Creato da graminnia il 19/02/2007

dolcetto- scherzetto

L'ERBA CATTIVA NON MUORE MAI...HI...HI...HI...

 

 

La Parola Scritta

Post n°86 pubblicato il 19 Novembre 2009 da nero_e_polvere

La parola scritta, non è per tutti. Come del resto noon lo è spesso nemmeno il pensiero e la "parola fonica". Eppure tutti parlano, tutti si credono convinti di pensare e di pensare cose intelligenti, e tutti o meglio quasi tutti, si autocelebrano convinti di essere capaci di scrivere e quindi "scrittori".

Purtroppo, ma io oserei dire "per fortuna" non è così.

Poche sono le persone intelligenti, ancor meno quelle capaci di esprimere a parole il loro pensiero e ben poche capaci concretamente di trasmettere su un pezzo di carta il tutto.

Dalle pagine visionate in questo luogo, ho avuto sentore che in te almeno due di queste tre "opzioni" sono particolarmente sviluppate. (non mi esprimo sulla seconda per ovvi motivi).

Quindi mi rammarico e provo un po' di tristezza quando approdo in maniera casuale in luoghi come il tuo e comprendo che siano da tempo oramai disabitati.

Un vero peccato davvero ...

Poi è vero lo scrivere costa fatica e gli accadimenti della vita spesso ti portano altrove da queste a volte non comprese pagine di un blog.

(sei giovane non demordere e scrivi, scrivi ancora, se non qui fallo altrove, fallo per te e poi trova il coraggio per farlo vedere a qualcuno)

ciao

Ps: ho approfittato di questa opportunità per scrivere un post piuttosto che un commento, spero non te ne sia avuto a male e non ti biasimerò se vorrai rimuovere queste mie considerazioni.

 
 
 

DOLL-VILLE

Post n°85 pubblicato il 20 Maggio 2009 da graminnia




Doll-Vill è il mio paese.
Il suo nome è significativo, è la metafora di ciò che sarei diventata restando lì.
Ho 18 anni, l'età delle possibilità, dove non sei ne donna ne bambina, ma hai la grossa responsabilità di dover cominciare a fare delle scelte autonome, con tutti rischi che questo comporta.
Il mio nome è Ingrid, la mamma mi mise quello con la speranza che diventassi come la sua attrice preferita:"bella e assolutamente inimitabile", diceva lei....
Per anni mi sono sentita ripetere questa frase, quasi come uno slogan pubblicitario, ma a me non è mai interessato tanto diventare come lei,preferisco fantasticare con la mente, che prima o poi sarei scappata da questo paese assurdo, per cercare una vita ideale, una vita solo mia, dove poco importa la bellezza esteriore....
Quando nasci qui a Doll-Vill, ogni genitore si preoccupa di crescerti secondo i canoni e le regole (oserei dire leggi),che il buon costume aveva scelto per te: l'apparenza prima ditutto, prima di qualsiasi valore morale, prima di qualsiasi sentimento e soprattutto il primo interesse che dovevi avere nella scala delle tue priorità quotidiane, era appunto il tuo CORPO.
Atroce.... oseri dire.....
Talvolta mi capita , passegiando per le strade del centro, di sentirmi quasi spiata da tutti quei volti di "plastica", che dall'alto dei loro manifesti publicitari ti scrutano,ti giudicano, ricordandoti inevitabilmente che la loro bellezza le ha rese immortali per il mondo intero...
"E chi se ne importa....", ho sempre pensato...
"Lasciatemi in pace! A me non interessa la vostra immortalità, anzi... sai che fatica dovere vivere per sempre..."
Così pian piano, a causa del mio atteggimento sovversivo ,la città di Doll-vill mi dimenticò... Amici, parenti, tutti quanti si allontanarono da me e dalla mia diversità.
Ora sono sola , per il giorno del mio diciottesimo compleanno, con un irrefrenabile desiderio di scappare via, lontano, ma con la consapevolezza di non aver il coraggio necessario per farlo.
Ho intitolato queste pagine del mio diario: "NECROLOGIO:morte di una ragazza qualunque..." pagine che straperrò e getterò furi dalla finestra, in modo che volino libere, come io non ho mai potuto essere... Libere di posarsi su un marciapiede qualunque, su una strada trafficata, dentro un cortile...
Libere di essere lette, ma anche ignorate..
Libere di vagare, magari in un bosco inmezzo ad alberi e fiori, dove potranno e potrò, finalmente sentir la pace su questa terra.

 
 
 

DAVANTI E OLTRE...

Post n°84 pubblicato il 20 Maggio 2009 da graminnia


Davanti c’è una strada lunga, infinitamente lunga. Camminare sopra alla polvere bianca che illumina il vuoto .

Intorno è buio , tetro, spaventoso…

Cammino da sola , come se sapessi di preciso dove sto andando, dove porta questo sentiero infinito bianco come la luna piena…

Presenze vicine, presenze invisibili accompagnano il mio viaggio per proteggermi forse, o forse per spaventarmi.

Fantasmi del passato lasciano tracce indelebili, sul sentiero, sviando il mio camminare verso strade meno illuminate che non si vedono nello spazio nero che avvolge tutto .

Calma e quiete si alternano a sentimenti di paura , di fragilità di inquietudine. Camminare è l’unica cosa da fare, anche se spesso perdo di vista la strada bianca.

Incoscienza, pura incoscienza , di voler scoprire il buio, di voler inoltrarsi in spazi sconosciuti, per cercare qualcosa.. .Ma cosa?

Non so nemmeno io, so solo che il buio mi attira, come le falene sono attirate dalla luce.

Inconsciamente mi fermo.

Intorno oggetti indistinti, troppo veloci per capire la loro natura.

Persone forse, non oggetti; persone mascherate, chi sono? Sono amiche?, sono sconosciuti?non capisco, non li vedo in faccia mi girano intorno mi osservano , mi spaventano un po’.

Tutto nero, solo un luna sanguinolenta coperta per metà mostra uno sguardo arcigno e minaccioso.

Vorrei che tutti si scoprissero il volto, vorrei capire se posso fidarmi di loro, se posso mettermi vicino a loro per non sentirmi sola , dopo questo continuo camminare…..

Ma la luna scompare e il buio avvolge di nuovo tutto….

Tornano i fantasmi, tornano le angosce ,torna l’inquietudine, compagna fedele di questo viaggio, mia compagna fedele , mia seconda pelle….

Destino strano, destino beffardo, vivere in due diverse me , che si fanno strada per emergere per prendere il sopravvento..lotta , continua lotta , prurito sulla pelle, di questo continuo scalpitare , bussare, voler uscire…….imprigionate in un involucro fatto di carne, con sbarre salde, fatte di ossa…Claustrofobia insopportabile, voler uscire a tutti costi, per tornare sul sentiero bianco come la luna piena…..

 
 
 

IL RE DEI FIUMI

Post n°83 pubblicato il 20 Maggio 2009 da graminnia



E' strano cosa possa nascondere la terra di una campagna così ordinata e prevedibile come quella della Pianura Padana, dove tutto segue un suo ordine, persino i fiumi.
Ma c'era qualcosa sotto, di misterioso.
Qualcosa che voleva emergere, che non voleva essere dimenticato tra i filari e la nebbia di quella grigia pianura.
Bruno abitava con la nonna e uno strano zio,che viveva con la mente nel passato, perso ancora nel periodo della seconda guerra.
La sua estate stava trascorrondeo serena, tra i bagni nel fiume e le chiacchere con gli amici.
Quando un giorno trovò sepolto nel girdino un cosa che solo nella sua fantasia aveva immaginato: un grosso teschio dalle fattezze stranamente umane.
Come un potente amuleto,questo misterioso tesoro,catturò l'attenzione di Bruno ,riportando in vita oggetti sepolti dall'acqua e una strana cratura del fiume che si aggira minacciosa per cercare ciò che aveva perduto.
A cavallo tra fantasia e realtà,il Re dei fiumi riesce a trasportarci per un momento in un mondo onirico, quello che solo i bambini riescono a vedere, senza dimenticare il lato poetico di un antica terra contadina.

 
 
 

DUE ANZIANI SERIAL KILLER

Post n°82 pubblicato il 20 Maggio 2009 da graminnia


"Giulio aspettami non andare troppo avanti..."

"Ma non c'è posto qui mamma..."
"Si... ma aspettami che il treno oggi è molto affollato... Non ho voglia di cercarti per tutto il vagone.."
"Si... sto andando piano, guarda sono qui in fila...
"Giulio... Guarda... Ho trovato due posti vuoti... Fermati... Hai capito?"
"Siii..."
"Scusate sono liberi...?"
"Certo... Prego..."
"Vieni Giulio ho trovato due posti liberi..."
"Dove mi siedo mamma...?"
"Mettiti qui... Vicino a questo signore... Stai attento alle valigie... Capito?"
"Aiiii.... Mamma..."
"Cosa ti avevo detto? Ti sei fatto male?"
"Si..."
"Dove?"
"Al piede..."
"Dai non è niente... Siediti adesso..."
"Mi scusi, ha solo 7 anni, ma è un vero terremoto..."
"Non si preoccupi...Io e Mirella conosciamo bene i bambini...Ci sono sempre piaciuti..."
"Eh...si... Sono carini...Ma danno un bel da fare...Mi spiace per il bagaglio, spero non si sia rotto nulla..."
"No... direi nulla di rotto... Adesso lo sposto così non sarà di intralcio al piccolo..."
"Giulio ringrazia e chiedi scusa..."
"Grazie... Scusi..."
"Non fa niente..."
"Vuole che l'aiuti a mettere la sua borsa, sopra, nel porta bagagli?"
"No... No... Non si preoccupi... E' un po' delicata... Preferisco tenerla qui vicino... Non si sa mai che cada...."
"Va bene... Come preferisce..."
"Mamma... Cosa leggi?"
"Il quotidiano..."
"Io mi annoio..."
"Vuoi il tuo giornalino? "
"Non è un giornalino... E' un fumetto...."
"Bhe... Quel che è..."
"lo vuoi oppure no...?"
"No... No mi va di leggere..."
"Allora non so proprio cosa dirti... di certo sopravviverai fino a Bologna..."
"Ufffa..."
"Guarda Mirella, cosa c'è scritto nel giornale della signora....Il nostro Berlusconi, sembra finalmente preoccupato per questa crisi...Ehh...Ehhh..."
"Avrà  avuto una brutta giornata... Vedrai Alfredo, domani  ci spronerà di nuovo a comprare televisori e frigoriferi..."
"Noi ce l'abbiamo già il televisore... E anche il frigorifero...Io però vorrei anche un videogioco che mamma non mi vuole prendere..."
"Ma dai Giulio...Non mi va che ti rimbambisci tutto il giorno con quei cosi...Non sono d'accordo.."
"Non sono cosi... Sono Videogiochi!"
"Sai Giulio, noi siamo più vecchi di te e alla tua età non avevamo nemmeno la metà dei tuoi giochi, probabilmente...Ma ci siamo sempre divertiti tanto..."
"Ha proprio ragione... i bambini oggi non hanno più fantasia... non si divertono più come una volta..."
"Non è vero mamma..."
"Si che è vero..."
"Mamma mi dai il tuo giornale, tanto tu stai parlando...Mammaa... Ohh...Ohh... Vabè me lo prendo io... Vediamo.... Che cosa c'è... Che noia,proprio niente di bello... Ehiii, ma io li conosco... Sono questi due qui...:DUE AN-ZIA-NI  SE-RI-AL KIL-LER... UHHHH..."
"Ma Giulio... Che stai leggendo...Il mio giornale... Ma non c'è niente per te li... Comunque guardi, Mirella... Posso chiamarla per nome?Sa l'ho sentito prima da suo marito, quando l'ha chiamata..."
"Mamma... Mammmmmaa..."
"Certamente... Lei invece è la signora?"
"Ah... Che cafona , non mi sono nemmeno presentata...Mi chiamo Lucia..."
"Piacere, signora Lucia..."
"Mammmmma...."
"Non ora Giulio, non lo vedi che sto parlando...?"
"Si... Ma è urgente..."
"Non fare il maleducato... Senò stasera facciamo i conti..."
"Ti ascolto io Giulio... Vuoi parlare un po' con me...?Per esempio puoi raccontarmi come va a scuola..."
"A scuola...? Bene.... sono bravo...Maaaamma..."
"Giulio!!! Ti sembra questo il modo di rispondere al signor Alfredo?Mi dispiace... Non si era mai comportato così... Chiedi scusa subito..."
"Scusi... Però devi guardare qui...."
"Posso vedere anch'io,  Giulio?"
"No...Solo mamma..."
"Adesso la smetti, di essere così maleducato...Mi hai capito...?? Scusi di nuovo Alfredo, è impazzito oggi"
"Non si preoccupi, Lucia...A questa età i bambini sono un po' indigesti... Non trovi anche tu Mirella?"
"Eh... si... Sono fastidiosi come qualcosa che ti rimane sullo stomaco... Non si offenderà vero Lucia se le diciamo questo...?"
"No... no... A volte è proprio così... Per fortuna che si cresce..."

"SI INFORMANO I PASSEGGERI CHE STIAMO PER ARRIVARE ALLA STAZIONE DI BOLOGNA CENTRALE..."

"Meno male che siamo arrivati...Oggi Giulio mi hai messo in imbarazzo..."
"Va bene scusa... Andiamo...?"
"Adesso smettila di fare così... Sentite , siete stati davvero carini...Spero che la peste non abbia rotto nulla ...in tal caso vi lascio il mio biglietto da visita, così potrete contattarmi per qualsiasi problema....E se passate da Bologna, fermatevi a prendere un tè..Ok?" 
"Va bene Lucia Grazie..."
"Arrivederci... Saluta Giulio..."
"Ciao..."
"Arrivederci...Ciao Giulio, Fai il bravo..."

" BOLOGNA... STAZIONE DI BOLOGNA"
"Su scendi.... Che cosa ti è preso oggi??? Ti sei comportato malissimo, con quei due vecchietti..."
"Mamma ora devi leggere qui ... Nel giornale..."
"Ma quale giornale... Buttalo via.."
"Nooo...Mamma... Avevano un bambino nella borsa...Davvero..."
"Smettila con tutte queste fantasie, tra l'altro molto brutte...A casa facciamo i conti...Fila..."

MENTRE LUCIA E GIULIO SI STAVANO INCAMMINANDO VERSO L'USCITA, POCO DISTANTE DAL LORO BINARIO , C'ERA UNO SCHERMO CHE STAVA TRASMETTENDO IL NOTIZIARIO DELLE 11:00:

"UN  BAMBINO SCOMPARE.
ECCO IL CASO CHE STA SCONVOLGENDO L'ITALIA.
UN ALTRO EPISODIO DI INSPIEGATA  VIOLENZA ,TRAVOLGE LA NOSTRA PENISOLA.
QUESTA VOLTA SI TRATTA DI UNA COPPIA DI SESSANTENNI, ANCORA INCENSURATA, CHE SEMBRA ESSERE L'ARTEFICE DEL RAPIMENTO DEL PICCOLO NICOLA, AVVENUTO IN EMILIA ROMAGNA, DALLE PARTI DI MODENA.
SI IPOTIZZA CHE I DUE,POSSANO ESSERE RICONDUCIBILI ANCHE AD ALTRI 3 CASI DI RAPIMENTO DI MINORE, SUCCESSI L'ESTATE SCORSA E DI CUI NON SI è PIù AVUTO NOTIZIA.SONO STATI IDENTIFICATI,GRAZIE AD ALCUNE SEGNALAZIONI DI PERSONE CHE AVEVANO VISTO LA COPPIA NEI PRESSI DEI LUOGHI IN CUI ABITAVANO LE GIOVANI VITTIME.
LE FORZE DELL'ORDINE, CONSIGLIANO DI NON PERDERE D'OCCHIO I PROPRI BAMBINI, FINCHè LA COPPIA DEGLI ANZIANI SERIAL KILLER, NON SARà STATA ARRESTATA.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Carrera4Snataliabisognonottealta78Chand79fabiettomodenacinemagoranero_e_polvererosariataralboalias1973annafausonefiltrcarmelaperri2009DOLCIOLAcartisea
 

ULTIMI COMMENTI

Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 11:42
 
Auguri di un felice, sereno e splendido Natale dal blog...
Inviato da: Anonimo
il 25/12/2007 alle 21:09
 
Buongiorno e buona domenica!
Inviato da: Anonimo
il 30/09/2007 alle 14:23
 
Dato che sono tra i tuoi blog amici mi permetto di...
Inviato da: soloparolesparse
il 06/09/2007 alle 11:13
 
Sembra molto bello il tuo blog... complimenti ciao ^_^
Inviato da: velodimaia
il 03/06/2007 alle 17:05
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom