Un po' di noi...

Libri, articoli e altro di Andrea e Daniela

 

I LIBRI DI DANIELA

- Josephine Baker Tra palcoscenico e spionaggio (NOVITA' 2017)

- La vita che non c'è ancora (2015)

- Le grandi donne di Milano (2007, II edizione)

  

- L'eterno ritorno, un pensiero tra "visione ed enigma" (2005)

 

I LIBRI DI ANDREA

I grandi delitti italiani risolti o irrisolti (NUOVA EDIZIONE AGGIORNATA, 2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

Bande criminali (2009)

* * * * * * * * * * * * * * *

 

I grandi delitti italiani risolti  o irrisolti (2005, esaurito)

* * * * * * * * * * * * * * *

 

La sanguinosa storia dei serial killer (2003, esaurito)

 

I NOSTRI LIBRI

- Caro amico ti ho ucciso (2016)

- Milano criminale (NUOVA EDIZIONE AGGIORNATA, 2015)

* * * * * * * * * * * * * * *

- I 100 delitti di Milano (2014)

* * * * * * * * * * * * * * *

- I personaggi più malvagi della storia di Milano (2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Milano giallo e nera (2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Gli attentati e le stragi che hanno sconvolto l'Italia (2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Le famiglie più malvagie della storia (2011, II edizione)

* * * * * * * * * * * * * * *

- 101 personaggi che hanno fatto grande Milano (2010)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Il grande libro dei misteri di Milano risolti e irrisolti (2006, III edizione)

 

* * * * * * * * * * * * * *

- Milano criminale (2005,  esaurito)

 

Per maggiori dettagli, vai al Tag Libri e pubblicazioni

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

milenazoomerciaobettina0birba747costanzatorrelli46falsapiriteolgy120poeta.sorrentinoElemento.Scostantebartriev1SAL313deadelnilo1accorsiferroIrrequietaDBloggernick10
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie, anche a te!
Inviato da: accorsiferro
il 30/12/2016 alle 19:29
 
Buon fine ann e buon anno nuovo da kepago
Inviato da: amandaclark82
il 30/12/2016 alle 12:35
 
Addirittura!! Mille grazie e... auguri!
Inviato da: accorsiferro
il 26/12/2016 alle 10:22
 
blog semplicemente meraviglioso. Ottimo lavoro. Ciao da...
Inviato da: emilytorn82
il 23/12/2016 alle 20:24
 
Grazie!! Continui a leggerci!
Inviato da: accorsiferro
il 20/12/2016 alle 17:10
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

 

Accorsi sulla copertina di "BBC History" di novembre

Post n°2072 pubblicato il 18 Ottobre 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

Sul nuovo numero di "BBC History" Andrea Accorsi ricostruisce genesi, applicazioni e conseguenze del Piano Marshall. Con l’editoriale del direttore Giuseppe Brillante e quattro interviste sull’argomento ad altrettanti docenti universitari.
"BBC History" di novembre è in edicola e in edizione elettronica. Per acquisti e abbonamenti on line, http://sprea.it/abbonamenti/747.

 
 
 

Caregiver familiari, Toia (Lista Maroni): bene approvazione in commissione di risoluzione per riconoscere il loro ruolo

Post n°2071 pubblicato il 17 Ottobre 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Sono contenta che, lavorando in sinergia con gli altri Gruppi, sia stata trovata e approvata in pochi giorni una soluzione, dopo che il provvedimento si era arenato in Consiglio la scorsa settimana con il conseguente rinvio dello stesso in commissione. Il testo che ora tornerà in Aula è stato condiviso da tutti e grazie ad esso la nostra Regione, da sempre impegnata in concrete politiche di sostegno e valorizzazione della famiglia nella cura delle persone disabili e non autosufficienti, potrà mettere subito in campo azioni volte a supportare le persone che assistono i propri cari, in attesa che si concluda, speriamo rapidamente, l’iter parlamentare in corso per approvare finalmente un disegno di legge nazionale». Così Carolina Toia, consigliere regionale del gruppo “Maroni Presidente-Lombardia In Testa”, commenta l’approvazione in commissione Sanità e Politiche sociali della risoluzione sui caregiver familiari.
La risoluzione invita, fra l’altro, il presidente della Giunta e il presidente del Consiglio regionale “ad esercitare ogni utile azione presso il Governo e il Parlamento” per “la formazione di una norma nazionale per il pieno ed uniforme riconoscimento, per la tutela e per il sostegno, anche sotto il profilo della previdenza sociale, della figura e del ruolo del caregiver” e “a valutare la possibilità di adottare idonea regolamentazione regionale per valorizzare il ruolo e la funzione dei caregiver nella presa in carico delle persone con cronicità e fragilità”. Fra gli emendamenti approvati, quello che invita la Giunta Regionale a “promuovere strumenti di supporto alla persona fragile e alla sua famiglia anche con interventi complementari all’assistenza domiciliare, a partire dai ricoveri di sollievo in strutture sociosanitarie nella misura in cui siano complementari al percorso domiciliare”.
«La delicata situazione dei caregiver – aggiunge Toia – mi sta particolarmente a cuore ed è per questo che la seguo con attenzione da diverso tempo. Già lo scorso aprile infatti mi ero fatta promotrice di una risoluzione di analogo contenuto, portata all’attenzione della stessa commissione, finalizzata ad appoggiare e sollecitare, come Regione Lombardia, l’approvazione di una norma nazionale che riconosca e tuteli pienamente il caregiver familiare. Non posso dunque, anche in ragione di ciò, che accogliere con estremo favore e soddisfazione l’importante risoluzione approvata».

 
 
 

Gli articoli di Accorsi e Ferro sul nuovo numero di "BBC History"

Post n°2070 pubblicato il 15 Settembre 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

Andrea Accorsi è sulla copertina del nuovo numero di “BBC History” con la battaglia di Ortona, la “Stalingrado d’Italia”: cronaca di uno dei più sanguinosi scontri della Seconda guerra mondiale. Nello stesso numero, Daniela Ferro racconta la vicenda umana e il tragico destino di Mafalda di Savoia. “BBC History” di ottobre è in edicola.

 
 
 

«Dal 2018 abbonamenti mensili e annuali Sitam anche in tratte extraurbane»

Post n°2069 pubblicato il 01 Settembre 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Trasporti, assessore Sorte (Regione Lombardia) risponde a Saggese (Lista Maroni)

«Il nuovo sistema tariffario integrato (che riguarderà sia biglietti, sia abbonamenti settimanali, mensili ed annuali) sarà applicato con l’avvio dei nuovi servizi indicativamente nella seconda metà del 2018/inizio 2019»: è la risposta fornita dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, all’interrogazione con risposta scritta del consigliere Antonio Saggese (Gruppo “Maroni Presidente-Lombardia in testa”) sull’utilizzo degli abbonamenti mensili e annuali d’area SITAM sui treni Trenord anche in tratte extraurbane.
«Da anni – si legge nell’interrogazione presentata da Saggese – è in vigore il SITAM, Sistema Integrato Tariffario Area Milanese, con quattro aree disponibili (Piccola, Media, Grande e Plus 1) per gli abbonamenti cumulativi (urbano+extraurbano) dei trasporti pubblici. Sui siti web di ATM e Trenord è specificato che sulle tratte extraurbane di Trenord sono validi solo gli abbonamenti settimanali di area SITAM, non i mensili e gli annuali, benché anch’essi venduti regolarmente da ATM. Trenord, come abbonamento integrato mensile o annuale, vende il TrenoMilano, che consente l’utilizzo dei treni Trenord tra una località extraurbana prescelta e Milano, oltre all’utilizzo dei mezzi urbani di ATM. I pendolari che hanno necessità di spostarsi tra due comuni dell’area metropolitana milanese, dovendo transitare per Milano (ad esempio la tratta Bollate-Assago), possono acquistare un unico abbonamento valido per l’intero tragitto solo nel caso di abbonamento settimanale, mentre necessitano di due abbonamenti nei casi di mensili o annuali. L’acquisto di un unico abbonamento mensile o annuale SITAM – sottolinea il consigliere regionale della Lista Maroni – potrebbe comportare una spesa inferiore rispetto a soluzioni alternative di abbonamento. Ho interrogato l’assessore per sapere se sia possibile estendere l’utilizzo di abbonamenti mensili e annuali di area SITAM sulle tratte extraurbane della rete Trenord, come già avviene per gli abbonamenti settimanali».
Nella sua risposta, l’assessore Sorte ricorda che la competenza a definire il nuovo sistema tariffario integrato è posta in capo all’agenzia del TPL (Trasporto pubblico locale) di Milano, Monza, Lodi e Pavia e che tale sistema sarà applicato tra la seconda metà del 2018 e l’inizio del 2019.

 
 
 

In edicola lo speciale “Italia coloniale” con gli articoli di Accorsi e Ferro

Post n°2068 pubblicato il 31 Agosto 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

È in edicola lo speciale edito da Sprea sull’Italia coloniale (pagg. 130, euro 9,90): grandi ambizioni, inesperienza, eroismo, conquiste, delusioni dell’avventura coloniale italiana. All’interno, gli articoli di Andrea Accorsi e di Daniela Ferro sul contesto storico, l’inizio del colonialismo, gli esploratori italiani e le loro scoperte, le canzoni, la vita quotidiana nelle colonie e i crimini commessi dal nostro Paese nel continente africano. Buona lettura!

 
 
 

Bilancio Lombardia, nuovi fondi a sostegno dei Vigili del Fuoco volontari

Post n°2067 pubblicato il 28 Agosto 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Daniela Maroni: Regione Lombardia ha mantenuto la promessa

Ammonta a 25 mila euro l’impegno di spesa messo a bilancio per sostenere i Vigili del Fuoco volontari. Un impegno che si è assunta il Consigliere Segretario Daniela Maroni (Gruppo “Maroni Presidente-Lombardia in Testa”) e che oggi, con l’approvazione dell’assestamento di bilancio, è passato.
«Avevo promesso un aiuto concreto e ho mantenuto fede alla mia parola – commenta il Consigliere Segretario Daniela Maroni –. I volontari dei Vigili dl fuoco sono un gruppo molto importante e che, per finalità statutarie, ma anche personali, hanno dimostrato sempre grandi doti tecniche nei momenti del bisogno. Regione Lombardia intende migliorare le condizioni in cui operano questi professionisti e, per questo, mi sono spesa in prima persona. L’importo destinato servirà per sviluppare un buon piano di soccorso civile».
È notizia di questi giorni, inoltre, l’istituzione dell’elenco regionale delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale e delle associazioni di promozione sociale che abbiano tra le finalità statutarie il sostegno a un distaccamento volontario del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. A queste associazioni saranno destinati i bandi regionali per finanziare l´acquisizione di mezzi e dotazioni tecniche indispensabili per il corretto svolgimento delle mansioni attribuite.
«L’Istituzione dell’elenco è il primo passaggio per l’attuazione della Legge regionale 11/2017 – conclude Daniela Maroni –. Regione Lombardia ha dimostrato grande attenzione e si è impegnata a migliorare le condizioni operative del personale dei distaccamenti volontari dei Vigili del fuoco attraverso la messa a disposizione di risorse per l´acquisto di mezzi e dotazioni tecniche e per migliorare la preparazione del personale, attraverso il finanziamento di specifici percorsi formativi. Promessa mantenuta».

 
 
 

Accorsi recensisce il film “Dunkirk” sul numero di “BBC History” in edicola

Post n°2066 pubblicato il 25 Agosto 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

Sul numero di settembre del mensile “BBC History” (Sprea editore), già in edicola, Andrea Accorsi recensisce il film “Dunkirk” in uscita nelle sale italiane a fine mese. L’articolo fa parte di un ampio servizio sull’operazione “Dynamo” che nel 1940 portò in salvo le truppe inglesi da Dunkerque.

 
 
 

In libreria "Josephine Baker. Tra palcoscenico e spionaggio" di Daniela Ferro

Post n°2065 pubblicato il 08 Agosto 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

Ballerina, cantante e attrice, acclamata e celeberrima, Josephine Baker ha incantato le platee di mezzo mondo negli anni turbolenti tra le due guerre mondiali, continuando ad esibirsi fino alla morte. Il nuovo libro di Daniela Ferro Josephine Baker. Tra palcoscenico e spionaggio (Greco & Greco, pp. 160, euro 12) ripercorre la vita della “Venere nera” dalle umilissime origini ai fasti del palcoscenico, senza trascurare nessuna delle tante ascese e cadute che hanno contribuito a fare di Joséphine Baker un mito della contemporaneità. Una vita sotto i riflettori, la sua, della quale però solo di recente è emerso un lato segreto, avventuroso e oscuro, legato all’attività di spionaggio svolta nel corso del secondo conflitto mondiale per conto della sua patria adottiva, la Francia, all’epoca sotto l’occupazione nazista. Meglio noti – ma non per questo meno sorprendenti – sono il suo assiduo impegno nella lotta contro il razzismo e l’intolleranza in ogni loro forma, e la turbolenta vita privata, trascorsa nel contrasto tra estreme ambizioni e difficoltà materiali, ma anche nella continua rincorsa ad un appagamento di sé come amante e come madre, che la spinse a scelte tanto clamorose quanto discusse, allora come oggi.

 

Vai alla pagina ufficiale sul sito dell’editore al link:
http://www.grecoegrecoeditori.it/prodotto/josephine-baker-tra-palcoscenico-e-spionaggio/.

 
 
 

Addestratori, in Lombardia via libera a regolamentazione di compiti, responsabilità e formazione

Post n°2064 pubblicato il 04 Agosto 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Lara Magoni (Lista Maroni): ulteriore, importante risultato per tutela degli animali

«Un importante risultato, al quale si è arrivati con un testo condiviso da tutti i Gruppi consiliari. Finalmente Regione Lombardia, prima in Italia, pone un ulteriore tassello nel lungo percorso da me intrapreso per la tutela degli animali d’affezione, nell’esclusivo interesse dei nostri amici a quattro zampe, oltre che degli operatori cinofili e degli utenti-consumatori dei loro servizi»: così Lara Magoni, consigliere regionale del Gruppo “Maroni Presidente-Lombardia in testa”, commenta il via libera del Consiglio alla proposta di risoluzione per la “Regolamentazione dei compiti, delle responsabilità e dei percorsi formativi degli addestratori, educatori, istruttori cinofili professionisti e istituzione del relativo Registro nazionale”. La proposta, della quale la consigliere Magoni è stata relatrice, era stata votata all’unanimità in commissione Cultura, Istruzione, Formazione, Sport e Informazione.
«Gli animali, in special modo i cani – ha spiegato Magoni nel suo intervento in Aula – non sono solo da compagnia, ma possono dare un contributo importante ad esempio per salvare vite umane o per aiutare chi sta male a ritrovare la serenità. In questo panorama l’addestramento, l’educazione e l’istruzione del cane rappresentano attività utilissime, se non necessarie, per far sì che ogni utilizzo degli animali avvenga in assoluta sicurezza e con la massima qualità. Durante le audizioni che si sono tenute in VII commissione abbiamo constatato come il settore cinofilo necessiti di norme e regole chiare per definire quali caratteristiche deve avere chi vuole impegnarsi professionalmente in questo settore, ma anche per come valutare chi offre questi servizi da volontario. Gli operatori desiderano essere, per così dire, certificati a garanzia della qualità delle loro prestazioni: vorrebbero quindi l’istituzione di un registro nazionale contenente coloro che rispondono a determinati standard e chiedono che questi standard vengano definiti».
«La situazione attuale si presenta, infatti, come una sorta di Far West, con innumerevoli sigle ed enti che riconoscono al loro interno gli addestratori, educatori e istruttori cinofili. A questo proposito – ha ricordato la consigliere della Lista Maroni – Regione Lombardia ha emanato per quanto riguarda i Comuni le Linee guida in attuazione alle disposizioni contenute nel DM 26.11.2009 che introduce il “patentino”, un percorso formativo per i proprietari dei cani; in tale circolare Regione Lombardia prevede che per i corsi formativi i Comuni debbano avvalersi di “Enti di Formazione accreditati e con la collaborazione dell’Ordine dei Veterinari, della Facoltà di medicina veterinaria, delle associazioni veterinarie, delle associazioni di protezione degli animali e di educatori cinofili di comprovata esperienza”. La risoluzione approvata si propone di regolamentare in modo specifico i compiti, le responsabilità e le modalità di svolgimento dei percorsi di formazione degli operatori. Invitiamo inoltre la Giunta regionale – conclude Lara Magoni – ad attivarsi presso il Governo affinché istituisca un Registro nazionale degli operatori cinofili a tutela tanto della cittadinanza quanto della categoria, con la previsione di uno specifico codice ATECO (classificazione delle attività economiche)».

 
 
 

Bilancio Lombardia, Saggese (Lista Maroni): grazie a contenimento spese investiti 10 milioni in alloggi pubblici

Post n°2063 pubblicato il 02 Agosto 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Ulteriore tutela per categorie sociali in difficoltà»

«Esprimo vivo apprezzamento al Presidente Maroni e alla Giunta Regionale per gli ottimi risultati ottenuti su tematiche concrete e di primario interesse per i cittadini lombardi, mantenendo per l’anno a venire i fondi destinati alle categorie più fragili e svantaggiate che nella nostra regione vivono in stato di quotidiana difficoltà». Così Antonio Saggese, consigliere regionale del Gruppo “Maroni Presidente – Lombardia in testa”, commenta l’assestamento di bilancio 2017-2019, in questi giorni all’attenzione del Consiglio regionale.
«Grazie ad una continua operazione di razionalizzazione e contenimento della spesa corrente – spiega il consigliere della Lista Maroni – che ha consentito un completo autofinanziamento degli investimenti evitando gli interessi passivi d’indebitamento, quest’anno il disavanzo da 2 miliardi e 100 milioni di euro del 2015 passa a 1 miliardo e 630 milioni del 2016. Un dato sinonimo di virtuosità che sta a dimostrare come Regione Lombardia, nonostante i tagli del governo, riesca a tenere sotto controllo i costi, rappresentando un’eccellenza anche sotto questo punto di vista».
«L’efficienza non è solo contabile ma è presente anche sul piano sociale – sottolinea Saggese, componente della commissione Sanità e Politiche sociali –. La legge di assestamento di bilancio offre infatti l’opportunità di intervenire con una misura specifica sugli alloggi di edilizia residenziale pubblica che, tenendo conto dell’attuale quadro sociale, interviene nell’esercizio corrente autorizzando la spesa di 10 milioni di euro per il recupero e l’adeguamento delle unità abitative di proprietà dell’Azienda Lombarda di Edilizia Residenziale (ALER) di Milano. Si tratta di un importante investimento che consente di recuperare un numero rilevante di alloggi sfitti e oggetto di sistematica occupazione abusiva, stimato in 1.600 unità nel solo comune di Milano, ripristinando le condizioni di agibilità, l’adeguamento igienico-sanitario ed impiantistico. Questi alloggi potranno essere assegnati in locazione a categorie sociali deboli come anziani, giovani coppie, lavoratori precari, sfrattati perché rimasti senza lavoro in seguito alla crisi economica, genitori separati. Anche con questo investimento – conclude Antonio Saggese – Regione Lombardia attua sul territorio una politica concreta che affronta e concorre a risolvere un problema fondamentale, come quello della casa per le categorie sociali in difficoltà».

 
 
 

Pensioni, Toia (Lista Maroni): nessun buco nei conti

Post n°2062 pubblicato il 01 Agosto 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Rivedere l'innalzamento automatico dell'età anche per favorire il ricambio generazionale»

«Rivedere l’automatismo di innalzamento dell’età di accesso al sistema pensionistico per permettere al lavoratore di andare in pensione ad un’età congrua con il lavoro svolto e che possa liberare posti di lavoro alle nuove generazioni, garantendo sicurezza per il futuro sia dei pensionati che dei giovani»: è lo scopo di una mozione approvata nell’ultima seduta del Consiglio regionale come illustrato da Carolina Toia (nella foto), consigliere del Gruppo “Maroni Presidente-Lombardia in testa” e tra i firmatari della mozione.
«Bisognerebbe sfatare il mito di un’Italia troppo spendacciona nel settore del welfare – osserva Carolina Toia –. La spesa per le pensioni, al netto delle tasse, si attesta intorno a 168 miliardi di euro, con entrate pari a 172 miliardi. Questo dato smentisce che le pensioni siano un “buco nero” nei conti dello Stato, che con questa scusa continua ad alzare l’età pensionabile e a tagliare le pensioni. La spesa per i pensionati è in attivo e le spese generali per il welfare sono più basse che in altri Paesi europei come Germania, Danimarca. Francia, Finlandia e Norvegia».
«Anche altri dati devono farci riflettere, ovvero quelli relativi all’aspettativa di vita – prosegue la consigliere della Lista Maroni –. Nel 2015 si è riscontrato un abbassamento dell’età media che però non produrrà una riduzione dell’età di ingresso al sistema pensionistico, dal momento che la legge attuale prevede soltanto adeguamenti verso l’alto e non verso il basso. Infine – conclude Carolina Toia – condivido la preoccupazione, contenuta nella mozione, che un tardivo accesso al sistema pensionistico ha un effetto immediato sul ricambio generazionale nel mondo del lavoro, come dimostra la disoccupazione giovanile».
Come si legge nella mozione approvata, le modifiche imposte dalla legge 122/2010 hanno comportato un’accelerazione degli adeguamenti alla speranza di vita per cui, ad oggi e fino al 31 dicembre 2018, le pensioni di vecchiaia saranno corrisposte a 66 anni e 7 mesi di età, mentre dal 1° gennaio 2019, con l’aumento previsto di ulteriori 5 mesi, saranno necessari 67 anni e 2 mesi. L’aumento è stato previsto e applicato anche ai requisiti contributivi richiesti per la pensione anticipata (di anzianità) per la quale, fino al 31 dicembre 2018, saranno necessari 42 anni e 10 mesi di contribuzione per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, mentre dal 1° gennaio 2019 si passerà a 43 anni e 3 mesi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi per le donne.

 
 
 

Accorsi e Ferro anche sulla copertina di "Guerre e Guerrieri"

Post n°2061 pubblicato il 27 Luglio 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

Questo mese Andrea Accorsi e Daniela Ferro sono anche sulla copertina del numero di agosto di "Guerre e guerrieri" con le guerre indiane: da Little Bighorn al massacro di Wounded Knee, gli scontri leggendari tra indiani ed esercito Usa. "Guerre e guerrieri" è in edicola: buona lettura!

 
 
 

Tumori, Toia (Lista Maroni): via ad ampliamento dei test genetici per prevenire cancro al seno e dell'ovaio

Post n°2060 pubblicato il 26 Luglio 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Anche Regione Lombardia, che è stata la prima ad aver deliberato la gratuità del test BRCA e che rappresenta l’eccellenza in campo oncologico, renderà accessibile il test a tutte le pazienti affette da carcinoma ovarico garantendo tale esame anche ai familiari sani, per consentire loro di intraprendere percorsi di sorveglianza attiva o di chirurgia profilattica, scongiurando così il rischio di ammalarsi di tumore». Carolina Toia (nella foto), consigliere del Gruppo consiliare “Maroni Presidente-Lombardia in testa”, illustra in questi termini la mozione trasversale, approvata in serata dal Consiglio, che chiede alla Giunta di introdurre il test genetico BRCA per la prevenzione del tumore al seno e dell’ovaio secondo le linee dell’Associazione italiana di oncologia medica.
«Poiché il tema legato alla prevenzione dei tumori femminili mi sta particolarmente a cuore, dopo le svariate iniziative promosse per l’individuazione dei Centri di Senologia, accolgo con favore questa mozione che semplifica l’accesso al test di predisposizione genetica BRCA, come indicato dalle recenti linee guida dell’Associazione italiana di oncologia medica – spiega Toia –. Il tumore ovarico è un “killer silenzioso” responsabile ogni anno della morte di oltre 140 mila donne in tutto il mondo, oltre 3 mila solo nel nostro Paese. Ad aumentare il rischio di sviluppare un tumore ovarico interviene il DNA: il 15-25% dei carcinomi delle ovaie deriva dalla mutazione del gene BRCA, che può far aumentare la probabilità di sviluppare un tumore fino al 46%, rispetto all’1,8% della popolazione generale».
«Mentre in passato, per il tumore ovarico, non esistevano strumenti per una diagnosi precoce, la scienza ha messo oggi a disposizione una nuova tecnica che consente di identificare il rischio di sviluppare il carcinoma – prosegue la consigliere della Lista Maroni –. Si tratta dei test genetici BRCA, che identificano la mutazione del gene e permettono così di intervenire più precocemente e di individuare le terapie più efficaci per le pazienti con tumore ovarico. Sulla base di queste evidenze molte Regioni, attenendosi alle raccomandazioni delle principali società scientifiche, hanno ampliato l’offerta di questo test. Da oggi lo farà anche la Lombardia».

 
 
 

Accorsi e Ferro sulla copertina di “BBC History”

Post n°2059 pubblicato il 20 Luglio 2017 da accorsiferro
Foto di accorsiferro

L'incredibile vicenda umana e professionale di Simon Wiesenthal, il celebre "cacciatore di nazisti" e la storia degli uomini e delle donne che proseguono il suo operato: sono alcuni degli articoli di Andrea Accorsi e Daniela Ferro sul numero di "BBC History" di agosto in edicola.

 
 
 

Montagna, Lara Magoni: «Le risorse restino sul territorio e garantiamo concorrenza su grandi derivazioni ad uso idroelettrico»

Post n°2058 pubblicato il 07 Luglio 2017 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Promuovere un Accordo quadro di sviluppo territoriale (AQST) denominato “Montagna 2.0” e attivarsi presso il Governo, attraverso la Conferenza Stato Regioni, affinché modifichi il cosiddetto “Decreto Crescita” in modo da garantire una vera concorrenza per il rinnovo delle concessioni sulle grandi derivazioni ad uso idroelettrico, a beneficio dei territori montani coinvolti. Sono gli impegni che dovrà assumersi la Giunta regionale dopo l’approvazione, avvenuta oggi con una sola astensione su 51 votanti, della mozione presentata da Lara Magoni, consigliere regionale del gruppo consiliare “Maroni Presidente-Lombardia In Testa”.
«La mozione nasce da una richiesta che arriva dai territori montani ed evidenzia la necessità di utilizzare le ricchezze prodotte dalle grandi derivazioni per lo sviluppo degli stessi territori – spiega Lara Magoni –. Ad oggi, molte concessioni di grande derivazione sono scadute e le aziende continuano ad operare in prosecuzione temporanea, il che comporta un canone aggiuntivo. Abbiamo chiesto di destinare tutte le risorse di tale canone alle Province con territori montani dove sono presenti opere delle grandi derivazioni, per concorrere al finanziamento di interventi di miglioramento ambientale e che promuovano lo sviluppo della montagna. Inoltre auspichiamo che queste risorse vengano utilizzate in modo condiviso con gli stessi territori, così da evitare interventi solamente subìti».
«Occorre far uscire la montagna da logiche assistenziali e per fare questo bisogna lasciare che siano gli stessi territori a gestire le risorse che derivano dalla più grande industria presente in montagna, ovvero la produzione di energia idroelettrica – sottolinea la consigliere della Lista Maroni –. L’AQST andrebbe in questa direzione: la montagna al centro della gestione delle sue ricchezze e non più come un territorio assistito. Abbiamo bisogno di un nuovo patto con il territorio montano che metta al centro le misure di compensazione territoriale, di miglioramento, di efficienza, sicurezza e conservazione delle capacità dell’invaso. Con le definizioni dei criteri di rinnovo delle grandi derivazioni – conclude Lara Magoni – abbiamo una grande possibilità: mettere al centro i territori interessati dalle opere e dare loro la responsabilità di gestire in modo autonomo le risorse determinanti per il proprio sviluppo. Da donna di montagna mi sono sempre sentita privilegiata nell’abitarla e credo che la montagna non abbia bisogno di un “mutuo soccorso” ma riesca a vivere egregiamente usando la sua risorsa primaria: l’acqua».

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: accorsiferro
Data di creazione: 04/03/2006
 

IL FILM CHE ABBIAMO VISTO IERI SERA

The International **

Legenda:

** = merita
* = non merita

 

I LIBRI CHE STIAMO LEGGENDO

Andrea:

E. Hahn Beer, S. Dworkin
La moglie dell'ufficiale nazista
(Garzanti)

 

I NOSTRI LIBRI PREFERITI

Anna Karenina di Lev Tolstoj

Assassinio sull'Orient-Express di Agatha Christie

Cime tempestose di Emily Bronte

Dieci piccoli indiani di Agatha Christie

Genealogia della morale di Friedrich Nietzsche

Guerra e pace di Lev Tolstoj

Illusioni perdute di Honoré de Balzac

Jane Eyre di Charlotte Brontë

Le affinità elettive di Johann W. Goethe

Madame Bovary di Gustave Flaubert

Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov

Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

 
Citazioni nei Blog Amici: 3