Creato da treknews24 il 19/09/2007

Star Trek News 24

Notizie 24 ore su 24 su Star Trek - www.startreknews24.it

 

Star Trek Beyond, il dvd in edicola con Panorama

Post n°2841 pubblicato il 16 Novembre 2016 da treknews24
 
Foto di treknews24

"All'esplorazione di nuovi mondi, alla ricerca di altre forme di vita e di civiltà". Come recita l’iconica frase della serie classica, il terzo film che rifonda la saga di Star Trek recupera lo spirito di ricerca nell'ignoto, onorando le sue radici senza però sacrificare ritmo e azione. Ecco Star Trek Beyond, avventura affascinante e mozzafiato nei più remoti recessi dell'universo, prossima anteprima in dvd in uscita con Panorama (dal 17 novembre in edicola) a 15,90 euro.

J.J. Abrams, che aveva diretto Star Trek (2009) e Into Darkness - Star Trek (2013), ora è il produttore, mentre alla regia c'è Justin Lin, che ha fatto la fortuna delle pellicole di Fast & Furious. Il nuovo viaggio a bordo dell'Enterprise è anche l'occasione per vedere per l'ultima volta Anton Yelchin, il giovane attore morto il 19 giugno scorso, a 27 anni, schiacciato dalla sua auto.

L'articolo completo a questo indirizzo:

http://www.panorama.it/cinema/star-trek-beyond-film-dvd/

 
 
 

Star Trek Discovery: alla nuova serie manca ancora l'attore principale...

Post n°2840 pubblicato il 09 Novembre 2016 da treknews24
 
Foto di treknews24

Bryan Fuller non sarà più il numero uno di Star Trek Discovery, la nuova serie Cbs che riporterà Star Trek sul piccolo schermo. L'ideatore della serie continuerà a seguire la scrittura degli episodi ma è stato costretto a lasciare a Gretchen Berg e Aaron Harberts, due suoi collaboratori, il ruolo di showrunner. La causa? Molteplici impegni professionali. Ci può stare. Quello che, invece, genera molte preoccupazioni, è l'assenza del protagonista. La Cbs ha confermato di aver già opzionato tutti gli attori della nuova serie. Tranne la protagonista, la tenente comandante attorno la quale si svilupperà gran parte della serie. Le riprese della serie, secondo la Cbs, dovrebbero cominciare a Toronto il mese prossimo. Ma la produzione ha già rinviato una volta il lancio della serie posticipandolo a maggio del prossimo anno. Quindi tutto è possibile. C'è una sola certezza, al momento: la Cbs ha stanziato sette milioni di dollari come budget per ogni singolo episodio della serie. Un impegno economico da record per una serie di Star Trek.

 
 
 

Star Trek: a Trieste la prima di For The Love of Spock

Post n°2839 pubblicato il 02 Novembre 2016 da treknews24
 
Foto di treknews24

Appena premiato al Fantasia Festival di Montreal, «For The Love of Spock», il film documentario che celebra Leonard Nimoy, è stato presentato martedì 1 novembre, in anteprima italiana, al Trieste Science+Fiction 2016. C'era ovviamente Adam Nimoy, figlio di Leonard, che ha realizzato il film. 

«L'idea è nata nell'ottobre 2014 - ricorda Nimoy - subito dopo il precedente documentario "Leonard Nimoy's Boston", dove mio padre raccontava la sua giovinezza a Boston durante la depressione, cresciuto in una famiglia ucraina di immigrati. Volevo raccontare il suo personaggio in vista del cinquantesimo compleanno di Star Trek. All'inizio il documentario doveva riguardare solo Spock, perché Leonard Nimoy era una persona molto riservata, che non amava i riflettori. Ma dopo la sua morte, nel febbraio 2015, capii che era impossibile parlare di Spock senza approfondire la figura di Leonard». 

La presentazione del film è avvenuto nell'ambito dei festeggiamenti per i 50 anni di Star Trek. Presente anche l'attrice Terry Farrell che in Star Trek: Deep Space Nine ha interpretato il tenente Jadzia Dax.

 

 
 
 

L'Italia e l'Europa in orbita attorno a Marte ma la sonda Schiaparelli caduta

Post n°2838 pubblicato il 20 Ottobre 2016 da treknews24
 
Foto di treknews24

«Possiamo confermarlo: abbiamo una missione in orbita intorno a Marte». Con queste parole Jan Woerner direttore generale dell’ESA ha aperto la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina al centro ESOC di Darmstadt, dopo un’intensa nottata dedicata all’analisi dei dati raccolti durante l’inserzione in orbita del Trace Gas Orbiter. Il numero uno dell’ESA, ha risposto alle numerose domande dei giornalisti riguardanti le sorti dell' Entry Descent Module (EDM) Schiaparelli. «Quello di EDM – sottolinea Woerner – è un test di atterraggio che ci ha fornito informazioni per poter condurre al meglio la prossima fase della missione ExoMars 2020 che porterà su Marte un rover con tecnologia europea. Abbiamo i dati, il test è andato a buon fine e mi ritengo soddisfatto».

I dettagli sui sei minuti di discesa di Schiaparelli sono stati forniti da Andrea Accomazzo, direttore della divisione per le missioni planetarie dell'ESA: «Abbiamo i dati registrati dal modulo al momento dell’entrata nell’atmosfera marziana fino a circa 50 secondi prima dell’impatto: lo scudo termico e il radar di terra hanno funzionato tutto è andato come previsto fino al distacco del paracadute. Anche i retrorazzi si sono accesi, ma non abbiamo ancora dettagli a sufficienza per poter dire che hanno funzionato in modo nominale. Confido che riusciremo a ricostruire cosa è successo negli ultimi secondi di discesa in modo da poter avere il quadro completo dell’accaduto. Dal punto di vista ingegneristico, queste informazioni sono ciò che volevamo».

«Per la quantità e qualità di dati che stiamo ricevendo - commenta il Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana Roberto Battiston - ExoMars è una missione riuscita. L'Europa ha un suo satellite nell'orbita di Marte. Il Trace Gas Orbiter è perfettamente in orbita e operativo, e quindi in grado di monitorare e trasmetterci i dati sulla composizione dell'atmosfera marziana; il  lander Schiaparelli, che era un test, a quanto sembra ha eseguito tutte le manovre previste fino a pochi secondi dal contatto con il suolo, come l'apertura del paracadute, lo sganciamento dello scudo termico e l'accensione dei razzi di frenata. Ci mancano i dati sugli ultimi secondi sui quali i tecnici stanno lavorando. «Complessivamente siamo incoraggiati  - conclude - a proseguire il lavoro per ExoMars 2020, uno degli argomenti fondamentali della prossima ministeriale dell'ESA che si terrà a Lucerca i primi di dicembre».

Il team della missione ha in programma altre finestre d’ascolto per Schiaparelli da effettuare con le altre sonde in orbita intorno a Marte e con il Giant Metrowave Radio Telescope  anche se è probabile che vengano ridotte nelle prossime ore. I prossimi giorni saranno fondamentali per fare chiarezza sulle dinamiche della discesa del modulo che verranno riscostruite sulla base dei dati ottenuti dalla telemetria.

 
 
 

Spazio: Obama promette l'uomo su Marte

Post n°2837 pubblicato il 12 Ottobre 2016 da treknews24
 
Foto di treknews24

Una nuova era spaziale attende l'umanità? Forse. Barack Obama, ieri alla Cnn, ha annunciato che gli Stati Uniti saranno su Marte entro gli anni 2030. «Stiamo lavorando in partnership con delle aziende private - ha detto il presidente americano - per inviare degli esseri umani su Marte, una missione con l'obiettivo di rendere le nostre vite migliori qui sulla Terra».

La Nasa, nonostante il calo dei fondi pubblici che ha affossato, nell'ultimo decennio, il programma di esplorazione spaziale, starebbe quindi lavorando a un progetto concreto per raggiungere il pianeta rosso. E, soprattutto, per riportare indietro gli astronauti. «Queste missioni ci insegneranno come gli esseri umani possono vivere lontano dalla Terra, cosa fondamentale in vista del lungo viaggio verso Marte», ha detto Obama.

A stretto giro sono arrivate le conferme di Charles Bolden, amministratore capo della Nasa. «Siamo lieti di annunciare due nuove iniziative della Nasa che si basano sulla visione del presidente Usa e che prevedono l'utilizzo di partenariati pubblico-privati per consentire agli esseri umani di vivere e lavorare nello spazio in modo sostenibile». Per il primo progetto, finalizzato alla vita nello spazio per lunghi periodi, la Nasa ha già selezionato in agosto sei aziende con le quali lavorare. Il secondo progetto, invece, riguarda la Stazione Spaziale Internazionale.

 
 
 
Successivi »
 

STAR TREK BEYOND - INCASSI

USA: $158,678,309   46.9%
Resto del mondo: $179,401,212   53.1%

TOTALE: $338,079,521

 

STAR TREK INTO DARKNESS RIEPILOGO INCASSI

USA

$228,778,661

48.9%

   
Resto del mondo

 $238,602,923

51.1%

   
 

Worldwide:      

$467,365,246


 

I NUMERI DI STAR TREK XI

INCASSI VENDITA DVD USA

INCASSI GIORNALIERI USA   INCASSI WEEKEND USA   INCASSI MONDO E RIEPILOGO   INCASSI ITALIA


 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

FEDERAZIONE