Creato da acer.250 il 26/11/2007
off road, riflessioni di vita e informazioni (off road, thinking and living information - just to be there)
 

deadlander acer

 
 

Contatta l'autore

Nickname: acer.250
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 57
Prov: BS
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Per contattare l'autore

Area personale

 

un graditissimo regalo di Martina

-by

 

Premio 10 e lode

ringrazio con tanto affetto per il premio

con la seguente motivazione assegnatomi da

 donne e.... 

Al blog "TANTO PER ESSERCI"  di una persona speciale.

http://blog.libero.it/ashla/

 

PREMIO Award Brillante

donatomi dalla cara amica Silvana

del blog : SGATTAIOLANDO

 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I veri amici vedono i tuoi errori e ti avvertono. I falsi amici invece  pur vedendo allo stesso modo i tuoi errori...  ti lusingheranno sempre

 

fagiani da .......... corsaaaaa

 

Jeep & Defender

 

bloccato nel fiume

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Two Steps From Hell

 

Web stats powered by www.ninestats.com" alt="" />

 

Ultimi commenti

ancora niente di nuovo...mi piacerebbe sapere cosa ne...
Inviato da: motto59
il 30/04/2016 alle 21:53
 
ciao Acer sono di nuovo qua, dopo un po', a rileggere...
Inviato da: motto59
il 23/04/2016 alle 21:25
 
molto bello qui
Inviato da: navighetortempo
il 03/03/2016 alle 22:44
 
non è sempre facile, ma possibile, ciao un sorriso
Inviato da: acer.250
il 15/02/2016 alle 11:12
 
Grazie anche a te, scusa il brevissimo ritardo nella...
Inviato da: acer.250
il 15/02/2016 alle 11:11
 
 

Ultime visite al Blog

sols.kjaermotto59sagredo58pantaleoefrancaSalvatoreLPelusonavighetortempolubopoElemento.Scostanteenrico505psicologiaforenseannaincantoscrittocolpevoleHANNIBALDAgiannizzeramichidiangelo
 

Land Rover

 

Disclaimer

Questo Blog non è una testata giornalistica perchè aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. La gran parte delle immagini presenti sono state reperite su internet e pubblicate perchè giudicate di pubblico dominio. Chiunque, in possesso di diritti sulle immagini, intendesse richiederne la rimozione dovrà solo inviare una mail e saranno eliminate.Il materiale riportato è pubblicato senza fini di lucro. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno rimosse .

 

 

 

canone Rai, chi deve pagare

Post n°1118 pubblicato il 15 Febbraio 2016 da acer.250
 

 

Il canone ordinario è dovuto da chiunque detenga un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive". Detenzione che "si presume nel caso esista un'utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza". Sarà dunque la residenza il criterio per stabilire chi avrà il canone Rai addebitato nella bolletta elettrica e chi no.

La presunzione si applica solo alle utenze nel luogo in cui un soggetto ha residenza anagrafica (cosiddette 'utenze domestiche residenti'): quindi, solo sulle 'prime case'.

L'inquilino che è residente in un immobile senza avere l'utenza elettrica intestata dovrà comunque pagare il canone con modalità da stabilire nei decreti attuativi del governo che, al momento, non sono stati ancora predisposti. Il proprietario, invece, dovrà pagare solo per la casa nella quale ha residenza.

E' inoltre allo studio la soluzione per chi attiva una fornitura di energia a novembre o dicembre: potrebbe essere deciso che pagherà il canone da gennaio.

Chi non dovrà invece pagarlo? Anziani over 75 con reddito proprio e del coniuge entro 6.713,98 euro all'anno; i titolari di utenza elettrica per la seconda casa; chi ha comunicato alle Entrate di non avere la tv nel 2016.

Infine, nel question time alla Camera di giovedì scorso, il viceministro all'Economia Enrico Zanetti ha spiegato che dichiarare di avere la tv non farà scattare i controlli per gli anni precedenti. Il canone, ricordiamo, sarà addebitato nelle bollette a partire da luglio (legge 208/2015) e l'importo è pari a 100 euro.

 
 
 

iPhone 6 - la beffa?

Post n°1117 pubblicato il 15 Febbraio 2016 da acer.250

California sta partendo una class action contro Apple per risarcire i possessori di iPhone 6 e 6 Plus (ma anche di modelli precedenti e di iPad) dall’Errore 53. Di cosa si tratta? Un messaggio di blocco che arriva sul dispositivo, rendendolo completamente inutilizzabile, e non lasciando alcuna possibilità di recuperare i propri dati: nessuna foto, nessun video, niente di niente. 

Si resta con un telefonino muto e senza memoria. La richiesta di risarcimento danni avanzata dai legali americani è di ben 5 milioni di dollari. chissà che non parta una una vera class action anche in Italia, sui siti specializzati in tecnologia si legge che una possibile causa che scatenerebbe l’Errore 53 è stata identificata in interventi di riparazione non effettuati presso gli Store Apple. in particolare, sono a rischio “blocco” i possessori di dispositivi Apple che hanno fatto riparare da terze parti il tasto Home con   Touch ID, ma anche altre componenti. 

Nella class action avanzata contro Apple da uno studio californiano, oltre alla gravità del disagio derivante dall’Errore 53, si evidenzia un altro aspetto della questione, che lede i diritti dei consumatori: l’Errore 53 oltre a bloccare completamente il dispositivo, rende nulla anche la sua garanzia. Come a voler infliggere una doppia punizione all’utente che ha osato far riparare il proprio smartphone in un centro non Apple. 

 

Oltre al danno quindi la beffa?

 
 
 

aforisma

Post n°1116 pubblicato il 24 Novembre 2015 da acer.250
 
Tag: acer250

 
 
 

lettera al Papa Francesco

Post n°1115 pubblicato il 22 Novembre 2015 da acer.250
 

Caro Papa,

chi ti scrive è un semplice cristiano, ti ho visto eleggere, ti ho sentito parlare, ho visto i tuoi occhi, ho visto come sei, ho visto gente non credente credere in te, ti ho ascoltatato ogni volta parlavavi, ho creduto in Te che mi hai ridonato il sogno di Dio, del Dio che appartiene al semplice Dio degli uomini semplici, del Dio che condividiamo io e te, io, noi ...... crediamo in te, dalla tua elezione ci hai chiesto di pregare per te, noi .... lo facciamo, noi ....e siamo un esercito di anime, preghiamo per te, e lo facciamo davvero,  Mio Papa però tu non  farmi male,  non farci male,  io prego per te, noi preghiamo per te, ma non farci male,  la tua anima è la nostra, ora tu ci hai preso l'anima e ne hai la responsabilità, non farci del male non mettere a rischio te stesso, NON METTERE A RISCHIO TE' STESSO perchè tu ora con il tuo essere ci hai dato una speranza grande quanto il Signore, non permettere che ti possano fare del male, non permettere che ci facciano del male, ci sono stati i tempi delle crociate, ci sono stati i tempi della vera civiltà,  Papa mio non farci del male, salvaguardia tu, se vuoi salvaguardare noi, noi che preghiamo per te,  un abbraccio prega per noi e prega per me, 

acer250

 

cristiani

 

 
 
 

.

Post n°1114 pubblicato il 12 Luglio 2015 da acer.250

 
 
 

Adsl………. più paghi e più vai veloce?

Post n°1113 pubblicato il 26 Maggio 2015 da acer.250
 

adsl

Il panorama delle connessioni internet in Italia è piuttosto complesso nella sua uniformità accade così che la linea telefonica sia tutta o quasi di una sola azienda, la Telecom o TIM, che possiede le centrali, le altre aziende affittano il cosiddetto ultimo miglio del cavo telefonico, per offrire un servizio personalizzato ai clienti senza essere dipendenti da Telecom stessa.

Con il nome ULL ("accesso disaggregato alla rete locale") anche noto come "liberalizzazione dell'ultimo chilometro", si intende il distacco completo dall'operatore proprietario dei cavi, Telecom, per abbonarsi con un altro operatore che diventa responsabile a tutti gli effetti della linea del cliente, Esistono quindi alcuni operatori, come Fastweb e, in certe zone d'Italia, anche come Vodafone e Wind, che si distaccano da Telecom offrendo una connessione ULL indipendente, ed altri invece che sono solo rivenditori di Telecom e ne sono anche dipendenti.

Queste differenze di collegamento sono spesso ignote ai clienti e mai dette dai vari venditori che pur di far firmare il contratto direbbero qualsiasi cosa, come si può poi notare guardando il confronto tra le offerte internet ADSL casa migliori, più convenienti, veloci e affidabili, i prezzi difficilmente cambiano per la velocità di connessione.

Per la sua posizione dominante dal punto di vista della proprietà di cavi e centrali, l'unico operatore che ha diversi prezzi a seconda della velocità di internet garantita è Telecom Italia, che oggi ha cambiato nome in TIM, Chi ha TIM / Telecom 7 Mega potrebbe allora chiedersi se vale la pena passare dalla offerta 7 Mega a quella di TIM o di altri operatori che promettono 20 0 30 Mega.

In sostanza è importante capire se pagando di più si ottiene un vero aumento di velocità di internet oppure se è solo un bluff, chi ha una connessione ADSL 7 Mega di Telecom può misurare la velocità di internet facendo il test dell'ADSL scoprendo una velocità non troppo lontana dai 7 mega promessi in download.

Se fosse molto più lento allora bisognerebbe fare delle verifiche per capire e risolvere problemi di connessione internet lenta, può darsi che la colpa sia del computer, del router oppure del fatto che la centrale telefonica è lontana da casa nostra, ma questo tipo di test è puramente indicativo, ma può dare un'indicazione preliminare riguardo le possibilità di upgrade possibili.

Si potrebbe allora chiedere a Telecom di togliere i limiti di velocità alla propria connessione oppure, se possibile, cambiare e chiedere l'allaccio a un altro operatore reale come Fastweb, Vodafone o Wind che hanno la loro rete (e non sono solo rivenditori), se disponibile l'ultimo miglio nella modalità ULL  comunque con gli altri operatori, solo nel caso di ULL, anche se i 10/20 Mega non saranno mai effettivi, e forse  si potrebbe effettivamente guadagnare velocità senza spendere di piùt enere a mente però che per un utente normale e non professionale che usa uno, due o tre computer in casa, ottenere una connessione internet più veloce può essere qualcosa di inutile e non è detto che effettivamente internet vada più veloce.

La velocità di visualizzazione di un sito web con una connessione 7 Mega o un 100 Mega sarà, ad esempio, la stessa così come, in teoria, la visione dei video Youtube ad alta qualità, quasi sicuramente si potrà sperimentare una velocità di download più rapida con una connessione più veloce, ma solo se si tratta di download diretti e non limitati dal sito che distribuisce quel file.

I venditori e i consulenti commerciali delle compagnie telefoniche possono sventolare dati e numeri teorici alti quanto si vuole ed è vero che la velocità di download può aumentare anche di 10 volte senza un limite teorico, ma tutto poi dipende dal server a cui ci si connette o, in parole semplici, dai siti da cui si scarica.

 

 

Ciao :-)

 
 
 

ciao a tutti

Post n°1112 pubblicato il 23 Maggio 2015 da acer.250

 

torno presto,

grazie delle visite :-)

un sorriso e un abbraccio

acer

 
 
 

serena Pasqua a tutti

Post n°1111 pubblicato il 05 Aprile 2015 da acer.250

immaggine di Dio

acer250

 
 
 

non potevo lottare io

Post n°1110 pubblicato il 12 Marzo 2015 da acer.250
 
Tag: acer250

 

Non potevo lottare io, da solo, per te; ho dovuto lasciarti la libertà di scegliere tra me e il male che ti facevi.
 
 
 

da "tanto per esserci"

Post n°1109 pubblicato il 25 Dicembre 2014 da acer.250
 

 

Il miglior Augurio di un sereno Natale, un sorriso, un abbraccio

acer 

 
 
 

ci sono ....

Post n°1108 pubblicato il 21 Dicembre 2014 da acer.250
 

 

... certe bugie e illusioni, che stringono la mano come per proteggere senza lasciare la presa, sembrano quasi sincere.

Buona domenica a tutti

 
 
 

dedicato

Post n°1107 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da acer.250
 

                                                   

non è l'affermazione della propria superiorità sugli altri, non è realizzazione del proprio IO e non presuppone una vera conoscenza di Sé, la lotta per avere il vittoria sugli altri non è espressione del proprio potere personale, solo lotta di giustizia e ideale

acer250

 
 
 

Buona fortuna, signor Gorsky

Post n°1106 pubblicato il 15 Dicembre 2014 da acer.250

Il 20 luglio 1969, il comandante del modulo lunare Apollo 11 Neil Armstrong, fu il primo uomo che mise piede sulla luna.

Le sue parole appena sceso sul suolo,

"Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un passo da gigante per l'umanità",

furono trasmesse alla terra e ascoltate da milioni di persone.

Ma appena prima di rientrare nel LEM, fece un'enigmatica esclamazione:

"Buona fortuna, signor Gorsky."

Molte persone alla N.A.S.A. pensarono fosse una citazione che riguardasse un cosmonauta rivale sovietico; comunque, dopo aver controllato, si accorsero che non c'era nessun Gorsky nelle liste (sia russe che americane) del programma spaziale.

Negli anni seguenti, molti giornalisti chiesero ad Armstrong cosa significasse quella frase, ma il cosmonauta si limitava semplicemente a sorridere.

Il 5 luglio 1995 a Tampa Bay in Florida, nella conferenza stampa dopo un discorso, un reporter rifece la domanda, ormai vecchia di 26 anni, ad Armstrong.

Fina lmente questa volta Armstrong rispose.

Il signor Gorsky era morto, così l'astronauta pensò fosse arrivato il momento di rispondere alla fatidica domanda.

Nel 1938, quando era un ragazzino di una piccola città del midwest, stava giocando a baseball con un amico in cortile.

Il suo amico colpì la palla, spedendola nel giardino dei vicini.

La palla atterrò proprio di fianco alla finestra della camera da letto della casa.

I suoi vicini erano il signore e la signora Gorsky.

Come fece per raccogliere la palla, il giovane Armstrong udì la signora Gorsky urlare al marito: "Un pompino! Tu... vorresti un pompino??? Ti farò un pompino quando il ragazzo della porta accanto camminerà sulla luna!!!"

 
 
 

semplici frammenti d'anima

Post n°1105 pubblicato il 06 Dicembre 2014 da acer.250
 

Scuoto la polvere del vuoto per poter adocchiare la trama interna dell'incognito, nascosto tra la realtà che vedo e quella che vorrei vedere.

 

 
 
 

attenti alla pubblicità

Post n°1104 pubblicato il 06 Dicembre 2014 da acer.250
 

 

Caldaia a condensazione, spot Enel dimentica alcuni costi

Sui principali canali TV sta andando in onda lo spot di Enel energia che propone di sostituire la vecchia caldaia a gas con una a condensazione. In un primo momento lo “scambio” sembra conveniente, ma Enel si “dimentica” di dire che il prezzo della pubblicità è riferito alla sola installazione base, a cui vanno aggiunte diverse voci e altri costi.

La pubblicità di Enel tralascia alcune voci dell’offerta: si parla della possibilità di scegliere tra 3 differenti taglie a seconda del fabbisogno energetico dell’unità abitativa, ma con pacchetti aggiuntivi e ulteriori proposte commerciali correlate. Dovrebbe inoltre comprendere anche il supporto di tecnici qualificati per effettuare le attività sia tecniche che burocratiche, prima, durante e dopo l’intervento.

Quello che la pubblicità non dice, però, è che l’offerta di Enel è riferita alla sola installazione base per 2.800 euro, ai quali bisogna aggiungere i costi per lo scarico fumi ed eventuali opere preparatorie o di adeguamento necessarie, l’adeguamento di tutte le valvole termostatiche, attraverso i pacchetti aggiuntivi premium e plus, indispensabili anche per poter accedere alla detrazione del 65% per efficientamento energetico, mentre , il prezzo medio per l’acquisto e l’installazione di una caldaia a condensazione generica è di 2.100 euro. Prima di scegliere Enel, perciò, è meglio effettuare altri preventivi a tecnici di zona specializzati.

L’installazione di una nuova caldaia a condensazione in sostituzione della vecchia caldaia tradizionale comporta un risparmio sui consumi del gas intorno al 15%. Questo risparmio è stato calcolato in base al riscaldamento di un’unità abitativa di circa 90 m2, dotata di classici termosifoni (in ghisa, acciaio o alluminio) e con produzione di acqua calda sanitaria per 2/3 persone. Si potrebbe raggiungere quasi il 20% solo se si installa una nuova caldaia a condensazione su sistemi di riscaldamento radianti a pavimento serviti da vecchia caldaia tradizionale. Va detto, però, che la caldaia a condensazione necessita di uno scarico delle acque di condensa e che non è sempre fattibile.

Rispetto a un modello tradizionale, con una nuova caldaia a condensazione è possibile risparmiare dagli 85 euro di Napoli fino ai 105 euro di Milano. Costo annuo che tiene conto di acquisto e installazione, ammortato sui 15 anni di vita, e del costo del gas.

La differenza di prezzo dell’investimento iniziale è considerevole e va valutata con attenzione: installare una nuova caldaia tradizionale, infatti, costa circa 1.400 euro, ma ha anche una spesa di gas annuale di 110 euro in più in bolletta rispetto a una nuova caldaia a condensazione. La maggior spesa in bolletta erode negli anni il minor investimento iniziale. Inoltre una caldaia a condensazione ha emissioni inquinanti inferiori, un migliore rendimento energetico e rappresenta un prodotto moderno ed efficiente, oltre al fatto che in alcune Regioni è consentita l’installazione di nuove caldaie solo a condensazione. Per una caldaia tradizionale, infine, la detrazione massima è del 50% per ristrutturazione edilizia (contro il 65% previsto dai lavori di efficientamento energetico), senza l’obbligo di installare le valvole termostatiche.

 
 
 
Successivi »