che il confronto con l' altro. Confrontarsi significa esprimere un pensiero duttile che si presti ad essere confutato con quello altrui, fatta eccezione per i valori cristallizzati in ognuno.

2. Lascio commenti pubblici perché i feedback sono la linfa vitale per un blogger

3.
Non urto la sensibilità altrui con volgarità, offese, bestemmie, etc.

4. Non ho preferenze sessuali, razziali, religiose o culturali

5. Apprezzo le persone e non gli aggettivi (bello, brutto, basso, magro, ricco, povero, sporco cattivo, buono, etc.)

 

FIORE VIOLA 5 200 CENTRO

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 152
 

COPY RIGHT BOX LAT 9


Poesie by Lady_Juliette is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at Lady_Juliette

E’VIETATO Senza il consenso dell’autore, la riproduzione, anche parziale, la trascrizione, la diffusione o la commercializzazione delle opere qui pubblicate. Il tutto ai sensi degli articoli 1–2 e 171 della legge n.633 del 22-04-1941 e successive integrazioni. Per tali trasgressioni è prevista la sanzione penale.

 

FIORE VIOLA 5 200 CENTRO

 

 

BLOG DI QUALITÀ BOX LAT 5

 


"BLOG DI QUALITA'"

 
MOTIVAZIONE:
perché con un'idea geniale l'autrice ha saputo creare un salotto letterario presso il quale scrittori del web affluiscono per cimentarsi in una gara amatoriale di poesia.  Elegante, capace, umile, disponibile ai miglioramenti, attenta alla critica costruttiva, Lady Juliette ha saputo riunire un gruppo di amici dalla spiccata capacità. Sicuramente originale la sua iniziativa. Blog di cui non si può fare a meno.


 

FIORE VIOLA 5 200 CENTRO

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova