Creato da: alparker il 14/06/2006
Cani e gatti in cerca di casa (regione Lombardia)

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

marika882014selalucetiprendealligatore69AttimiEterniclaudia.bossottomariafrancescaartupepsi70baghi_msSimdevyirishca5fraflyL_animanimaleframassimomarinaboriolinegrimariella.ga
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

STELLA

Post n°4 pubblicato il 21 Giugno 2006 da alparker
 
Foto di alparker

Stella ha 2 anni e cerca una casa. E’ stata abbandonata all’età di 1 anno nei pressi di un cortile condominiale e per pura coincidenza, è stata trovata da una volontaria dell’Associazione “Mici per Amici”, richiamata dai suoi miagolii; portava ancora un collarino di velluto rosso, un po’ logoro ed era nascosta dietro una siepe.

Stella aspetta di “ricominciare” un nuovo capitolo della sua vita, in compagnia di una famiglia più intelligente, ma la sua adozione risulta essere un po’ difficoltosa.

Stella è malata di Leucemia felina (FELV), una malattia trasmettibile agli altri gatti e assolutamente innocua per l’uomo.   Negli ultimi mesi molte persone si sono offerte per adottarla , colpiti dal suo particolare fascino e dal carattere estremamente mansueto, ma possedevano già  un altro gatto e così si è preferito, a malincuore, dire di no.

Stella ha infatti bisogno di trovare una casa dove non ci siano altri gatti o dove ci sia un  gatto con il suo stesso problema.   Attualmente vive nell’ abitazione di una volontaria dell’associazione sopracitata, ha una stanza tutta per lei, ma li non può rimanere, perché in quella casa ci sono altri due gatti. Stella è molto equilibrata, mansueta e affettuosa, quasi avesse paura di arrecare”disturbo” a chi la sta ospitando, o forse ha solo paura di essere rifiutata e abbandonata un’altra volta.

E’ stata chiamata Stella per via dei suoi occhi, grandi, verdi e pieni di luce, proprio come quelli delle stelle nelle notti d’estate e quando si incrocia il suo sguardo, non si può fare a meno di rimanere incantati; i suoi occhi sono anche velati di malinconia, forse di ricordi dolorosi che le hanno fatto sperimentare il lato più brutto dell’essere umano.  Stella ha conosciuto la parte più bassa e crudele dell'uomo, ma nonostante questo è sempre pronta a fidarsi delle persone;  e se un uomo si comportasse come lei, sarebbe considerato o matto o illuminato.

Per dividere la vostra vita insieme a lei, telefonate a Manuela al numero 347/29.37.149 o a Carmen al numero 035/81.05.19

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 3

Post n°3 pubblicato il 19 Giugno 2006 da alparker
 

Negli ultimi anni sono venuto a conoscenza di storie terribili, che riguardano il mondo degli animali.
Storie di tradimento, abbandono, rifiuto e violenza che vengono perpetrate ai danni di creature che fino a ieri dormivano in casa nostra.
Quando posso, cerco di trovare una casa o meglio una famiglia più "intelligente" ad animali che hanno conosciuto il lato peggiore degli uomini e che spesso sono considerati difficilmente adottabili per problemi di salute o "mole".
Chiunque giunga in questo blog, ne parli ad un amico, un conoscente, in questo modo i protagonisti di questo spazio avranno più chance di cominciare una nuova vita.
Grazie in anticipo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Tex

Post n°2 pubblicato il 14 Giugno 2006 da alparker
 
Foto di alparker

Tex ha 5 anni e dal 2004 è ospite dell’Associazione animalista “Vivi per Amore”.  Non è un meticcio come la maggior parte dei cani, che si trovano nei rifugi per animali, ma un cane di razza; Tex è un American Staffordshire Terrier.   

La sua è una storia caratterizzata dalla sofferenza, simile a quelle di tanti altri cani: fino all’età di due anni, ha vissuto insieme ad una coppia di sposi in un appartamento a Milano, ma quando la famiglia si è “allargata” ed è arrivato un bambino, il cane è stato “regalato” ad un contadino, che lo ha messo alla catena , a controllo e guardia delle proprie serre.  Tex ha così passato intere giornate in completa solitudine, all’adiaccio d’inverno e sotto il sole durante l’estate, tentando di scappare per ben tre volte e per tre volte è stato fissato ad una catena più grossa.

In aggiunta a ciò, il nuovo proprietario ha cominciato ad iscrivere Tex ai combattimenti clandestini tra cani, sicuro che un American Staffordshire Terrier, rappresentasse uno strumento vincente per guadagnare un po’ di soldi; ma l’indole di Tex, cresciuto in appartamento, seppur tradito da chi aveva amato di più, era rimasta quella e il povero cane, si rivelò essere un vero “perdente “, sia in termini di aggressività, sia come “concorrente”, tornando a casa sempre più martoriato da morsi e graffi.     E un cane che, messo alla catena, scappa per tre volte, che iscritto alle gare, perde sempre i combattimenti,  “non serve a niente”, diventa un peso e il nuovo proprietario decide di sopprimerlo.  Fortunatamente un’associazione animalista, informata dell’intera vicenda, recupera il povero cane, che viene  preso in affido da alcuni volontari; è questo per Tex un periodo difficile ma positivo, dove impara ancora una volta a fidarsi delle persone e a vedere nella mano una carezza e non un gesto aggressivo; la riabilitazione produce ottimi risultati, a tal punto che Tex viene scelto come testimonial nella campagna nazionale contro i combattimenti tra i cani, entrando nelle case di tutta Italia, protagonista di uno spot televisivo e di numerosi servizi fotografici.  Ma poi, per motivi ad oggi ancora incomprensibili, nessuno si può più occupare di Tex, che viene portato al canile municipale di Milano. E in seguito, arriva presso l’Associazione “Vivi per Amore”.

Tex è un cane che ha conosciuto più volte il “tradimento” e che è sempre stato rifiutato dalle persone, che ha cominciato ad amare; da due anni vive in costante attesa di essere adottato e ogni qual volta arrivano visitatori all’associazione, cerca in tutti i modi di attirare la loro attenzione, abbaiando a più non posso; ma spesso le persone lo vivono come un avvertimento a non avvicinarsi o come un’altolà,  e non come un grido di speranza, che dice “Prendimi, portami via con te!”.

La sua corporatura massiccia e muscolosa  non lo ha certo aiutato nell’adozione e le famiglie in cerca di un nuovo amico con la coda, hanno optato per cani di piccola taglia oppure cuccioli.

Tex  rappresenta il compagno ideale per qualsiasi famiglia e pur avendo sperimentato abbandono, rifiuto e sofferenza, continua a nutrire fiducia e amore  smisurati nei confronti delle persone, sentimenti che i volontari dell’associazione sperimentano ogni qual volta lo portano al guinzaglio per lunghe passeggiate.                  

Chiunque fosse interessato ad avere maggiori informazioni sull’adozione di Tex , può telefonare al numero 338.61.72.629; a rispondere è il Sig. Bruno , che sarà felice di farvi conoscere Tex e di rispondere a tutte le domande.    

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Birba

Post n°1 pubblicato il 14 Giugno 2006 da alparker
 
Foto di alparker

 “Signore, aiutami a essere quello che il mio cane crede io sia”, dice una famosissima citazione anonima del 1700; sicuramente i vecchi proprietari di Birba non l’hanno mai  pensata  in questo modo.Birba ha circa 3 anni, è un meticcio dal pelo tigrato color marrone chiaro, ha una grande macchia  bianca sul petto e  ricorda un po’ il cane boxer  nella costituzione del corpo.                                 

Birba è un cane sfortunato, che ha conosciuto la parte “oscura” degli esseri umani; fino all’età di 3 anni ha vissuto con la sua famiglia umana, una coppia di coniugi della provincia di Milano e con Teo, un altro meticcio, che per Birba rappresentava il compagno di giochi e forse anche di vita.  Quando i coniugi si sono separati, nessuno dei due ha voluto occuparsi di Birba e Teo e invece di cercare loro una nuova casa, hanno scelto la via più veloce e più drammatica: la loro soppressione.  Grazie ad una segnalazione, i volontari di “Vivi per Amore”, l’associazione animalista che si batte per la tutela e il benessere degli animali, sono intervenuti tempestivamente per salvare Birba e Teo, ma purtroppo per Teo non c’era più nulla da fare; lo hanno trovato morto, con Birba al suo fianco in stato di shock.

Birba è stata portata in provincia di Bergamo, dove l’associazione “Vivi per Amore” possiede una cascina ed è li ancora oggi, dopo quasi dopo 1 anno dagli sfortunati eventi.

Oggi Birba è un cane che cerca sempre il contatto e una carezza sulla testa  e sembra aver dimenticato la cattiveria dei suoi “vecchi amici”;  spesso i volontari le dedicano tanto tempo, facendola passeggiare e divertire, ma sono tutti convinti che sia giunto il momento che Birba trovi una nuova casa.  Molte volte è stata li lì per essere adottata, ma la sua “grinta” ha preoccupato gli interessati, che hanno preferito cani più piccoli;   i volontari sono sicuri che Birba troverà una casa quando chi la guarderà negli occhi, si  accorgerà che dietro quell’aspetto da “guerriera”, si nasconde  un’infinita tenerezza e batte un cuore che, nonostante il passato, trabocca d’amore per i suoi amici umani, che per lei rappresentano tutto.

Per avere maggiori informazioni sull’adozione di Birba e i suoi amici con la coda, ospiti all’associazione “Vivi per Amore”,  telefonare al numero 338.61.72.629; a rispondere è il Sig. Bruno , che sarà felice di farvi conoscere Birba e di darvi maggiori informazioni sugli obiettivi dell’associazione.     
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso