Creato da das.silvia il 26/02/2012

Setoseallegorie

BLOG DI SILVIA DE ANGELIS

 

VITE PASSATE

Post n°1109 pubblicato il 17 Settembre 2014 da das.silvia
 

                                         

Diradare

occhi funesti

dallo scandire d’un respiro

 

Cibarsi

di pastose dissolvenze

in cui

didascaliche gocce

smembrino il mare di vite passate


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

GRANDEZZA DEL CIELO

Post n°1108 pubblicato il 15 Settembre 2014 da das.silvia

                              

E’ incredibile quanta energia possa trasmettere all’individuo un evento ritenuto positivo dalla mente….è come se tutte le cellule dell’organismo, si rigenerassero, e fossero dotate di un nuovo imput per intraprendere mansioni vincenti e del tutto innovative, rispetto a tutto quanto sia già avvenuto in precedenza.La voglia di cimentarsi in una circostanza inedita, farà crescere, vivere esiti del tutto sconosciuti, che andranno ad aggiungersi al bagaglio già in essere nel sè, rendendolo più congruo e vitale alle esigenze, che man mano si presenteranno nel cammino.

I cromatismi della giornata, si presenteranno, in quel frangente, più nitidi e le loro  sfumature, faranno da piacevole contorno all’intensità del pensiero, ampliato di geroglifici e toni  assai convincenti, in relazione ad attimi di irripetibile emotività.

E’ caratteristica della vita, che definisco spesso “un’imprevedibile avventura” riservare a noi mortali sorprese “e non” di cui non ci aspetteremmo mai di essere i protagonisti. Ed è bello addentrarsi in questo safari sconosciuto per assaporarne, attimo per attimo la densità….

Una densità che ci fa crescere, giorno per giorno, introducendoci in una dimensione che si fa semprepiù nitida e avvincente forgiando quell’interiorità alla ricerca di sbocchi ,certi ed essenziali, che sentiamo vibrarci dentro, senza tregua.

Eppure non tutti sono consapevoli dell’immenso valore della vita e si prestano a squallide gestualità mentali “ribassando” la qualità e il valore della stessa nella sua valida interezza….del resto a ognuno è dato un libero arbitrio, che potrà amministrare nel modo che più si confarrà al suo sentire, e, in ogni caso arriverà il momento in cui un flash renderà consoni, questi individui, del discapito di cui  si sono fatti portatori.

Osserviamo intensamente il turchino, vediamo oltre quel tono azzurrato e cerchiamo di immedesimarci in esso con tutti noi stessi, perché il tempo, giorno per giorno, abbrevia questa grande possibilità e  non è , da tutti, capirne la grandezza.

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 


 

 
 
 

I S E G R E T I

Post n°1107 pubblicato il 14 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

                               

E' nella proiezione d'un riflesso alternativo

lo sfiorare d'onde calme d'esistenza

Attirano docili penombre

in quella piazza muta ove si rincorrono

al di là di sguardi altrui... i segreti

(nel buio immenso brillano di luce propria

in quel frizzo d'adrenalina che scatenano

misto a fumi d'arcano)

 

Celati fanno capolino al rabbuiare del sole

nello scantinato al sapor di ceralacca

catturando quell'intrinseco baleno

che sprizza invincibilità a musicare

una nota in più nell'accordo che intona...


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

NEI DINTORNI DELLA MEMORIA FEMMINILE

Post n°1106 pubblicato il 13 Settembre 2014 da das.silvia

 

                                  

Una sensibilità spiccata e una visione oltremodo ampliata del percorso di vita,

sono doti che caratterizzano la personalità femminile,dandole la possibilità,

attraverso anche una genetica fisica di notevole portata, di rendere rilevanti, le

mansioni della memoria, nel suo arco esistenziale.

Un’attenta cura nelle manifestazioni che man mano accadono nel viavai del tempo,

permettono alla donna di focalizzarne, con attenzione, il significato, analizzando

ogni sfumatura che si è resa consona ad un evento e che ne ha corredato la

struttura, rendendola assai eloquente nel messaggio mentale.

L’insieme di quei concetti, strutturati nell’andare delle stagioni, hanno impresso,

nell’intelletto femmineo, transiti essenziali che lascerebbero individuare

l’atteggiamento più razionale da seguire, a seconda dell’impatto che hanno posato,

in lei, i ricordi vissuti.

Reminiscenze sfocate, o precise, di avvenimenti che in qualche modo hanno

segnato una tappa nell’immaginoso, rendendola suscettibile alla sua registrazione, e

in quel caso,l’esperienza acquisita, permetta all’indole, d’affrontare il fatto con una

dinamica più positiva e vantaggiosa per l’ego.

L’ego femminile, infatti, è in grado di iscrivere, con particolare cura, i fatti salienti

della vita, soprattutto quelli inerenti la sfera emotiva, assai accentuata,

probabilmente perché compito della donna è di essere,  fra l’altro, una madre

attenta alle esigenze più peculiari della sua prole.

Inoltre ella vive il sentimento d’amore in modo totalitario, carente d’egoismo, per

cui nel suo limbo ideale  questo trasporto di sentimento, spiccato, si articola nelle

forme piùsvariate e intense.

Anche la depressione, che talvolta, s’impossessa di menti femminili, si può

considerare una forma di decadimento della memoria, che ha perso la sua verve e

la sua vitalità, mettendo, così, da parte il ricordo di felici circostanze, che hanno

corredato la parabola del vissuto, per precipitare in una dimensione di buio, nella

quale è assai complicatoritrovare uno spiraglio di luminosità.

Particolare creatività e disinvoltura nello svolgere contemporaneamente più di una

mansione alla volta, rendono assai efficace l’associazione di idee nella donna,

sempre pronta a rimettersi in discussione nelle contingenze del momento, che si

rifanno, spesso, a ricordanze del passato.

Molte menti femminili sono dotate di ecletticità, virtù di rilievo, nella quale la

memoria ha un ruolo essenziale, per la  sua capacità di dettare, in contemporanea,

nozioni variegate,celate nei meandri più segreti del cervello e che permettono

all’interessata di sbizzarrirsi in settori artistici, ma anche in azioni quotidiane, molto

diverse tra loro.

Anche se è difficile comprendere il concetto di mente, perché racchiude in sé una

serie infinita di astrazioni, è più semplice raffermare il pensiero di memoria, perché

nella sua crescita permetta di definire, a linee decise, la sagoma di una personalità e

“di più”  tutta al femminile…..

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 

 

 
 
 

LAMIERE DI STERNO

Post n°1105 pubblicato il 12 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

                                         

Martella

il mio cuore

lamiere di sterno

disgregando quasi

il battito pulsante

Accade sempre

quando all’angolo ci sei tu

traboccante d’amore

nell’eccellenza d’un’emozione

sia impalpabile

sia rude

mentre squarci il sentiero

di muscoli sull’attenti

per addolcire

il rumore d’uno spasmo


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

SULLA CODA D'UN SOGNO

Post n°1104 pubblicato il 11 Settembre 2014 da das.silvia
 

                                

Scocca

un barbaglio di luce

nel frammentario diluirsi della notte

mentre dita pensose

immerse sulla coda d’un sogno

individuano il nesso

di velature d’eco

assorte in un ombelico onirico

Andare ora contromano

nell’etica diversificata d’alba

che non faccia baccano

su sterili foglie accartocciate

nel vicolo nascosto

tralasciato dal vento


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

A U T E N T I C A

Post n°1103 pubblicato il 09 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

                                       

Avverto

lieve

un suono

consono all’approdo

d’una moina intrigante

Sei tu

nel teorema che intarsia

vermigli eccessi d’un attimo cruciale

Nel gemito in caduta

sei attento a non spezzare lo stelo

d’un’emozione prolungata

nella percussione d’un’enfasi voluttuosa

straripante sulle curve tese

vulnerabili al librare d’un salto scabroso

nell’irrealtà divenuta autentica


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 

 
 
 

VISIONE RICORRENTE

Post n°1102 pubblicato il 08 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

                                        

Nella metamorfosi

d’una visione ricorrente

s’addentra

il disavanzo d’ego

sigillato nell’abbaino della mente

Scalpita quasi

nel reclinare la sua volontà

a un aguzzino

accalorato di potere

Motivato

sottomette

a usurante degrado

l’arbitrio del sé

reso gracile

dal battibecco di beffe del passato

attorcigliate alla caviglia vacillante


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

VIA DA ME

Post n°1101 pubblicato il 07 Settembre 2014 da das.silvia
 

                                   

Escano dalla mia traiettoria

i boia della vita

in quell’ondeggiare maldestro

capace deturpare

la deflagrazione d’un sogno in essere

che non voglia sopirsi

nei suoi occhi translucidi


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 
 
 

UN CROMOSOMA SPECIALE

Post n°1100 pubblicato il 05 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

                           

E’un esponenziale vertigine

a trapelare

da una mossa celebre

che si ripeta

nella razza evoluta

Rafferma

la forza eterna

d’un cromosoma speciale

pronto a ricordare

il vezzo peculiare d’un avo

attento assai

a fare d’impronta

un saggio unico

riportato

nel poi del tempo

per far parlare ancora di sé


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 

 
 
 

CONTRASTO

Post n°1099 pubblicato il 04 Settembre 2014 da das.silvia
 

                                    

Nell'odore della notte

ama far scalpitare il suo vocìo

la stanza della coscienza

in quell'unione metafisica

avvolta in un preludio di eteree sensazioni

in cui si identifica il pensiero con l'anima

(un volo immaginoso nell'universo ove i

ricordi seminano luminose scie)

 

E in quella dimensione recondita

oscillante fa il rosso e il nero

l'infinitudine snoda dense domande

insolute in penombre di vuoto

ove l'altalena di bene e male

cerca invano un equilibrio

che sfumi l'eterno contrasto fra vita e morte


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

LA CURVA DEL VENTO

Post n°1098 pubblicato il 03 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

                                    

Sui miei occhi

bende discostate

per assaporare flash della tua presenza

E’ remota dai tempi degli sguardi

ma  ancor sa meditare

di  fibrillanti carezze di ciglia

 mosse da un alito

d’animata follia

 Morde dolci inquietudini

sulla tremula linea di respiro

 quasi  indissolubile

pur essendo in bilico

su alture d’orizzonte

Ne supera la maestà

nel suo rilasciare

morbida impronta digitale

 nelle caviglie  ansimanti

ch’eguagliano quasi la curva del vento


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

AMICA MIA

Post n°1097 pubblicato il 01 Settembre 2014 da das.silvia
 

 

 

                                  

Dolcissima migrazione d’affetto

nel suono d’un’armonia fertile

che fa vibrare una sottile empatia

all’aroma di ginestra

Si schiudano piccoli giacigli luminosi

per condurti

sull’apice d’un soffio positivo

che sfiori l’ebbrezza di boccoli

svolazzanti su un motivo esistenziale


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

R I N A S C I T A

                                    

Riscoprirti ora

quando una dolcissima inerzia

interferisca

sull’intento di sempre

Circostanziale

ora

quel tuo aspetto famoso

inaspettatamente

lascia fraintendere

un che di fascinoso e occulto

che giochi

sul gheriglio di commozione

forse in letargo da qualche tempo

S’amplia la visura

d’un pregiudizio antico

votato sullo schiudersi di labbra

non più barcollanti

ma assai decise

in un sentiero bagnato

in cui mosto vermiglio

sciolga una densità prediletta

alla sua rinascita….


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

IL GRIGIO

Post n°1095 pubblicato il 29 Agosto 2014 da das.silvia
 

 

                                      

Nella stravagante architettura

di parole intersecate

amplio la sensibilità

di motivazioni

d’inconscio

Adamantino nell’azzardo

di intarsi e sagome inquietanti

sfiora

scarpate enigmatiche del pensiero

venandolo di presunzione

e rigurgiti remoti

che congestionino il grigio di visioni


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

LUNA GRANDE D'ESTATE

                                         

Nella periferia astrale

ove scandiscono

amplessi di luce

e spicchi di stelle

la vocazione d’un magico giro ellittico

ha ampliato l’orbita

ancheggiando

un anarchico perigeo di luna

Nelle algebriche dimensioni

aumentate di spessore

l’anemico astro

ha evocato

una duttile scenografia

allusiva a fantomatiche correnti marine

alchimiste

d’eversioni d’acqua

e rincorse di flutti

carezzate da sbigottite chiome di vento

alla ricerca d’un vicolo

ove cadenzare un atipico salto d’identità


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

ALITI DI RAZZISMO

 

                                 

Ibrido sguardo

su cromatismo di pelle luttuosa

ch’emana pulviscolo indesiderato

Pulsa atavico messaggio nella coscienza

sconcertata dal divario

Nell’oasi lucida degli occhi

nasce un dissenso germinale

scivola su pallide melanine

ubriacate da solchi sbiaditi

Ecco debordare irruenta congiura

e scettico rifiuto su diversità allarmante

nello stupore al sapore d’odio

nell’enigma di colore

che squarci senza ritegno la razionalità


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 

 
 
 

MENTRE PIOVE

Post n°1092 pubblicato il 16 Agosto 2014 da das.silvia
 

                                          

Usuraio

di flessibili spighe di sole

intenta l’oggi

densi safari di pioggia

in cui si lasci trapelare

una parata

di malinconiche mediazioni

Sono rese nitide,

dalle grigie tendenze d’equivoci

che hanno levigato

il tono della veste

sempre più assottigliata

nell’attesa d’una nuova primavera


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

OLTRE IL VERSO DELLA SIEPE

 

                                         

In quella vulnerabilità

dalla sottigliezza estrema

che per la prima volta

percepisco in te

azzero lo spazio ruvido

che ti avevo riservato

Voglio donarti

una folata bollente di dolcezza…

perché solo tu

nello squilibrio di cieli

sai precipitarmi

in occhi persi

quel tempo d’osceno sublime

adulatore di pastose cronache

vissute oltre il  verso della siepe


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

UN'ATTRAZIONE

 

                                        

Bocca freme di turgore

nella maestà ascendente d’inedito

richiamo

Controluce fibrillano veli scomposti

scivolati in silenzio dal profondo

Intriganti sfumature

accese di purpuree vibrazioni

accentuano il nodo della voce

accovacciata su suoni d’organza

Suadenti avvenenze

fan eco a rituali d’amore

percepiti in una dimensione d’afrodisiaco estro

reso argilloso da un’effimera intuizione

dondolante di traverso


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

                                              

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

AREA PERSONALE