VOMITO SUBITO

...NON MORIRO' IN SILENZIO:VIOLENTERO' TUTTI I COLTELLI ALLA MIA GOLA. Con la SCRITTURA e NON SOLO. Questo blog non chiede permesso a 1 pubblico per scrivere.Non per presunzione di inestimabile valore.Ogni tanto ci vuole dello SPAZIO per pulire le OSSA degli SCHELETRI NELL'ARMADIO: solo per questo sono così BIANCHE...

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

DISTORSIONE:



allucinare
o
finalmente vedere.

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lullaaa83cloe_1991angeluzza3maria.dangelo2004giulycarusoDani729billburroughsdolcerifugioDieLorelay86mariomancino.mroberta.mori1966albaneseliohamed6chantsBambina_nello_Spazio
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

TONALITÀ PARKODARKO: QUESTA È 1 STORIA...












 

CREARE non è
inventare.

 

 

FUORI MISURA

Post n°26 pubblicato il 12 Luglio 2010 da parkodarko

 

 

 

Il prete oggi ha detto: "Si conosce ciò che si ama".

Non mi amo? Amo ciò che non conosco?
Amo un ragazzo. Ma ciò che ho conosciuto per poco
è chi ho più amato alla vita
e mi aiuta ad amare ora.
E  non collassa e vive più di quanto sappia.

Dopo anni riscrivo qui. E non sapevo che ero ancora qui,
nel tempo di questa casa oscurata, zitta 
di queste tante cose di tanti giorni rotolati
dal calendario nella memoria, nemmeno in maggioranza.

Avevo angoli, compassi, stetoscopi e piombi.


Ma ciò che a forza ha spinto fuori dal cerchio,
nel corpo è mia VITA.

                                                          [ parkodarko]

 

 
 
 

Beltà: EPPUR LEI MUOVE...

Post n°25 pubblicato il 06 Giugno 2008 da parkodarko

Un giorno si fermarono i passi e trovasti una finestra.
Apristi e non portava vento. Prendeva quello da te e si fermava
unicamente per: "Se fossi più bella?"
Le solite questue leggere di una strega allo specchio
che non vende eterni ma
alberganti immanenze, mani tutte di questo mondo.

Perchè l'uomo ama cogli occhi, anche quando è di spirito.

Una fatica immensa, d'ogni pensiero scartato perchè non troppo spesso e poi...
... 1 naso in 1 modo, 1 bocca curva in alto, 1 faccia alla buona, veramente messa a posto: e i muri si calano e non c'è niente da dire.

Tu, caro tu, che hai il passo stanco di quanti giorni eroici, testardi e vischiosi,
vali meno di una bozza d' angelo che su te recupera ore,
istanti di freddo, una vita intera.

dedicato a R.

                               [ parkodarko ]

 
 
 

COSì

Post n°24 pubblicato il 12 Maggio 2008 da parkodarko

La rotella sotto i piedi
va verso sempre
il contrario
nei pensieri

perchè i fatti
non vedono vestiti per i dubbi
e li lasciano

morire di freddo. 

                                           [ parkodarko ]

 
 
 

ASSENZIO: 1 giro per tutti

Post n°23 pubblicato il 07 Aprile 2008 da parkodarko

Lo chiamavano
Le péril vert, il pericolo verde,
o anche La fée verte, la fata verde,
con riferimento al colore della bevanda e
all'atmosfera "magica" in cui si perdevano
le persone che lo consumavano;

1830: tra le truppe francesi che avevano conquistato l'Algeria
si vociferava che l'assenzio diluito in acqua,
li aveva preservati dal tifo, dal colera, dalla dissenteria
e perfino dalla malaria
;

una raccolta tedesca di erbe medicamentose di età rinascimentale (Eicones plantarum) è consigliato
alle persone di "cattivo carattere";

nelle Sacre Scritture
simboleggia i dolori della vita,
tanto che si usava dire: "è amaro come l'assenzio";

Ernest Hemingway,
che dichiarò di amare l'assenzio
per i suoi effetti di far cambiare le idee;

Oscar Wilde :
"Un bicchiere d'assenzio, non c'è niente di più poetico al mondo.
Che differenza c'è tra un bicchiere di assenzio e un tramonto?
Il primo stadio è quello del bevitore normale,
il secondo quello in cui cominciate a vedere cose mostruose e crudeli ma, se perseverate,
arriverete al terzo livello,
quello in cui vedete le cose che volete,
cose strane e meravigliose
". 

 Émile Zola
  (effetto sulle classi sociali più umili) :
"Finisce sempre con uomini ubriachi e ragazze incinte".

[ L'ASSENZIOè1DISTILLATOparkodarko ]

 
 
 

OMICIDIO

Post n°22 pubblicato il 25 Marzo 2008 da parkodarko

La storia ti uccide, la storia ti fa camminare.

Sarebbe curioso poter contare quanti passi effettivi sono
per inerzia, quanti voluti.
Servirebbe a sbiancarti, a uccidere le tue comodità di non curanza, di lambiccata mediocrità che la fatica esige quando è decisamente in rosso o appena appena.
Mattanze di casse piene di buchi che si occludono con stracci di quarta categoria ma venduti di lusso.
Le sirene hanno volti fidati con cui sigillare catene: e le ami morendo.

Quanti pezzi sono indietro che non ti seguono,
quanti posti risucchiano corse e
" La coscienza, così, fa tutti vili,
così il colore della decisione
al riflesso del dubbio si corrompe
e le imprese più alte e che più contano
si disviano, perdono anche il nome dell'azione
."
                       (Shakespeare, Amleto , III, I, vv 87-91 ) 


                              - skattoparkodarko5 -

                                                              [ parkodarko ]

 
 
 

SENZA COLPA

Post n°21 pubblicato il 20 Marzo 2008 da parkodarko

Non ho deciso di perdonarti.
COME
 la terra regge la rugiada gelida che l'ha inchiodata in più punti e che,
appena il sole le si avvicina,
è tutta evaporatamente asciutta,
così mi sono ritrovata sola, senz'odio a farmi compagnia.

Non ricordo come ti ho pensato amaro: si vede che aveva radici nelle mie rughe, non nelle stanze mosse dell' intestino...

                                                         [ parkodarko ]

 
 
 

RISOLUZIONE

Post n°20 pubblicato il 08 Marzo 2008 da parkodarko

Sono 1 pazza in cerca di follia,
quella vera che esclude dalla realtà
e trova più pace nei deliri persecutori di mostri reali 
che in fantasmi a metà, dalla metà faccia amica.

                          - skattoparkodarko4 -

                                                                              [ parkodarko ]

 
 
 

entra in FREEzer ?

Post n°19 pubblicato il 28 Febbraio 2008 da parkodarko


                                               - skattoparkodarko3-

Mi sono innamorata della tua spalla stanca.Blu
strano.
Del tuo labbro che scappa dietro le dita
che lo nascondono quando si tira
in 1 sorriso impassibile che fissi solo a me.
Dei tuoi occhi orientali, non di nascita,
ma che non sanno la vera calma
del far passare la vita dentro
un lasciarsi andare pieno.
Della tua lama che taglia ogni cosa che non sa dire
e restituisce pezzi più forti del tutto,
nonostante tutto.
I tuoi vestiti, sempre uguali, perfetti, belli:
il tuo unico è mobile, decadente
e non ti rendono affascinante.E tu lo sei lo stesso.
Cammini a salti come decide 1 carro armato;
 1 tratto con te:
così fitto che avverrebbe?
La mano a te:
porterei quella stretta, 3 secondi  e meno,
in 1 tomba piena di bombe
cardiache.
E non ci sarebbe più tempo
per essere felici.

  A te, Imàriam

                            [ parkodarko ]

 
 
 

SEDUTAdiGABINETTO.

Post n°18 pubblicato il 16 Febbraio 2008 da parkodarko

Un giorno mi toglierò tutto ciò che è vecchio. Cattive abitudini. Suoni falsi, idoli asciutti, addormentate ipotesi, guizzi mozzi e bla, orbi bla bla bla.

Uscirà così 1 vestito. Non nuovo. Non bianco.
Ingenuo, taglia piccola. Ridicolo a tratti.
Che cade giù morbido e sordo in più punti.

E vedremo, la genialata infeltrita. Dove va a finire.

                                                           [ parkodarko ]

 
 
 

QUESTA STANZA

Post n°17 pubblicato il 13 Febbraio 2008 da parkodarko


 
-skatt
oparkodarko2-

Questa stanza è 1 giardino.
Di una biscia attrice d'immagini e
le sue amiche fritte di salsa.
Ci sono degli alberi di arance.
Ogni volta che ho sete ne squarto una: perfetta senza succo.
Forse ha fatto troppo caldo.
Le sintesi l' hanno arato.
Qui si è giocato "alla forca".
E risparmiando ogn'ora peso
dai tiraggi della gravità,
non ci sono più carni
che si ritrovino per l'attacco all' osso.
Il bianco che vedi: è anima calcificata sola.

 [  parkodarko ]

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: parkodarko
Data di creazione: 24/08/2007
 

(QUADRATURA DEL CERCHIO)

il PERFETTO è
ciò che a noi
non poteva essere altrimenti.

                          [ parkodarko ]


 

Creative Commons License

  Questo/a opera è pubblicato
sotto una Licenza Creative Commons.

 

AREA PERSONALE

 

VOGLIO LA CONOSCENZA...

...che apre la mente
e torna alla gente.

 

"BODY BAKERY" (= PANIFICIO DEL CORPO)

*sculture di pane*
 Kittiwat Unarrom ,
artista thailandese,
figlio di un panettiere

per la serie:
"quando, dopo il pane amaro,
anche il panettiere non è più
lo stesso.
.."

 

FACEBOOK

 
 

OGNI creazione
vive

di regressione...

 

IL FASCINO CHE SUBISCE DIO

venezia

piramidi

niagara

tibet

 

ESTENSIONI ASSONALI

- casa
 

Amici
IMMAGINARI
 e NON
:

imparare a CONVIVERCI.

 

ANCHE SENZA AUGURIO: LA FINE DEI BUGIARDI

rinchiusi in 1 esistenza vergine,
ogni parola diventerà aculeo.

 

CHIUSI E APERTI

 

PER POCHE COSE VIVO

abbraccio di 6000 anni
(Mantova)

 

ENCOLPION IN ARGENTO

scritte a nastro:
"DEDALIA VIVAS
IN CRISTO
"

 

sei venuto nel modo più assurdo,
difficile:
amarti e basta
ora è la cosa
più semplice.


                   
                               
[ parkodarko ]