TARTARUGHE

...tutto ciò che ha a che fare con le tartarughe...

 
 

NOTA

immagine


Non sono un veterinario e questo è un Blog Amatoriale, pertanto, malgrado la cura posta nella raccolta del materiale, non posso assumermi la responsabilità totale delle informazioni riportate. In caso di seri problemi riguardanti la salute delle tartarughe, consiglio sempre e comunque di rivolgersi a persone qualificate e competenti.
Inoltre, molto del materiale presente è frutto di ricerche sul web, pertanto esiste la possibilità che nel blog siano state pubblicate foto o testi senza il consenso dell'autore o proprietario del diritto.
Se questo dovesse avvenire, vi chiedo gentilmente di contattarmi e in breve tempo verrà rimosso tutto il materiale non autorizzato.
Per informazioni o segnalazioni:
G_ietta@libero.it

 

 

 

 

TESSERA SOCI

Vuoi diventare SOCIO di questo blog?
Richiedi GRATUITAMENTE la tessera!
Scrivi una mail a
G_ietta@libero.it
specificando nell'oggetto: RICHIESTA TESSERA
e nel messaggio scrivi il tuo nome e il tuo cognome!
Ti verrà immediatamente inviata la tessera da stampare!
Essere SOCIO ti permette di vedere pubblicato tutto il materiale che vuoi in una sezione personale,creata appositamente per gli iscritti!



 

VETERINARI


-ABRUZZO
-BASILICATA
-CALABRIA
-CAMPANIA
-EMILIA ROMAGNA
-FRIULI VENEZIA GIULIA
-LAZIO
-LIGURIA
-LOMBARDIA
-MARCHE
-MOLISE
-PIEMONTE
-PUGLIA
-SARDEGNA
-SICILIA
-
TRENTINO ALTO ADIGE
-TOSCANA
-UMBRIA
-VALLE D'AOSTA
-VENETO

Fonte: tartaportal 
sezione VETERINARI in costante aggiornamento

 

TRACHEMYS SCRIPTA: SEMPLICE DISTINGUERLE

 

PER ACCEDERE ALL'ELENCO COMPLETO DELLE SPECIE


A-E    
F-M   
N-S 
T-Z

schede descrittive in costante aggiornamento

 

TARTA-BLOG FOR PRESIDENT

AnimalBazar - Classifica Siti Animali

Ti piace questo blog?
...Votalo!
 

 

L'INTERVISTA DI LIBERO

per leggere l'intervista di Libero: CLIK

 

SONDAGGIO

LA MIGLIOR FOTO


La tartaruga di MARIKA

 

CONTRO I MINI SPAZI

 

LE TARTARUGHE NON SONO GIOCATTOLI

 

DOWNLOAD

immagineimmagine


___________________________________________________________


-TARTA PUNTATORE PER IL MOUSE

immagine


 

SOCI

1-CHIARA CAVALLIERI
2- ANDREA BRIGNOLI
3-RICCARDO AZZARONI
4-MASSIMO MIGNANI
5-LAURA PES
6-STEFANIA TORTORIELLO
7-GIUSEPPE SANNA
8-MIRKO VIGANO'
9-ALESSANDRA FEDELE
10-ANTONELLA TIRITIELLO
11-VINCENZO PALMIERO
12-VINCENZO POTI
13-CRISTIANO BOSETTI
14-CRISTIANO AMETRANO
15-NIRIA MOROSO
16-ALESSIA A.SCIORTINO
17-ALESSIO DE NARDI
18-LETIZIA FRASSI
19-SABINA LONI
20- NICOLA MAFFEI
21-DAVIDE MAFFEI
22-MARIANGELA CAPUTO
23-VIVIANA VERRILLO
24-PASQUALE TATARANNI
25-DAMIAN DE VRIES
26- IVANA RUSSO
27-GIUSY PRECISANO
28-FRANCESCA BRAGHESE
29- CARMELA MAGNO
30-LUIGI MENOZZI
31-SILVIA MAZZUCCO
32-STEFANIA BARBIERI
33-GHERY PRUSCINI PASQUINI
34-ALESSANDRA GRAUX
35-LUISA GUCCIONE
36-FRANCESCA LONGO
37-VENNERI MICHELE
38-ELIA ASTORINO
39-MARTINA GIUSTI
40-MARTA CICCHELLI
41-LAURA GIUSTI
42-CLAUDIO SIMBULA

 

...SOCI

43- FEDERICO VINATTIERI
44- ALESSIA BERTO
45- MARIA CONTE
46- PATRIZIA MARRA
47- GIOVANNA GRIECO
48- FRANCESCO VANACORE
49- MARCO BALDESSARI
50- FRANCESCO MARTELLA
51- NIRVANA GRANATA
52- ALESSANDRO TOTH
53- LORENZO LOPEZ
54- EMILIO TORCHIA
55- MAURO ALBORGHETTI
56- MANUELA GATTI
57- FRANCESCA CATANESE
58- ANNA BARONE
59- LUCIO VAGLIVIELLO
60- ANNIKA FABBIAN
61- FABRIZIO GORACCI
62- MICHELE VITE
63- PAOLA FRANCAVILLA
64- FRANCESCA SORBELLO
65- GIULIA SBARRA
66- ANTONELLA MARRA
67- MANUELA SANNA
68- GABRIELE BERNARDI
69- GRANDI GIORGIO
70- CRISTINA RIGOSELLI
71- DANIELE COLOMBO
72- ALESSIA PINTOSSI
73- CLAUDIA ARDIA
74- NICOLO' FAVA
75- FILIPPO PILI
76- DORIANO CANGI
77- BRENCIO FRANCESCO
78- ALESSIO REGINA
79- ELISA GIORDANI
80- MARTINA CAPPELLETTI
81- SILVIO SAN
82- ANTONIO RAIMONDI
83- CHIARA CALOI
84- LUCIANO LOVENTRE
85- MARIKA CARLINI
86- PAOLA CARRARO
87- ROBERTA MERLINI
88- ANTONIO DANESE
89- ANGELO CASTRO
90- FRANCESCA FACCHIN

 

...SOCI!

91- DONATELLA SATALINO
92- VIRGINIA DI TOMMASO
93- LUCA BRUNET
94- ANTONIO CARLUCCI
95- CRISTINA CARUSO
96- DAVIDE CARATELLI
97- GIUSEPPE LOIACONO
98- JESSICA CAPUTO
99- MARA ZANCHETTI
100- GIANLUIGI ROSSINI
101- PAOLO BERGERETTI
102- SILVANA BONINO
103- MASSIMO PERISSINOTTO
104- GIULIA ZANINI
105- DANIELE SARTORI
106- SARA PACETTA
107- PATRIZIO DE SIMONI
108- LUANA MANZO
109- CARMELO BONGIOVANNI
110-  MARIBEL CANTOS

 

 

IL BRANCO

immagine5 Testudo Hermanni :
- Mucca
- Pollo
- Zecca
- Toro
- Mosca


immagine5 Trachemys Scripta :
 - Piranha
 - Barracuda
 - Squalo
 - Orca
 - Murena

 

 

 

LE MIE BELVE

immagine 

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine


 

 

 

TARTAEXPO 2011

Post n°1292 pubblicato il 02 Aprile 2011 da G_ietta
 

 

 
 
 

E' emergenza tartarughe nell'Adriatico

Post n°1291 pubblicato il 13 Agosto 2009 da G_ietta
 

Continua il recupero di esemplari debilitati e infestati da parassiti

Il direttore della fondazione Cetacea di Riccione, Sauro Pari, lancia l’allarme: non accenna a risolversi l’emergenza tartarughe marine. Domenica sono state recuperate tre Caretta caretta, debilitate e infestate da parassiti detti "dente di cane", ieri altre quattro. 
L’Ospedale delle Tartarughe marine di Riccione ha attualmente in cura 22 esemplari, di cui quattro sono stati avviati oggi alla clinica veterinaria specializzata di Modena Sud perchè in serio pericolo di vita. La Fondazione Cetacea ha rivolto un appello a tutte le istituzioni per ottenere un sostegno che le permetta di superare questa fase di emergenza.

Fonte: http://www.lastampa.it

 
 
 

TARTARUGHE BEACH 2009

Post n°1290 pubblicato il 12 Agosto 2009 da G_ietta
 

Come ogni anno, il TARTACLUB ITALIA organizza quella che è la maggior fiera espositiva d'Italia, il TARTARUGHE BEACH, vi rimando quindi al loro sito, nella sezione del raduno:  

click.

 
 
 

ORCA FERITA...mea culpa

Post n°1289 pubblicato il 12 Agosto 2009 da G_ietta
 

Le Belve sono animali molto abitudinari...se abituate a certi "rituali", variando di poco la situazione si può incorrere in spiacevoli episodi:
nutro le Belve in un catino con acqua (per evitare lo stagno dei pesci nell'acquario), i passaggi sono semplici:
-riempio il catino di acqua tiepida,
-metto il cibo,
-metto le Belve...
Tempo fa ho invertito gli ultimi due passaggi ed ecco il risultato: i maschi hanno scaricato la loro voracità sulla zampa di Orca... (la ferita non desta preoccupazione, è stata diseinfettata ed ora è quasi del tutto cicatrizzata).

Ricordo quindi, per evitare il mio stesso errore, di prestare molta attenzione alle abitudini delle proprie tartarughe.

In foto: Orca ferita.

 
 
 

LE MIE FOTO

Post n°1288 pubblicato il 12 Agosto 2009 da G_ietta
 

 

ECCO COME DORMONO LE BELVE


... E COME FANNO BASKING

 
 
 

ECCO LA TARTARUGA BIANCA

Post n°1287 pubblicato il 12 Agosto 2009 da G_ietta
 

Articolo segnalato dalla socia MANUELA GATTI

Un raro esemplare di tartaruga bianca rinvenuto sulla riva del Fiume Giallo a Zhengzhou, in Cina. Questo esemplare pesa circa 6,5 kg ed è lunga una quarantina di centimetri (Emmevi)

Fonte: http://www.corriere.it

 
 
 

LE VOSTRE FOTO

Post n°1286 pubblicato il 12 Agosto 2009 da G_ietta
 

Le tartarughe di ERIKA

ELVIRA & MAFALDACCIA

"PER RINGRAZIARTI..per i consigli ke mi hai sempre dato..ti mando le recenti
foto dei miei 2 amori....
Mafaldaccia e Elvira....
Si sono messe in posa..per farti vedere nel corso di 2 anni quanto sono
cresciute...(ankora se nn so neanke ke sesso siano)...
grazi di tutto...
Erika"



 
 
 

INVASIONE DI TARTARUGHE NELLA DARSENA DI COMO

Post n°1285 pubblicato il 11 Luglio 2009 da G_ietta
 

  
 

L’odiosa pratica di abbandonare, con l’arrivo dell’estate, i fidati amici a quattro zampe per potersi concedere una vacanza senza pensieri, inizia a colpire sempre di più altre specie animali.
Tanto che si sta diffondendo, anche nel Comasco, l’abitudine di liberarsi di pesci esotici e tartarughe d’acqua. E per quanti abitano in riva al lago, cosa c’è di più facile che utilizzare le acque del Lario per svuotare acquari e terrari casalinghi' E in effetti si è notato un aumento, soprattutto nella darsena di Sant’Agostino a Como, del numero delle tartarughe.
«È un fenomeno che conosciamo – dice Giulio Gridavilla, responsabile del dipartimento veterinario dell’Asl di Como – Le persone, così facendo, hanno lentamente dato vita a una vera colonia. Si tratta delle tartarughe di tipo californiano, che ben si adattano alle condizioni del Lario».
Lo scorso anno, complessivamente, sono state oltre 16mila le tartarughe abbandonate nei torrenti e nei laghetti dei parchi pubblici italiani, in base alle stime effettuate dalla “Associazione italiana a difesa degli animali e dell’ambiente” (Aidaa). E la tendenza sembra essere confermata anche per il 2009.
Per quanto riguarda la Lombardia, si preferisce “liberarle” nei parchi come quello della Villa Reale di Monza e appunto nella darsena di Como.
«La presenza crescente segnalata in questi ultimi anni non è data dal fatto che le tartarughe si riproducono - continua Giulio Gridavilla - Dipende solo dall’abbandono, periodico, di nuovi esemplari nelle acque del lago».
Sul problema è intervenuto Lorenzo Croce, presidente nazionale di Aidaa. «È il quinto anno che denunciamo il fenomeno degli abbandoni da parte di coloro che in vista delle vacanze decidono di disfarsi di questi animali - dice l’ambientalista - creando problemi all’ecosistema dei corsi d’acqua e dei laghetti, essendo le tartarughe animali estremamente aggressivi nei confronti delle altre specie ittiche. Tanto che spesso arrivano a provocarne la scomparsa».
Numeri elevati riguardano anche la situazione dei pesci esotici. Ogni anno sono almeno 15mila gli esemplari rilasciati all’interno dei corsi d'acqua e nei laghi italiani. Ma non solo. Si calcola come siano oltre 380 le specie di pesci alloctoni (non appartenenti cioè alla fauna originaria) presenti nel bacino del Po e nel sistema dei Navigli milanesi.
«Anche questo è un fenomeno esistente nelle nostre acque – aggiunge il responsabile del dipartimento di Veterinaria dell’Asl di Como - ma non è allarmante. Al di là della scorrettezza di quanti si liberano di animali solo perché fastidiosi. Si è notata la presenza di carpe o pesci rossi. Ma niente di più strano».
Anche quest’anno l’Aidaa lancia una campagna contro tale fenomeno e invita a segnalare eventuali casi di abbandono.

Fabrizio Barabesi
Fonte:
http://www.corrierecomo.it

 
 
 

Aeroporto JFK chiuso per tartarughe

Post n°1284 pubblicato il 09 Luglio 2009 da G_ietta
 

Colonia di 78 esemplari blocca pista

Una pista dell'aeroporto JFK di New York è stata chiusa dopo che 78 tartarughe, provenienti dalla vicina baia, si sono incamminate verso la via di decollo degli aerei. Gli addetti della struttura sono dovuti entrare in azione per catturare gli animali e riportarli in acqua. La singolare invasione ha provocato ritardi fino a un'ora e mezza sui voli.In genere gli scali aerei hanno problemi con uccelli, nebbia o maltempo, che possono causare la chiusura delle strutture. Ma i turisti del Kennedy non potevano credere alle loro orecchie quando un altoparlante ha annunciato la chiusura delle piste per i simpatici e lenti animaletti. I viaggiatori hanno atteso con pazienza che l'invasione finisse.

 
 
 

Rovigo, tartaruga azzannatrice sul Po

Post n°1283 pubblicato il 04 Luglio 2009 da G_ietta
 

Il rettile catturato sulle rive del fiume. Morde e potrebbe trasmettere malattie rare

La tartaruga catturata pesa 10 chili e può trasmettere malattie rare

CANARO – Dopo esser stata abbandona­ta da qualcuno che ormai la riteneva trop­po ingombrante, si stava aggirando sulle rive del Po a Canaro a caccia di qualche preda acquatica. Chi l’ha vista l’ha subito riconosciuta come la cosiddetta «tartaruga azzannatri­ce» (Chelydra serpentina).
Il rettile, pesante una decina di chilo­grammi, è stato recuperato dagli agenti del servizio Cites del Corpo Forestale del­lo Stato di Verona sabato pomeriggio. Ora la tartaruga azzannatrice ritrovata in riva al Po a Canaro è in attesa di essere traspor­tata in una struttura autorizzata dal Mini­stero dell'Ambiente, situata in centro Ita­lia. La Procura rodigina ha disposto il se­questro dell’animale.
La Chelydra serpentina è una specie che sta prendendo sempre più piede in Ita­lia, ancorché considerata a rischio dalla legge che dal 1996 infatti vieta il commer­cio e la detenzione di questo rettile. Come molti altri mammiferi e rettili, è considerata dalla legge pericolosa per la salute e la pubblica incolumità tanto che è assolutamente vietato detenerla. La sua pericolosità è dovuta anche al fatto che potrebbe trasmettere malattie ra­re, e inoltre ha un’indole assai aggressiva. Gli esemplari più grandi, secondo gli esperti, sono in grado di staccare una ma­no con un morso. Gli acquirenti spesso non sono a cono­scenza dei notevoli problemi di gestione che questo animale, soprattutto una volta cresciuto, può determinare a causa delle sue dimensioni, dell'indole e delle necessi­tà biologiche ed etologiche. Ecco che quindi non di rado se ne libe­rano di nascosto, come accaduto a Cana­ro. Il territorio originario della tartaruga az­zannatrice è quello del Nordamerica, in un'area di diffusione compresa tra Cana­da ed Ecuador e dalle coste atlantiche fino alle Montagne rocciose.

Fonte: http://corrieredelveneto.corriere.it
Articolo segnalato da Manuela Gatti!

 
 
 

L'Aquila, ritrovate in una piccola vasca priva di acqua

Post n°1282 pubblicato il 26 Maggio 2009 da G_ietta
 
Foto di G_ietta

NAPOLI, 26 MAG - Ritrovate vive tre piccole tartarughe tra le macerie dell'Aquila in una piccola vasca ormai priva di acqua e piena di calcinacci. Erano rimaste li' vari giorni dopo il terremoto e sono state salvate grazie all'intervento del Gruppo Soccorsi Speciali della Croce Rossa Italiana, sezione Cinofili di Napoli, che ha anche provveduto ad allestire sul luogo un ambulatorio veterinario da campo. Si tratta di tartarughe dalle orecchie gialle, originarie degli Stati Uniti.
Fonte: http://www.regione.campania.it

 
 
 

ANNUNCIO IMPORTANTE: CERCASI TARTARUGA DI TERRA IN REGALO

Post n°1281 pubblicato il 26 Maggio 2009 da G_ietta
 
Foto di G_ietta

LEGGETE IL MESSAGIO INVIATO DA MICHELA

Ciao, guardando su internet ho trovato il tuo blog purtroppo non riesco ad accedere alla bacheca degli annunci. Io cerco una tartaruga di terra per mio nipote, possibilmente in regalo nella zona di padova o provincia, puoi aiutarmi. Voglio raccontarti la nostra storia: cerco una compagnia per mio nipote di 6 anni, che a causa varie allergie ci hanno consigliato la tartaruga come animale meglio indicato . Lui poi la richiedeva da circa un anno così per Pasqua mi sono recata in un negozio ed ho acquistato due splendite tartarughe di 3 anni che vivevano già assieme. con le prime giornate di sole, come indicato, sono state riposte in giardino nel loro recinto, uno spazio più che idoneo dove muoversi e allo stesso tempo al sole ma con possibilità di riparsi all'ombra sotto alberi. Purtoppo alla vista di qualche "uomo per bene". Per farla in breve sono state rubate tutte e due a distanza di 10 giorni. Non ti dico la disperazione per il mio nipotino. Con la prima sparizione avevamo pensato ad una fuga (anche se avevamo attuato tutti i sistemi di protezione e anti evasione) sono partite le ricerche porta a porta, giardino per giardino, abbiamo messo cartelli ma tutto invano. Successivamente abbiamo alzato le bariere e
dopo la scomparsa della seconda non abbiamo dubbi si tratti di un furto. Non è finita una amica di una amica si è resa disponibile a regarci la sua tartaruga, un minuto prima di partire per andarla a prendere (praticamente eravamo in macchina) ci ha avvisato che non era più possibile. A mio nipote abbiamo detto che ha il raffreddore, ma non credo sia molto convinto di questo.... A questo punto mi domando ci sarà qualcuno che non vuole la sua tartaruga  e la vuole affidare  a noi. Cerchiamo una tartaruga da terra possibilmente piccola da tenere in casa o sul terrazzo (completamente murato) e far passeggiare in giardino solo in presenza di persone. Io penso che siamo stati solo sfortunati e che non sia un segno... Grazie per qualsiasi aiuto tu possa darci e per aver ascoltato lo sfogo di una zia disperata.

Michela   [michelalanger@yahoo.it]

 
 
 

LE VOSTRE FOTO

Post n°1280 pubblicato il 26 Maggio 2009 da G_ietta
 

LE BELLISSIME BELVE DI MARIKA CARLINI

CACAO & CAFFE'!!!!


 
 
 

LE VOSTRE FOTO

Post n°1279 pubblicato il 26 Maggio 2009 da G_ietta
 

LE MERAVIGLIOSE TARTARUGHE DI CATTLY!!!

FInalmente le mie due bellissime Hermanni sono arrivate... ogni giorno che le guardo rimango incantata...
 
Ti presento Petra e Ulisse (sta mangiando la mela)! ;)

 
 
 

LE VOSTRE FOTO

Post n°1278 pubblicato il 26 Maggio 2009 da G_ietta
 
Foto di G_ietta

ECCO I LINK PER AMMIRARE LE BELVE DI

FRANCESCA SORBELLO SOCIA N°64!!!!

FANNY & CUPIDO!!!

1- http://yfrog.com/6g01052009j

2- http://yfrog.com/6g01052009001j

3- http://yfrog.com/6g01052009003oj

4- http://yfrog.com/6g01052009004j

5- (Cupido) http://yfrog.com/6gcupidoj

 
 
 

LE VOSTRE FOTO

Post n°1277 pubblicato il 25 Aprile 2009 da G_ietta
 

La socia CHIARA CALOI con il suo bellissimo maschietto!!!!

 
 
 

La tartaruga che nuota con una pinna sola

Post n°1276 pubblicato il 16 Aprile 2009 da G_ietta
 

South Padre Island (Texas): una tartaruga Allison, ospite del Sea Turtle Inc., è tornata a nuotare con una sola pinna grazie ad una speciale protesi. Allison è un esemplare di 5 anni arrivato nel 2005 al centro Sea Turtle Inc. con poche possibilità di sopravvivenza, dopo essere stato attaccato da uno squalo. Nell'attacco, Allison ha perso una pinna. In poco tempo, la tartaruga è entrata nel cuore delle persone che lavorano nel centro texano. Una di loro, il 21enne Tom Wilson, ha ideato una speciale tuta che ha permesso ad Allison di tornare a nuotare come una volta, invece di muoversi disegnando solo dei cerchi anti-orari in acqua. La protesi della pinna inserita nella tuta è collegata all'animale grazie a un impianto d'osso dentale creato dal Dr. Sudarat Kiat-Amnuay (Adrienne McCracken - PHOTOMASI)

Articolo segnalato da: MANUELA GATTI
Fonte: http://www.corriere.it

 
 
 

IL RISVEGLIO

Post n°1275 pubblicato il 13 Aprile 2009 da G_ietta
 

Ormai possiamo tranquillamente dire che il letargo sia finito.
Ecco qualche piccolo arcoggimento peer non farsi trovare impreparati davanti a questa importantissima fase:

-fate un bagnetto in acqua tiepida agli esemplari: questo faciliterà la prima evaquazione, ma soprattutto servirà per pulire occhi,naso e bocca da eventuali residui di terriccio.
-disponete acqua fresca e cibo (vi rimando al tag "alimentazione"), è importante che le Belve si idratino, non preoccupatevi se per i primi giorni sono inappetenti, date loro tre/quattro giorni per riprendersi.
-stimolate la movimentazione degli arti e lo stato generale dell'esemplare (peso ecc).
-lasciate ancora per tutto il mese dei ripari di foglie secche: potrebbero esserci ancora degli sbalzi termici.

 
 
 

BELLE IMMAGINI

Post n°1274 pubblicato il 02 Aprile 2009 da G_ietta
 

 
 
 

TREMATE TREMATE, LE BELVE SON TORNATE!!!

Post n°1273 pubblicato il 22 Marzo 2009 da G_ietta
 
Foto di G_ietta

Ci siamo, le Belve cominciano a svegliarsi, Toro in primis...
E' ancora presto per sgomberare il terrario da foglie ecc, per il trapianto di nuove piante e per la "rinfrescata" del terreno...ma a poco a poco le Belve si stanno svegliando dal letargo!!!

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: G_ietta
Data di creazione: 31/03/2006
 

BLOG UFFICIALE

Questo è il blog ufficiale del

clik

 

FIERE, MOSTRE & RADUNI

 

 

COMUNICAZIONI & APPUNTAMENTI

 
LA MIGLIOR FOTO:
la migliore tra le foto che mi verranno inviate sarà pubblicata nel box.

SONDAGGIO & TEST:
Rispondi al sondaggio e ai test (insertito un nuovo test) 

TESSERA SOCI:
vuoi diventare "socio" di questo blog? Segui le istruzioni e richiedi gratuitamente la tessera!!!

TAGS:
prima di pormi qualunque domanda verificate se l'argomento che vi interessa è presente nei TAGS (divisi per argomento), il blog serve proprio a questo. Risparmierete tempo voi e lo farete risparmiare a me.


LA BACHECA DEGLI ANNUNCI: cerchi/vendi/cedi un'esemplare?O del materiale che non usi più?Lascia un commento con l'annuncio ed un  contatto,verrà immediatamente pubblicato!

 

AREA PERSONALE

 

COME CONTATTARMI

 

Per informazioni, consigli, articoli e per vedere pubblicate le foto delle vostre "belve":

G_ietta@libero.it        

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

micmichyfrancyfra97SarahGregRickySapoclownfish62paola.maschreginaldo.graziaguia530robertomazzolaribarbara.pincopallinokingidiumrobertoalex79fontanellaalbertogekos73angela7a
 

ON LINE

 

             

web tracker

 

GALLERIA FOTOGRAFICA DELLE MIE BELVE

 

TAG

 

SOMMARIO: TAGS




ACQUISTO:
regole e parametri per valutare un esemplare prima dell'acquisto;
ALIMENTAZIONE: diete e consigli per una corretta alimentazione;
ALLEVAMENTO: come e dove allevare le nostre tartarughe: recinti,terrari e acquari;

ANATOMIA: le tartarughe viste dall'interno e dall'esterno;
BELLE IMMAGINI: raccolta personale di immagini;
COMPORTAMENTI ED ABITUDINI: la psicologia ed il comportamento delle tartarughe;
CONSIGLI PER GLI ACQUISTI: i prodotti consigliati per l'allevamento;
CURIOSITA' E NOTIZIE:
notizie ed articoli,curiosi e non;
DA SAPERE: cose importanti degne di essere ricordate;
DA STAMPARE: cose simpatiche da stampare;
DETERMINAZIONE ETA': ecco come fare;
DETERMINAZIONE SESSO: ecco come fare;
DISTINZIONE TRA LE SPECIE: caratteristiche di confronto per la distinzione tra le specie;
ERBE & PIANTE: per l'alimentazione e l'arredamento;
FAI DA TE: costruire terrari,recinti leghetti e tanto altro;

FUORI TEMA...ma non troppo: comunicazioni varie;
INTERVISTE: le mie interviste: ad allevatori, tartamanti & C.
I PICCOLI: nascita e allevamento: nascita,alimentazione e allevamento delle baby;
LE FOTO & I VIDEO: le foto e i video delle nostre "belve";
LE MIE BELVE: tutto ciò che riguarda le mie belve
LETARGO: come affrontare i letargo, i pro e i contro e regole basilari;
LINK: tutte le mie fonti, da chi prendo spunto e da chi imparo molto;
NORMATIVE E REGOLAMENTI: CITES e normative sulla detenzione di tartarughe;
PESI & MISURE: le misurazioni delle mie belve;
RIPRODUZIONE: l'accoppiamento, come, dove e quando;
SALUTE: le principali patologie, i sintomi e le cure;
SCHEDE RIASSUNTIVE: ripasso generale;
SOCI:sezione dedicata ai soci,i loro articoli,le loro foto;
SPECIE & CLASSIFICAZIONE: schede descrittive e classificazioni tassonomiche
TARTARUGHE D'ACQUA: tutto sulle tartarughe acquatiche;
VETERINARI: elenco dei veterinari italiani divisi per regione.

immagine


 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LE MIE INTERVISTE

UN SOGNO CHE S'AVVERA

 

CHE COS'E' LA CITES



La CITES è la convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali in via di estinzione
(CITES= Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora), firmata a Washington il 3 marzo 1973 (e per questo conosciuta in Europa anche come "Convenzione di Washington") è un trattato internazionale applicato in più di 130 Paesi del Mondo. Il suo scopo è di disciplinare il commercio internazionale di specie animali e vegetali affinché questo non ne minacci la sopravvivenza.
www.corpoforestale.it

L'Ufficio CITES puo' fornire informazioni sulle specie protette e sulle leggi in vigore.
La polizia giudiziaria ha il compito di vigilare sull'applicazione delle norme in vigore. Per quanto riguarda il possesso di animali esotici e animali selvatici nostrani protetti e' competente l'Ufficio CITES presso il Corpo Forestale dello Stato (tel. 026709479).
In particolare si ricordino alcune norme che riguardano le tartarughe:
Tartarughe di terra (genere Testudo).
Tutte le tartarughe del genere Testudo sono protette e il loro possesso deve essere denunciato all'Ufficio CITES, cosi' come, entro 10 giorni, ogni nuova nascita e i decessi.
Tartarughe esotiche d'acqua: la maggioranza delle specie di tartarughe d'acqua esotiche in commercio non sono protette. Per verificare con esattezza se la specie in possesso rientra in questa categoria e' possibile chiedere informazioni al'Ufficio CITES presso il
Corpo Forestale dello Stato tel. 026709479.
Queste tartarughe sono esotiche e non possono quindi essere rilasciate in natura a causa dei danni che provocherebbero alla fauna locale. Per questo il WWF sconsiglia l'acquisto di specie esotiche, non solo tartarughe.
Chi non fosse piu' in grado di occuparsi della propria tartaruga puo' rivolgersi a:
ENPA sede di Milano tel 0297064220

Centro tartarughe CARAPAX a Massa Marittima in Toscana
tel 0566/940083 carapax@cometanet.it

 

SEI PRONTO AD ALLEVARE UNA TARTARUGA?


1-DA DOVE PROVIENE?

conoscere l'esatta provenienza dell'esemplare scelto ci farà capire meglio le sue esigenze di allevamento.
2-CHE DIMENSIONI RAGGIUNGE?
è importante sapere anticipatamente quanto crescerà la nostra tartaruga, in modo tale da essere certi di poterle offrire uno spazio adeguato, senza poi,come succede fin troppo spesso, doversene liberare.
3-SERVE IL CITES?
Prima di acquistare l'esemplare che abbiamo scelto verifichiamo se,quella specie,necessita di documentazione, e che, il negoziante o l'allevatore ce lo rilasci.
In modo da evitare sanzioni o addirittura il sequestro dell'esemplare.
4- COSA MANGIA?
La dieta deve essere varia equilibrata e deve evitare i mangimi confezionati.
Deve,per quanto possibile,racchiudere tutti i cibi che normalmente la tartaruga troverebbe  nel suo habitat naturale.Un'alimentazione errata può provocare gravi danni alla salute delle nostre Belve.
5- A CHE TEMPERATURA/UMIDITà ecc. DEVE VIVERE?
Molte persone si preoccupano solo di avere un esemplare "particolare", ignorando però che magari, quell'esemplare è nato in foreste tropicali, e che quindi, avrà molte difficoltà a vivere nei nostri climi, o comunque in piccoli terrari dove si "cerca" di ricreare l'habitat naturale.
Occorre conoscere a che temperature vanno in letargo e a quali si svegliano.
Informarsi, quindi, su tutto ciò che sono le "necessità biologiche"(passatemela!) della tartaruga.cerchiamo magari di prediligere specie autoctone.








 

ULTIMI COMMENTI

Buongiorno. se ancora interessato io ho 3 tartarughe...
Inviato da: SarahGreg
il 02/12/2016 alle 10:41
 
salve,sono jessica ho una tartaruga da 13 anni e a...
Inviato da: jessica
il 28/11/2016 alle 21:30
 
Ciao ciò 2 tartarughe di 9 a 10 anni ed per motivo di...
Inviato da: María vilca
il 27/11/2016 alle 14:57
 
Ciao, ho una tartaruga di 2 anni. è diventata grossissima...
Inviato da: Katia
il 14/11/2016 alle 13:48
 
Salve a tutti!ho una trachemys scripta scripta di circa 6...
Inviato da: Anna
il 28/10/2016 alle 16:21
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 87
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.