Creato da bluepensiero il 18/03/2007

pensieri e parole

ovvero confrontarsi

 

 

« Eroi senza tempola corona d'avvento »

scuola e democrazia

Post n°90 pubblicato il 25 Ottobre 2008 da bluepensiero
 

Non sempre mi trovo daccordo su quello che dice Grillo, perche spesso, lui per primo, strumentalizza una situazione, ma questo mi è piaciuto e quindi lo faccio mio nel senso che lo faccio diventare un post.

Dal Blog di Beppe Grillo

"Il nome di Piero Calamandrei, forse, non dirà molto agli studenti che protestano contro settantenni incartapecoriti che gli hanno rubato il presente e gli vogliono togliere la speranza di un futuro.
Il suo nome, forse, non avrà significato per i ragazzi e le ragazze che vedono al vertice delle istituzioni, dell'economia, dell'informazione del loro Paese dei pregiudicati, dei servi, dei lacchè.
Calamandrei, forse, non dirà nulla alla nostra gioventù che vede la Costituzione tradita dal Parlamento, migliaia di caduti sul lavoro ogni anno, milioni di precari e il padre, o la madre, licenziati.
Calamandrei fu professore durante il fascismo, uno dei pochi a non avere nè chiedere mai la tessera del partito. Fondò il Partito d'Azione e fu membro della Consulta. La stessa che oggi è merce di scambio tra lo psiconano e Topo Gigio. Nel 1950 fece un discorso sulla Scuola, parole che sembrano dette oggi per la Scuola della P2

L'ipotesi di Calamandrei.
"Facciamo l’ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuole fare la marcia su Roma e trasformare l’aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura.
Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di Stato hanno difetto di essere imparziali. C’è una certa resistenza; in quelle scuole c’è sempre, perfino sotto il fascismo c’è stata. Allora il partito dominante segue un’altra strada (è tutta un’ipotesi teorica,intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di previlegi. Si comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole , perché in fondo sono migliori si dice di quelle di Stato. E magari si danno dei premi,come ora vi dirò, o si propone di dare dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche alle scuole private. A “quelle” scuole private. Gli esami sono più facili,si studia meno e si riesce meglio. Così la scuola privata diventa una scuola previlegiata.
Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di Stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di Stato per dare prevalenza alle scuole private. Attenzione, amici, in questo convegno questo è il punto che bisogna discutere. Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tener d’occhio i cuochi di questa bassa cucina. L’operazione si fa in tre modi: ve l’ho già detto: rovinare le scuole di Stato. Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni. Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti che non hanno i titoli minimi per insegnare. Lasciare che gli esami siano burlette. Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto. Dare alle scuole private denaro pubblico." Piero Calamandrei
Discorso pronunciato da Piero Calamandrei al III congresso dell’Associazione a Difesa della Scuola Nazionale, a Roma l’11 febbraio 1950"

Buona lettura e buona riflessione!

marina


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

MUSICA

 

SE LO ABBANDONI...

  Se lo abbandoni ...

 il BASTARDO sei tu!
Contatore per sito
 

AIUTIAMOLI

AMREF

Associazioni ed assistenza per donne, minori, immigrati

Milano:

Torino:

Venezia:

Ancona:  Free Woman Onlus, 071/207245

Roma : Parsec Consortium, 06/4463421

Martinsicuro (Teramo): on the road, 0861/796666

Napoli: Dedalus, 081/7877333

Cnca (260 associazioni federate in Italia): 06/44230403

Ministero delle pari opportunità, numero verde nazionale: 800 290 290.

 Gruppo Abele, 011/3841017

Lule Onlus, 02/94965244

Pet Therapy: per saperne di più

Aiutiamo Pablo: clicca qui per leggere la sua storia, post n°177 Free Woman Project, 041/950648

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mafra060863cercoilcoraggiocarezzadellanimaresposito10les_mots_de_sableMarquisDeLaPhoenixmatilde1961bluepensieroediliziaferraraunamamma1cassetta2monique6occhiodivolpe2chiaracarboni90simpli.man
 

ULTIMI COMMENTI

Il carnevale greco è spettacolare!
Inviato da: chiaracarboni90
il 06/06/2011 alle 12:30
 
INCREDIBILE sembra scritto ieri!
Inviato da: unagheisha
il 27/10/2008 alle 15:25
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 11:30
 
Complimenti per il blog. Salutoni Anna
Inviato da: Anonimo
il 22/01/2008 alle 07:52
 
Auguri di un felice, sereno e splendido Natale dal blog...
Inviato da: Anonimo
il 25/12/2007 alle 21:02
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom