Creato da Eli_Semplicemente il 26/04/2010

Attimi e Respiri

Semplicemente una Donna ... Tra Schegge Impazzite di Vita...

 

quando l'incosapevole diventa consapevolezza...

Post n°830 pubblicato il 28 Novembre 2014 da Eli_Semplicemente






Pazzamente equilibrata o equilibratamente pazza...
che fosse ieri che sia oggi o sarà domani...
Ho già vinto!!! Perchè anche il più terribile fallimento,
anche il peggiore, il più irrimediabile degli errori,
è di gran lunga preferibile al non averci provato.

... E' un lavoro di cesello..
Lungo... Duro... 
Ma alla fine lo capisci...
Se vuoi vivere davvero...
Sbatti e ci risbatti
fino a non accorgerti più dei lividi...
Perchè è quando riesci a razionalizzare che non tutto è
" razionalità e controllo "
ti liberi...
E allora si che hai vinto!

Per anni fai un lavoro di altissima precisione.
Ti impegni a tenere il controllo di tutto
e guai a chi ti rovina i piani,
a chi devia dal binario che hai scelto di percorrere
la cui visuale è alla tua portata...
Tagli tutti quei rami che non riesci a dominare
e che avrebbero potuto procurare dolore.
E ti accorgi che voler controllare tutto nella vita
toglie tanta di quella forza.
Eppure nulla deve sfuggire. In ogni situazione.
Si arriva al punto che non ti puoi sedere
in un locale con la schiena rivolta verso la porta.
Ho sempre detestato farlo...
Sedermi con la schiena rivolta alla porta eh...
Arrivavo a smaniare e alla fine a dover cambiar posto.
Si deve tenere tutto sotto controllo ogni movimento...
Così esisti...
... Ma non vivi...
Non hai più una vita anche se ti illudi di averla...
Da qualche parte l'hai abbandonata...
Non ti ricordi nemmeno come, perchè e soprattutto quando..
Ma è davvero importante?!
Ti sforzi di immaginare dove l'hai lasciata...
Magari seduta in un angolo ad aspettarti...
Incontradola potresti ritrovarti a  dirle semplicemente
"ciao come va tutto bene? Sono stata via molto?
Hai ragione scusa eh..." 
E scoprire così che sei in grado di sapere perfettamente come morire
ma non come vivere...

Ammalati di vita...

Senza conoscerne la reale cura... però!

E allora tra quei lividi espansi,
faticosamente,
affannosamente,
tenacemente,
capisci...
Ed è sciogliendo quelle corde che solo tu hai intrecciato,
per paura, pigrizia, dovere,
legando
pensieri, volontà, desideri,
scopri
che l'unico antidoto è la vita stessa...
Quella che vuoi vivere lasciandola correre  e scorrere
abbracciandola
senza controllo alcuno.



 
 
 

dal web!

Post n°829 pubblicato il 23 Novembre 2014 da Eli_Semplicemente




"Scrivi piccolo Frankenstein,
chè qua ci sentiamo tutti un pò mostri,
quando facciamo la spesa e scavalchiamo la fila,
quando cerchiamo la morte dentro due bugie.
Siamo tutti mostri,
quindi scrivi piccolo Frankenstein,
scrivi che non hai paura,
chè tanto nessuno ti guarderà negli occhi per scoprire se è vero.
Scrivi e ricordati sempre delle tue parole,
come armi di difesa e d'attacco,
usa la paura come scudo,
fatti male dicendoti la verità.
Scrivi sempre piccolo Frankenstein,
quando c'è pioggia e quando scoppia il sole,
quando si rompe il cuore, quando l'anima s'infiamma.
Scrivi quando non sai cosa sei e chi sei,
scrivi quando non sai cosa scrivere.
Scrivi sempre piccolo Frankenstein,
scrivi che sai volare,
la gente non sa guardare oltre e ti chiederà se usi l'aereoplano
e tu vola, vola alto.
Scrivi sempre piccolo Frankenstein
e dì a te stesso la verità,
come se fossi l'unico al mondo.

Scriviti addosso e macchiati di parole.
"

 

Era abbastanza intelligente da non svendersi.
- Cos'è l'intelligenza?,
gli chiesero.
-E' decidere.
-Cosa significa decidere?
-Scegliere.
-Cosa significa scegliere?
- Resistere.
-A che?
- A qualsiasi altra scelta.




Ad uno qualsiasi,
incontrato un giorno qualsiasi...
 

 

 

 

 
 
 

ChissÓ perchŔ...

Post n°828 pubblicato il 21 Novembre 2014 da Eli_Semplicemente




A volte dimentico quanto il destino possa riuscire a stupirci 
quando meno ce lo aspettiamo...
Proprio come quando, oltre la curva di quella strada a tratti sterrata
ed altri asfaltata di un monotono rettilineo
infinitamente uguale, capita di imbattersi nella visione di uno stupendo
campo fiorito di papaveri rossi e allegre margherite...
Profumo di primavera oltre le nuvole...
Già già...
A voi non è mai accaduto?!
Uno se ne sta tranquillamente per i fatti suoi,
camminando sul filo di quell'equilibrio che difficilmente
ha cercato di raggiungere
tra cali di memoria e di interesse,
spuntini di autostima malamente porzionati,
con step faticosi di dignità e passeggiate sul Tapis Roulant...
Ed eccolo là!
Toc Toc....
" Ciao... Sono il cerchio che non hai chiuso... Son qui sull'uscio!"
Voilà...
Il passato bussa alla tua porta!
Te lo vede li....
Davanti a te...
Dinoccolato dall'alto di quei centimetri e
momenti remoti che passano improvvisi nella mente
come un flash ...
Con qualche ruga in più nell'espressione e negli anni passati
Ti fissa come se volesse metterti a fuoco... 
(O infuocarti?!)
Sorpreso quanto te per l'incrocio imprevisto...
E allora che fai?!
Si si,
proprio tu con quelle certezze che pensavi salvezze
e dalle quali ti sei lasciata trascinare in un limbo insapore
anestetizzante?!
Tiri dritta...
Reggi lo sguardo come "prima"
non avresti mai
creduto di saper fare...
Lasci che ti squadri " distratto "
Che ti segua a distanza...
Volutamente indifferente...
Calcolando ogni movimento
consapevolmente conscia ...
E mentre ti domandi il perchè
ascoltando il battito regolare del cuore,
non fai  nulla...
NO...
Non fai assolutamente NULLA!

Tranne un istintivo ed inconsapevole
giro dell'isolato!




 
 
 

Certe Notti...

Post n°827 pubblicato il 04 Novembre 2014 da Eli_Semplicemente


Certe notti,
quel pezzo di cielo
troppo stretto tra muri alti
di palazzi e neuroni,
non è più abbastanza...
Allora vorrei perdermi oltre,
volare in quella macchia d'infinito lontano
per riuscire a toccare tutte le stelle che non vedo...
Certe notti
conto le ore...
Insieme al ticchettio del tempo
che passa  tra  errori composti, sguardi furtivi e parole nascoste...
Mentre i granelli di sabbia
diventano piombo
e non cadono più.
Allora si...
Stringerei  forte la vita fino a soffocarla quasi
per non lasciarla fuggire via ...
Certe notti
non c'è nulla da dire, fare, capire...
Il respiro si spezza
e la mente gioca ad occhi chiusi...
I pensieri imbavagliati
inespressi
incompiuti
frenati da stretti nodi di lacci invisibili
più resistenti di qualsiasi
catena,
si sciolgono...
Indomiti e liberi...
Loro...
Mentre voli pindarici a ritroso,
rimangono impigliati
tra baci rubati di labbra mal negate
e carezze avide sfiorate,
dita di mani intrecciate
di realtà toccata da fantasie celate
e immobili vorrei...
Fermi nel condizionale statico
senza muovere più un passo...
Pietrificati...
Intanto il mondo intorno
corre e scorre...
Certe notti
quando il silenzio è assordante 
tanto forti sono le sue grida
quel mio impossibile possibile
è ormai impossibilitato di possibilità...


 
 
 

Il peso delle parole...

Post n°826 pubblicato il 28 Ottobre 2014 da Eli_Semplicemente

 


"Piacere alle donne!
È questo il
desiderio che arde in quasi tutti
"
dice
Guy de Maupassant...

Vogliamo dar torto a chi abbraccia questo pensiero?!
Giammai...

Perchè noi donne,
diciamolo chiaramente,
quando di donne vere trattasi eh,
 si sa,
siamo selettive
decise
critiche
attente
grandi ascoltatrici
e esaltatrici emozionali...

Naturalmente
fatta eccezione di quando ci innamoriamo
e allora ci trasformiamo anche in
coglione insicure
fino a quando non rinsaviamo! 

Quindi
riuscire a piacerci
è si l'ambiziosa vetta da raggiongere
quasi  di tutti...

Ma  Quasi Tutti chi?!

I  piccoli uomini
( o uomini piccoli?!
muble muble )
carissimi miei...

Eh si!!!

Coloro la cui massima aspirazione
è la quantità da
tacca sull'ego...
Quelli che si riempiono la bocca
e l'immagine
di facciata
che cozza con quello che poi fanno...


Per fortuna
c'è quel
" quasi "


Perchè
è proprio quello
che fa la
Differenza
 
 

Dico io!






"

 


 

"Una parola muore appena detta,
dice qualcuno.
Io dico che solo in quel momento
comincia a vivere..."


- Emily Dickinson -

Grande donna...

Per questo è consigliabile:

1) pensare prima di parlare

2) Avere buona memoria dopo aver parlato

3) Tacere
se non si è in grado di rispettare i primi due punti!

AriDico io...


 
 
 
Successivi »
 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 114