Creato da Tamboccina il 08/10/2006

Tamboccina

............ La vita vista da un metro e sessantadue centimetri ............

 

 

Non sto piangendo...

Post n°303 pubblicato il 27 Gennaio 2008 da Tamboccina

... sto solo riflettendo...

Come recitava una canzone della mia adolescenza e che rispecchia il mio attuale stato d'animo... oltre ad offrirmi una scusa valida per quello che mi è capitato.

Nel corso del Tg1 di ieri è stato trasmesso un servizio... il ritorno a casa di Romano Prodi.
Fuor di parentesi: se fossi stata a Bologna in via Gerusalemme ci sarei stata anche io.
Ad un tratto, tra la folla, tra le persone stipate in quella stradina, si è fatta largo una signora di mezza età, elegante, normalissima.
Ha afferrato Romano, e a questo punto i microfoni hanno registrato la sua voce, le sue lacrime.
Sì, perchè questa signora piangeva di un pianto violento, seppur composto... lacrime di rabbia e delusione... di vergogna.
Ha detto di vergognarsi di essere campana.
Ha usato la parola traditore... di certo non riferita all'uomo che l'ha abbracciata per lunghissimi secondi, cercando di calmarla.
Una donna che si scusava di una colpa che non è la sua.
Come non è la mia, come non lo è di molte, molte persone.

E' stato un tutt'uno... quelle immagini sono state peggio di un ceffone.
Mi sono accorta di un calore familiare, la vista si è improvvisamente appannata... avevo i lucciconi...

Perchè la vergogna di quella signora l'ho provata irrazionalmente anche io, mentre seguivo le dichiarazioni di voto al Senato.
Vergogna, disgusto e senso di impotenza.
Vedere Barbato sputare addosso a Cusumano svenuto mi ha fatto venire il voltastomaco.
Sputare su un uomo svenuto.
Come si può permettere che una persona del genere si presenti nuovamente in Parlamento?
Come si può permettere che ci rappresenti?
Come si può permettere che un senatore stappi una bottiglia di spumante, inondi i velluti rossi del Senato Italiano e nessuno pensi di cacciarlo dalle fila del partito?

Mi sono vergognata a tal punto da avere i brividi.

E poi è arrivata la rabbia per le menzogne che ho sentito, per il fatto che ci sia chi ci crede senza sforzarsi di ragionare, perchè NOI non abbiamo in mano televisioni e giornali, perchè so come andrà a finire e la cosa mi terrorizza, perchè è frustrante vivere in un Paese (e amarlo) che è capace solo di lamentarsi e si fa prendere in giro da criminali (a proposito: solo io penso che le dimissioni di Cuffaro siano funzionali ad una campagna elettorale?), che pretende senza dare... rabbia nei confronti di chi, pur dalla stessa parte, ha sempre fatto il bastian contrario, salvo riallinearsi quando si rischiava di cadere per non perdere la sediolina, nei confronti di chi non ha alzato la voce quando avrebbe dovuto...


Rabbia nei confronti di un certo Clemente Mastella che avrà incantato molti... ma non tutti... che ha provato a dare colpe al PD, colpe che sono solo sue e che nascono da fatti personali, ripicche, attaccamento ad una poltrona che ora sarà a destra (che se lo tengano!) anzichè a sinistra...
Ecco... mi infervoro anche ora...

E così, sere fa, ho cercato una valvola di sfogo... l'ho trovata in un blog... questo:

http://clementemastella.blogspot.com/

Mi sono registrata... ho aperto la finestra dei commenti... ho cominciato a scrivere dando del Lei, con la maiuscola, ad una persona verso la quale non nutro alcuna stima.
Poi mi sono fermata... le parole, diversamente da quel che si crede, non sempre sono spade.
Molto dipende dall'interlocutore... e in questo caso si tratta di un soggetto che ha a cuore solo il proprio interesse.
Sordo.
Ho cancellato tutto e mi sono tenuta la frustrazione.

Chissà... magari un giorno ci ripenserò...
La mia "voce" è meno di un bisbiglio... ma avrebbe "detto" che ogni uomo ha delle responsabilità, fanno parte della vita e non si possono evitare.
Io le ho, così come le hanno tutti.
Ma c'è chi si fa carico anche degli altri ed ha responsabilità maggiori.
Chi ci rappresenta, chi ha questo onere ed onore, non può arrogarsi il diritto di approfittarsene per far valere solo le proprie ragioni.
Facendosi forte di una posizione privilegiata che non è SUA ma NOSTRA per squallidi giochetti.
Ridacchiando a Porta a Porta con l'aria di chi pensa "Ve l'ho fatta! Avete pestato i piedi alla persona sbagliata".

Per questo ho provato vergogna... perchè c'è chi non sa nemmeno cosa significhi, chi sacrifica un Paese in nome del suo niente con il sorriso sulle labbra... senza accorgersi che questo niente, probabilmente, gli è già stato sbattuto in faccia.
E che sarà la peggiore punizione.

...

...

In ogni caso...

PS: la proposta del P.I.P.P.O. è sempre valida!!!

 
 
 

... Istinto materno...

Post n°302 pubblicato il 24 Gennaio 2008 da Tamboccina

... Si fa per scherzare...

Fatto sta che l'altra sera, in preda ad uno scompenso emotivo violento (tradotto: incazzatura), ho pensato di placare l'attacco di pessimismo cosmico e annichilimento con l'unica soluzione possibile... se si esclude lo Spritz...

SHOPPING.
(Moderato... ma pur sempre terapeutico...)

Così mi sono diretta con passo deciso verso via dell'Indipendenza, a scaravoltare pile di magliette e maglioncini in saldo.
Dopo essermi vietata l'acquisto del solito lupetto nero, ho avuto una visione... anzi due: lupetto rosso setacotonecashemire (0,1%. 99,8%. 0,1%) e maglietta (stessa composizione) collo alto e manica corta sempre rossa.
Afferrate.
Provate.
Acquistate con estrema soddisfazione nonostante la triste consapevolezza di averlo fatto per pura necessità psicofisica.
Pazienza, il saldo mi ha assolta.

Ieri mi è preso l'intrippo... sarei stata superbene con jeans e maglietta rossa fresca di scontrino.
Brandendo le forbici, mi sono fatta pervadere dall' appagante sensazione che si prova quando si taglia l'etichetta ad un nuovo acquisto.

Poi l' ho letta...

Più o meno recitava:
"Un pensiero per mamme in attesa. For mum"

... Gelo e sgomento...

Vabbè che ormai sono consapevole di essere più vicina ai trenta che ai venti e che certe magliettine mostraombelicosottolinea"curve" non fanno più per me... visto che le curve sono aumentate, è vero... purtroppo però non solo dove avrebbero dovuto... carogne... metabolismo sgaruppato e traditore...

... Ma da qui al pre-maman ce ne corre...

...

...

(Il Mr. ancora non sa niente... sssssst!!!)

 
 
 

Post N° 301

Post n°301 pubblicato il 22 Gennaio 2008 da Tamboccina

"... Prima di altri hai compreso che neppure gli ideali possono vivere da soli e ricevono linfa solo quando sono il frutto di una scelta volontaria e consapevole, magari sofferta. Prima di altri hai creduto nella possibilità di un riscatto per il nostro Paese, quando democrazia, libertà, unità e pace erano parole clandestine.

Forse se questa nostra Italia non fosse stato luogo di contraddizioni profonde, se troppe volte non avesse corso il rischio di imboccare strade oscure e smarrire il senso della democrazia e della libertà, saresti tornato ad essere ciò che desideravi: un agronomo che ama la terra ed i suoi frutti. Ma la storia non te lo ha concesso, figlio della Romagna generosa e antifascista, sempre combattiva, capace di grandi mobilitazioni e di rialzare la testa dopo amare sconfitte. E con quella straordinaria energia di eterno trentenne sei stato in prima fila per difendere la parte migliore del nostro Paese, mettendo in gioco te stesso. Chissà, forse è questo il segreto del tuo carisma, della tua capacità di dialogare con le nuove generazioni.

Grazie a te abbiamo capito che non si dismette la divisa di partigiano. Mai..."

...

Questo è solo uno stralcio della lettera che gli amici dell' ANPI hanno scritto al comandante Bulow in occasione del suo novantesimo compleanno.
Gli stessi che, con lui, vennero a parlarci della Resistenza... ero alle elementari e ricordo ancora le emozioni di quella mattina

Credo non ci sia nulla da aggiungere... uomini così sono rari come lo è il loro esempio.
Ma ci lasciano, nonostante i tempi che ci troviamo a vivere siano affamati di persone di questo calibro.
Chi resta ha il dovere di ricordare e tramandare.

Buon viaggio comandante...

PS: Ravenna saluterà Arrigo Boldrini giovedì alle 15, in Piazza del Popolo...

 
 
 

... CAAAAAAADEEEEEEEEEE!!!

Post n°300 pubblicato il 22 Gennaio 2008 da Tamboccina

... Com' era?

Sono una palla...

... Sono una palla ...

... Sono una palla ...

... Sono una palla ...

... Sono una palla ...

... Sono una palla ...

... Sono una palla ... 

... Sono una palla ...

...

...

E se fossi un pomodoro?

...

...

...

...

SPLAAAAAAAAAAAAAT!!!!!!!!!!
SPATACIAAAAAFFFF!!!

. CLIC .

 
 
 

Quarto Potere... e farina...

Post n°299 pubblicato il 18 Gennaio 2008 da Tamboccina

" Una stampa cinica e mercenaria prima o poi creerà un pubblico ignobile."

. Joseph Pulitzer .

 L'altra sera ho come l'impressione di aver guardato Porta a Porta.

Spesso si sente dire e si pensa che l'informazione è malata, ridotta a strumento di distruzione o osannazione, altare o tritacarne.
Uno strumento di mistificazione, semplice e letale come un tarlo, un rodilegno, utilizzato per gli scopi più disparati ma che ottiene sempre lo stesso risultato.

A noi, vittime dei media, arriva solo l'eco di una voce, una sfaccettatura di realtà creata su misura, uno scampolo cucito ad arte per rappezzare buchi che, a volte, nemmeno sospettiamo.
E tutto questo avviene ad uso e consumo di chi esercita il controllo su un'opinione pubblica che può diventare arma contro il nemico designato.

In genere ciò accade senza che ce ne rendiamo conto, questo oscuro manovrare riguarda livelli quasi subliminali e trova alleati potenti.
I ritmi, le problematiche, le fatiche, il bisogno di svago delle nostre vite... il nostro individualismo... spesso ci sottraggono la concentrazione ( e la voglia ) necessaria per capire che ci stanno informando attraverso un filtro.
Per citare,
sul nostro naso poggiano occhiali con lenti colorate... ma il colore non lo decidiamo sempre noi.
Paghiamo la nostra distrazione con una disinformazione invisibile e strisciante,
che però, a volte, si rende palese.

Come l'altra sera, quando è apparsa chiaramente attraverso il riso straffottente, vuoto e arrogante... ruffiano... di Rocco B. che arringava le masse sostenendo la "persecuzione" nei confronti dei cattolici - indovinello: di cosa si parlava??? Vedere post precedente...- e quello sarcastico, teneramente rassegnato e divertito di Piergiorgio O.; attraverso l'atteggiamento del padrone di casa, spudoratamente parziale,  che ha trasformato quello che doveva essere un confronto in un indecente sfottò, la parodia di quello che poteva essere un dialogo con spunti interessanti.
Disgustoso.

Oh.

A questo punto è d'obbligo un esempio idiota... magari poco calzante... ma credo renda l'idea...

Qualcuno intercetta, origliando da dietro una porta, una telefonata tra me e Lalli... sente solo quel che dico io...

"... Ne ho comprato un chilo, di quella bianca... (di grano tenero tipo 00)..."
...
"L'ho trovata ad un prezzo stracciato (di quella senza una marca precisa) ma mi hanno assicurato che è di qualità (e comunque per impanare le scaloppine va più che bene)..."
...
"No, non è mischiata ad altri tipi (di farina, per esempio integrale)... per chi mi hai preso?..."
...

Ecco.
Io e Lalli sappiamo di cosa stiamo parlando, quel che ho scritto tra parentesi potrebbe benissimo essere sottinteso, non pronunciato.
Noi lo sappiamo, chi ascolta no... oppure sì ma gli sto così sulle ...
 , oppure vuole "semplicemente" fare uno scoop,  che decide di spargere la voce: Giulia è diventata la Noriega del Mazzini.
La voce prende corpo... e magari mi trovo la Polizia sotto casa.
Questo avviene perchè chi origlia ha più presa sul "pubblico", è più persuasivo, più carismatico, più convincente... oppure conduce - e impera - una trasmissione televisiva, sforna decine di libri ed è considerato il custode dello scibile politico e gossipparo del paese...
Chi origlia sa che fa più rumore una narcotrafficante di un'esaurita che cucina scaloppine.
Conosce i meccanismi dell'informazione, le regole del gioco.


La verità dei fatti è solo una... volevo fare le scaloppine senza spendere troppo in farina (ché ne serve poca e l'altra finisce sempre sprecata oppure fa le farfalle...).

Ma io non ho potere, ce l'ha chi riporta le mie parole, il fatto che mi vede protagonista.
E così la verità si sfalda, si spacca.
Da una parte resta la mia silenziosa verità, dall'altra quella gridata di chi ha in mano il potere di informare che diventa verità di tutti.

Le distorsioni, le interpretazioni dei fatti reali troppo spesso diventano notizie costruite.
Troppo pochi si chiedono
quale sia la verità, se quella fuori o quella tra parentesi...

... Bello sclero...
Sarà che sono malaticcia...

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

... AH SÌ...

"Verranno tempi migliori
e alla fine di tutto
saremo capaci di vedere i sogni...
"

. Anonimo .

 

*COLONNA SONORA*

. The Script
"The man who..."
.

"Going back to the corner
where I first saw you
gonna camp in my sleeping bag
I'm not gonna move
got some words on cardboard,
got your picture in my hand
saying, "If you see this girl
can you tell her where I am"
some try to hand me money,
they don't understand
I'm not broke I'm just
a broken hearted man
I know it makes no sense
but what else can I do
how can I move on when
I'm still in love with you

*Cause if one day you wake up
and find that you're missing me
and your heart starts to wonder
where on this earth I could be
thinking maybe you'll come back
here to the place that we'd meet
and you'll see me waiting for you
on the corner of the street
so I'm not moving, I'm not moving

Policeman says, "Son you can't stay here"
I said, "There's someone I'm waiting
for if it's a day, a month, a year"
gotta stand my ground
even if it rains or snows
if she changes her mind
this is the first place she will go

*

People talk about the guy
who's waiting on a girl
there are no holes in his shoes
but a big hole in his world
maybe i'll get famous
as the man who can't be moved
maybe you wont mean to
but you'll see me on the news
and you'll come running to the corner
cause you'll know it's just for you
I'm the man who can't be moved

*
*

Going Back to the corner
where I first saw you
gonna camp in my sleeping bag
I'm not gonna move..."

 


 

OGGI È UN ALTRO GIORNO...

 

 

 

 

TAMBOCCINA? COSA ESSERE TAMBOCCINA?

Tamboccina: dicesi di bambina, ragazza o donna che non superi il metro e sessantacinque centimetri. Per essere tamboccine non bisogna essere troppo esili; un pò di sane manigliette sono condizione imprescindibile dell'essere tamboccina. Ed è fondamentale quel tanto che basta di pura scioccaggine... o scioccheria... vabbè... Da ultimo: non vedrete mai una tamboccina musona (se non per motivi gravi o per un'inevitabile momento di sconforto e comunque non troppo a lungo). Avvertenza:una tamboccina che si rispetti è VERAMENTE permalosa. Avvertenze speciali: non deludetela mai; una tamboccina non vi perdonerà! Precauzioni d'impiego:se notate un certo nervosismo in una tamboccina siate cauti, soppesate le parole che le dite e, se non ve la sentite, allontanatevi lentamente...Interazioni: in genere la tamboccina è socievole, si adatta alla baracca (ma senza esagerare perchè è consapevole dei suoi limiti... quasi sempre!) ma quando prende in antipatia una persona non c'è verso, non la vuole vedere, al massimo può sopportare di incontrarla di sfuggita! Dose, modo e tempo di somministrazione: mooolto variabile, da valutare giornalmente.
Sovradosaggio: a volte può capitare che la tamboccina sia scassapalle... ma senza cattiveria!
Effetti indesiderati: alla tamboccina piace parlare, parlare, parlare...Istruzioni per l'uso:trattatela come si deve e farà di tutto per voi; al contrario: kaputt!

N.B. La versione maschile (il tamboccino) non esiste...

 

TAMBOCCINA'S EVOLUTION

Intamboccirsi o Intambocciarsi: mettere su qualche chiletto. Versione autocritica "Mi sono intamboccita...". Versione acidulo-cattivella: "Guarda quella come si è intamboccita!!"...

Intamboccinarsi: capitombolare, perdere il filo...
(Usquè..grazie della concessione!!)

 

*BEATA INNOCENZA*

Una delle mie sctèle-bloggerz mi ha consegnato tale premio...  a quanto pare, sembra proprio che senza la sottoscritta ed un manipolo di donnini bloggerz "questo mondo virtuale sarebbe per lei vuoto e inutile".
Eeeeeh??!!
Mica brustoline!

GRAZIE ACCIARE'!!!
[se non ci fossi tu!!!]

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

pittoredeisensisabrina.angelinoTamboccinagiorgio.grilli51cattleyalilla80pestiferinooragazzoover0comeunfelinoMarco_AlkaAmmessoMaNonConcessoScrivimiTuFromLunaDiego.FEIMPEGNATOdiBOLOGNA_3
 

ULTIMI COMMENTI

 

immagine

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30