Community
 
Eli_Semplic...
   
Creato da Eli_Semplicemente il 26/04/2010

Attimi e Respiri

Semplicemente una Donna ... Tra Schegge Impazzite di Vita...

 

Tanto domani Ŕ un altro giorno ^__* Click!

Post n°768 pubblicato il 17 Aprile 2014 da Eli_Semplicemente

Vi capita mai di star bene,
davvero bene
di sentirvi sereni
con una gran voglia di vivere
sorridendo
e inciampare improvvisamente in qualcosa
che rispolvera un ricordo ...
Pezzi di parole e immagini
si mischiano tra loro
confondendosi limpidi...
Ecco allora che un paio di gocce di nostalgia
stringono lo stomaco...

Beh... A me si ...

Come adesso,
dopo aver letto questo pezzo di Bisotti
( ti dice nulla Phoe ?! ^___^ )


"Tu sei stata la sensazione,
durata una manciata di pensieri,
di aver trovato ancora finalmente qualcuno per cui spendermi
del tutto.
Forse è poco eppure credevo non fosse possibile provarla mai più.
Anche se oggi so con certezza che non sarebbe andata fra di noi,
sento il desiderio di dirti grazie perché grazie a te oggi so che sarò
capace di innamorarmi ancora.
A me non importa niente che un amore duri per sempre.
M'importa essere attraversato, trafitto, sorpreso.
M'importa
stare a cena con una donna e non avere altro pensiero
che vederla sorridere.
E spedirle un regalo solo per saperla contenta e commuovermi
nel vederla  piangere di gioia.
È accaduto fra noi perciò credo sia questo il regalo che non
dimenticheremo mai.
Arriva il momento in cui è necessario capire che si deve fare posto.
È inutile ripensare a come sarebbe andata se...
Domani arriverà anche senza noi! "...




Buonanotte a chi riesce a staccare la spina,
... Dei pensieri...
... Delle parole e dei silenzi...
... Delle presenze e delle assenze...
... Delle mancanze...
Buonanotte a chi riesce a spegnere cuore e cervello...
Porta chiusa e schifo fuori...

 
 
 

A dirla tutta...

Post n°767 pubblicato il 15 Aprile 2014 da Eli_Semplicemente






Oggi potrei scrivere un romanzo...
Ma forse meglio di no va...
E quindi
riassumendo le 300 pagine che
si rilegano nel mio cervello:

Non sopporto le mezze misure...
Le mezze verità...
Le mezze parole...
Di conseguenza non amo le
Mezze Persone!!



Ma quanto mi piace st' Uomo!!!
Ma quanto mi piace questa voce!!!
Ma quanto mi piace questa
Canzone!!!!

 

 
 
 

...Si fa per parlare!

Post n°766 pubblicato il 07 Aprile 2014 da Eli_Semplicemente

....Ma se invece di vivere
fingendo,
omettendo,
nascondendo,
raccontandoLa,
spesso più a se stessi che agli altri
prendendo per i fondelli,
e  disegnando fantasiose chimere
momentanee che si sa 
non diveranno mai realtà,
si avesse il coraggio delle proprie azioni,
dei propri sogni
dei propri pensieri
e desideri
veri
concreti 
vivendo quello che
rende felici in tutta serenità...
...Vivendo insomma
in maniera autentica e sincera
 ogni giorno come se fosse ogni giorno...
Né il primo,
né l’ultimo...
Semplicemente l’UNICO...

Non sarebbe meglio?!




Splendido inizio settimana!!!

 
 
 

...Smile!

Post n°765 pubblicato il 06 Aprile 2014 da Eli_Semplicemente

Nonostante la sveglia all'alba,
i ritmi frenetici
il sonno e la stanchezza....
Ci sono cose che ti rimettono in pace con il mondo,
come svegliarsi con  il sole che splende donando carica e colore ovunque,
quel sapore di buono che possono darti
 un caffè 
con chiacchiere e sorrisi,
una telefonata inattesa,
quel fiore sul tergicristalli che non sai
se volato li per caso o posato.

...Non c'è niente che possa valere tanto
quanto l'imprevedibile sapore
delle piccole cose!!!!!


Come dice Mahatma Gandhi:

"Sono le cose semplici che mozzano il fiato."

 

 
 
 

E il ghiaccio bollente che fa?! ... Hmmmm ^___^

Post n°764 pubblicato il 04 Aprile 2014 da Eli_Semplicemente

 

" Fidati di me "
disse l'acqua al fuoco!

 

 
 
 

Respiri

Post n°763 pubblicato il 01 Aprile 2014 da Eli_Semplicemente




Ho sempre amato le persone imperfette
con quel fascino particolare di fragilità  
punto di forza di chi sa lottare

con caparbietà in un mondo dove spesso un' immagine
patinata ad effetto è tutto...
Fraganza particolare che mi attrae come una calamìta
anche se a volte si trasforma in calamità vera e propria per me!
Eppure ho sempre detestato le mie...
Di imperfezioni ...
E più le detestavo più ci dovevo fare i conti...
Ora no...
Ora inizio ad accarezzare quel mio essere " difettosa "!...
E sarà per questo che mi ritrovo a fare quelle cose che voglio
e non solo quelle che devo..
Ieri sera,
una sera come tante,
dopo le solite corse tra lavoro e quotidianità...
Una sera fatta di fornelli, camicie stirate, tv in sottofondo,
tra il ticchettio delle dita sulla tastiera sbilenca del pc e
familiarità di fine giornata,
con la mente satura di parole chiuse in gola
mi è salita un'improvvisa voglia di respirare aria pulita,
fresca... 
Ed ho fatto quello che spesso vorrei,
quello che amo di più!
Ho preso le chiavi della macchina e
mi sono ritrovata al mare...
Quel mare che mi placa sempre con la sua musica...
Il sale sulle labbra ed il vento leggero sul viso
ad  increspare capelli e
a sciogliere  pensieri annodati!
Crescendo ho imparato ad essere pronta in 10 minuti...
Che uscire senza trucco e senza tacchi non è un dramma...
Ad aver pazienza...
Che non si può avere il controllo su tutto 
ma che è tanto bello perderlo quel controllo...
Ad amare la mia età che mi ha regalato una consapevolezza sconosciuta
insieme a qualche ruga...
Che dire sempre la verità e difendere ciò in cui credo mi rende
una gran rompipalle...
Che in amore e' tutta questione di fortuna
e che se hai successo in un campo,
a meno che non sei fra i pochi eletti,
difficilmente ne avrai in un altro ...
Che tutto passa, anche l'impensabile...
Che sono come il tempo,
imprevedibile e variabile  con quel sole che splende sempre oltre le nuvole
e che non c'è tempesta che non può essere superata!!!!
 
 

 
 
 

come il caffŔ...

Post n°762 pubblicato il 23 Marzo 2014 da Eli_Semplicemente

 

Una figlia si lamentava con suo padre circa la sua vita
e di come le cose le risultavano tanto difficili.
Non sapeva come fare per proseguire e credeva di darsi per vinta.
Era stanca di lottare...

Sembrava che quando risolveva un problema, ne apparisse un altro.
Suo padre, uno chef di cucina, la portò al suo posto di lavoro.

Lì riempì tre pentole con acqua e le pose sul fuoco.

Quando l'acqua delle tre pentole stava bollendo,
in una collocò carote, in un'altra collocò uova e
nell'ultima collocò grani di caffè.

Lasciò bollire l'acqua senza dire parola.

La figlia aspettò impazientemente,
domandandosi cosa stesse facendo il padre.

Dopo venti minuti il padre spense il fuoco.

Tirò fuori le carote e le collocò in una scodella.

Tirò fuori le uova e le collocò in un altro piatto.

Finalmente, colò il caffè e lo mise in un terzo recipiente.

Guardando sua figlia le disse:

"Cara figlia mia, carote, uova o caffè?" fu la sua domanda.

La fece avvicinare e le chiese che toccasse le carote,
ella lo fece e notò che erano soffici,
dopo le chiese di prendere un uovo e di romperlo,
mentre lo tirava fuori dal guscio,
osservò l'uovo sodo.

Dopo le chiese che provasse il caffè,
ella sorrise mentre godeva del suo ricco aroma.

Umilmente la figlia domandò:
"Cosa significa questo, padre?"

Egli le spiegò che i tre elementi avevano affrontato la stessa avversità,
"l'acqua bollente",
ma avevano reagito in maniera differente.

La carota arrivò all'acqua forte,
dura,
superba;
ma dopo avere passato per l'acqua,
bollendo era diventata debole,
facile da disfare.

L'uovo era arrivato all'acqua fragile,
il suo guscio fine proteggeva il suo interno molle,
ma dopo essere stato in acqua,
bollendo,
il suo interno si era indurito.

Invece, i grani di caffè, erano unici:
dopo essere stati in acqua,
bollendo,
avevano cambiato l'acqua.

"Quale sei tu figlia?" le disse.

"Quando l'avversità suona alla tua porta;
come rispondi?"

"Sei una carota che sembra forte
ma quando l'avversità ed il dolore ti toccano,
diventi debole e perdi la tua forza?"

"Sei un uovo che comincia
con un cuore malleabile e buono di spirito,
ma che dopo una morte,
una separazione,
un licenziamento,
una pietra durante il tragitto diventa duro e rigido?

Esternamente ti vedi uguale,
ma sei amareggiata ed aspra,
con uno spirito ed un cuore indurito?

"O sei come un grano di caffè?
Il caffè cambia l'acqua,
l'elemento che gli causa dolore.

Quando l'acqua arriva al punto di ebollizione
il caffè raggiunge il suo migliore sapore."

"Se sei come il grano di caffè,
quando le cose si mettono peggio,
tu reagisci in forma positiva,
senza lasciarti vincere,
e fai si che le cose che ti succedono migliorino,
che esista sempre una luce
che illumina la tua strada davanti all'avversità
e quella della gente che ti circonda."

Per questo motivo non mancare mai
di diffondere con la tua forza e positività
il "dolce aroma del caffè".

 
 
 

FINALMENTE!!!!!!!!!!!!!!!

Post n°761 pubblicato il 21 Marzo 2014 da Eli_Semplicemente

 

 

 

Quando stai per mollare,
fermati un attimo e pensa al motivo che ti ha spinto a resistere...
Pensa alla meta,
non a quanto sia lungo il tragitto.
Rimboccati le maniche e non aver paura della fatica.
Guardati allo specchio
e riconosci quel s
ognatore che ti è di fronte.
Lotta e combatti.
E quando ciò che desideri sarà tuo,
porta una mano al cuore
e sentirai in ogni singolo battito
l'eco di ognuno dei passi che hai compiuto.
E se avrai qualche cicatrice non preoccuparti,
non c'è vittoria senza una ferita di guerra,
non c'è arcobaleno senza la pioggia...

( dal web )

 

 

 
 
 

...IL POTERE DELLE PAROLE...

Post n°760 pubblicato il 16 Marzo 2014 da Eli_Semplicemente

 

 




...Spesso ignoto come il loro peso...
Sottovalutato in molti casi,
forse nemmeno calcolato in altri... 
Eppure quell'insieme di lettere più o meno 
ben assemblate tra loro e partorite dalla mente,
a volte con studio accurato 
altre superficialmente,
ne ha parecchio...
Possono cambiare il corso di un'esistenza
e nemmeno ce se ne rende conto...
Lo si realizza davvero però solo quando ci si ritrova
a sbattervi contro come ad un muro,
a fare i conti con quelle che si insinuano dentro  ...
Quando sferrate come armi sottili colpiscono e
penetrano taglienti attaccandosi in profondità
lasciando segni invisibili solo agli occhi...
Nessuno riuscirà mai a spiegare quanto possono
far male le parole...

Quando arrivano e non sono quelle giuste
Quando le aspetti e non arrivano
Quando pensi a qualcosa e lo scrivi nel modo sbagliato
Quando le leggi e le interpreti in maniera errata
Quando ti sembrano chiare e chi le legge ne capisce tutt’altro
Quando le leggi e le lacrime scendono sul viso ...
Quando fai una domanda e non ottieni risposta
Quando promettono e poi non mantengono
Quando rinnegano

Quando ti feriscono dentro più che se ti colpissero con un coltello
Quando ti riprometti di non scriverle più e invece ci ricadi come in un vortice
Quando scrivi qualcosa e non riesci a trasmettere il senso giusto
Quando le urli per la rabbia
Quando vorresti pronunciarle ma rimangono ferme in gola
Quando è più facile scriverle che dirle a voce
Quando vorresti scriverle e rimangono intrappolate tra le dita
Quando le rappresenti con un’immagine che dice tutto
Quando in silenzio lasci che sia una canzone a parlare
Quando aspetti di leggerle e non arrivano mai


Le parole hanno una potenza incredibile
e mentre volano sono eterne!

 

 

 


 
 
 

...Trattengo il fiato... A volte... Ma...

Post n°759 pubblicato il 25 Febbraio 2014 da Eli_Semplicemente

 



Chi mi sa spiegare
il momento esatto in cui
il porca troia finisce
il passerà diventa passato
e arriva il tutto bene?!

Dettagliate spiegazioni in merito Please!!!!!



Gradite Pezzi di Cuore Morbidosi?!




E a gentile richiesta
ecco lamette per tutti
in alternativa
un bel tiro di dadi per sfidare la sorte!!!


 
 
 
Successivi »
 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 108