Creato da: BrandelliDiSogni il 19/01/2006
...ma mi devo ricordare che tu sei solo in una vita che non esiste: nei miei sogni. E' lì che devi restare. Intrappolato...

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

RiccardoPennaBrandelliDiSognicercasi_sorrisoMariamichelaCarrattaLeylaNyreedeagatta80Anonima1973DinostratoNefeliahcindybluealisette10caughtoncameraBertrand.Moranefcostanzo_1960imperatoreghiaccio
 
hit counter
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

neverending story

Post n°387 pubblicato il 03 Aprile 2014 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Credevo e sognavo il lieto fine...
poi ho letto di te...


"
Non si può costruire una famiglia con chi non sa entrare in empatia con gli altri, i narcisi sono fermi a una fase infantile della vita, non hanno senso del mondo reale e nascondono la paura di relazionarsi agli altri con la pretesa di considerarsi i migliori. I rapporti con queste persone sono difficili perché il narciso mette scarso impegno personale nella coppia, e non riconosce i bisogni dell’altro


NARCISISTA PERVERSO:

Secondo il DSM IV i criteri diagnostici del narcisismo sono i seguenti:

Un quadro pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato nelle seguenti caratteristiche

Grandiosità

Il narcisista si sente estremamente importante, più di qualsiasi persona, compreso il proprio partner o gli amici.

Bisogno di approvazione

Ha un grande bisogno di essere approvato e ammirato dagli altri, è convinto di esercitare una grande ammirazione e rispetto sugli altri, pretende un trattamento speciale ed inoltre ama essere al centro dell’attenzione nelle conversazioni.

Mancanza di empatia

Non è in grado condividere i propri sentimenti o di capire quelli degli altri. Si offende facilmente in modo ingiustificato ad esempio non accetta un rifiuto nemmeno se esiste una forza maggiore. E’ insensibile alle motivazioni altrui. In genere mostra disprezzo per il proprio partner. Non ricambia l’amore che gli viene offerto anzi chi sta al suo fianco deve essere disposto a soddisfare le sue esigenze.

Negazione

Nega di non essere razionale e di sopravalutarsi. Nega di essere depresso o di essere vittima di qualche trauma. Se accetta la psicoterapia nega di avere qualche problema.

Invidia

ha un atteggiamento di invidia verso gli altri ma al contempo si lamenta di essere troppo invidiato.

L’arroganza e l’intolleranza alle critiche

Il narcisista si offende facilmente, reagisce con rabbia quando subisce critiche, non conta l’opinione degli altri ed è vangelo solo il suo pensiero.

Manipolazione

Poiché si crede una persona eccezionale, non esita a manipolare e trattare come oggetti le persone che gli stanno intorno per raggiungere i propri obiettivi.

Saccenza

Oltre al proprio superiore o ai propri insegnamenti manifesta una immagine di grande fiducia in se stesso da convincersi che nessuno è migliore di lui. Tende ad ottenere grandi risultati nel proprio lavoro, anche se a volte il suo narcisismo diventa invalidante in quanto pensa di sapere già tutto, è alla continua ricerca di trionfi.

Interpretazione distorta dei risultati e il richiamo selettivo

ostenta i propri successi e si attribuisce maggiori competenze rispetto ad altri, mentre i fallimenti li attribuisce a circostanze esterne. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

dolore

Post n°386 pubblicato il 31 Ottobre 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Più di così non posso soffrire

Più di così non posso morire


Più di così non so amare.




 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

intensità

Post n°385 pubblicato il 10 Luglio 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Mai nella mia vita ho vissuto emozioni di questa portata...

Mai nella mia vita ho vissuto tanta intensità

Mai

Non ho mai amato nessuno così tanto, ma soprattutto non mi sono mai sentita così tanto amata.

Passare la notte insieme ha assunto un significato del tutto nuovo.

Non è stato come le altre volte...

E' stato incredibilmente emozionante.

Intensamente emozionante.

C'eri.

Totalmente

Eravamo uno nell'anima dell'altra.

Eravamo felici, emozionati e finalmente consapevoli.

Be', forse più tu che io...la consapevolezza di amarti, io ce l'ho da anni.....

Ma tu ti sei sempre nascosto dietro a mille ostacoli...

invece ora...

Dirmi che hai passato anni nel tentativo di negare a te stesso di amarmi è stata una rivelazione sconcertante, non tanto quanto sentirti che mi chiami "Amore" o sentirti ripetere "ti amo" o sentire che mi esprimi il desiderio di avermi "in giro per casa"....

Ti vedo felice, sereno, innamorato...

ed io sono felicemente incredula.

Ma è meraviglioso...

è un sogno che da anni ho desiderato si avverasse

per me sei l'Amore

ma questo lo sai....

 

...  ∞

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Voli

Post n°384 pubblicato il 07 Luglio 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

L'onda è cioè che più si avvicina a quello che fai...

onde sempre più ravvicinate.

Dopo tanta rabbia, tanto dolore, ti vedo tornare

Ancora più convinto, sembra

Ancora più innamorato, se possibile...

Non è questione di perdonare, non è questione di orgoglio, non è questione di dimenticare, né di ricordare il male.

E' la grandezza di quello che provo per te e con te che mi fa decidere che, forse, il soffrire così tanto viene annullato da come riesci a farmi sentire.

E di nuovo vengo catapultata in un universo che non esiste.

Una dimensione che vorrei fosse la mia realtà, che, invece, sembra essere solo un mondo parallelo...

Mi ami, non smetti di dirlo.

E lo dimostri, anche!

Dici cose forti, non possono essere illusioni.

Dici che senza me sei niente.

Dici che senza di me tutto è noioso

Dici che sono importante

Dici che sono l'essenza stessa della tua vita.

Dici....

... e lo sento anche...

però...

il però c'è sempre.

Però non riesco ad essere del tutto serena.

Però non riesco a vivere tranquilla i miei momenti con te.

Forse perché non vorrei fossero momenti

Forse perché lontana da te mi sento davvero diversa.

Forse perché solo vicina a te sono davvero io.

Forse perché temo di veder svanire del tutto quello che vedo e sento ora.

Forse perché non potrò mai vivere la completezza.

Forse perché voglio vivere e volare con te.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

inganni

Post n°383 pubblicato il 20 Maggio 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Di tutto quello che ho vissuto, resta poco con te.

Resta che ho vissuto tutto da sola.

Resta che ho vissuto sentimenti monodirezionali.

Io ho amato te,

tu (non) hai amato te.

Resta che sei una fonte inesauribile di illusioni.

Illudi te stesso e gli altri.

Non so in cosa credi.
Ma quello in cui credi è di una durata brevissima, talmente minima che non so nemmeno quanto possa essere riconducibile alla realtà.

Tu non hai la più pallida idea di cosa sia un sentimento.

I sentimenti non appaiono dal nulla né tantomeno scompaiono nel nulla.

Ma qual è la verità?

Mi hai fatto credere mille cose diverse.

Confessioni, giustificazioni, pentimenti...

Poi arroganza, distanza, freddezza....

ma chi sei, davvero?

Qual è il tuo vero lato?

Conosco la mia di verità

So che il non essere "allineata" ai tuoi voleri mi fa essere inadeguata.

So che il non apparire "come sempre" mi fa essere sbagliata.

So che avevi deciso che non posso avere momenti di cedimento.

So che ancora una volta mi hai sbattuto una porta in faccia.

E non lo sai nemmeno tu  il perché.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

racconti

Post n°382 pubblicato il 30 Aprile 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Alla fine ci sei riuscito a liberarti di me.

Senza nemmeno troppa fatica, mi pare.

Tu forse non te ne sei reso conto, ma hai fatto tanti di quei tentativi, che alla fine hai trovato la strada giusta.

Raccontandotela, come fai sempre.

Prima ti sei raccontato che ero piacevole, ma che poi volevo chissà cosa e diventavo fastidiosa, così ti allontanavi e tornavi, ti allontanavi e tornavi... Questo lo hai fatto per anni.... poi ti sei fermato.. a febbraio mi hai reso partcipe di uno dei tuoi racconti: prima ti sei raccontato di essere innamorato di me - "innamorato e felice" sono parole tue - poi ti sei raccontato che ero improvvisamente diventata l'opposto di quello che pensavi io fossi. E non mi volevi più. Hai attuato il peggiore dei tuoi comportamenti, ma forse quello che ti riesce meglio, mostrando distacco e fastidio.

In tutto questo la cosa più dolorosa ed incredibilmente brutale è che sei passato nel giro di una settimana da parole e gesti di estermo amore al "non mi interessa nemmeno capire come sei davvero".

Non lo so che cosa ho vissuto.... Inizio a dubitare di tutto. Faccio fatica a capacitarmi anche di questa cosa....

In nove anni ho assistito ad un'infinità di cose brutte, di gesti fatti in totale insensibilità, mi hai fatto male in mille modi senza preoccuparti delle conseguenze su di me. Ma ogni volta ho voluto dimenticare, ogni volta è prevalso il sentimento che provo per te, quello che ho vissuto con te, le emozioni, tutto quello che sapevo potevamo essere insieme.

Il mio momento di "crisi", nato oltretutto per motivi assolutamente lontani da te, mi ha fatto essere così inadeguata, così disallineata da farti allontanare. E quando ti ho ricordato quante volte ho voluto dimenticare quanto tu sia stato crudele con me (con la differenza che tu ti comportavi male volontariamente), sei stato capace di dire "siamo diversi".

Ritengo la diversità un punto di forza in un rapporto, ma è inutile starlo a spiegare a te. In teoria sei d'accordo, in pratica hai bisogno di essere compiaciuto, per cui bisogna essere allineati a te. Niente di più lontano dal mio pensiero di rapporto ideale. Di fatto hai deciso che quello che hai visto in un momento sia più importante di qualsiasi altra cosa tu abbia visto in nove anni. Hai iniziato a dubitare di chi io sia veramente. Hai deciso che quello che c'era tra te e me non valeva niente. Hai deciso che quel rapporto preferenziale, quell'importanza che ti ho dato non era niente. Hai deciso che la cosa più importante è che io sono "disallineata". 
L'amore è essere allineati?!?

Be', hai un modo del tutto particolare di amare. Anzi, sai cosa? Tu non sai cosa sia l'amore.
L'amore non si accende e si spegne in un attimo.
Non credo tu mi abbia mai amata.
Né quando me lo hai detto espressamente, né quando hai fatto gesti che potevano sembrare "dimostrativi".
Io sono stata un tuo capriccio.
A più riprese.
Tanto sapevi che ero sempre lì ad aspettarti. Pronta a dimenticare il brutto per vivere il bello.
Quando hai deciso che non andavo più bene mi hai buttata via.
Tu vivi quello che credi sia amore in virtù della tua vanità e del tuo ego.
Pensi sia amore qualsiasi cosa che assecondi la tua voglia di piacere.
Pensi sia amore qualsiasi cosa che assecondi il tuo ego. Pensi sia amore qualsiasi cosa che al momento ti piaccia e ti compiaccia.
Passato l'impeto del momento, si spegne tutto e butti via.

Sbagli. Non è quello l'amore...

L'amore è vivere e condividere ogni cosa, ogni momento bello o brutto che sia.
L'amore è comprensione, apertura, voglia di andare verso l'altro.
L'amore è voglia di entrare nel mondo dell'altro accettandone limiti e diversità. Crescendo reciprocamente in questi limiti e in queste diversità.

L'amore è passione.
E noi avevamo tutto questo e anche di più: c'era la complicità, c'era l'intesa perfetta, c'era tutto... Non sono cose che si decidono a priori: crescono e maturano nel tempo....
Ma che faccio? ti spiego l'amore? Inutile... non capiresti, non accetteresti e comunque non saprai mai cosa sia. Non credo che riuscirai mai a provare qualcosa di intenso e profondo se non raccontandoti che è così, perché magari ti fa comodo, perché è più facile.

L'amore non si razionalizza.

Chissà se un giorno ti renderai conto di cosa hai buttato via. Perché io so che era qualcosa di grandioso.
Qualcosa che non incontrerai mai più nella tua vita. Continuerai a saltare da una storia all'altra, raccontando favolette a te stesso. Dicendoti che eri innamorato follemente, ma poi che tutto si spegne... che incontri persone inadeguate e che prendi abbagli... fatti qualche domanda ogni tanto, così, per fare qualcosa di diverso... per esempio: come mai prendi abbagli in continuazione??

Come al solito ora raccontati anche che sei libero, felice e che sai quello che vuoi e che fai...

Racconti...

Non sono arrabbiata, sono solo tanto delusa nell'aver creduto che fossi capace di amarmi. In realtà credo tu non sia in grado di farlo... e questo fa male.
Sono solo tanto amareggiata dal tuo essere così rigido di fronte a me. Hai preso una posizione che non prevede punti di osservazione diversi. Qualsiasi cosa si dica o faccia, parti dal tuo presupposto, con i tuoi parametri. Non vedi altro. Paraocchi e limiti.

E così hai cancellato tutto in un attimo.

Io non funziono come te.
Io ascolto, cerco di capire, cerco di prevedere eventualità diverse da quelle che mi suggerisce il mio pensiero... Posso non condividere, ma quanto meno cerco di capire.

Io ti ho amato, come non avrei mai pensato di essere capace.
Ti ho amato incondizionatamente. Il che implica che non mi dovevi nulla, nemmeno tutto quel letame con cui mi hai ricoperta.
Ti ho amato intensamente.

Io ti ho amato.

Probabilmente continuerò ad amarti ancora. Non è facile estinguere un sentimento del genere. Non basta la volontà, non basta il comportamento bastardo, non basta... il mio amore è incondizionato.

Ti amo ancora, nonostante tutto e non mi vergogno a dirlo, per questo non voglio dimenticare niente, voglio solo riuscire ad "archiviare" tutto quello che ho vissuto con te, una volta tanto voglio pensare a me.

Voglio vivere.



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

divario

Post n°381 pubblicato il 23 Aprile 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Umanamente??

ti dispiace umanamente che le tue parole mi abbiano ferito??

cosa sono un caso limite, una reietta che fa impietosire?

che accidenti significa "umanamente"??

Non mi piace lamentarmi, ma se lo faccio significa che sto davvero male.

L'amore non è questo.

L'amore non è solo quando sto bene e sono felice.

L'amore non sparisce solo perché mi vedi fragile o meno determinata di come sono di solito....

L'amore è altro.

L'amore è avere la forza e la pazienza di capire.

Tu non hai nessuna delle due.

I tuoi "ti amo" erano tue illusioni.

Una delle tue temporanee convinzioni.

Una di quelle cose che ti racconti.

Raccontale a qualcun altro.

non voglio più sentire niente.

e nessuno.

Il male non è una mia invenzione.

Star male non è la mia condizione ideale.

Stavo bene con te perché avevo la libertà di essere sempre me stessa.

Questa libertà mi è negata, perché pare che essere me stessa in ogni momento corrisponda ad essere giudicata.

Giudicata per quella che non sono per altro...

Non posso essere me stessa, non posso avere cedimenti perché altrimenti non collimo con la persona che "pensavi di conoscere"...

E' caduto il presupposto principale.

Non sto più bene con te...

e nemmeno con me...



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

repentinità

Post n°380 pubblicato il 22 Aprile 2013 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Per l'ennesima volta ho voluto tentare qualcosa che somigliasse ad un rapporto continuo con te...

Per l'ennesima volta ho voluto dimenticare tutto il male.

Per l'ennesima volta ho voluto dimenticare tante bugie.

Per l'ennesima volta ho voluto dimenticare quanto mi hai trattata male.

E sono stata felice.

Davvero felice.

Come mai nella mia vita.

Mi sono resa conto di aver avuto ragione a voler dimenticare il brutto e pensare solo al bello che sai darmi.

Mi sono resa conto che la felicità esiste...

Mi sono resa conto che tu sei la mia dimensione.

...... però poi....

Nemmeno il tempo di farmi rendere conto di quello che stavo vivendo che sei sparito di nuovo.

Ma no, non è nemmeno quello a ferirmi.

Mi ferisce la repentinità con cui riesci a passare da un "ti amo!" al fastidio ed indifferenza più totali.

Mi ferisce la rigidità del tuo pensare.

Mi ferisce l'impossibilità di comunicare con te.

Mi ferisce il tuo non essere disponibile ad ascoltare.

Mi ferisce il tuo credere a fantasmi.

Mi ferisci tu.

Io ci avevo creduto davvero questa volta.

Mai come questa volta sei stato così vicino, innamorato, felice.

Mai come questa volta.

Ma un mese forse è il tempo massimo che mi è concesso per essere felice.

Lo ero e lo sono stata per un mese.

In tutta la mia vita, un mese mi sembra  pochino...

pretendo troppo??

Sbaglio nel credere sempre nelle tue parole?

Che valore hanno le tue parole?

Cosa c'è dietro alle tue parole?

Non posso credere che possano essere vere se poi mi abbandoni così.

Come ogni volta...

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

tramontando

Post n°379 pubblicato il 18 Luglio 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

e mi cascano le braccia...

Otto anni vicina ad ogni tuo attimo e poi sentirmi descrivere con parole lontane dal mio essere.

Otto anni attenta ad ogni tuo minimo movimento, ogni tua minima variazione...

Otto anni non ricambiati.

Talmente attenta a te, da non accorgermi di andare verso un muro.

Talmente assorta nel cercare di darti tutto quel che potevo, da non accorgermi che non hai mai voluto

Adesso leggo la tua superficialità, il tuo egocentrismo e ne resto allibita.

Leggo il tuo menefreghismo, la tua leggerezza e mi fa male.

I tuoi "mi dispiace" sono talmente falsi che li dici in automatico, senza dar nessun seguito a questi "dispiaceri"....

 

Sei distante e questo non riesco a sopportarlo....

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

nuove domande

Post n°378 pubblicato il 17 Luglio 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Cosa cambierebbe nella tua vita se io non fossi più presente?

Cosa "soffriresti" se io sparissi dal tuo quotidiano?

Cosa cercheresti di fare per recuperare il rapporto con me?

A tutte e tre le domande una sola risposta: Nulla.

E allora? che cosa aspetto ancora? che cosa spero?

Sono stufa di muri, di sensi unici, di preferenze, di essere buttata via, di scarse considerazioni.

Stanca.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

dimensioni

Post n°377 pubblicato il 11 Luglio 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

"Hai  mai conosciuto una persona che fosse molte cose in una, le portasse con sé, che ogni suo gesto, ogni pensiero che tu fai di lei racchiudesse infinte cose della tua terra e del tuo cielo... e parole, ricordo, giorni andati che non saprai mai, giorni futuri, certezze, e un'altra terra, un altro cielo che non ti è dato possedere?"

C. Pavese

 

Sì... ma hai fatto finta di niente... hai preferito la "comodità".. la leggera superficialità...

chissà se un giorno capirai la grandezza di quello che avresti potuto avere....

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

incomprensioni

Post n°376 pubblicato il 07 Luglio 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

ricorrenti

intollerabili

insopportabili per me.

Tu hai il solito modo di (non) affrontare: fingi che dopo un po' tutto si estingua.

Resta che sei rigido di fronte a certi argomenti

Resta che non affronti

Resta che non mi sento come vorrei sentirmi

Resta che sono al margine della tua vita.

Resta che non ha senso dire "sono fatto così"

cosa ho sognato fin'ora??

Mi hai detto cose senza alcun riscontro...

Hai perso sensibilità

hai perso interesse

hai perso credibilità

hai perso un sacco di cose...

ne perdi in continuazione.

Ma io sono sempre lì...

sarà il caso di perdere definitivamente me????

ma quante volte l'ho detto!??!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

mondi

Post n°375 pubblicato il 05 Luglio 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Io non voglio essere "a parte", perché quando poi vivi il tuo mondo quotidiano, io mi sento esclusa, e se mi affaccio "da te" mi sento addirittura un'intrusa.

Non si può vivere una relazione in questo modo... io non posso esere il tuo giardino segreto.

Io esisto.

Non sono una tua fantasia

Quello che provo è vero.

Quello che provi tu è reale.

Io voglio essere parte della tua vita, così come mi avevi chiesto.

Ma forse tu intendevi altro...

Il tuo altro non collima con quello che è in me....

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

altalenando

Post n°374 pubblicato il 15 Maggio 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Non ce la posso fare...

nessuno... nemeno la persona più salda ed equilibrata potrebbe...

perché continuo?

cosa penso possa arrivare ancora?

altre illusioni? altre delusioni? altri allontanamenti? altri abandoni? altri dolori?

e di tutto questo cosa mi fa bene?

niente...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

serenità

Post n°373 pubblicato il 06 Aprile 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Non sono una persona che si fa imbambolare da regali, né entusiasmare da gesti eclatanti, in realtà mi basta poco, quel poco che mi sa rendere felice.

E' stato un "momento" di grande ansia e stress per me e tu sei stato vicino nel miglior modo che potessi immaginare...

Delicato...

tu e i tuoi "io ti voglio bene, davvero"

"ricordati che ti voglio bene"

e alla fine "... è troppo bello vederti felice"
ma soprattutto sentire che quel che dici è sentito....

come posso non continuare ad essere folle di te?

sono parole e gesti che riescono a cancellare qualsiasi cosa terribile tu abbia fatto....

quando ti sento così tanto vicino, così tanto con me, non desidero altro.

illusa o no... non so... so solo che riesci a scatenarmi emozioni forti.... so solo che sai farmi sentire viva.



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

stranezze

Post n°372 pubblicato il 12 Marzo 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

sono così strana nel voler essere l'unica?

sono così bizzarra nel non volerti dividere con altre?

ma davvero sono io che non capisco?

secondo te, si può vivere serenamente un rapporto mentre tu hai parallelamente altri rapporti più o meno ufficiali?

assurdo.... riesci a farmi credere perfino questo ...

fortunatamente ho ritorni di lucidità...

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

realtà

Post n°371 pubblicato il 08 Marzo 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

resto aggrappata disperatamente ai miei sogni...

no, non sono un'illusa...

sono un'idiota vera!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

infinito

Post n°370 pubblicato il 07 Marzo 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

non credo al per sempre

se qualcuno mi promettesse un "per tutta la vita" non mi sentirei rassicurata

non crederei mai all'infinità di un sentimento

credo in quello che sento , all'intensità delle emozioni

credo nell'evolversi di tutto...


ma se quello che vivo è bello, è profondo, appagante, vivo....

perché deve andar "sprecato" in questo modo?

perché averne una parte e non il tutto?

 


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

peccato

Post n°369 pubblicato il 07 Marzo 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

"che occhi che avevi!! e che sguardo! non posso togliermelo dalla mente"

l'hai detto tu...

Chissà se sei stato capace di leggerci quello che sei per me.. chissà se distingui lo sguardo di chi è profondamente innamorato di te, da qualsiasi altro tipo di sguardo....

Ma infondo no... non lo credo.

Credo solo che tu ci abbia letto il desiderio, l'erotismo, il piacere...

un vero peccato....

sentirti così trasportato, così entusiasta di me, sentirti dire niente altro che cose belle su quanto ti piaccio, su cosa ti piace e sentire che è tutto molto sincero.....

ma sapere anche, che sono "ridotta" all'ambito fisico....

un vero peccato

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

instabilità

Post n°368 pubblicato il 06 Marzo 2012 da BrandelliDiSogni
Foto di BrandelliDiSogni

Oggi ho deciso di prendere un giorno di assenza da te.

Voglio dimenticarmi che esisti...

No, non è successo niente di brutto... anzi è un periodo in cui è tutto molto bello, molto intenso... ti sento molto vicino, è un momento "sì"... però continuo ad essere assalita da pensieri cupi. Non riesco a vivere il momento felice.

Continuo a pensare alla totale parzialità in cui mi fai vivere.

non voglio cose parziali. Io voglio il tutto.

Continuo a chiedermi il senso delle relazioni.

Quella tra te e me.

Quella tra te e le malcapitate di turno.

Quella tra te e il resto del mondo senza di me.

Per oggi mi dimenticherò di te....

.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »