Community
 
treknews24
   
 
Creato da treknews24 il 19/09/2007

Star Trek News 24

Notizie 24 ore su 24 su Star Trek - www.startreknews24.it

 

Il cinema in lutto per la scomparsa di Robin Williams

Post n°2647 pubblicato il 12 Agosto 2014 da treknews24
 
Foto di treknews24

L’attore americano Robin Williams, 63 anni, è stato trovato morto suicida, secondo le prime informazioni che dovranno però essere confermate dall’autopsia, nella sua abitazione di Tiburon, in California. Da tempo soffriva di una grave depressione e lo scorso luglio era andato in un centro del Minnesota per disintossicarsi dall’alcol, e non era la prima volta. 

Nato a Chicago da una ex modella e da un dirigente della Ford, nel 1967 la famiglia Williams si trasferisce in California, dove Robin si diploma nel 1971. Si iscrive quindi alla facoltà di scienze politiche al Claremont Men’s College, dove inizia la sua passione per il teatro. Abbandonati gli studi si iscrive al prestigioso istituto di recitazione drammatica, Juilliard School di New York. Attore di formazione teatrale, ottiene una grande popolarità televisiva sul finire degli anni settanta interpretando l’alieno Mork nella serie tv Mork & Mindy (1978-1982); in seguito, è stato protagonista sul grande schermo di ruoli brillanti in pellicole di notevole successo, in cui ha interpretato ruoli brillanti e comici, ma anche meno divertenti.  

Protagonista di numerosi film, da “Good Morning Vietnam” a “Hook - Capitan Uncino”, “L’attimo fuggente” e “Mrs. Doubtfire”, Robin Williams ha vinto un Oscar nel 1997 come miglior attore non protagonista per “Good Will Hunting” diretto da Gus Van Sant e con la sceneggiatura di Matt Damon e Ben Affleck. Si era riaffacciato in tv per la serie comica, “The Crazy Ones” cancellata dopo una sola stagione. Il suo prossimo progetto era il terzo film della triologia, “Notte al museo, il segreto della tomba”, in uscita al cinema il 19 dicembre. 

 
 
 

Questa sera su Rai4, in prima serata, Star Trek: Primo Contatto. La resistenza è inutile

Post n°2646 pubblicato il 08 Agosto 2014 da treknews24
 
Foto di treknews24

La resistenza è inutile. Questa sera appuntamento su Rai 4 (digitale terrestre in chiaro della Rai) dove andrà in onda in prima serata, con inizio alle 21.10, l'ottavo capitolo cinematografico di Star Trek. Tocca a Primo Contatto, primo episodio interamente dedicato al cast di Star Trek: The Next Generation. Un film tra i più apprezzati della serie dai trekker di tutto il mondo. Tra gli sceneggiatori del film e di tutta la serie Star Trek - The Next Generation c’è, non a caso, il geniale Ronald D. Moore, che svilupperà l’affascinante tema del cyborg con la saga di Battlestar Galactica. Seguendo l’esempio degli attori-registi William Shatner e Leonard Nimoy – Kirk e Spock della serie classica – Jonathan Frakes, alias primo ufficiale William Riker di The Next Generation, fa qui il suo debutto cinematografico dietro la macchina da presa.

La trama, tratta da Wikipedia. Dopo la distruzione dell'Enterprise D, la maggior parte dell'equipaggio viene trasferito sulla nuova astronave di classe Sovereign Enterprise E. Poco prima dell'inizio del film, un cubo Borg entra nello spazio federale e si dirige verso la Terra nel settore 001. L'Enterprise quale astronave più avanzata della Federazione avrebbe dovuto guidare la difesa del pianeta ma la Flotta Stellare ordina al capitano Jean-Luc Picard di recarsi nella zona neutrale romulana e di rimanervi di pattuglia. Picard è invece consapevole della grande minaccia dei Borg ed è altrettanto consapevole che la sua passata esperienza può essere utile nel combattere il terribile nemico e quindi decide di disobbedire agli ordini e di recarsi nel settore 001 per partecipare alla difesa della Terra.

L'Enterprise E arriva quindi nel settore mentre la battaglia infuria. La nave ammiraglia è stata distrutta durante la lotta, il cubo Borg ha subito gravi danni ma non tali da bloccarne l'avanzata. All'arrivo nel teatro di guerra, l'Enterprise riesce a salvare l'equipaggio della USS Defiant, che era sotto attacco, teletrasportandolo a bordo; il capitano della Defiant, il comandante Worf, si unisce a Picard nella battaglia. Distrutta la nave ammiraglia, Picard assume il comando e dietro suo ordine la flotta di difesa concentra il fuoco su un punto critico del cubo Borg provocandone la distruzione, ma non prima che dal cubo venga espulsa una Sfera che si dirige verso la Terra, attivando un tunnel temporale, nel quale scompare. L'Enterprise si trova nella scia del tunnel temporale e tramite questa scia viene protetta dalle alterazioni prodotte dalla sfera borg. Dalla scia l'astronave individua tramite i sensori che nel XXIV secolo la Terra è stata assimilata totalmente dai Borg, quindi Picard ordina di inseguire la sfera entro il tunnel temporale. L'Enterprise si trova proiettata nel 2063, il 4 aprile, mentre la sfera Borg sta bombardando la Terra, e la distrugge con una salva di siluri quantici. La regina Borg e un certo numero di droni, per sfuggire alla distruzione, si teletrasportano nei tubi di Jefferies della sezione ingegneria dell'Enterprise...

Hypertrek ricorda che il film ha avuto diversi titoli provvisori. Eccoli: Star Trek: Generations II (3 aprile 1996, accompagnato da un sottotitolo), Star Trek: Destinies (febbraio 1996)m Star Trek: Future Generations, Generations II: First Contact (fino al 3 maggio 1996), Star Trek: Borg (fino al 10 marzo 1996), Star Trek: Resurrection (dicembre 1995).

 
 
 

Star Trek: William Shatner nella classifica degli attori più... "difficili"

Post n°2645 pubblicato il 04 Agosto 2014 da treknews24
 
Foto di treknews24

Non certo un primato del quale andare invidioso. Il sito newscinema.it ha tracciato la classifica dei dieci attori con i quali sarebbe più difficile lavorare. Non per le loro doti sceniche, quanto per i comportamenti. Nella top 10 spunta anche Star Trek. C'è, infatti, William Shatner. Al terzo posto.

Ecco la motivazione del "premio" di newscinema.

3) William Shatner: Il celebre Capitano Kirk di Star Trek, a quanto pare, è un grande egocentrico. La sua mancanza di partecipazione nel 2004 all’evento di addio per l’attore James Doohan è stato solo uno dei tanti esempi. Shatner ha detto al promotore della manifestazione: “non voglio fare questo e davvero non voglio avere a che fare con tutta questa merda di Alzheimer”. (A Doohan, da molto tempo co-star di Shatner in “Star Trek”, è stata diagnosticata nei mesi precedenti quella malattia ed è morto nel 2005) “Questa è la solita cosa che accade” George Takei, un altro membro del cast di Star Trek, ha detto ad Howard Stern nel 2010. “Sul set – della serie tv o del film, o alle convention – ci sono state tante occasioni in cui lui ha deciso che non avrebbe fatto quello che volevano che facesse, e è andato via”.

Nella classifica, con William Shatner, figurano Gene Hackman, Lindsay Lohan, Christian Bale, Bruce Willis, Jennifer Lopez, Steven Seagal, Marlon Brando, Wesley Snipes, Mandy Patinkin.

 
 
 

Questa sera su Rai4, in prima serata, Star Trek: Generazioni

Post n°2644 pubblicato il 01 Agosto 2014 da treknews24
 
Foto di treknews24

Prosegue questa sera su Rai4 (digitale terrestre in chiaro) l'appuntamento con i film di Star Trek. Alle 21.20 va in onda Star Trek: Generazioni, settimo lungometraggio della serie. Il primo con l'equipaggio di The Next Generation e l'ultimo (prima di Star Trek XI) con l'apparizione di alcuni membri del cast della serie classica. L'inizio e la fine del film sono stati completamente rivisti dopo una prima realizzazione del montaggio. Alcuni filmati su internet svelano le scene rimaste necessariamente inedite.

Durante il varo dell'astronave USS Enterprise (NCC-1701-B), l'equipaggio risponde ad un segnale di soccorso. Durante il salvataggio l'astronave è colpita dall'energia di uno strano fenomeno, chiamato Nexus, che apre uno squarcio nello scafo. Il capitano James T. Kirk (William Shatner) è considerato disperso in quanto si trovava nella zona danneggiata. Molti anni più tardi (78 per l'esattezza) l'USS Enterprise (NCC-1701-D), capitanata da Jean-Luc Picard (Patrick Stewart), cerca di sventare i piani del dottor Tolian Soran (Malcolm McDowell), uno scienziato El Auriano salvato a suo tempo dal Nexus e determinato a tornarci. Il Nexus è infatti descritto dalle persone salvate, tra cui la barista El Auriana dell'Enterprise Guinan (Whoopi Goldberg), come una specie di paradiso in cui è possibile rivivere i migliori periodi della propria vita e in cui tutti i propri desideri si avverano. Lo scontro finale è tra il folle Soran e la inedita coppia Picard-Kirk: quest'ultimo era rimasto intrappolato nel Nexus ed è convinto a uscirne da Picard, che deve riuscire a resistere alle visioni della vita che avrebbe desiderato.

La versione italiana del film è stata diretta da Manlio De Angelis (stesso direttore del quarto episodio). In questa edizione ci sono alcune voci femminili diverse dal solito: nella serie regolare Star Trek - The Next Generation Anna Rita Pasanisi doppia Deanna Troi, mentre qui doppia Guinan; nella serie Franca Lumachi doppia Guinan, mentre qui presta la voce a B'Etor. Anche la voce di Worf è differente: il doppiatore del film è Massimo Pizzirani al posto di Claudio Fattoretto, titolare della serie TV. Durante le riprese, la poltrona del Capitano Picard (la stessa usata per le sette stagioni di The Next Generation) è stata rubata ed è stato necessario ricostruirne una nuova.

 
 
 

Un milione e mezzo di italiani incollati alla tv per Star Trek XI

Post n°2643 pubblicato il 31 Luglio 2014 da treknews24
 
Foto di treknews24

Dati Auditel e programmi più visti di MERCOLEDI' 30 LUGLIO 2014. 

In PRIMA SERATA su Rai1 gli episodi di LAST COP L’ULTIMO SBIRRO sono stati visti da 2.915.000 (12.92%) e 2.529.000 (12.45%) spettatori; 

su Canale5 il concerto di ALESSANDRA AMOROSO – AMORE PURO ha ottenuto 2.462.000 spettatori, share 11.93%.

Su Rai2 per gli episodi di N.C.I.S. LOS ANGELES 1.614.000 (7.16%) e 1.588.000 (7.6%) spettatori;

su Italia1 il film STAR TREK ha totalizzato 1.452.000 spettatori, share 7.39%.

Su Rai3 CHI L’HA VISTO? STORIE ha interessato 2.277.000 spettatori, share 10.97%; 

su Rete4 MANKIND – LA STORIA DI TUTTI NOI ha realizzato 880.000 spettatori, 4.32%.

Su La7 il film I TARTASSATI ha avuto 790.000 spettatori, share 3.81%

In occasione della prima tv, nel 2012, si sintonizzarono su Star Trek oltre 2,3 milioni di telespettatori. L'anno scorso furono 1,8 milioni i trekker incollati alla tv. 

 
 
 
Successivi »
 

SEGUICI ANCHE QUI...

 

STAR TREK INTO DARKNESS RIEPILOGO INCASSI

Total Lifetime Grosses

USA: $228,778,661    48.9%
Resto del mondo:  $238,602,923    51.1%
 

Worldwide:      

$467,365,246


 

STAR TREK INTO DARKNESS - TRAILER DEFINITIVO

 

STAR TREK INTO DARKNESS - TRAILER ITALIANO

 

I NUMERI DI STAR TREK XI

INCASSI VENDITA DVD USA

INCASSI GIORNALIERI USA   INCASSI WEEKEND USA   INCASSI MONDO E RIEPILOGO   INCASSI ITALIA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

claudiocaridi_blogstefano.ghirardifranci.righialvimailPAOLOPHOTOjuniorsjfk1701xanacondacantatdiflogeppoarabafenice18lucianocalzamariula70tedoforo3lumil_0
 

ULTIMI COMMENTI

Stavo cercando dei ricambi apple per il mio iphone. non li...
Inviato da: cjeannine0000
il 25/07/2014 alle 15:42
 
Stavo cercando dei ricambi apple per il mio iphone. non li...
Inviato da: cjeannine0000
il 24/07/2014 alle 19:16
 
BORG! BORG! BORG!
Inviato da: Miapiccolina
il 29/06/2014 alle 00:07
 
Spazio profondo? Purché non si tocchi il fondo...
Inviato da: Paolo
il 28/06/2014 alle 17:13
 
Orci è un grande. Sono convinto che ci darà una grande...
Inviato da: Miapiccolina
il 28/06/2014 alle 15:09
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

FEDERAZIONE