Blog
Un blog creato da emmegisinda il 10/09/2008

ATAPALERMO LIBERO

LIBERO PUNTO D'INCONTRO DEL PERSONALE ATA DI RUOLO E PRECARIO di PALERMO DOVE TUTTI POSSONO CONFRONTARSI

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
D I C H I A R A Z I O N E

QUESTO BLOG NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA, DATO CHE NON E' AGGIORNATO PERIODICAMENTE E NON HA FINI DI LUCRO: AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE, NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE (L.62 DEL 7/3/'01).

PER QUANTO ATTIENE AL COPYRIGHT DELLE IMMAGINI E I VIDEO USATI, PRESI DALLA RETE, CONTATTATEMI PRIVATAMENTE: NON HO ALCUN PROBLEMA AD ELIMINARLE...

 
 

 

ARAN - FIRMATO CCNL

 

Comparto Istruzione e Ricerca: firmato definitivamente il contratto (comunicato stampa FLC CGIL, CISL FSUR e UIL SCUOLA RUA)

19.04.2018 15:20

FIRMA CONTRATTO ARAN

 

Finalmente, dopo 8 anni, il CCNL ritorna ad essere centrale nella regolamentazione delle relazioni sindacali e dei rapporti di lavoro. Vengono superati gli aspetti più invasivi e deleteri della “legge Brunetta” e della legge 107. Attraverso la contrattazione nei luoghi di lavoro sarà stabilito l’utilizzo di tutte le risorse del salario accessorio, ivi comprese le risorse destinate alla valorizzazione professionale come ad esempio il bonus, riconoscendo così pienamente la disciplina per via negoziale del rapporto di lavoro nei suoi aspetti retributivi.
Questo contratto riporta alla normalità modi e tempi delle relazioni sindacali; ora si dovrà dar seguito, in tempi brevi, alle sequenze contrattuali sui problemi rimasti aperti riguardanti l’ordinamento, le carriere, i profili Ata, le sanzioni disciplinari dei docenti.
Ma soprattutto andrà avviata a breve la trattativa del nuovo Contratto 2019-21 per il quale la FLC CGIL, Cisl FSUR e Uil Scuola Rua chiederanno da subito al futuro governo di stanziare le risorse necessarie a partire dalla prossima legge di bilancio. 
Questo contratto rappresenta un passo importante, fondamentale, per ridare certezze e dignità a più di un milione di lavoratrici e lavoratori che operano nelle scuole, nelle università, negli enti di ricerca e nell’AFAM che, al pari degli altri lavoratori pubblici, sono stati ingiustamente penalizzati in questi anni.
Si consegna alle Rappresentanze Sindacali Unitarie, le cui elezioni si stanno svolgendo proprio in questi giorni, l’opportunità di un forte protagonismo nella contrattazione. 
Adesso le amministrazioni procedano subito alla liquidazione degli arretrati e all’adeguamento degli stipendi attesi da oltre 1,2 milione di lavoratori. 
Noi proseguiremo la nostra azione puntando sul protagonismo delle lavoratrici e dei lavoratori e sulle RSU che coinvolgeremo in ogni passaggio dell’attuazione delle sequenze contrattuali e sulla piattaforma del CCNL 2019-2021.

Roma, 19 aprile 2018

Flc Cgil, Francesco Sinopoli
Cisl Fsur, Maddalena Gissi
Uil Scuola Rua, Giuseppe Turi

 

 
 
 

ARAN - CONTRATTO

La firma definitiva del contratto giovedì 19 aprile alle 10,30

17.04.2018 16:09

La convocazione dei sindacati all'ARAN per la firma del contratto nazionale di lavoro del comparto istruzione e ricerca è stata inviata poco fa. L'appuntamento è per giovedì 19 aprile alle 10,30.

 

 
 
 

ARAN - CONTRATTO

Via libera dalla Corte dei Conti, a breve sindacati convocati all'ARAN per la firma definitiva del CCNL

17.04.2018 15:43

 

Con il via libera della Corte dei Conti, dopo che sul testo sottoscritto il 9 febbraio era stato dato l'ok da parte del Consiglio dei Ministri, arriva finalmente al traguardo il nuovo contratto, per la cui firma definitiva i sindacati saranno a breve convocati all'ARAN. Grande soddisfazione esprime Maddalena Gissi, segretaria generale della Cisl Scuola, ricordando come questo contratto sia importantissimo "non solo per i benefici che immediatamente rende disponibili dopo anni di sostanziale blocco delle retribuzioni, ma anche perché da questo contratto, che scadrà il 31 dicembre, siamo pronti a ripartire riprendendo il percorso verso una valorizzazione adeguata di tutte le professionalità".
"Aver firmato il contratto - aggiunge Maddalena Gissi - si conferma la scelta giusta, un concreto punto fermo in una situazione di grande incertezza politica. Chiunque abbia un minimo di buon senso lo capisce, anzi lo ha capito da subito, con buona pace dei tanti demagoghi in servizio permanente effettivo capaci solo di diffondere strumentali allarmismi. Questo contratto non ha tolto nessuna tutela, ne ha rafforzato qualcuna, ha ridato spazio alla contrattazione, a tutti i livelli. In questi giorni si vota per rinnovare le RSU, grazie al contratto abbiamo dato ancora più senso e più valore a questo grande evento di partecipazione e democrazia".

 
 
 

RSU - COME SI VOTA

Post n°1099 pubblicato il 16 Aprile 2018 da emmegisinda
 

 

voto

 
 
 

CISLSCUOLA - INIZIATIVE

A seguito del deplorevole fatto di cronaca avvenuto nei giorni scorsi, in cui un genitore picchia un docente, dalla Cislscuola Palermo-Trapani parte una campagna di sensibilizzazione che toccherà tutte le regioni italiane.

                 mobilitazione     

    

Insegnanti, famiglie, società insieme per "un abbraccio alla nostra scuola". A partire da Palermo, iniziative in tutta Italia

Un abbraccio alla scuola. Un gesto di affetto che va oltre la solidarietà verso gli insegnanti colpiti nei giorni scorsi da atti di violenza, per sottolineare la necessità di rafforzare l’indispensabile alleanza tra scuola, famiglie, società. È questo l’invito lanciato oggi a Palermo da Maddalena Gissi, nel corso di una iniziativa della Cisl e della Cisl Scuola che già dal titolo richiama il legame della scuola col territorio e con la comunità e che vede la presenza, fra gli altri, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dell’assessore regionale Roberto Lagalla, di Maria Luisa Altomonte, dirigente generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia e del segretario confederale Cisl Piero Ragazzini. 
Il nuovo contratto assume per la prima volta la definizione di scuola come comunità educante. Un’idea, un modello di scuola molto diverso da quelli a lungo vagheggiati negli anni scorsi - ha detto la segretaria generale della Cisl Scuola - improntati a dirigismo, individualismo, esasperata concorrenzialità, con riflessi evidenti anche in tanta produzione legislativa. Modelli che sono lontani anni luce dalla nostra idea di scuola, e anche di società. Tuttavia parlare di comunità educante significa ragionare non solo dell’istituzione scolastica, ma del contesto in cui è inserita e per il quale agisce. In quest’ottica è necessario ragionare anche quando accadono vicende come quella della settimana scorsa, proprio qui a Palermo, con genitori che aggrediscono un insegnante. Solo l’ultimo, purtroppo, di una serie di episodi per i quali non basta la condanna, occorre fare qualcosa di più”. 
Diciamolo con chiarezza - prosegue la Gissi - il problema non è della scuola, il problema è di una società che sta progressivamente perdendo il senso di quella funzione educativa che non è soltanto delle istituzioni finalizzate esplicitamente a questo scopo, ma anche di tutti gli attori che hanno il dovere e la responsabilità di prendersi una qualche forma di cura delle nuove generazioni, cioè dei propri figli, cioè del futuro. Questo è un compito di tutti: di ogni adulto, di ogni gruppo, di ogni istituzione, di ogni attore che ha potere di influenza su idee, modelli e stili di vita dei giovani. Se non si sviluppa questa consapevolezza, la scuola resterà sempre più sola e impotente”. 
Ecco allora l’idea di una manifestazione che renda concretamente visibile il concetto di una comunità che si raccoglie attorno alla sua scuola, per incoraggiarla e sostenerla nel suo difficile compito: la proposta lanciata dalla Cisl è quella di dar vita a momenti in cui insegnanti, studenti, genitori, cittadini circondino fisicamente la propria scuola, stringendola in un abbraccio solidale e affettuoso. 
Lo faremo oggi qui, a Palermo - dice la Gissi - ma l’idea è di diffondere l’iniziativa nei prossimi giorni in tutto il Paese; ho chiesto alle mie strutture territoriali di contattare soprattutto le associazioni dei genitori, di promuovere il coinvolgimento degli studenti e delle altre organizzazioni sindacali. Tra pochi giorni si vota per il rinnovo delle RSU, ogni sigla sindacale è impegnata nella campagna elettorale per le proprie liste, per questo sarebbe ancor più significativo lanciare sul tema dell’alleanza fra scuola, famiglia e comunità sociale un segnale di unità della categoria che tutti insieme rappresentiamo”.

 

Roma, 10 aprile 2018

 
 
 
Successivi »
 
 

PEGASO UNIVERSITA' TELEMATICA

Sede di Palermo:

Via Maqueda 383

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Iltuocognatinoemmegisindalalle7fabiomalboandrea.masnachiarasanyvivodi_follianina.monamourdangteresastefaniamorrealecuspides0pietro221moschettiere62NonnoRenzo0
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom