Creato da biangege il 29/12/2009

Bian e Gege

I diari di viaggio di due mototuristi

 

« 6 gennaio 2012... MotoBe...25 febbraio 2012: girett... »

18 febbraio 2012: ma cambiala, quella batteria...

Post n°33 pubblicato il 19 Febbraio 2012 da biangege
 

La liturgia era stata accuratamente preparata: la sera prima gli indumenti che giacevano nell'attaccapanni del box erano stati portati in casa, in modo da essere indossati caldi: giaccone e pantaloni imbottiti, stivali, guanti e casco. A buon peso anche due pedule in neoprene, da sub, che tengono i piedi belli caldi. La mattina Bian si svegliò presto, era irrequieto: in genere non sentiva nè la sveglia di Gege (alle 5.20) nè il peso di Micro che veniva a far le fusa reclamando la pappa, ma stavolta era deciso. Il clima del venerdì aveva imposto "domani giro scalda-olio", Midori era in box, la sella staccata, la batteria in carica: l'avviamento di tre settimane prima era stato ok, certo che poi era venuto un freddo...

Bian si preparò meticolosamente e scese in box alle 9, lo aspettava la sua Strada del Cuore. Controllò la pressione delle gomme, portò fuori la moto, girò la chiave, premette il pulsante di accensione e... il rantolo dell'agonia: "eh no, che cavolo, tre settimane fa sei partita". Oltre al danno, la beffa, il vicino di box era sceso e la sua KTM990 si era accesa senza dire "bè". No no, si parte lo stesso, magari la batteria si ricarica viaggiando un po', accendiamo con i cavi. Auto affiancata alla moto, due cordoni ombelicali, uno rosso e uno nero, auto a regime, accensione... qualche stento e poi il motorino d'avviamento tira, e i pistoni cominciano a pulsare, bene...

Partenza... per dove? Per i suoi cento chilometri preferiti, pensò Bian. Certo, il clima di ieri era migliore, ma si doveva partire, era deciso. Sin dai primi metri si sentiva che il motore girava bene, fiducia nella termodinamica a mille, nell'elettrologia un po' meno: "non spengo se non strettamente necessario".

Periferia ovest, poi Cusago, Cisliano, i campi portano ancora le tracce della neve caduta nelle settimane scorse, ad Albairate un termometro segna 5°C. Svolta per Cassinetta di Lugagnano, sotto un cielo plumbeo mentre ieri c'era il sole: ecco il Naviglio Grande (secco, la poca acqua in qualche rivolo è ghiacciata), il ponte di pietra, la bella villa Visconti Maineri, la piazzetta: sosta foto, ma senza spegnere il motore...

Villa Visconti Maineri a Cassinetta di Lugagnano

Si riparte verso Abbiategrasso, deviando per un momento verso Milano, il tempo di arrivare a Castelletto, all'incile del naviglio di Bereguardo: anche qui ghiaccio e pochi sparuti gabbiani... ma che ci fanno qui i gabbiani?

Castelletto di Abbiategrasso

La direzione da prendere è proprio quella di Bereguardo, ma non si può percorrere l'alzaia, è una ciclabile, quindi circonvallazione di Abbiategrasso fino all'incrocio per Pavia. Da un benzinaio (aperto) un'auto esce un po' imprudentemente, frenata, la ruota posteriore si blocca sull'asfalto umido e la moto si spegne... e ovviamente non riparte, la batteria non ce la fa. Spingo Midori nel piazzale (inutile continuare a raccontare in terza persona) e chiedo un avviatore: non ce l'hanno. E i cavi? (accidenti, era meglio portarli con me): "Sì, ma li ha mio cognato che è andato via..." Accidenti, Fortunatamente i benzinai, pur nel caos di auto in rifornimento e in lavaggio si attivano e recuperano il cognato, che torna con i cavi: voglio perlomeno riavviare e tornare a casa. Collegamento, gas e... niente, la moto non parte più, probabilmente un elemento della batteria è andato in corto. Mentre medito di chiamare l'assistenza stradale, il benzinaio mi informa che a 200m c'è un ricambista moto, speriamo sia aperto: mi avvio, e lo trovo aperto.

"Mi occorre una batteria per una Honda Deauville"
-Quella moto monta la batteria più $%&#?! che esista-
"Lo so..."

Gabriele ha aperto questo negozio un anno fa, mi racconterà più tardi: per nove anni ha fatto il meccanico presso un concessionario di Milano, poi si è messo in proprio ed ha aperto Daga Moto (www.dagamoto.it), in via Galilei 48, ad Abbiategrasso.

-Senti, invece che l'originale, posso darti una compatibile, ne ho montate per anni e nessuna ha avuto problemi, e costa la metà, 69€-
"Va bene"
-...però non è al gel, va preparata e caricata per tre ore...-

"Accidenti..."
-...ma un avviamento ce la fa a farlo, basta mettere l'acido e aspettare un quarto d'ora-

"OK, la compro, mettiamo l'acido e poi andiamo a prendere un caffè, te lo offro volentieri".

E così, una mezz'oretta dopo, monto questa batteria e Midori parte senza esitazioni, grazie Gabriele, seguirò il tuo consiglio: nella stagione fredda non scollegare soltanto la batteria, ma staccarla e portarla in casa, al calduccio.

E la Strada del Cuore? quella è un'altra storia...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

jenny1966_2016Fanny_Wilmotbiangegestefyy60falsapiriteRavvedutiIn2olgy120annamatrigianogiuseppe.marcarinivololowpepedgl16tekilalpaneghessafalco1941amorino11
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK