Community
 
delgada
   
 
Creato da: delgada il 11/02/2008
dettagli di una nuova vita..dovuta ad un magico incontro in Cupido...

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

martina961ciro.emanueledelgadapsicologiaforensea.bassa.vocebenjamin_longbownino.definisfrederaickamorino11fossingequantestorieioeternamenteioAmelie_7navighetortempogiannicaperna
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

 

 

K (il tempo che fugge dai ricordi rimasti)

Post n°58 pubblicato il 06 Novembre 2013 da delgada

Un piccolo granello

che si espande silenzioso,
insidioso e prepotente,
imperioso
si appropria del mio corpo:
entra infido nella mia mente.
Il terrore mi prende
con forza e con violenza
mi trascina attonita , nel limbo,
di una ignota sofferenza.
Tutto intorno è immoto e vuoto
come un arido deserto:
mi aggiro sfiancata e stanca
verso l'alba di un destino incerto.
Sacro è il luogo del mio dolore,
fatto di solitudine e silenzio
di angosce intime e inaccessibili,
di tante lacrime invisibili
celate al mondo: impercettibili.
Ma una forza inesplicabile
si presenta e mi sorregge:
m' infonde il coraggio di lottare
perchè tutto questo possa cambiare.
Con audacia vado avanti,
non posso cedere alla paura:
ho tanto amore da donare
e questo mi rende forte,  più sicura.
Ostinata lotto e sfido
questa orrenda creatura,
l'aggredisco con durezza
per la mia vittoria futura.
Libera da questo dolore
ricomincerò a respirare.
Tornerà la primavera
ed avanti nella vita
continuerò ad amare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TI PORTO CON ME

Post n°57 pubblicato il 19 Luglio 2013 da delgada

Ti porto con me

nelle profondità del mio cuore

nei silenzi che mi circondano

nei pensieri più intimi e segreti

nei sogni calmi o inquieti.

Ti porto con me

nei miei sorrisi

nei miei sguardi innamorati

che ti parlano d'amore

dei nostri cuori incatenati.

Ti porto con me dove la parola cuore

per noi , è sempre in rima con Amore.




 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MAMMA MARIA

Post n°56 pubblicato il 19 Luglio 2013 da delgada
Foto di delgada

Seduta sulla poltrona

nella quiete della sera,

cammini nel tuo passato:

sul sentiero dei ricordi

apri quell'uscio appena accostato.

Corrono i pensieri

tra una culla e un grembiulino

mettevi insieme pranzo e cena

mentre urlava il piccolino.

Tutto tace e nel silenzio

rivivi i sogni e le carezze

gli affanni dei primi amori

le loro prime insicurezze.

Mamma bella inginocchiata

sulle rive del fossato

mani gonfie e screpolate

schiena curva sul bucato.

Ma felice tu cantavi

e la tua voce melodiosa

trasmetteva la speranza,

della vita, fiduciosa.

Mamma ora, ancora canti,

tra mille acciacchi e le paure

hai gli occhi quasi spenti

e le gambe un po' insicure.

Ma,tra le rughe che ha disegnato,

il tempo sul tuo bel viso,

io ancora mi rifugio

nel tuo splendido sorriso.

Grazie Mamma.









 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNA GIORNATA AL MARE

Post n°55 pubblicato il 19 Luglio 2013 da delgada



Come è azzurro, questo cielo,

sconfinato , abbraccia il mare .

La sabbia , arroventata dal sole,

non induce a camminare.

Passi lenti e cadenzati

tra lettini ed ombrelloni

i bimbi giocano felici:

corse, tuffi e ruzzoloni.

Bandane, collane , anelli,

bracciali colorati

e sulla testa ho sei cappelli.

Cammino stancamente

tra la gente che mi ignora

la mia voce è sempre più fioca:

vuoi comprare bella signora?

La sera scende e mi ristora

stanco mi siedo in riva al mare

nelle tasche pochi soldi

non bastano per mangiare.

Il sole basso all'orizzonte

mi trafigge dentro, il cuore,

quanto è lontana la mia Patria

la mia famiglia, il mio Amore..........





:



 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UN CUORE UNA DONNA

Post n°54 pubblicato il 18 Maggio 2012 da delgada

Passano le ore, i mesi e gli anni,
non puoi più tornare indietro:
adesso niente inganni.
Scorre il fiume della vita
nel grembo tuo di donna
a volte capricciosa,
del tuo corpo orgogliosa,
desiderata, amata, protetta e rinnegata,
donna forte e dura come roccia,
complice misteriosa,
madre tenera, figlia prodiga,
moglie forte e coraggiosa.
Nell'ombra del silenzio
scorre il fiume dei pensieri,
si alternano i ricordi
confusi ancora tra oggi e ieri.
Tangibile è la forza
che adesso mi accompagna,
mi sorregge e mi sprona:
la disperazione non risuona.
Tumulti del mio cuore
tra gioie, amore e affanni:
non son solo le rughe
a disegnare gli splendidi miei anni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA REALTA' VINCE IL SOGNO

Post n°53 pubblicato il 18 Maggio 2012 da delgada

Non ho mai perso la certezza,
nell'inseguire i miei sogni,
di trovare la mia strada
anche se la vita mi è stata avversa.
Ho rincorso effimere gioie,
eterne illusioni, talvolta
superficiali desideri
o stravaganti aspirazioni.
Ma non ho mai smesso di cercare
(per realizzare la mia vita)
un amore leale e sincero,
balsamo essenziale
per la mia anima ferita.
L'ho trovato nei tuoi occhi
dove brucia il desiderio mio.
La realtà ora si veste del più bel sogno:
sei la mia guida nella notte, amore mio.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALLA SPIAGGIA

Post n°52 pubblicato il 26 Novembre 2011 da delgada
Foto di delgada

 

Sabbia pallida

di un mattino d'autunno:

soffice il vento tra i capelli

l'acqua sospira,pare mormorare

insieme camminiamo,abbracciati ,

verso il mare.

Il sole fresco è nei tuoi occhi

(profondi laghi sereni)

ride il mattino :

sei la mia forza,la mia luce

il mio destino.

Si imprimono nella sabbia

i nostri passi lenti

conchiglie raccogliamo,

cantano le onde,

come incredibili strumenti ….

Il nostro sguardo viaggia verso il mare

lento,assorto nel suo mormorare

sorride di lontano,

sussurra e poi ci invita a ritornare.

I candidi suoi flutti

cancelleranno queste nostre orme

ma l'amore nostro durerà per sempre

nelle mutevoli sue forme.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

O.N.L.U.S ( In Africa, ogni sei minuti, un bimbo muore di sete e di fame)

Post n°51 pubblicato il 21 Novembre 2011 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

I fiumi sono in secca
non c'è più acqua,non c'è più grano
la terra è arida,sterile:
a stento sopravviviamo.
Mani e volti scarni, solo pelle ed ossa
occhi stanchi e immobili
poveri corpi sfiniti,adagiati
sulla terra brulla, sterile rossa.
Povertà di vestiti strappati,
dissenteria,malaria,colera,
penetra nei corpi emaciati
è ancora la morte nera.
Piange una madre il figlio,
pietosa lo stringe al seno
spolpato, rinsecchito:
il latte non ha più nemmeno.
Piangono i bimbi soli
che scavano la dura terra
in cerca d'acqua sporca
ormai rassegnati e stanchi
di combattere una lunga guerra.
Piangono la speranza,
un aiuto mai arrivato,
basta un niente per cambiare
un destino ormai segnato:
zucchero, latte, un vaccino, un po' di grano
e quell'acqua così preziosa
che ogni giorno noi sprechiamo.
I bambini d'Africa sognano
quello che anche noi sogniamo:
una esistenza dignitosa
come ogni essere umano.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL NOSTRO ALBERO (a mia nipote Elena)

Post n°49 pubblicato il 22 Ottobre 2011 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

 

C'è un nuovo albero nel nostro giardino :
ha rami verdi, tenerissimi,
un tronco mingherlino
e tende al cielo ai massimi
cercandovi calore
boccioli impalpabili
ai raggi del caldo sole.
Nella sua folta chioma
si impiglia una brezza lieve
ridono le foglie tenere
e danzano leggere.
Un bruco avanza e arranca
si vuole riposare, di seta si riveste
per farfalla diventare.
Ogni albero ha la sua voce
e tra i rami suoi più belli
cantano gli usignoli
insieme ad altri uccelli.
Il nostro albero ha tenere radici
che affondano nel nostro cuore
lo innaffiamo e lo curiamo
con tutto il nostro amore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUTUNNO

Post n°48 pubblicato il 22 Ottobre 2011 da delgada
Foto di delgada

Nubi sparse in cielo
ammassate, ammucchiate:
cumuli dai bordi scuri
 che il sole avvolge in porpora reale.
I mulinelli del vento compiono danze
gioiose, spumose,
giocano con le nuvole che si ritraggono
freddolose.
Il vento spoglia
con mani gelide gli alberi
stacca le foglie ormai seccate,
schiacciate, calpestate.
Tappeti d'oro rosso.
Il grembo del cielo è gravido
plumbeo ed irreale
tutto pare in attesa
la pioggia sta per arrivare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PACE SENZA CONFINI

Post n°47 pubblicato il 01 Luglio 2011 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora non capisco perchè gli uomini 
"giocano e scherzano" con la  dannata guerra...
Non vi è mai  un filo di pace
su questa martoriata terra.
La guerra strazia, uccide, fa paura:
c'é solo freddo e pianto
in una orrenda notte oscura.
La pace è un fiume trasparente e terso,
è la speranza folle e giusta
di un mondo assai diverso.
E' un bambino  sano che sorride
e scalcia divertito,
amato,cullato,
cresciuto ed istruito.
Amore e libertà:
e poi il diritto a vivere nella felicità.
La pace è un seme vigoroso:
resiste alla tempesta e dà riposo.
Non odia ma ti abbraccia
e della guerra non c'è  traccia.
"Giochiamo" a un altro gioco
senza le armi o i soldatini
che con ferite di  fiori rossi
ormai giacciono supini.
Scopriamo la bellezza e la speranza
nei volti dei nostri bambini
per loro coloriamo
una terra senza confini.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La terra muore (Fukushima ammonisce)

Post n°46 pubblicato il 05 Giugno 2011 da delgada

 

 

 

 

 

 

 

 

Fiamme e dense volute di fumo nero,
onde anomale vìolano la terra
non cè scampo per nessuno:
la natura si ribella.
Bruciano le nuvole contaminate,
nel cielo radioattivo:
catastrofe annunciata,
il reattore è ancora attivo.
Strette briglie per domare
l'equilibrio suo perfetto
incuranti noi la deprediamo
senza il minimo rispetto.
La terra muore, ma non se n'avvede
questa distratta umanità
indifferente la consegna ad
una precoce sterilità.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MARIUS :27 AGOSTO 2010

Post n°45 pubblicato il 02 Marzo 2011 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

 

Avrei voluto vivere,

crescere, giocare,

conoscere la vita ,

con i libri sottobraccio

andare a scuola ed imparare.

Avrei voluto un'aquilone rosso,

farlo correre in riva al mare,

accarezzare le nuvole,

affidargli i miei sogni

e sinuosi farli danzare.

Avrei voluto crescere

diventare grande

sfiorare la sua mano,

la giovinezza esplode,

dissetarmi di rugiada

da un fiore colto di velluto

emozioni da provare

io piccolo e tenero virgulto.

Ma niente è rimasto

laggiù, tra quei canneti,

solo fiamme, cenere,

scintille di miseria

ed occhi oramai ciechi.

Avrei voluto vivere

ma nulla più rimane

solo volute di fumo nero

portato in alto dal vento leggero.

Il vento che mi avvolge, mi culla

e poi mi posa

su una nuvola dorata

lì su nel più alto del cielo.

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL VENTO

Post n°44 pubblicato il 16 Febbraio 2011 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

Si srotola ormai il vento,
con sè trascina desideri immortali:
che bruciano e carezzano, irreali,
tra l'oro, il lampasso cremisi e l'argento.
Uragani forsennati dei tuoi sogni
incrociano di colpo sguardi spenti:
risorgono assetati i tuoi bisogni
di dolci e nuovi amori travolgenti.
Tempeste di passioni e affanni
ti creano sconcerto.
Ma si prosciugano negli anni
come un arido deserto.
Dentro il fogliame la tua mano afferra,
delicati e teneri petali di rosa:
copre di baci la tua terra
dove la vita ormai riposa.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA CORSA DI MIGUEL

Post n°43 pubblicato il 24 Gennaio 2011 da delgada
 
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

 

Da lontano ti vedo

arrivare al traguardo

hai il volto tirato , il passo un po' stanco.

Ma non senti fatica, non provi dolore

perchè ti sostiene

la passione che hai nel cuore.

La corsa è una sfida

che fai con te stesso

tenace, testardo ,

non ti pieghi

nè mai, nè adesso.

Oggi non sei solo

al tuo fianco cammina

quel ragazzo poeta e vai su

per la china.

Miguel che correva

e metteva le ali

all'amore,alla vita,

ai suoi ideali.

Sequestrato e scomparso

dalla feroce dittatura

difendeva il suo paese,

non provava paura.

Ci piace immaginarlo

che corre davanti a tutti

per non dimenticarlo

e mietere i suoi frutti.

Ed ora che tu arrivi

all'agognata meta

rammenti il suo "canto"

HASTA SIEMPRE MARATONETA!!

 

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNIVERSO

Post n°42 pubblicato il 05 Novembre 2010 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

Notte serena
cielo di seta blu
mi immergo
in questo universo,
dal mondo reale
così diverso.
Palpitanti stelle
si tuffano nel silenzio del tempo
sfavillanti di armonia,
la luna superba e silente
le nuvole accarezza
con luce evanescente.
Vivo nella tua anima
che mi svela
incanti segreti
magici esperimenti
di passione e d'amore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ASPETTANDO ELENA

Post n°41 pubblicato il 01 Novembre 2010 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

 

Rannicchiata, raccolta,

quasi priva di peso

galleggi protetta

nel tuo mondo sospeso.

Stupiti guardiamo

le piccole mani

le gambe scalcianti

di forze vitali.

Ti agiti e sbuffi

trasparente orchidea,

misteriosa sorridi,

una piccola dea....

Ascoltiamo il tuo cuore

che batte impetuoso

di vita incalzante

del mondo curioso.

Ti aspettiamo con gioia e

forse quache timore

ma forti e sicuri

del nostro immenso amore .

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ngustiasibbè (Fidanzamento)

Post n°38 pubblicato il 19 Agosto 2010 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

 

 

Accompagnami madre
nelle danze, tra i fuochi,
scalza ti muovi,
le gambe frementi,
sfrenate, furenti,
di vita vibranti,
movimento costante
dei tuoi fianchi opulenti,
la gonna che turbina
in colori violenti.
Fai in modo ch'io veda
nei tuoi occhi abbaglianti
foreste lontane
e ignoti continenti,
suoni nuovi di lingue
melodiosi e struggenti:
il volto di nuove genti.
E la libera gioia
di essere in tanti:
la musica, i viaggi
le nostre canzoni
tra mille ricordi
e le nostre illusioni.
Uscire dal campo
e poi ripartire,
lasciare chi giudica
senza capire.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PENSIERO STUPENDO .

Post n°37 pubblicato il 02 Agosto 2010 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

 

 

 

>Approdo nel tuo cuore
>sfumata è la tempesta.
>I crucci diradati
>nessun dubbio resta.
>Il capo sul tuo cuore
>assorbo il tuo respiro
>la pelle tua è calda
>il nostro amore vivo.
>

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mi presento

Post n°36 pubblicato il 19 Giugno 2010 da delgada
Foto di delgada

 

 

 

Mi presento

 

Maria Denise Spinelli nasce a Seriate (Bergamo) ed attualmente vive a Roma (Ostia Lido) assieme a suo marito, il poeta e scrittore Mario Bolognini con il quale sta progettando l'editing della silloge di poesie “Rossocuore“. Alla prima esperienza come poetessa anche se vanta una solida conoscenza nel campo dei gialli e dei thriller in genere. Finalista nel settembre 2009 al Concorso di Poesia Estro-Verso di Roma, con la poesia ”Per dirti ti amo”. Insignita del Diploma d’Onore, nel novembre 2009, con la Poesia “Considerazione” al 16° Concorso Letterario Internazionale Amico Rom, Città di Lanciano (Chieti). Prima Classificata nel Gennaio 2010, con la poesia “Morire a vent’anni” al Concorso letterario “Annalisa Cozzolino” Edizione 2009, indetto dall’Associazione Culturale Gabbiani sopra il Mare di Napoli. Nel febbraio 2010 ha pubblicato assieme a Mario Bolognini, la breve silloge poetica “Il Fiore Scarlatto” presso Il libro.it- EdizioniL’Espresso. Insignita con il Secondo Premio assoluto, nel dicembre 2010, al XXII° Concorso Nazionale di poesia dedicato a Giuseppe Gioacchino Belli nella sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma, per la poesia “Il Fiore Scarlatto”. Premio Speciale (Menzione e Targa) nel maggio 2011al Concorso Internazionale Città di Bellizzi (SA) IV Edizione con la poesia inedita “AspettandoElena”. Classificata al 10° Posto, con Menzione d’Onore e Targa nel maggio 2011 alla III^ Edizione del Concorso Letterario Nazionale A: Zunino” indetto dall’Associazione di Carcare (Savona)
Pagine Ribelli nella sezione (R)esistere, con la poesia inedita “Il rumore del silenzio”.
Menzione d’Onore e Medaglia d’oro per le poesie “Morire a vent’anni” e Considerazione” nel giugno 2011 al Concorso degli Assi di Torino, indetto dall’Associazione Culturale Carta e Penna. Nell’ottobre del 2011 Diploma d’onore al 18° Concorso artistico Internazionale “Amico Rom” di Lanciano (Ch) con la poesia “Marius”.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »