Creato da acronlusdifatto19 il 20/12/2013
si occupa di giovani, ambiente e comunicazione

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

Area personale

 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

acronlusdifatto19LSDtripacrilmilaneseolegna69spettro81RavvedutiIn2cile54lubopoProfiloattivoansa007acrilsanremeseElemento.Scostanteoceanoriorepopaolo1974latina.cam
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

acrilsanremese

Caricamento...
 

 

acr il baggese


 image001.png

 

Gentilissimi trasmettiamo in allegato la locandina relativa  all’iniziativa  del: “Carnevale al Municipio 7” che si svolgerà dal 15 al 17 febbraio 2018 e coinvolgerà i quartieri del Municipio 7.

Cordialmente

 

 locandina carnevale 2018.jpg

 


Direzione Municipi

Area Municipio 7

ufficio rapporti con i cittadini

02/884.58708 - 58373

www.comune.milano.it/municipio7

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acr il sanremese-milanese

Post n°352 pubblicato il 07 Febbraio 2018 da acronlusdifatto19
 

 

Riceviamo e pubblichiamo, gratuitamente a cura di www.acraccademia.it 

"Al via le iniziative #SaferInternet4EU per il 2018

 Oggi, in occasione della 15a giornata per un Internet più sicuro, al Parlamento europeo a Strasburgo la Commissaria per l'Economia e la società digitali Mariya Gabriel ha dato il via alle iniziative #SaferInternet4EU, che avranno luogo nel 2018 in tutta l'UE, e che intendono promuovere l'igiene cibernetica, l'alfabetizzazione mediatica, il pensiero critico e le competenze informatiche, e sensibilizzare il grande pubblico, in particolare i bambini, in merito alle insidie connesse a Internet.

Il Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale Andrus Ansip ha dichiarato: "La sensibilizzazione ai rischi che si corrono in rete è fondamentale sia per i genitori che per i minori. Tutti possiamo prestare maggiore attenzione al nostro comportamento online, pensandoci bene prima di condividere determinati contenuti o di aprire una mail sospetta e cambiando regolarmente le nostre password." (Si veda il post del Vicepresidente pubblicato sul suo blog in occasione della giornata per un Internet più sicuro).

 La Commissaria Gabriel ha aggiunto: "Le iniziative avviate oggi sono aperte a chiunque voglia impegnarsi per un Internet più sicuro. Mi auguro di vedere nuove iniziative locali in tutta Europa e invito tutti a partecipare attivamente per migliorare le competenze informatiche, la consapevolezza cibernetica e l'alfabetizzazione mediatica nella nostra società."

 

#SaferInternet4EU prevede anche un concorso, che prenderà il via il 1° marzo e premierà progetti di varia natura per rendere Internet più sicuro per i bambini. Gli insegnanti europei dispongono inoltre di corsi online aperti a tutti (MOOC) con risorse e attività a supporto dell'insegnamento della sicurezza online e dell'igiene cibernetica.

 

Maggiori informazioni sulle iniziative #SaferInternet4EU sono disponibili sul sito dell'UEbetterinternetforkids.eu. La giornata per un Internet più sicuro, organizzata dalla rete Insafe/INHOPE e daicentri "Internet più sicuro" col sostegno della Commissione europea, attraverso eventi e attività che hanno luogo in tutto il mondo riunisce migliaia di persone di più di 140 paesi a difesa di un Internet migliore e più sicuro.

Maggiori informazioni sono disponibili nella scheda informativa e qui.

 

(Per maggiori informazioni: Nathalie Vandystadt - Tel.: +32 229 67083; Inga Höglund – Tel.: +32 229 50698; Julia-Henriette Bräuer – Tel.: +32 229 80707)

 

http://www.acraccademia.it/Il%20Sanremese%20pag%202.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acr il sanremese

Post n°351 pubblicato il 06 Febbraio 2018 da acronlusdifatto19
 

Riceviamo e pubblichiamo.. GRATIS a cura di www.acraccademia.it 
Dall'8 al 15 Febbraio - Colasanti Casa d'Aste
Se non visualizzi questa email clicca qui
Inoltra
Ciao Sergio Dario,

oggi ti offriamo un'occasione unica e coinvolgente per sostenere iProgetti dell'UNICEF.

Una selezione di quadri donati negli anni all'UNICEF Italia andrà all'asta 
dall'8 al 15 Febbraio 2018 sul sito Colasanti Casa d'Aste (Lotti 1 - 193).


Scopri subito come iscriverti su Colasanti, Casa d'Aste e partecipa all'asta, vedrai che è alla portata di tutti. Con il tuo acquisto rinnoverai il valore del quadro e trasformerai un oggetto donato con il cuore in un aiuto concreto per tutti i bambini.
PARTECIPA ALL'ASTA

Informativa art. 13, d. lgs 196/2003: I dati personali sono trattati, elettronicamente, da Comitato Italiano per l'UNICEF Onlus, titolare del trattamento, Via Palestro 68, 00185 Roma (RM) per invio di e-mail informative sulla propria missione. Ai sensi dell’art. 7, d.lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi all'invio di e-mail informative e richiedere elenco dei responsabili, scrivendo a UNICEF all'indirizzo sopra indicato o inviare un'e-mail a infoprivacy@unicef.it

 Per qualsiasi comunicazione con il Comitato Italiano per l'UNICEF Onlus utilizza il tuo codice  1653082

http://www.acraccademia.it/ATTIVITA'.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

acr il sanremese 5-2-2018

www.acraccademia.itRiceviamo e volentieri pubblichiamo..Sanremo, Baglioni scherza con Fazio: “Mi stai facendo venire l’ansia. Fiorello? .. gli piace gocare?

3527600_2123_baglioni_e_fazio1_620x350Il «terrore» della vigilia, «il panico, la tachicardia, la salivazione inesistente, i piccoli tremori diffusi»: Fabio Fazio, per quattro volte padrone di casa al Festival di Sanremo, introduce così, raccontando la paura del conduttore, il collegamento dall’Ariston con Claudio Baglioni, questa sera a Che tempo che fa. E Baglioni di rimando: «Ero tranquillissimo prima di questo tuo pistolotto, adesso mi ha invaso un’ansia alta come i palazzi di periferia».

«Chi vince? Io avrei vinto volentieri – scherza Baglioni rispondendo alle domande di Fazio – ma c’è un conflitto di interessi enorme. Pur essendo il ‘dittatore artisticò, almeno devo far vincere qualcun altro». All’Ariston, confessa, «non è facile, neanche essere dittatori». Al festival due volte come ospite, nel 1985 con Pippo Baudo conduttore per festeggiare Questo piccolo grande amore canzone del secolo (canzone che tutti quelli del 900 o giu' di lì.. ricordano.. chi non si è innamorato ascoltandone le note?) e nel 2014 con lo stesso Fazio, Baglioni festeggia quest’anno i 50 anni di carriera. «Rischio di terminarla subito dopo Sanremo», ironizza. «Dopo il festival riprenderò il mio antico mestiere, sospeso da tre mesi e mezzo». Baglioni prova a invitare Fazio («il primo peccato l’ho fatto con te, mi hai iniziato al rito della televisione», con Anima mia), ma il conduttore di Che tempo che fa risponde: «Sarà un bellissimo festival, ma quest’anno ti guarderò da casa». A chiudere il collegamento, l’ingresso in studio del premio vivente per Baglioni, Luciana Littizzetto travestita da palma di Sanremo.

«Fiorello è cocciuto e presuntuoso». Scherza ancora Baglioni in collegamento dall’Ariston con Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa su Rai1, ma con lo showman dice che «c’è un braccio di ferro. Io vorrei che il suo intervento fosse alle 22.30, momento dell’ospite prelibato, lui invece vorrebbe fare lo scaldapubblico in apertura, cosa che a me sembra sminuente». Fiorello punta invece a «togliersi il pensiero» e, via social, ha chiesto a Baglioni: supplica di... ti prego»... pubblicato gratuitamente e a cura di www.acraccademia.it (se dà fastidio all'autore.. disposti a cancellarlo.. cmq comlimenti è un pezzo di rara bravura..) ciao da Acronlusdifatto!


http://www.acraccademia.it/ATTIVITA'.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acr il sanremese

ARTE ieri e oggi 2018-19 (CRV-ACR e Aics)

a cura di Francesco Costantino

Quanto segue vuole essere da supporto alla “ Casalinga di Voghera, di Como o di Milano e Baggio“ per capire l’Arte dei ns. giorni.

Ci tengo a sottolineare che la mia spiegazione non ha una volontà di essere eterna, ma vuole essere una semplice fotografia della realtà dell’oggi, se mi si consente questa fotografia dell’esistente che propongo vuole essere come suggeriva l’ “impressionismo” di fine ottocento; i pittori,di quella scuola, volevano fermare l’immagine della realtà di quell’anno, di quel mese, di quel giorno, di quell’ora, di quel posto così come loro lavedevano e la interpretavano.

Iniziamo dal principio: gli archeologi (CRV.. insegna) ci propongono reperti antichi ossa e/o manufatti che recano incisi delle linee da ritenersi intenzionali, non un segno provocato da un utensile accidentalmente,conseguentemente questi oggetti sono da considerare un modo come un altro di lasciare per i posteri il segno del passaggio (di quelle persone ) sulla terra a beneficio delle popolazioni future. Questo voler lasciare i propri segni ai posteri è qualcosa di acclarato e indiscutibile; noi lo sappiamo perché dagli Assiri-Babilonesi in poi siamo riusciti a tradurre i loro pensieri lasciati sulle terrecotte e/o sui papiri che sono arrivati indenni fino a noi, i Re e le persone importanti lo facevano scrivere chiaro e forte: questo io l’ho fatto per la maggior gloria degli dei e del popolo, naturalmente la gloria comprendeva anche loro, implicitamente o esplicitamente. Sugli artisti di quest’epoca sappiamo poco, invece con i Faraoni d’Egitto iniziamo a conoscere come erano visti e come gli artisti si auto conoscevano. Il prof. Tullio Carlo Argan nella sua “Storia dell’arte” ci spiega come i pittori, gli scalpellini impiegati nella costruzione delle piramidi non volevano essere considerati semplici“operai alla catena di montaggio”, ripetitori sempre delle stesse cose,conseguentemente chiesero un trattamento diverso, queste rivendicazioni furono represse nel sangue, tutto ritornò come prima. Però questa “rivolta” ci trasmette che le persone quando ne hanno l’occasione riflettono su se stesse per prendere coscienza della propria esistenza unica e irripetibile. Al Faraone e ai poteri forti dell’epoca importava solo la costruzione della piramide per testimoniare ai posteri la loro avventura sulla Terra. Accanto a questa pregnante spiegazione ne esiste un’altra: tu semplice scalpellino come osi uscire dal tuo status sociale e ardire di guardare negli occhi il Faraone? Il Faraone parla con Osiride suo padre, tu parli soltanto con i tuoi simili,tradotto.. i figli del Faraone saranno Faraoni, i figli dei scalpellini saranno scalpellini, in casi eccezionali un figlio dello scalpellino potrà prendere il posto del Faraone solo perché questi non ha più il favore degli dei. Questa ultima parte è sopravvissuta nei secoli con alterna fortuna, nel senso che i padri hanno fatto il possibile e l’impossibile per trasferire la loro posizione sociale ai figli, e se la posizione sociale era bassa hanno fatto il possibile per aumentarla, almeno questo è al 90% di quello che noi sappiamo dai resoconti che ci sono giunti. Dopo l’epopea egiziana ci dobbiamo spostare in Grecia,tralascio intenzionalmente gli anni omerici perché anche se i fatti sono esistiti veramente, gli stessi sono stati ricostruiti adattandoli a periodi successivi. Il perimetro greco che interessa è l’Attica con Atene e il Peloponneso con Sparta, geograficamente è abbastanza piccolo, quello di controllare bene il territorio e prendere le decisioni migliori. Attenzione sia ad Atene che a Sparta, le decisioni sono prese collegialmente dopo una lunga discussione, questo permette che l’esecutività successiva è effettuata in modo convinto e deciso. Bisogna sottolineare che l’uomo greco, in generale, viveva avendo a disposizione servi e schiavi, conseguentemente aveva tanto tempo a disposizione da dedicare alla politica, all'amministrazione della cosa pubblica, anzi la vita politica era considerata la cosa giusta per l’uomo greco. Infine difendere da oplita ( il guerriero di fanteria greco ) la Polis ( la città greca ) era un diritto e un dovere. Riprendiamo il concetto di arte, ormai in Grecia l’arte viene usata come prolungamento di se stessi dopo la morte fisica, attraverso i mosaici, statue ( bronzo o marmo ) e i templi religiosi costruiti in onore a un dio che di solito è il protettore della Polis. Esempio definitivo è l’Acropoli di Atene voluta da Pericle costruita in onore di Giove il Padre e capo indiscusso degli dei dell’Olimpo, in effetti Pericle è nella storia universale in modo definitivo. Il periodo della Grecia classica possiamo osservare come la prosperità economica ha dato la possibilità agli artisti di dedicarsi alla ricerca per offrire al committente un’opera che distinguendosi dalle opere precedenti possa far dire a chi la osserva << che meraviglia, non abbiamo mai visto nulla di simile >>, e il committente può così fare sfoggio della del suo alto rango sociale, e infine può reclamare un posto nella storia futura, il suo nome sarà ricordato per sempre attraverso le opere artistiche che ha commissionato. Anche il filosofo Platone riconosce, con molta difficoltà, chele opere artistiche, statue, templi e mosaici aiutano la mente attraverso le linee artistiche che gli occhi guardano e seguono per conoscere, sia pure in copia ( l’opera artistica ) l’idea iperuranica che è universale ( eterna ); gli occhi secondo Platone, seguono le linee artistiche dal basso verso l’alto, ma attenzione queste opere sono “copie” della natura e la natura è “copia” delle idee universali, quindi la copia artistica non è proprio la rappresentazione reale dell’Idea, ma solo la copia deformata e approssimativa.                 A questo punto, paziente lettore, occorre una pausa per fermare l’attenzione sul rapporto dell’arte fra il committente, l’artista e il tempo, all’artista si chiedeva di fissare il momento storico il più fedelmente possibile cogliendo quei particolari che solo un’artista che prima ha fatto pratica presso un altro artista e poi dato dimostrazione della sua particolare bravura. Ora passiamo all’epopea romana: apprendiamo che l’arte è di carattere utilitaristico, serve a comunicare interlocutore del momento il proprio status sociale e le opere che lascia in eredità; notevoli sono i mosaici e le raffigurazioni pittoriche     ( forse affreschi ) che sono arrivate fino a noi, di notevole fattura sono i simboli delle Legioni Romane e la raffinatezza dell’equipaggiamento militare, corazza, elmo, scudo, e il pilum ( la lancia dei milites ). Il rapporto fra committente e artista, sopra descritto, continua con le invasioni barbariche e le successive “ere” che noi ( 2017 ) chiamiamo umanesimo, rinascimento, barocco, rococò ( periodo molto breve ), illuminismo,romanticismo, e infine positivismo. L’artista è abbastanza libero di ricercare quel particolare che replicato all'infinito crea qualcosa di inedito che, cosa importante, raffigura in modo definitivo il periodo in cui nasce l’opera d’arte,l’oggetto artistico e il suo tempo sono indissolubilmente legati. Con il Positivismo qualcosa cambia, il rapporto fra artista - lui e il committente rimane, ma la richiesta del committente non è più la stessa. Io simbolicamente pongo la data 1871 come anno di svolta, però sono consapevole che il cambiamento è avvenuto lentamente e non con una cesura netta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

U.E. e Crv-Acr

Foto di acronlusdifatto19

Corpo europeo di solidarietà: la Commissione incontra le principali parti interessate

 

Domani 30 gennaio a Bruxelles, il Commissario per il Bilancio e le risorse umane Günther H. Oettinger, il Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport TiborNavracsics e la Commissaria per l'Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori Marianne Thyssen riuniranno i partner principali del Corpo europeo di solidarietà, fra cui rappresentanti del Parlamento europeo e della Presidenza del Consiglio dell'UE, per discutere a viso aperto delle lezioni apprese in questo primo anno e di questioni importanti riguardanti la prossima fase del Corpo.

Durante un pranzo di lavoro con i partecipanti alla riunione, i Commissari affronteranno le questioni ancora irrisolte del processo negoziale in corso sulla proposta legislativa relativa al Corpo europeo di solidarietà e passeranno in rassegna i settori chiave. Un forum delle parti interessate si era tenuto anche il 12 aprile 2017.

Dall'istituzione del Corpo europeo di solidarietà il 7 dicembre 2016, circa 48 000 giovani si sono registrati sul relativo portale e di questi, circa 2 600 sono stati o sono attualmente inseriti in progetti che coinvolgono oltre 1 750 organizzazioni.

Maggiori informazioni sul Corpo europeo di solidarietà sono disponibili qui.

 

(Per maggiori informazioni, Nathalie Vandystadt – Tel.: +32 229 67083;Sara Soumillion – Tel.: +32 229 67094)

 pubblicato a cura di www.acraccademia.it   GRATUITAMENTE!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acr il baggese

METROPOLITANA M1, AL VIA LE PRIME ANALISI SULTRAGITTO DEL PROLUNGAMENTO DELLA LINEA
Incontro fra Milano, CesanoBoscone, Settimo Milanese e MM

Milano,20 gennaio 2018 - Si è svolto il primo incontro tra gliamministratori locali dei Comuni di Milano, Cesano Boscone, SettimoMilanese e MM sul prolungamento della linea 1 della metropolitana daBisceglie a Baggio fino alla tangenziale ovest. 
Laprogettazione, affidata a MM e finanziata con 8 milioni di euro daparte del Governo messi a disposizione nel Patto per Milano, dovràelaborare le proposte sul tragitto dell’opera e metterle inrelazione con il rapporto ‘costi-benefici’, oggi fondamentale perintercettare le risorse nazionali necessarie alla realizzazionedell’opera. 
Le prime ipotesi erano già indicate nel Pianourbano della mobilità sostenibile (PUMS) attorno al quale ora stalavorando MM e prevedono un prolungamento lungo l’asse di viaParri, con interazione con i quartieri di Baggio, Valsesia, Olmi alleporte di Muggiano ma anche con i Comuni di Cesano Boscone e SettimoMilanese. 
Il prolungamento della ‘rossa’ deve tenereconto delle esigenze dei quartieri milanesi e dei due comuni, maanche della presenza dei poli commerciali esistenti, del sistema deiservizi sociali, sportivi, formativi e sanitari come quello dellaSacra Famiglia sul confine tra Cesano Boscone e Milano. 
Fondamentalesarà raggiungere la tangenziale per intercettare alle porte dellacittà il traffico automobilistico e spostarlo sul trasportopubblico. Per questo dovrà essere previsto un parcheggio diinterscambio. Con l’Agenzia di bacino del TPL si sta ragionandosulla connessione fra il nuovo capolinea della ‘rossa’ e i busdel trasporto pubblico della città metropolitana. Il progettoprevede anche un nuovo deposito, essenziale per la linea M1 el’aumento dei suoi passeggeri.
Concordi tutte le istituzionicoinvolte che hanno ribadito quanto il prolungamento della linea saràfondamentale per dare più servizi e soprattutto spingere fortementeverso l’utilizzo del trasporto pubblico e quindi contrastare lacongestione e l’inquinamento dell’aria.
Il lavoro condivisofra Milano, i comuni limitrofi e la Città metropolitana, con ilcontributo di risorse del Governo, è teso a potenziare il trasportopubblico sui territori della periferia milanese e sui comuni aridosso ed è determinato a migliorare la qualità della vita deicittadini e a rendere sempre più competitivi, anche per il tessutoimprenditoriale, queste aree.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mostra x Ligustro a Imperia.. che è già in corso.. App. x il 27 Gennaio pv. Finissage? Sì.. GRAZIE!

Foto di acronlusdifatto19

Carissimi LETTORI di ACR il SANREMESE-MILANESE e a tutti gli AMICI di WWW.ACRACCADEMIA.IT ,

con piacere (su richiesta.. magari se riusciamo la pubblicheremo su il sanremese.. in line..) allegheremo la locandina ed il programma della mostra, organizzata dalla città di Imperia, LIGUSTRO...QUESTO SCONOSCIUTO, esposizione personale del Maestro Giovanni Berio in arte LIGUSTRO, che (..si terrà) è in CORSO ad Imperia, dal 13 al 27 gennaio 2018, presso la Biblioteca Civica Leonardo Lagorio.

L'evento si inserisce nell’ambito del progetto Premio Ligustro, con il patrocinio della Città di Imperia, della Fondazione Italia Giappone, del Centro Internazionale Antinoo per l’Arte Centro documentazione Marguerite Yourcenar e della Fondazione Mario Novaro.

 Ringraziando per l'attenzione, l'occasione mi è gradita per augurare buon anno a voi e famiglie

 Francesco Berio

(a nome degli eredi di Giovanni Berio in arte Ligustro)



MESSAGGIO INERENTE AD ATTIVITA’ CULTURALI: I Vs dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne, in qualsiasi momento, la conferma dell’esistenza, la modifica o la cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio,inerente ad attività culturali, pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail, precisando l’indirizzo email, che sarà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs 196/03.

Abbiamo cura di evitare fastidiosi multipli invii, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d’ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

Grazie. 

...PREGO.. avremmo voluto essere coinvolti, ma forse è chiedere troppo.. per collegare l'iniziativa all'Oscar "NO AL BULLISMO" ... ma... senza polemiche, pubblichiamo questa notizia e se possibile ci diamo appuntamento al 27 pv. www.acraccademia.it  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

crv-acr CON L'UE!

Foto di acronlusdifatto19

Prima riunione del gruppo di esperti ad alto livello per contrastare la disinformazione

 .. A CURA DI WWW.ACRACCADEMIA.IT  (GRATUITAMENTE)

Come annunciato a novembre 2017, il gruppo di esperti ad alto livello, istituito per fornire consulenza alla Commissione europea su come contrastare la diffusione della disinformazione online, si riunirà per la prima volta il prossimo lunedì 15 gennaio alle 10:00. Il gruppo di esperti ad alto livello contribuirà all'elaborazione di una strategia dell’UE per combattere questo fenomeno, che sarà presentata nella primavera del 2018. A seguito dell’invito a presentare candidature dello scorso novembre, la Commissione ha ricevuto oltre 300 domande di partecipazione al gruppo.

Gli esperti forniranno consulenza alla Commissione su come determinare la portata del fenomeno, definire i ruoli e le responsabilità delle parti interessate, comprendere la dimensione internazionale, fare il punto delle posizioni espresse e formulare raccomandazioni. La scelta dei membri del gruppo assicura un’ampia partecipazione degli esperti, una rappresentanza geografica equilibrata, parità di genere e un punto di vista equilibrato sia delle piattaforme dei media sociali e delle organizzazioni del settore dei media, che delle organizzazioni della società civile e degli esperti, quali giornalisti e rappresentanti del mondo accademico.

La procedura ha seguito le consuete regole per la selezione dei gruppi di esperti della Commissione. L’elenco definitivo dei partecipanti è disponibile qui. Su incarico del Presidente Juncker, la Commissaria Mariya Gabriel ha avviato l’iniziativa a novembre 2017 insieme a una consultazione pubblica aperta fino al 23 febbraio. Lunedì 15 gennaio la Commissaria incontrerà la stampa alle 11:00. L'incontro sarà trasmesso in diretta su EbS.

Per l'istituzione del gruppo, la Commissione ha lavorato in stretto contatto con la task force East Stratcom del SEAE, istituita dall’Alto rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini nel 2015 per contrastare le attività di disinformazione condotte da attori esterni. Maggiori informazioni sul lavoro del gruppo di esperti ad alto livello sono reperibili qui. Si vedano anche il comunicato stampa e il discorso della Commissaria Gabriel.

 

(Per ulteriori informazioni: Nathalie Vandystadt – Tel.: +32 229 67083; Inga Höglund – Tel.: +32 229 50698; Julia-Henriette Bräuer – Tel.: +32 229 80707)

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Acr-Crv con Aics

Ciao il Festival di Sanremo è alle porte la macchina della Rai è già in moto, acr il sanremese ci sarà per informare con il milanese... tramite i ns INVIATI:
-intanto dobbiamo avvertire i lettori che possono recarsi all'URP di Palafiori, per partecipare all'estrazione dell'assegnazione dei BIGLIETTI x Domenica IN... messi a disposizione dei Sanremesi e dei Turisti non residenti. SpicciateVi, scade il 15-01-2018!

http://www.acraccademia.it/index.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

acr e crv

Post n°340 pubblicato il 25 Dicembre 2017 da acronlusdifatto19
 
Foto di acronlusdifatto19

Auguri di buone feste a tutti Volontari, Soci, Collaboratori, lettori e a questo nostro paese che ne ha davvero bisogno da www.acraccademia.it

https://www.altroconsumo.it/info/contattaci

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Crv-Acr

Foto di acronlusdifatto19

ARTE oggi 2017 (CRV-ACR e Aics)

a cura di Francesco Costantino

Quanto segue vuole essere da supporto alla “ Casalinga di Voghera, di Como o di Milano e Baggio“ per capire l’Arte dei ns. giorni.

Ci tengo a sottolineare che la mia spiegazione non ha una volontà di essere eterna, ma vuole essere una semplice fotografia della realtà dell’oggi, se mi si consente questa fotografia dell’esistente che propongo vuole essere come suggeriva l’ “impressionismo” di fine ottocento; i pittori,di quella scuola, volevano fermare l’immagine della realtà di quell’anno, di quel mese, di quel giorno, di quell’ora, di quel posto così come loro lavedevano e la interpretavano.

Iniziamo dal principio: gli archeologi (CRV.. insegna) ci propongono reperti antichi ossa e/o manufatti che recano incisi delle linee da ritenersi intenzionali, non un segno provocato da un utensile accidentalmente,conseguentemente questi oggetti sono da considerare un modo come un altro di lasciare per i posteri il segno del passaggio (di quelle persone ) sulla terra a beneficio delle popolazioni future. Questo voler lasciare i propri segni ai posteri è qualcosa di acclarato e indiscutibile; noi lo sappiamo perché dagli Assiri-Babilonesi in poi siamo riusciti a tradurre i loro pensieri lasciati sulle terrecotte e/o sui papiri che sono arrivati indenni fino a noi, i Re e le persone importanti lo facevano scrivere chiaro e forte: questo io l’ho fatto per la maggior gloria degli dei e del popolo, naturalmente la gloria comprendeva anche loro, implicitamente o esplicitamente. Sugli artisti di quest’epoca sappiamo poco, invece con i Faraoni d’Egitto iniziamo a conoscere come erano visti e come gli artisti si auto conoscevano. Il prof. Tullio Carlo Argan nella sua “Storia dell’arte” ci spiega come i pittori, gli scalpellini impiegati nella costruzione delle piramidi non volevano essere considerati semplici“operai alla catena di montaggio”, ripetitori sempre delle stesse cose,conseguentemente chiesero un trattamento diverso, queste rivendicazioni furono represse nel sangue, tutto ritornò come prima. Però questa “rivolta” ci trasmette che le persone quando ne hanno l’occasione riflettono su se stesse per prendere coscienza della propria esistenza unica e irripetibile. Al Faraone e ai poteri forti dell’epoca importava solo la costruzione della piramide per testimoniare ai posteri la loro avventura sulla Terra. Accanto a questa pregnante spiegazione ne esiste un’altra: tu semplice scalpellino come osi uscire dal tuo status sociale e ardire di guardare negli occhi il Faraone? Il Faraone parla con Osiride suo padre, tu parli soltanto con i tuoi simili,tradotto.. i figli del Faraone saranno Faraoni, i figli dei scalpellini saranno scalpellini, in casi eccezionali un figlio dello scalpellino potrà prendere il posto del Faraone solo perché questi non ha più il favore degli dei. Questa ultima parte è sopravvissuta nei secoli con alterna fortuna, nel senso che i padri hanno fatto il possibile e l’impossibile per trasferire la loro posizione sociale ai figli, e se la posizione sociale era bassa hanno fatto il possibile per aumentarla, almeno questo è al 90% di quello che noi sappiamo dai resoconti che ci sono giunti. Dopo l’epopea egiziana ci dobbiamo spostare in Grecia,tralascio intenzionalmente gli anni omerici perché anche se i fatti sono esistiti veramente, gli stessi sono stati ricostruiti adattandoli a periodi successivi. Il perimetro greco che interessa è l’Attica con Atene e il Peloponneso con Sparta, geograficamente è abbastanza piccolo, quello di controllare bene il territorio e prendere le decisioni migliori. Attenzione sia ad Atene che a Sparta, le decisioni sono prese collegialmente dopo una lunga discussione, questo permette che l’esecutività successiva è effettuata in modo convinto e deciso. Bisogna sottolineare che l’uomo greco, in generale, viveva avendo a disposizione servi e schiavi, conseguentemente aveva tanto tempo a disposizione da dedicare alla politica, all'amministrazione della cosa pubblica, anzi la vita politica era considerata la cosa giusta per l’uomo greco. Infine difendere da oplita ( il guerriero di fanteria greco ) la Polis ( la città greca ) era un diritto e un dovere. Riprendiamo il concetto di arte, ormai in Grecia l’arte viene usata come prolungamento di se stessi dopo la morte fisica, attraverso i mosaici, statue ( bronzo o marmo ) e i templi religiosi costruiti in onore a un dio che di solito è il protettore della Polis. Esempio definitivo è l’Acropoli di Atene voluta da Pericle costruita in onore di Giove il Padre e capo indiscusso degli dei dell’Olimpo, in effetti Pericle è nella storia universale in modo definitivo. Il periodo della Grecia classica possiamo osservare come la prosperità economica ha dato la possibilità agli artisti di dedicarsi alla ricerca per offrire al committente un’opera che distinguendosi dalle opere precedenti possa far dire a chi la osserva << che meraviglia, non abbiamo mai visto nulla di simile >>, e il committente può così fare sfoggio della del suo alto rango sociale, e infine può reclamare un posto nella storia futura, il suo nome sarà ricordato per sempre attraverso le opere artistiche che ha commissionato. Anche il filosofo Platone riconosce, con molta difficoltà, chele opere artistiche, statue, templi e mosaici aiutano la mente attraverso le linee artistiche che gli occhi guardano e seguono per conoscere, sia pure in copia ( l’opera artistica ) l’idea iperuranica che è universale ( eterna ); gli occhi secondo Platone, seguono le linee artistiche dal basso verso l’alto, ma attenzione queste opere sono “copie” della natura e la natura è “copia” delle idee universali, quindi la copia artistica non è proprio la rappresentazione reale dell’Idea, ma solo la copia deformata e approssimativa.                 A questo punto, paziente lettore, occorre una pausa per fermare l’attenzione sul rapporto dell’arte fra il committente, l’artista e il tempo, all’artista si chiedeva di fissare il momento storico il più fedelmente possibile cogliendo quei particolari che solo un’artista che prima ha fatto pratica presso un altro artista e poi dato dimostrazione della sua particolare bravura. Ora passiamo all’epopea romana: apprendiamo che l’arte è di carattere utilitaristico, serve a comunicare interlocutore del momento il proprio status sociale e le opere che lascia in eredità; notevoli sono i mosaici e le raffigurazioni pittoriche     ( forse affreschi ) che sono arrivate fino a noi, di notevole fattura sono i simboli delle Legioni Romane e la raffinatezza dell’equipaggiamento militare, corazza, elmo, scudo, e il pilum ( la lancia dei milites ). Il rapporto fra committente e artista, sopra descritto, continua con le invasioni barbariche e le successive “ere” che noi ( 2017 ) chiamiamo umanesimo, rinascimento, barocco, rococò ( periodo molto breve ), illuminismo,romanticismo, e infine positivismo. L’artista è abbastanza libero di ricercare quel particolare che replicato all'infinito crea qualcosa di inedito che, cosa importante, raffigura in modo definitivo il periodo in cui nasce l’opera d’arte,l’oggetto artistico e il suo tempo sono indissolubilmente legati. Con il Positivismo qualcosa cambia, il rapporto fra artista - lui e il committente rimane, ma la richiesta del committente non è più la stessa. Io simbolicamente pongo la data 1871 come anno di svolta, però sono consapevole che il cambiamento è avvenuto lentamente e non con una cesura netta.

 

Buona serata. .. Tantissimi A U G U R I di b. Natale 2017 e B. Anno 2018.. con un grande abbraccio di cordialità!

Sergio Dario Merzario

tel 3402707829 di www.acraccademia.it 

...Il 24 dicembre 2017 alle 14.50 sergio.m

 


www.acraccademia.it 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Dall'UE che noi Gratuitamente divulghiamo!

Post n°338 pubblicato il 19 Dicembre 2017 da acronlusdifatto19
 
Foto di acronlusdifatto19


5 premi da 1 milione di euro alle innovazioni che usano la tecnologia blockchain per il bene sociale

 

Nel quadro del premio Horizon "Blockchains per il bene sociale", la Commissione europea assegnerà 5 premi da 1 milione di euro ciascuno alle innovazioni sociali. Saranno premiati gli innovatori che usano la tecnologia blockchain per favorire il cambiamento sociale positivo, ad esempio sostenendo il commercio equo, consentendo la trasparenza nei processi di produzione, decentralizzando la governance dei dati e garantendo una maggiore tutela della privacy, rafforzando l’assunzione di responsabilità e contribuendo all’inclusione finanziaria.

Questo premio incoraggia lo sviluppo di soluzioni scalabili, efficienti ed efficaci grazie all'uso della tecnologia del registro distribuito (DLT), una tecnologia digitale innovativa che sostiene metodi decentralizzati per raggiungere il consenso o assicurare transazioni senza intermediari. Il lancio ufficiale del premio sarà oggi a Torino, organizzato dalla città di Torino e dalla fondazione per l'innovazione Nesta Italia.

Si tratta del terzo di sei premi Horizon del Consiglio europeo per l’innovazione (EIC) finanziati nell’ambito di Orizzonte 2020, il programma di ricerca e innovazione dell’UE. Le modalità del concorso saranno disponibili nel febbraio 2018 e il termine per la presentazione delle candidature sarà il 25 giugno 2019 al fine di consentire ai candidati di dimostrare la realizzabilità delle loro idee. Per maggiori informazioni sul premio si vedano la pagina dedicata e la pagina dell'iniziativa pilota dell'EIC.

 

(Per ulteriori informazioni: Nathalie Vandystadt – Tel. +32 229 67083; Inga Höglund – Tel.: +32 229 50698; Victoria von Hammerstein – Tel.: +32 229 55040).. a cura di www.acraccademia.it  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

10 dic. 2017

Post n°336 pubblicato il 10 Dicembre 2017 da acronlusdifatto19
 
Foto di acronlusdifatto19

Auguri da ANTEPRIMA che riceviamo e volentieri PUBBLICHIAMO!
Ieri - Oggi e Domani-Dopodomani
di   Rio- a cura (GRATUITA) di sdm e di
www.acraccademia.it-
STAMANI
Domenica 10 dicembre 2017
Clamoroso “ieri”
· - Semifinale: riunione che si è tenuta SABATO 9 DICEMBRE A "LAMBRATE" in VIA VALLAZZE- a "LA DOLCE VITA"! NEI PRESSI DI PIAZZALE GOBETTI da GIOVANNA .. -h 12,30 .. riunione conviviale, poi Semifinale delle Poesie e delle arti -hanno Partecipato diversi poeti e scrittori tra i quali : Anna Maria LORENZ, Giovanna NASTA e Rocco Silvestri )… viene ammessa alla Finale del 12 Gennaio 2018 la nuova Poetessa con la quale ci complimentiamo . Anna Maria LORENZ, che si aggiunge a : Laura PARDUCCI, Patrizia REDAELLI, Ernesto  BORTONE, Giovanna NASTA, Domenico De DOMINICIS,  Rocco SILVESTRI, Giuseppina MELIDONI e Teresa MONTALTO.

Ricordi:
... poi vado a fare un pò di spesa all’Ex BILLA.. e chi ti ritrovo? Silvana, la moglie... pardon la vedova di Umberto MEZZALIRA.. un Artista.. mitico.. ns SOCIO ai tempi di.. R_.. amico di Paride Avv. ACETTI.. Assessore Comunale di Milano ai tempi di S_ ... ANIASI Iso il Sindaco migliore.. di Milano.. che io ho conosciuto..e STIMATO (anche Tognoli e Pillitteri.. però.. Fusto.. me li ha mandati di.. traverso..) e GIU' i RICORDI... voglio ricordare e pubblicare.. Silvana mi preparerà una FOTO.. un filmino.. è sul sito.. ho ristampato il libro LA FINESTRA e i RICORDI... lo trovate nelle migliori edicole di Baggio con lo sconto del 50 % x i residenti milanesi e baggesi in particolare all’EDICOLA di Via Nikolayevka ang Forze Armate di fronte alla Viridiana!
· 
1992 – DI PIETRO – PLATONE –
CONOSCENZA – ETICA – GIUSTIZIA
Iniziamo dall’ultima “giustizia”, poi come i gamberi, parliamo di etica e conoscenza. Mentana, direttore del tg La 7, venerdì 8 gennaio 2016 ha chiamato in studio Di Pietro e Bobo Craxi. Con loro ha ripercorso i fatti che hanno mandato in crisi la prima Repubblica. I lettori, come papà Rinaldo, diranno cosa centra Platone? Centra, eccome se centra. Papà Rinaldo, ebbe quella che tutti possiamo definire, “lezione di vita!” papà (Craxi) Bettino ha avuto il coraggio, da grande statista, di testimoniare al processo Cusani (grande faccendiere DC) che poi fu il processo alla prima repubblica, che tutti i politici (a partire da Moro e Spadolini, ma anche di Berlinguer e Cossutta) che proprio tutti conoscevano e sapevano chi guidava la corruzione che ingigantiva il debito pubblico. Su questo basta rileggere Platone per capire che Bobo Craxi avesse ragione. Se Di Pietro grande censore e boia della prima Repubblica ha salvato i comunisti o meglio non li ha condannati, .. segue su www.acraccademia.it ….
(2a puntata, segue al prossimo numero)
http://www.acraccademia.it/novit%C3%A0%201%20Poesia%20il%20baggese.html
Clamoroso “oggi”
Grazie dei suggerimenti dalle lettrici, ma siamo contro le catene.. meglio l'Informazione BUONA e i VALORI LEALI E SINCERI !
· Semifinale: riunione che si terrà il domenica 10-12-2017 varie riunioni a Milano: Basilica Sant’Apollinare di Baggio, Circolo Aics di Via delle Capinere.. 
· Poi…  17-12-2017
h 10/12 al Circolo il TULIPANO in Piazza 5 Giornate-Via 22 , marzo/Via Calvi (3a sulla sx) Municipio 4.. e alle h 15/17.. Cascina Linterno in Via Fratelli Zoia 194. La cascina è raggiungibile con gli autobus ATM 67-63-78 e con la Metropolitana linea 1 fermata Bisceglie ...........
dove ci saranno esposizioni di arte e di cultura dell'Artista Scultore e Poeta Giovanni MASSARA, oltre che la recita di poesie, ESPOSIZIONE DI DISEGNI e RACCONTI.
.. in semifinale.
BASTA VIOLENZA SULLE DONNE
Dio creò la donna e le donò la bellezza Ed il profumo di un fiore. Un fiore .. omissis.. segue su www.acraccademia.it  ..essa sia! Per Acr e Crv Giovanna Nasta Vincitrice dell’Oscar “No al bullismo” Con Ketti Concetta Bosco e Sergio Merzario giornalisti e
Un saluto e un augurio.. proseguite ad inviarci il tutto e se soete d'accordo, noi di CRV-ACR-AICS le pubblichiamo!
S. D. M.
WWW.ACRACCADEMIA.IT
.. complimenti siamo quasi .. veri giornalisti... ricordiamoci sempre di verificare la NOTIZIA... cosa che noi di CRV-ACR ci ripromettiamo sempre di fare e che questa volta lasciamo al LETTORE!
http://www.acraccademia.it/novit%C3%A0%201%20Poesia%20il%20baggese.html
http://filoeacrassociazionigemellate.blogspot.it/ 
Clamoroso “domani”
MILANO-SANREMO e Roma – Ora è ufficiale: Claudio Baglioni sarà il direttore artistico di Sanremo ed il capitano della squadra che animerà dal palco del Teatro Ariston la 68/a edizione del Festival, in programma dal 6 al 10 febbraio 2018. Lo apprendiamo da una nota di Viale Mazzini. Dopo le notizie ventilate, ora è arrivata l’ufficialità.
I suoi partner nella conduzione saranno annunciati, come di consueto - si legge nella nota - nella conferenza stampa del prossimo gennaio a ridosso dell’inizio del 68° Ediz. Festival di Sremo.
«Siamo onorati e felici che Baglioni abbia accettato il nostro invito - dichiara il direttore generale della Rai Mario Orfeo -. Con Claudio costruiremo un’edizione di Sanremo in cui le canzoni e le interpretazioni saranno assolute protagoniste del più grande evento dedicato alla musica italiana». L’annuncio ufficiale è stato dato nel corso del programma La vita in diretta alcuni giorni fa.
Secondo indiscrezioni, quello di Baglioni sarà un piccolo grande compenso. Piccolo perché sarà inferiore a quello del suo predecessore e sotto i 600 mila euro. E il contratto riguarderebbe solo un’edizione. A questa cifra si arriverebbe partendo da quanto percepito lo scorso anno da Carlo Conti, intorno ai 650mila euro, tagliando un 10%, come previsto dalle nuove norme aziendali sui compensi agli artisti deliberate dal Cda su proposta del direttore generale Mario Orfeo. Grande (il compenso) perché comunque si tratta di una cifra importante in un’epoca di tagli che la politica ha cominciato a imporre alla Rai. Tant’è che inizialmente le posizioni tra le parti erano distanti, poi, strada facendo, la trattativa è diventata sempre più serrata, il “corteggiamento” Rai più insistente, finché le distanze si sono accorciate e si è arrivati all’accordo.
Clamoroso “dopodomani”
I N V I T Oda Merzario e Bosco de il Sanremese - Baggese - Milanese- Civennese/Bellaginoe AICS-CRV-ACR www.acraccademia.it  Gentilissimi, Artisti, Poeti, Amministratori.Ai Presidi (Dirigenti Scolastici) delle Scuole : Materne, Elementari e Medie, ci rivolgiamo ai: SINDACI e Vice-Sindaci, PRESIDENTI, ASSESSORI e Amministratori : milanesi e liguri, di tutti i partiti o movimenti o comitati... Biblioteche dei Municipi, Comuni di Milano, Como, Asso, Civenna, Bellagio, Erba e Sanremo.. quando volete e se Vi è possibile.. gradiremmo un'intervista per il Triangolo Lariano, il Valassinese, il Civennese-Bellagino-Sanremese,Milanese. di www.acraccademia.it.. è possibile?(..se volete durante le semifinali o le finali, a Milano, Asso,  e Sanremo durante le ns iniziative 2017-18-19 e l'Oscar NO AL BULLISMO -la prima in nov. – dicembre 2017, gennaio 2018 a Milano il primo mercoledì del mese, alla Sede del Centro per Giovani di Don Gino. Sanremo  di P.zza Cassini 12 h 16 circa. Corsi e Per-corsi formativi... ci si può incontrare .. oppure vedere al mercato rionale Milanese, in Sede ad Asso, vicino alla Torre Saracena.. lungomare, lungolago, lungo il lambro, vicino alle scuole.. alle edicole.. on piazza del Duomo, di Milano, di Como.. sulla via Matteotti di Milano o Sanremo .. in Via Palma Sanremovecchia.. al Museo di Erba, Asso (Virtuale), Milano, Como, Sanremo .. all'ingresso delle Sedi di  Acr-Crv.Arci-Acli-Aocs .. Circoli Turati, Biagi, Pertini, Gaber.. o al Centro per Meno-Giovani Lina Lanteri ..o ..Fondazioni Aniasi, Cariplo, De Gasperi … o  Municipi Comaschi, Milanesi, Lombardi, Torinesi, Piemontesi, Romani, Europei, Sanremesi e Liguri . )Cordialità da Acr il Milanese-Triangolo Lariano, Civennese e Sanremese -Crv-Aics-Acr.. e da Sergio Dario Merzario, Ketti Concetta Bosco, (Lombardi, Zappaterra, Coscelli, Bortone, Nasta , Silvestri, D’Amico, Melidoni e Costantino) dell’Associazione de il Baggese- Sanremese-Milanese e giurati di oscar "NO AL BULLISMO" diwww.acraccademia.it             tel.. 3474917193-3394523017-3402707829uff . 0287392826 Fax. 0299980500http://www.acraccademia.it/STAFF.html
# Riproduzione consentita con riserva e autorizzazione esplicita.
Autorizzata dahttp://www.acraccademia.it/STAFF.html
http://accademiailmilanese.blogspot.it/
acr-onlus-onlusdifatto
acr-onlus il milanese-baggese
acr-onlusdifatto e sergio dario merzario

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acr e CRV

Foto di acronlusdifatto19

Commissione europea - Comunicato stampa

Ritardi di pagamento: la Commissione deferisce l'Italia alla Corte di giustizia per non aver garantito il pagamento dei fornitori nei termini

Bruxelles, 7 dicembre 2017

La Commissione europea ha deciso oggi di deferire l'Italia alla Corte di giustizia dell'UE a causa del sistematico ritardo con cui le amministrazioni pubbliche italiane effettuano i pagamenti nelle transazioni commerciali, in violazione delle norme dell'UE in materia di pagamenti (direttiva sui ritardi di pagamento, direttiva 2011/7/UE).

Secondo la direttiva sui ritardi di pagamento le amministrazioni pubbliche sono tenute a pagare le merci e i servizi acquistati entro 30 giorni o, in circostanze eccezionali, entro 60 giorni dal ricevimento della fattura.

La Commissione attribuisce grande importanza alla questione dei ritardi di pagamento da parte delle amministrazioni pubbliche, constatata in diversi Stati membri, e persegue una rigorosa politica di applicazione della direttiva in materia. La puntualità dei pagamenti è particolarmente importante per le piccole e medie imprese (PMI), che confidano in un flusso di cassa positivo per assicurare la propria gestione finanziaria, la propria competitività e, in molti casi, la propria sopravvivenza.

La Commissione riconosce gli sforzi compiuti dal governo italiano per migliorare la situazione in seguito all'avvio della procedura di infrazione con lettera di costituzione in mora nel giugno 2014 e il successivo invio del parere motivato nel febbraio 2017.

A più di tre anni dall'avvio della procedura di infrazione, tuttavia, le amministrazioni pubbliche italiane necessitano ancora in media di 100 giorni per saldare le loro fatture, con picchi che possono essere nettamente superiori.

La Commissione ha pertanto deciso di deferire l'Italia alla Corte di giustizia dell'UE.

Contesto:

Per proteggere le imprese europee, in particolar modo le piccole e medie imprese (PMI) dai ritardi di pagamento, nel febbraio 2011 l'UE ha adottato la direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali. La direttiva, che doveva essere recepita nel diritto nazionale dei paesi dell'UE entro il 16 marzo 2013, mette in atto rigorose misure che, se correttamente attuate dai paesi dell'UE, contribuiranno sensibilmente all'occupazione, alla crescita e a una migliore situazione di liquidità delle imprese.

Le principali disposizioni della direttiva sono le seguenti:

· le amministrazioni pubbliche sono tenute a pagare le merci e i servizi acquistati entro 30 giorni o, in circostanze eccezionali, entro 60 giorni;

· le imprese sono tenute a saldare le fatture entro 60 giorni, a meno che non sia stato esplicitamente concordato altrimenti e purché ciò non sia gravemente iniquo;

· ogni ritardo di pagamento conferisce automaticamente il diritto agli interessi di mora e a un minimo di 40 EUR quale risarcimento delle spese di recupero;

· il tasso degli interessi legali di mora è superiore almeno dell'8 % al tasso di riferimento della Banca centrale europea;

· gli Stati membri possono mantenere in vigore o adottare leggi e regolamenti più favorevoli al creditore rispetto alle disposizioni della direttiva.

Il 26 agosto 2016 la Commissione ha adottato una relazione sulla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, dalla quale emerge che, nel complesso, l'attuazione della direttiva è positiva. La direttiva ha contribuito a portare la questione dei ritardi di pagamento in primo piano nelle agende di riforma economica e nelle agende politiche nazionali. Per quanto riguarda i pagamenti da parte delle amministrazioni pubbliche, i ritardi sono mediamente diminuiti di 10 giorni rispetto alla situazione esistente prima dell'entrata in vigore della direttiva e alcuni Stati membri si stanno addirittura impegnando a fare di più per promuovere una cultura dei "pagamenti rapidi". La relazione ha tuttavia evidenziato la necessità di compiere ulteriori progressi nell'attuazione della direttiva.

Per ulteriori informazioni

· Sulle decisioni principali del pacchetto infrazioni del novembre 2017 si veda ilMEMO/17/4767.

· Sulla procedura generale di infrazione si veda il MEMO/12/12 (infografica).

· Per saperne di più sulla procedura d'infrazione dell'UE.

IP/17/4770

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail : www.acraccademia.it 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 
« Precedenti Successivi »