Creato da newcolors il 11/05/2006

Specchi dell'anima

Chi sei? Scommetto che non lo sai...

 

 

Stamattina nella notte

Post n°254 pubblicato il 18 Maggio 2009 da newcolors

 

Immagini crude

scorrono davanti ai miei occhi come il susseguirsi delle stive di un treno in corsa...

Un macigno immenso buca una fotografia:

la mia,

con il mio corpo in piedi

nudo

davanti ai miei occhi

le braccia lungo i fianchi

la luce che trapassa  

la pancia

perforata

da un masso enorme

liscio,

grigio, ovale come i sassi del mare

venato

Il macigno è nel mio stomaco ed io lo custodito amorevolemente.

 

 
 
 

NOTTE BIANCA

Post n°253 pubblicato il 23 Aprile 2009 da newcolors

 

I MINUTI PER RECUPERARE L'ANIMA SCORRONO VELOCI


E' GIA' NOTTE FONDA

ED IO NON SONO ANCORA PRONTA AL SONNO  


GUARDO LA MIA ANIMA E L'AFFERRO

STRETTA IN UNA PRESA INFALLIBILE

COME UN MORSO AD UN PANE CALDO

 

 
 
 

IO

Post n°252 pubblicato il 11 Marzo 2009 da newcolors

Io,

che non aspetto più nulla dagli altri,

che ho smesso di rimproverare i miei difetti

che adesso sorrido alla mia ironia, ai miei presunti fallimenti,

che non respingo la mia ingenuità e la mia dolcezza,

che gioco

e mi prendo cura delle mie mani,

della mia anima,

di Chi sono oggi

 

rimango attonita davanti a te

che talvolta

disprezzi,

appari diffidente,

falso,

finto come un fantoccio male assortito

 

Un estraneo che non mi ha mai conosciuto

 

Un passato che non è mai stato

 

La freddezza di chi non ha condiviso niente della mia vita

di chi non mi ha mai amato.

 

Dove il sangue diventa acqua non c’è vita,

non c’è amore,

non c’è niente.

 

Il lutto

per una presenza che non c’è più

 

Per un pezzo di me e della mia storia che si frantuma giorno per giorno

 

Una consapevolezza sempre più amara,

immotivata

sorda come un tuffo a 100 metri di profondità

con la pressione che spinge sui timpani,

che fa male

 

e mi chiedo

come possa accadere che il nostro legame di sangue si stia dissolvendo in questi mesi vani

 

Non ho ancora trovato la forza per chiederti come sia possibile che stiamo permettendo tutto questo.

 

 

 
 
 

Adesso

Post n°251 pubblicato il 10 Febbraio 2009 da newcolors

 

Prendere atto che niente è come sembra

resta l'unica certezza.


Le parole sussurrate nell'orecchio pronte a giudicare la diversita'

e coglierne il senso con dimestichezza,

ridimensionano ogni forma esistente di lealta'.

Nella vita non si puo' solo prendere.


Ed io non voglio imparare da voi
 

 

 
 
 

Post N° 250

Post n°250 pubblicato il 17 Gennaio 2009 da newcolors

Quante balle è capace di raccontarsi un uomo.

E di crederci.

E' più forte il suo bisogno di convincimento che la sua dignità

 
 
 

Post N° 249

Post n°249 pubblicato il 19 Dicembre 2008 da newcolors


Il sogno di qualche giorno fà mi lascia talmente perplessa

da non volerlo descrivere.

 
 
 

Post N° 248

Post n°248 pubblicato il 08 Dicembre 2008 da newcolors
Foto di newcolors


Mirò mi guarda come fosse innamorato.

Cerca le pieghe dei miei maglioni per dormirmi accanto.

 

Mi intenerisce questa sorta di contemplazione.

 
 
 

Post N° 247

Post n°247 pubblicato il 24 Novembre 2008 da newcolors

A Mirò

Nella vita non è importante fare o non fare certe esperienze.

Ma capire il Senso di quelle che viviamo tutti i giorni.

 
 
 

Post N° 246

Post n°246 pubblicato il 14 Novembre 2008 da newcolors


"La Verità è che l'Arte mi eccita.

Mi fa pulsare come una gatta in calore.

E mi riempie".

                          Newcolors



 
 
 

Post N° 244

Post n°244 pubblicato il 21 Ottobre 2008 da newcolors

Ho una sensazione di leggerezza che mi pervade.

Come aver vomitato dopo un'intossicazione...

Un vomito liberatorio.

 
 
 

Post N° 243

Post n°243 pubblicato il 16 Ottobre 2008 da newcolors
Foto di newcolors

                     Diamo

                    il

potere

di 

ucciderci

l'anima

solo

a

chi

amiamo

 
 
 

Post N° 242

Post n°242 pubblicato il 30 Settembre 2008 da newcolors


I miei genitori sono due ladri. Mi hanno rubato la mia vita. Per questo non voglio stare con loro. Con le loro cornici perfette potrebbero ingabbiarmi in una fotografia che non è la mia. In una fotografia da appendere ad un muro bianco come la morte.


 
 
 

Post N° 240

Post n°240 pubblicato il 21 Agosto 2008 da newcolors

l'inconscio

non conosce

morale

 

 
 
 

Post N° 238

Post n°238 pubblicato il 12 Agosto 2008 da newcolors

Stamani, sradicavo dalla mia pancia fili d'erba.

Talvolta riuscendovi. Talvolta lasciando la radice dentro la pelle.

C'è Elisa vicino a me.
Mi guarda: è un pò dispiaciuta. Mi dice che dovevo farlo prima, quando erano più teneri; che non è giusto distruggere quelle povere pianticelle cresciute sulla pancia e sul seno.
Elisa è una ragazza molto borghese.

L'erba somiglia alla gramigna: sottile, verde, alta almeno dieci centimetri.
Penso a come estirpare le parti di radice che non sono riuscita a sradicare. Con un coltello potrò togliere tutto.

Ci sei anche tu: mi osservi un pò sorpreso. Ma non dici nulla. 

***

Sono in azienda.

Ci sono delle valutazioni in corso: colloqui, disegni, analisi, presentazioni.
Quando ci comunicano gli esiti, mi accorgo che i valutatori esterni hanno sbagliato quasi tutti i nomi degli attestati che devono rilasciare a chi ha superato positivamente la valutazione. Compreso il mio.

Chiedo spiegazioni in merito al commento ad un mio disegno: mi dicono che l'immagine risulta "macabralmente suggestiva". 

Non ricordo alcuna immagine del genere...

 

 

 
 
 

Post N° 237

Post n°237 pubblicato il 17 Luglio 2008 da newcolors

La sera penso a mia nonna.

La ricordo in immagini che vorrei afferrare e rivivere. 
Ho in mente la sua voce. L'odore della sua pelle. I suoi occhi blu. Le sue mani rugose. I suoi libri sul termosifone del bagno.La sua tristezza in talune occasioni.
Ogni volta che colpiscono te, io sento il suo dolore. E il pensiero a lei diventa più intenso. Costante.

Quando penso a mia nonna, penso all'amore di una madre. Alla voglia di un figlio di stare con lei. Che per mia madre non ho mai avuto. Almeno credo.
Ho passato con mia nonna ore ed ore senza fare niente. Guardandola cucire. Guardandola cucinare. Scrivere sulle sue agende. Fumarsi una sigaretta. Guardare con sofferenza o con forza il Crocifisso nella sua cucina assolata. Al sesto piano. Aspettando che mi porgesse il pane col sugo caldo appena fatto

Una presenza che era con me e che ora non c'è più. E quando non vivi più con una persona cara è come avere la sensazione che la tua vita non possa più essere sempre la tua vita, anche senza di lei. Eppure la mia vita c'è.

Mia nonna è il più bel ricordo della mia infanzia. 

  

 
 
 

Post N° 236

Post n°236 pubblicato il 16 Giugno 2008 da newcolors

Ho smaltato le unghie di rosso cupo.

Con gli occhi di una strega intercetto anime.

Quelle luride mi temono

perchè sulla loro faccia sputo il mio veleno. 




A te lascio l'odore della mia pelle, 
le mie labbra calde e gli abbracci morbidi.

 

 
 
 

Post N° 235

Post n°235 pubblicato il 17 Maggio 2008 da newcolors

tanti si uccidono.

qualcuno è già morto e non lo sa.

qualcun'altro aspetta da sempre di poter morire.

Glicini per te, Amico mio.

17 Maggio 2008.

 
 
 

Post N° 234

Post n°234 pubblicato il 12 Maggio 2008 da newcolors

...ero sotto un incatesimo.

quello che sapevo incombeva da sempre sulla mia vita.

E tu, involontariamente, l'hai spezzato.

***

Quando si spezza un "incantesimo", accade qualcosa di strano: da un lato un profondo senso di smarrimento sembra impadornirsi di tutto. E questo è doloroso. Molto.

Ma poi, piano piano, arriva un regalo: recuperando le forze, mettendo a fuoco il nostro vero sè (e non sa farlo quasi nessuno!), guardando dentro noi stessi, scrutando in fondo in fondo, mi si è visualizzato d'avanti un quadro nuovo, pulito, chiaro.

Una ipotesi di futuro sempre più vicino a me stessa. Più calzante, più perfetta...

Ecco che arriva il regalo: un fortissimo senso di libertà, ti pervade, quasi invasivo, che ti toglie l'ossigeno e ti restituisce forze ed energie nuove.

Sapevo quale sarebbe stata la mia vita già a 5 anni. 

Me lo hanno insegnato i miei genitori. Imponendo subdolamente in me l'idea di ciò che bisogna fare per essere "giusti", per essere come loro pensano sia giusto, come loro ci vogliono. Come fanno quasi tutti i genitori, del resto. E quasi tutti i figli. Ripercorrendo le tappe dei propri avi, assolvendo ai doveri che i nostri genitori ci hanno abilmente suggerito, e ricompiendo, noi figli, diabolicamente gli stessi passi con i nostri figli... 

 

La disillusione è la mia salvezza. E tu, involontariamente, hai provocato tutto ciò.

 
 
 

Post N° 233

Post n°233 pubblicato il 15 Aprile 2008 da newcolors

Quando ho paura di perdere qualcuno

mi sembra di perdere me stessa.

Ma forse è una bugia perchè

Quando mi sembra di perdere qualcuno

ho paura di perdere me stessa.

La nostra vita è solo nostra. Per questo siamo soli. Soli con lei.

 
 
 

Post N° 232

Post n°232 pubblicato il 07 Aprile 2008 da newcolors


Piano piano ho trovato la forza per mettere a fuoco tutta la sciattezza con cui sono stata cresciuta e tutta la paura con cui sono stata sfamata, scoprendo che resistere a quelle costanti "negazioni d'amore" aveva creato in me una voragine incontrollabile e incolmabile, che provava a tirar giù di tutto, fin'anche me stessa. 
Ma ai confini di quella voragine, ho coltivato involontariamente una forza che non conoscevo, che mi ha permesso di restare aggrappata all'orlo di quel buco, resistendo tutti i giorni alla violenza e alla prepotenza di quel vortice nero... Quella stessa ostinata forza, talvolta ridotta in cenci che spesso ho dovuto ricucire insieme, ricomponendo i brandelli di un vestito squarciato che dovevo indossare, mi ha permesso di scoprire dei piccoli "tesori" dentro di me.
Oggi posso decidere tutto quello che voglio, posso prendermi tutta la libertà che mi pare, posso scegliere senza paura la mia vita.
Oggi vivo vicino a lui, che ho scelto per i suoi occhi vivi, la sua imprevedibilità e la sua follia. E lui scopre tutti i giorni qualcosa in più, di se stesso e di me, accarezzandomi con un calore nuovo, stringendomi con forza rinvigorita e guardandomi negli occhi ancora con tutta l'intensità che lo distingue.   
Tutti i colori cambiano quando cambiamo i punti di vista.

 
 
 
Successivi »
 

L'AMAZZONE

“Non mi seccate.

Sono un uomo libero. Ho bisogno della libertà, ho bisogno di star solo;

ho bisogno di rimuginare fra me e me le mie vergogne e le mie tristezze, di godermi il sole e i sassi della strada senza compagnia e senza discorsi, con la sola musica del mio cuore.

Cosa volete da me?

Quel che io voglio dire lo stampo; quel che voglio dare lo dò.

La vostra curiosità mi fa stomaco; i vostri complimenti mi umiliano; il vostro tè mi avvelena.

Non debbo nulla a nessuno e ho da fare i miei conti solo con Dio, se esiste”.     

Henry Miller, Tropico del cancro.

 

FACEBOOK

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: newcolors
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 42
Prov: EE
 

All'interno del Profilo e sopra:  

Le due Frida,  Frida Kahlo, 1935

 

DIRITTI D'AUTORE

Questa opera è pubblicata sotto una

 Licenza Creative Commons 

.

Attenzione: tutto il contenuto di questo blog è protetto da copyright

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/

.

informativa

http://infouma.di.unipi.it/corsi/Simi/2004/progetti/pizzanelli/tutelaweb03.html

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

psicologiaforenseumamau0cassetta2WIDE_REDmarcvallbal_zacunamamma1lupa_78adoro_il_kenyaELLETI82fashionalixgiulik.38strong_passionfalco58dglbabi1970
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 8