Community
 
claudiomora...
   
 
 
Creato da claudiomoraldi il 06/02/2007
ANCHE I MITI CAGANO !!! chefacciolascio@hotmail.it - claumora@libero.it

immagine

 
 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 
 

 

 
« Oscar 2012 : tutti i premiatiConsiderazioni sull'Italia »

La domenica, ….non si giocò a pallone. Poi la domenica dopo torno tutto come prima!

Post n°317 pubblicato il 16 Aprile 2012 da claudiomoraldi

La domenica, ….non si giocò a pallone. Poi la domenica dopo torno tutto come prima!

 

Fermo, ora il tempo semina come nel vento piccoli ricordi di ciò che sei stato, di quello che fosti, tracce di ragazzo, raccontate di fretta e malamente in piccoli ritratti vuoti, di un giorno dispari, di questa rimanenza di tempo fermo, di persone disorientate e zittite dal silenzio improvviso.

In questo, saturo arrancare di momenti, scopriamo, di essere migliori perfino nella banalità, della vita che fluisce comunque, inarrestabile come contrasto, ad un di uggioso e internamente  tagliente di vetri scoperti, che arrivano in superficie all’unisono tutti, schiantandosi contro un muro di dura, satirica e critica realtà.

 

Ambire al podio ed essere, uno dei tanti che si confrontano, soltanto con paesi non differenti dal nostro.

Si vive, gioca, lavora e muore perfino nel modo sbagliato, sperando che tutto si aggiusti da solo, nella vana speranza, di aver toccato il fondo e ricominciare da capo.

 

Non si ha una memoria di quello che fummo, di ciò che siamo, di quello che potremmo divenire.

Siamo un grande paese senza storia, ne tempo, non abbiamo cento cinquanta anni, ma sempre uno! e la colpa e sempre degli altri.

Siamo tutti innocenti, tutti eroi, nessun colpevole, tanti... vittime delle circostanze.

 

Non potendo controllare gli eventi, li rendiamo complici della situazione che si verrà delineando, vorrei per una volta un colpevole, che qualcuno dicesse la colpa è stata mia!

 

No, non facciamo neanche questo, siamo bravi però ad elogiare il defunto.

Cosa scontata, non serve a nulla, non da sollievo, non trova cause, non punisce nessuno.

 

Claudio MORALDI         

 
 
 
Vai alla Home Page del blog