Creato da Fareambiente0 il 29/05/2007
Movimento Ecologista Politico-Culturale

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

tony_ATTIVO_RMegiptioMaryLu2481giugalianoosky11cobracloudeleo1101mrpastoreassuntinaricciorobertomanca.rHyvosysabe2007marisadenigrismarch_filirifugiologgetta
 

Ultimi commenti

Al seguente link potrete vedere il servizio...
Inviato da: uniromatv
il 15/02/2011 alle 16:46
 
L'iniziativa promossa dal Sindaco è encomiabile sotto...
Inviato da: LILIANA TADDEO
il 28/09/2009 alle 15:46
 
Cari amici di FareAmbiente,era ora che il panorama...
Inviato da: Francesco Camastra
il 11/03/2009 alle 15:36
 
piu' che fare ambiente...è fare le scarpe all...
Inviato da: rigitans
il 30/07/2008 alle 15:03
 
carissimo daniele... d'accordo con te sulle...
Inviato da: ambienteco
il 08/07/2008 alle 21:49
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Terza Festa Nazionale dei Giovani di FareAmbiente

Post n°122 pubblicato il 01 Maggio 2009 da Fareambiente0



L’8 Maggio avrà inizio, in varie location, la Festa Nazionale dei Giovani di FareAmbiente: kermesse di incontri e dibattiti di FareAmbiente promossi e organizzati dal Coordinamento Nazionale Giovanile di FareAmbiente. Il primo appuntamento si terrà presso l’Hotel Baia di Vietri sul Mare previsto per le ore 19:00, e nell’ambito della manifestazione il Presidente di FareAmbiente Prof. Vincenzo Pepe incontrerà e dialogherà con tutti i giovani iscritti al movimento ecologista. Il 9 Maggio a Paestum, nell’ambito della rassegna “Museo Paestum nei percorsi del Grand Tour”, avrà inizio il secondo giorno di incontri presso il Complesso Monumentale del Convento di San Antonio in Capaccio. Aprirà i lavori, alle ore 9:30, la presentazione del libro “La Fiaccola Tricolore” di F. Tatarella; a seguire tavola rotonda “I Giovani e la Politica. La classe dirigente di domani”, modererà il dibattito il redattore de “Il Tempo” F. Perugia, introdurrà il Presidente di FareAmbiente V. Pepe; seguiranno i saluti: del Vice Presidente di FareAmbiente G.F. Milillo, di Eustachio Voza – Direttore Museo Gran Tour Capaccio-Paestum, di L. Framondino - Presidente Laboratorio Cilento FA, di G. Iaconetti – Direttivo Nazionale Giovanile FareAmbiente, e del Coordinatore Regione Lazio di FareAmbiente Piergiorgio Benvenuti. Seguiranno gli interventi di G. Romano – Presidente Commissione Rifiuti FA, A. Torino – Responsabile Provinciale Pari Opportunità AN, M. Cugini – Coordinatore Regionale Giovanile Sardegna FA, F. Ciarletta – Direttivo Nazionale Giovanile FA, di N. Formichella membro della Commissione Politiche dell’UE – Camera dei Deputati, di P. Picierno -Commissione Cultura Camera dei Deputati, di L. Crespi - analista e sondaggista, di G. Soglia – Segretario Commissione Finanze – Camera dei Deputati, di A. M. Fimiani – Responsabile Nazionale Politiche Giovanili e Sociali FareAmbiente, di F. Pasquali – Coordinatore Nazionale dei Giovani di Forza Italia, di L. Bobbio – Capo di Gabinetto Ministero della Gioventù, infine chiuderà l’intervento del Ministro della Gioventù Giorgia Meloni. Prima del break, alle ore 12:30 in programma è prevista la visita al Museo Gran Tour Capaccio – Paestum. Alle 15:00 nuova sessione di lavori: si riprenderà con la presentazione del libro “Fare Ambiente” – Teorie e Modelli di Sviluppo Sostenibile di V. Pepe. A seguire il dibattito verterà sull’educazione ambientale. Modererà il dibattito “I Giovani e l’Ambiente” il Direttore dell’Opinione A. Diaconale, introdurrà R. La Pietra – Vice Presidente FareAmbiente. Seguiranno i saluti di: F. Della Corte – Coordinatore Regionale Campania FareAmbiente, di L. Dentoni Litta – Coordinatore Provinciale Giovanile FareAmbiente Salerno FA, di A. Romano – Responsabile Città di Napoli FareAmbiente. A seguire gli interventi dei membri del Direttivo Nazionale Giovanile FareAmbiente A. Siniscalco, M. Dozio e G. Colasurdo. Altri interventi previsti: A. Andria – Commissione Agricoltura Senato, E. Caccavale – Portavoce Forza Italia Campania, F. Ricci – Coordinatrice Nazionale Giovanile FareAmbiente, S. Tatarella – Eurodeputato PdL membro Commissione Ambiente, e A. Ghiglia Capogruppo PdL Commissione Ambiente Camera dei Deputati. Intorno alle 17:00 è prevista in programma la visita al Museo Archeologico Nazionale di Paestum. Seguirà nuovo dibattito: “I Giovani, le Associazioni, L’Università, l’Impresa e l’Amministrazione” dove si discuterà di rifiuti, energia, Turismo Sostenibile, beni Culturali e Ambientali. Modererà il dibattito il giornalista E. Senatore della testata Cronache del Mezzogiorno; introdurrà I. De Martini – Coordinatrice Regione Liguria FareAmbiente; a seguire i saluti di: D. Maiale – Vice Presidente Laboratorio Agro Nocerino Sarnese FA, di S. Colella – Coordinatore Provinciale Giovanile Caserta FA; interveranno i Coordinatori Regionali Giovanili di FA, i membri del Direttivo Nazionale Giovanile di FareAmbiente A. Longo e G. Diodato. Altri interventi: O. Mainieri – Presidente Commissione Energia FareAmbiente, E. Botticelli – Coordinatrice Regione Piemonte FareAmbiente, M. Calatola – Presidente Futura AUD, S. Mandarà – Presidente Osservatorio Provinciale Rifiuti Ragusa, W. Ganapini – Assessore Regionale Ambiente Campania, A. Cesaro – Responsabile Nazionale Studenti per le Libertà, D. Venturi – Presidente Associazione Nazionale Papa Boys, L. Bresanello – Coordinatrice Regione Veneto FareAmbiente, M. Sartoris – Presidente Consulta Amministratori FareAmbiente, R. Marangon – Assessore Regionale Politiche per il Territorio Veneto; infine chiuderà l’intervento del Presidente di FareAmbiente V. Pepe. Il 10 Maggio, alle ore 10:00 presso l’Hotel Baia di Vietri sul Mare, è prevista la Santa Messa. Nel pomeriggio alle ore 17:00, a Castel San Giorgio riprenderanno i lavori con il dibattito: “I Giovani e il Territorio” – Modelli di amministrazione. Modererà l’incontrò il Direttore de “Cronache del Mezzogiorno” T. D’Angelo. Ai saluti del Consigliere Comunale di Castel San Giorgio M. Capuano, seguiranno quelli di L. Pannullo – Presidente Azione Giovani di Castel San Giorgio, di A. M. Russo Coordinatore Provinciale PdL Salerno e A. Iannone – Vice Coordinatore Provinciale PdL Salerno. A seguire gli interventi di: N. Carbone – ex Assessore Provinciale Salerno, C. Salvati – Assessore all’Ambiente al Comune di Scafati, D. Maiale – Vice Presidente Laboratorio Agro Nocerino Sarnese FA, G. Romano – Presidente Commissione Rifiuti FareAmbiente, A. M. Fimiani – Responsabile Nazionale Politiche Giovanili e Sociali e Presidente laboratorio Agro Nocerino Sarnese FareAmbiente, E. Cirielli – Presidente Commissione Difesa Camera dei Deputati. Chiuderanno V. Pepe – Presidente FareAmbiente e G. Soglia – Segretario Commissione Finanze Camera dei Deputati. Nell’ambito di tutta la manifestazione verrà organizzata una raccolta fondi il cui ricavato andrà interamente devoluto alla Missione dei Padri Redentoristi a Mendoza in Argentina.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FareAmbiente: Prolungata la permanenza del camper odontoiatrico in Abruzzo

Post n°121 pubblicato il 25 Aprile 2009 da Fareambiente0

Il camper odontoiatrico inviato da FareAmbiente e' ancora in Abruzzo ed ha prolungato la sua permanenza per venire incontro alle necessita' delle popolazioni terremotate.
 
"Ringrazio il dott. Giovanni dell'Aversana, del centro odontotecnico DEGI, che ha messo a disposizione la struttura, la dott.ssa Maria Emanuela Della Corte e l'odontotecnico Alessandro Mercurio per il grande impegno e per il sacrificio di questi giorni, sicuramente duri, ma pieni di soddisfazione: il senso civico di solidarieta' che stanno mostrando e' davvero ammirevole" ha dichiarato il Coordinatore Regionale di FareAmbiente Campania, Francesco Della Corte.

Camper

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 120

Post n°120 pubblicato il 11 Dicembre 2008 da Fareambiente0

FareAmbiente: L’Obbligatorieta’ dell’Educazione Ambientale nelle scuole e’ Legge!

Una nuova vittoria per l’ambientalismo realista :

  «Art. 7-bis. - (Formazione scolastica). - 1. Al fine di formare i giovani relativamente all'importanza della conservazione di un ambiente sano e al rispetto del territorio, nonché alla realizzazione di tutte le pratiche utili per l'attuazione del ciclo completo dei rifiuti, sono previste iniziative di formazione attraverso l'inserimento, nei programmi scolastici della scuola dell'obbligo, dell'educazione ambientale.
        2. Con decreto del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, sono definite le modalità attuative delle disposizioni di cui al presente articolo, nell'ambito delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica».

<< Un trionfo non solo per FareAmbiente – dichiara il Presidente, Prof. Vincenzo Pepe – ma per l’ambientalismo del fare e per l’intera Nazione: siamo fermamente convinti che l’educazione al rispetto dell’ambiente sia alla base del rispetto del principio dello Sviluppo Sostenibile, filo conduttore di tutte le iniziative del Movimento. >>

FareAmbiente – Movimento Ecologista Europeo esprime grande gioia nel veder approvato il disegno di legge presentato il 23 luglio 2008 di cui e’ stato primo firmatario l’On. Benedetto Fabio Granata in collaborazione con gli On. Agostino Ghiglia, Gabriella Giammanco e Donato Lamorte: l’art. 7-bis del decreto-rifiuti, appena convertito in legge, impone, infatti, l’obbligatorieta’ dell’Educazione Ambientale nelle Scuole.

<< Puntare sui Giovani e sui Giovanissimi per un rilancio di un ambiente sostenibile: questo – dichiara Alfonso Maria Fimiani, Responsabile Nazionale per le Politiche Giovanili e Sociali di FareAmbiente – e’ il nostro obiettivo ed e’ evidente che l’approvazione della nostra proposta di legge sull’obbligatorieta’ dell’insegnamento dell’educazione ambientale nelle scuole va in questa direzione. FareAmbiente ha puntato tutto su noi Giovani e sulla nostra voglia di riappropriarci di un futuro piu’ verde e meno cupo.>>.

<>.

FareAmbiente annuncia, infine, una conferenza stampa per l’inizio della prossima settimana.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FLAEI-CISL e FARE AMBIENTE

Post n°119 pubblicato il 10 Novembre 2008 da Fareambiente0

Il giorno 12 novembre 2008 alle ore 11,30 il Segretario Generale FLAEI-CISL (Federazione

Lavoratori Aziende Elettriche Italiane), Carlo De Masi, e il Presidente di FARE AMBIENTE

(Movimento Ecologista Europeo), Vincenzo Pepe, sottoscriveranno alla presenza della

Stampa un Protocollo di intenti per uno Sviluppo Sostenibile presso la Sede della FLAEI-CISL

Nazionale di Via Salaria, 83 Roma.

La firma dell’Accordo ha come obiettivo quello di avviare un rapporto di collaborazione a

sostegno della Politica energetico-ambientale in Italia.

Più in particolare, la FLAEI e FARE AMBIENTE, consapevoli del delicato contesto riferito ai

temi più attuali dell’Energia (vedi nucleare e rinnovabili), nonché delle complesse dinamiche

imposte da normative italiane e comunitarie, dai processi di liberalizzazione e di

privatizzazione di servizi pubblici universali, si impegnano a sviluppare un’azione comune,

finalizzata alla politica del FARE, allo scambio di informazioni e di iniziative nei Settori

strategici dell’Energia e dell’Ambiente.

Roma, 5 novembre 2008

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Corso di FormAAzione - Marzio (VA) - 7, 8 e 9 novembre

Post n°118 pubblicato il 04 Novembre 2008 da Fareambiente0

COMUNICATO STAMPA

Dal 7 al 9 Novembre avra' luogo a Marzio (VA) il Convegno Nazionale FormAAzione di FareAmbiente.
Saranno presenti i membri dell'Esecutivo Nazionale del Movimento, i Coordinatori Regionali, i Responsabili del Movimento all'Estero ed i Giovani a cui sono affidati i Coordinamenti Regionali e Provinciali Giovanili.

Il raduno prevede sessioni di lavoro e formazione dei formatori:
il sabato vi sara' la presentazione del modello eco-tech di Marzio;
la domenica, dalle 10 alle 12, il convegno e la conferenza stampa con oggetto "Formazione e Ambiente"

Durante la conferenza stampa verranno presentati il Movimento Ecologista Europeo e gli interessanti progetti locali e nazionali.

Saranno presenti

l' On. Gerardo Soglia e
l'On. Daniela Santanchè
.

In attesa di conferma

il Sen. Roberto Castelli e
l'Ass. Massimo Ponzoni



----------------------

Michele Sartoris

Presidente Consulta Amministratori

----------------------

www.fareambiente.eu

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Par condicio per Fareambiente

Post n°117 pubblicato il 22 Ottobre 2008 da Fareambiente0


di Paolo Feliciotti


Fareambiente chiede la par condicio. Il Presidente Vincenzo Pepe denuncia lo stato di emarginazione del movimento da parte dei mezzi televisivi. “Proprio non capisco – dichiara Pepe – perché il servizio pubblico continua a tenerci fuori la porta. Abbiamo più iscritti di altri e preferisco non fare nomi, ma ci tengono fuori dal contesto televisivo, questo è assurdo. Persino il Parlamento ci ha riconosciuti conferendoci il diritto di audizione presso la Commissione ambiente della Camera”. Pepe annuncia battaglia: “Non solo i nostri comunicati stampa non trovano l’interesse del servizio pubblico, ma dalla Rai ci hanno addirittura risposto ’di non utilizzare ulteriormente questo indirizzo di mail’. Chiederò una interrogazione parlamentare; non si può mettere il bavaglio all’ambientalismo realista”. Il movimento ambientalista europeo Fareambiente conta 20.000 iscritti sul territorio nazionale ed ha sedi in tutte le regioni d’Italia; nato dall’esigenza di coniugare l’impiego delle risorse dell’ambiente con scelte compatibili con il concetto di sviluppo sostenibile. Attraverso una struttura federale, Fareambiente vuole affermare che lo Stato sussidiario può favorire la partecipazione delle istituzioni locali e della società civile alla salvaguardia dell’ambiente, attraverso la responsabilizzazione dei cittadini. Serve oggi una cultura dell’ambiente per poter tradurre in realtà ad uno stile di vita eco-sostenibile. L’emergenza in Campania non è ancora terminata ed altre regioni rischiano di cadere nella stessa drammaticità. E’ necessario un attento e continuo monitoraggio anche nel Lazio, in Liguria, in Calabria ed in Sicilia. Per questo Fareambiente sostiene la realizzazione dei termovalorizzatori accanto ad una seria politica di differenziazione dei rifiuti. La sfida che Pepe lancia al Governo è di non cedere al bieco ricatto di quanti lucrano sull’emergenza - gli incentivi del Cip6, che vanno a gravare sulla bolletta energetica, devono essere riservati alle fonti rinnovabili e non allargati alle “assimilate”.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Intervista ad ALFONSO MARIA FIMIANI/ I giovani di Fareambiente il cuore pulsante del Movimento

Post n°116 pubblicato il 29 Settembre 2008 da Fareambiente0

Intervista ad ALFONSO MARIA FIMIANI/ I giovani di Fareambiente il cuore pulsante del Movimento
di Ana Maria Ciubotaru*


Cinque settembre 2007 – 28 settembre 2008. A circa un anno di distanza, in occasione della Seconda Festa Nazionale dei Giovani di Fareambiente, il Movimento è di nuovo in piazza.

Ci può tracciare un bilancio?

Dal 5 settembre 2007 ad oggi Fareambiente ha avuto una crescita incredibile, oltre ogni aspettativa! Basti pensare al numero dei tesserati: da 5.000 a 20.000 con obiettivo 50.000 per il tesseramento del 2009. Eravamo convinti della forza delle nostre idee, ma non ci aspettavamo di certo un numero di adesioni tale ad un anno dall’apertura dei primi Laboratori. Sicuramente un contributo importante è stato dato dai grandi eventi che abbiamo organizzato: oramai gli italiani a favore degli impianti per la gestione dei rifiuti, a favore del nucleare, della Tav, del Ponte sullo Stretto rappresentano la larga maggioranza e trovano in Fareambiente, che oggi è la più grande organizzazione ambientalista realista d’Italia, il veicolo per far ascoltare la propria voce.

Ci spiega perché la “Festa Nazionale dei Giovani” si tiene “in provincia”?

La vera forza di Fareambiente, inteso come Movimento, è la propria struttura federalista e sussidiaria: quante associazioni ambientaliste esistono con sede in Roma? E quante, invece, hanno Coordinamenti e Laboratori in tutte e venti le Regioni d’Italia? Poche, davvero poche. E, tra queste, alcune hanno un’attività davvero limitata, altre una vocazione fondamentalista.

Perché la scelta di Baronissi per il 2008?

Per il rapporto speciale che Fareambiente ha con il territorio della provincia di Salerno. Inoltre, il Laboratorio della Valle dell’Irno, egregiamente presieduto dall’amico Antonio Siniscalco, ha avviato una intensa collaborazione con l’Amminsitrazione Comunale di Baronissi, che si è dimostrata estremamente illuminata in ambito ambientalista. Il colpo di fulmine risale alla campagna elettorale, durante la quale il Lab Irno ha fortemente sostenuto la candidatura del Dott. Gennaro Esposito, primo eletto tra le liste di maggioranza ed oggi Assessore Comunale, uomo del fare, di poche parole e tanti fatti, sempre attentissimo alle problematiche e soprattutto alle proposte dei giovani: grazie ad Esposito, nel programma dell’attuale Amministrazione, condotta dal Sindaco Franco Cosimato, è stata inserita la collaborazione con le associazioni ambientaliste nella gestione della cosa pubblica. Oggi quello in corso con l’avvocato Enrico Siniscalchi, Consigliere Comunale con delega all’ambiente, non è un semplice dialogo: siamo pronti a portare avanti iniziative comuni e l’avvocato Siniscalchi ha accolto gran parte delle nostre proposte in tema di rifiuti, energia e gestione del verde urbano.

Qual è il ruolo dei Giovani in Fareambiente?

Sinceramente, speravo mi facesse questa domanda! Uso spesso una metafora anatomica per definire gli Organi del Movimento: l’Esecutivo Nazionale è il braccio, le Commissioni sono il cervello ed i Giovani sono il cuore! All’interno di Fareambiente i Giovani non sono meri esecutori degli ordini provenienti dall’alto, ma sono sempre chiamati a prendere le decisioni insieme con gli adulti. Da rappresentante dei Giovani nell’Esecutivo Nazionale, sento la grande responsabilità di confrontarmi con Docenti Universitari, affermati Professionisti, Manager ed Imprenditori e cerco di trasmettere quel che imparo quotidianamente anche ai miei coetanei. Non è stato semplice convincere tutti del ruolo che ho voluto assegnare ai Giovani: non manca mai chi pensa che le parole si possano misurare in base all’età.

Quali sono le iniziative che il Coordinamento Nazionale Giovanile intende proporre?

Come ho appena detto, il Coordinamento Nazionale Giovanile è completamente integrato nel Movimento e contribuisce ogni giorno all’organizzazione delle attività. Ma non mancano iniziative “parallele”, volte sia all’interno che all’esterno: da un lato, punteremo molto sulla formazione dei Giovani che hanno aderito e si sono iscritti; dall’altro cerchiamo quotidianamente di sensibilizzare i bambini ed i ragazzi, in particolare tramite il nostro sito Internet www.fareambiente.eu

Troppo spesso i giovani mostrano disinteresse verso la Politica. Perché secondo lei?

La verità è che è la politica a mostrare disinteresse verso i Giovani! Ma non parlo dei provvedimenti legislativi od amministativi: manca il contatto diretto tra i politici - di qualunque livello - ed i giovani! Le racconto un aneddoto: sa quanto tempo è passato tra la richiesta ed il giorno in cui il Sindaco del mio Comune, Castel San Giorgio, ha potuto ricevermi? Oltre tre settimane! Per non parlare poi dei Parlamentari! C’è un problema di incomunicabilità e di distacco dal territorio, soprattutto, e lo dico con rammarico, per i Politici di area democratico-liberale: quando i Giovani cercano un contatto, pongono una domanda, rivolgono un invito, i Parlamentari hanno, a parer mio, il dovere di rispondere! Anche da questo punto di vista i Giovani di Fareambiente possono considerarsi fortunati: il Coordinamento Giovanile ha un rapporto speciale con alcuni politici, in particolare con l’Onorevole Gerardo Soglia, Deputato del PdL, che si è dichiarato e dimostrato pronto ad accogliere le nostre proposte ed a partecipare alle nostre iniziative.

Qual è il rapporto tra Fareambiente e la politica?

Questo tema è a me molto caro. FareAmbiente non è un Partito, ma un Movimento Ambientalista, un’Associazione di Volontari che, investendo gran parte del loro tempo libero, cercano di portare avanti un’idea di ambientalismo sostenibile. Dico con una certa emozione che, per nostra fortuna, stiamo riuscendo nel nostro intento: i nostri principi sono stati accolti da Amministrazioni illuminate di tutti livelli, a partire da quella comunale di Baronissi per arrivare fino al Ministero dell’Ambiente guidato dal Ministro Stefania Prestigiacomo, la quale ad inizio luglio manifestava pubblicamente la necessità, cito, di “fare ambiente”. E’ questa la politica con cui vuole avere rapporti FareAmbiente: la politica del fare e dell’amministrare e non quella clientelare e strumentalizzata che punta esclusivamente alla raccolta di voti per la gestione del potere.

Lei è uno dei Soci Fondatori di Fareambiente. Cosa rappresenta per lei il Movimento?

Sono tra coloro i quali per primi hanno creduto nell’intuizione del Presidente dal “multiforme ingegno”, il professor Vincenzo Pepe. Fareambiente mi ha dato la possibilità di essere ascoltato a tutti i livelli: oggi dico esattamente le stesse cose che dicevo nel 2005, ma la mia non è più una voce isolata, ma una voce che ne rappresenta altre 20.000!

Qual è il suo rapporto personale con la politica?

Seguo, in politica, gli insegnamenti di mio padre: non sono disposto a scendere a compromessi e ritengo che fare politica sia una missione, non uno strumento per tutelare i propri interessi. Le mie energie sono quasi totalmente assorbite da FareAmbiente. Non posso, però, non ricordare che sono anche rappresentante giovanile per Forza Italia nel mio Comune, anche se alcune scelte prese dal Partito a livello regionale e locale, che non ho per niente condiviso, mi hanno molto demotivato.

*Presidente Laboratorio Fareambiente
Roman – Romania

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA FESTA NAZIONALE DEI GIOVANI DI FAREAMBIENTE

Post n°115 pubblicato il 29 Settembre 2008 da Fareambiente0

GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA FESTA NAZIONALE DEI GIOVANI DI FAREAMBIENTE


Si e' tenuta, nella serata di ieri, la Seconda Festa Nazionale dei Giovani di FareAmbiente, organizzata in collaborazione con l'Associazione Mnemosyne, dal tema "Giovani e Salute: Alcool, Fumo e Droga".

Grande partecipazione sia al momento ludico, che ha visto partecipare oltre 150 bambini ai "giochi senza frontiere", sia al dibattito.

Il Dott. Gennaro Esposito, Assessore al Comune di Baronissi, ha promesso un particolare impegno contro la disoccupazione, causa di sbandamento per i giovani.

Il Sindaco, Dott. Franco Cosimato, si e' detto particolarmente soddisfatto per il lavoro di sensibilizzazione avviato dalle Associazioni coinvolte.

Il Responsabile Nazionale per le Politiche Giovanili e Sociali di FareAmbiente, Alfonso Maria Fimiani, si e' soffermato sulle cause del problema, che ha individuato nella "noia" di Baudleriana memoria, ed ha chiesto maggiore impegno alle Istituzione nel coinvolgimento dei giovani nelle decisioni politico-amministrative.

L'ospite d'onore della serata, Don Luigi Merola, ha ribadito con estrema enfasi lo stretto rapporto tra lo spaccio di droga e la camorra e la distruzione che consegue all'uso di sostanze stupefacenti.

Il Presidente di FareAmbiente, Prof. Vincenzo Pepe, ha concluso ricordando come FareAmbiente abbia puntato tutto sulla formazione e sull'educazione all'ambiente, dei giovani e degli adulti, della societa' civile e degli amministratori.

<<Ringrazio tutti coloro i quali hanno sfidato il freddo e la pioggia di ieri sera - dichiara Fimiani - e che hanno dimostrato tutto il loro affetto e la loro stima verso il Movimento. Nella continuita' della Seconda Festa dei Giovani, abbiamo avviato un nuovo percorso: quello della collaborazione con le Istituzioni e con le altre Associazioni di area moderata>>.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

SECONDA FESTA NAZIONALE DEI GIOVANI DI FAREAMBIENTE

Post n°113 pubblicato il 13 Settembre 2008 da Fareambiente0

Fare Ambiente - Movimento Ecologista Europeo

P.Iva: 05831981211

Via Nazionale, 243, II piano, scala C     00184 – Roma

Coordinamento Nazionale Politiche Giovanili e Sociali

Tel. 081-9227260                                Fax 081 – 951874     

www.fareambiente.eu   a.fimiani@fareambiente.it 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 
 
LA SECONDA FESTA NAZIONALE DEI GIOVANI DI FAREAMBIENTE

Il 5 settembre 2007 il Movimento Ecologista Europeo FareAmbiente, in occasione della Prima Festa dei Giovani di FareAmbiente tenutasi a Mercato San Severino, innanzi a circa 1000 persone, inaugurava i Laboratori dell'Agro Nocerino Sarnese e della Valle dell'Irno.
Ad un anno di distanza, in collaborazione con l'Associazione Mnemosyne e con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Baronissi, con la quale il Lab Irno, egregiamente presieduto da Antonio Siniscalco, ha avviato una intensa collaborazione, il Coordinamento Nazionale ed il Coordinamento Regionale della Campania Giovanili sono pronti a ripetere la fantastica esperienza. 
Il 28 settembre 2008 in Baronissi (SA) si terrà la "Seconda Festa Nazionale dei Giovani di FareAmbiente - Movimento Ecologista Europeo".
Al convegno sul tema "Giovani e Salute: Fumo e Droga" sono previsti gli interventi, tra gli altri, del Sindaco di Baronissi, Dott. Franco Cosimato, dell'Assessore Comunale, Dott. Gennaro Esposito, dell'ex Parroco di Forcella, Don Luigi Merola, del Responsabile Nazionale per le Politiche Giovanili e Sociali di FareAmbiente, Alfonso Maria Fimiani, e del Presidente del Movimento, Prof. Vincenzo Pepe.
Il Convegno sarà preceduto e seguito dalle esibizioni dei Giovani e da giochi di gruppo all'aperto che coinvolgeranno bambini e ragazzi di tutte le età.
La prossima settimana l'Opinione dedicherà uno "Speciale" all'evento.

 
----------------------
 
Ufficio Stampa
Fare Ambiente - Movimento Ecologista Europeo
ufficiostampa@fareambiente.it
www.fareambiente.eu

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

APPELLO URGENTE - Salviamo 210 cuccioli !!!

Post n°112 pubblicato il 10 Settembre 2008 da Fareambiente0

La Forestale ha sequestrato un allevamento. nella struttura erano presenti beagles e
esemplari di Segugio Italiano, Spinone e Petit-bleu.
Si cercano stalli *URGENTEMENTE* per più di 210 cani. Se i cani non verranno
portati altrove in poco tempo, si procederà con il dissequestro a favore del
proprietario.

Chiunque potesse offrire stallo temporaneo o adozione a questi cani,
contatti al:
335-5415757 Paola
347-9263487 Carmela carmelamusto@ gmail.com

*SOLO NORD ITALIA !!*

Grazie.

Gruppo Vita Animale Milano
margherita Magnaguagno

cell. 347-7558315

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

XIII Premio Internazionale Giambattista Vico

Post n°111 pubblicato il 10 Settembre 2008 da Fareambiente0

www.fareambiente.eu

Giunto alla tredicesima edizione, quest’anno il Premio Internazionale Giambattista Vico è stato assegnato a Gianni Letta. Domenica prossima, in occasione della premiazione, il Sottosegretario sarà ospite della Fondazione Vico a Vatolla (Sa), nello stesso Castello de Vargas dove il filosofo napoletano soggiornò per anni quando era giovane precettore al servizio del Marchese Rocca. La cerimonia sarà aperta dalla prolusione del Prof. Vincenzo Pepe, Presidente dell’Istituzione vichiana, cui faranno seguito l’intervento del Consigliere di Stato Paolo Cirillo, “Politica, Governo e Amministrazione nella formazione dello Stato moderno”, e la lezione del filosofo Aldo Masullo su “Il bene civile tra il conflitto e la mediazione”.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'ENNESIMO "NO!" DEI VERDI

Post n°110 pubblicato il 15 Giugno 2008 da Fareambiente0

www.fareambiente.altervista.org

 

Domani, lunedì 16 giugno, la sezione salernitana del Patto Anti-Atomo organizza il dibattito "A chi giova il nucleare?"

 

<<L'ennesimo "NO!" dei Verdi – dichiara Alfonso Maria Fimiani, Responsabile Nazionale Giovanile e Presidente del Laboratorio di FareAmbiente dell’Agro Nocerino Sarneseche ancora una volta si mostrano insensibili per l'eternità di fronte alla necessità di una politica energetica sostenibile.

Eppure il dato elettorale è stato chiaro: il Partito dell'ex Ministro Pecoraro Scanio ha trascinato la Sinistra Arcobaleno alla disfatta e proprio la nostra Provincia, la sua stessa Provincia, ha deciso di bocciarlo senza appello: 2 in pagella! 2, come la percentuale di voti ottenuti dall'Arcobaleno, contro gli oltre 8 punti registrati nel 2006!

Evidentemente, se si parla ancora di Chernobyl ad oltre vent'anni di distanza, nonostante da allora non si siano registrate più tragedia di quel tipo, c'è qualcosa sotto.

Oggi il nucleare rappresenta, come ricordato anche dal Presidente Bush, l'unica alternativa valida alle centrali a carbone e petrolio: la scelta non è tra il sole ed il nucleare, ma tra il nucleare e l'oro nero che corre verso i 200 dollari al barile! FareAmbiente è sicuramente a favore del solare, dell'eolico e delle nuove energie alternative, per le quali abbiamo anche proposto una petizione popolare, ma, se vogliamo davvero essere realisti, dobbiamo renderci conto che questo tipo di fonti potrà fornirci solo una minima percentuale del nostro fabbisogno, mentre il resto dovrà essere prodotto dalle centrali nucleari di terza generazione avanzata e di quarta.

In parole povere, la costruzione delle centrali nucleari, i cui lavori, come promesso dal Ministro Scajola- simpatizzante di FareAmbiente- inizieranno entro questa legislatura, aiuteranno a tutelare sia l'ambiente che l'economia.

Dunque, a chi giova il nucleare? - conclude Fimiani - All'Italia, ai suoi cittadini, alle sue imprese!>>.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Bush ed il Nucleare - Comunicato Stampa

Post n°109 pubblicato il 12 Giugno 2008 da Fareambiente0

Cordinamento Nazionale Fare Ambiente
Via Nazionale, 243 - 00184 Roma
Tel. 06 48029924 - Tel. e Fax. 06 484409
a.fimiani@fareambiente.it

www.fareambiente.altervista.org

www.fareambiente.it 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

Durante la conferenza stampa di Villa Madama che ha seguito l’incontro con il Premier Silvio Berlusconi, il Presidente George W. Bush si è dichiarato convinto che l’energia nucleare sia l’unica strada percorribile sia per scongiurare i cambiamenti climatici del Pianeta che per contrastare la dipendenza dal petrolio.

<< Se anche il Presidente degli Stati Uniti, la più grande potenza economica mondiale, è favorevole al petrolio – dichiara Vincenzo Pepe, Leader di Fare Ambiente – non possiamo comprendere come in Italia ci sia ancora chi marcia sulla paura di catastrofi avvenute oltre vent’anni fa.

Salutiamo con grande gioia le parole del Presidente Bush, confermate dal Premier Berlusconi: pur rammaricati per il troppo tempo penso, che ha fatto precipitare la competitività delle imprese italiane, che oggi pagano tariffe energetiche enormi rispetto al resto d’Europa, siamo sicuri che il nuovo Governo saprà avviare una politica energetica sostenibile, a favore del nucleare di terza generazione avanzata e di quarta generazione>>.

 

Ufficio Stampa

Fare Ambiente – Movimento Ecologista Europeo

ufficiostampa@fareambiente.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Occorre studiare con serietà il nucleare di quarta generazione

Post n°108 pubblicato il 07 Giugno 2008 da Fareambiente0

www.fareambiente.altervista.org

Occorre studiare con serietà il nucleare di quarta generazione per rassicurare i cittadini ed evitare eccessivi allarmismi. Il Presidente di FAREAMBIENTE, Vincenzo Pepe, ribadisce la necessità di una politica ambientalista fondata sul realismo.
Nonostante la recente netta sconfitta elettorale, che ha definitivamente sancito il declino della politica del ”no”, Verdi e Sinistra radicale continuano nella logica della negazione: “L’energia nucleare non è abbondante, non è pulita e non è a basso costo”, dicono alla vigilia della manifestazione indetta per oggi a Milano. Esaurito il tempo delle esasperate contrapposizioni politiche, deve terminare anche quello degli allarmismi: il Paese non ha bisogno “dell’esplicito conflitto senza spazio per il dialogo” invocato dai Verdi né della strumentalizzazione di eccessivi allarmismi, bensì di risposte capaci di coniugare sicurezza, rispetto dell'ambiente e necessità di energia. In Italia dobbiamo puntare sulle rinnovabili e sul nucleare di quarta generazione per la produzione di energia pulita, per salvaguardare il diritto delle generazioni future ad avere un pianeta vivibile.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NUCLEARE: SLOVENIA; FAREAMBIENTE,NO ALLARMISMI,SI' A RICERCA

Post n°107 pubblicato il 05 Giugno 2008 da Fareambiente0

NUCLEARE: SLOVENIA; FAREAMBIENTE,NO ALLARMISMI,SI' A RICERCA
(ANSA) - ROMA, 5 GIU - ''Studiare attentamente il nucleare di quarta generazione ed evitare una nuova sindrome Chernobyl''.
Cosi' il presidente di Fareambiente, Vincenzo Pepe, critica in un comunicato l' ''eccessivo allarmismo'' per l'incidente avvenuto nella centrale nucleare in Slovenia.
''Noi di Fareambiente - prosegue Pepe - sosteniamo che bisogna adottare una politica ambientalista fondata sul realismo, che rassicuri i cittadini. Il nucleare di quarta generazione costituisce una fonte di energia pulita sicura. Non produce scorie radioattive e non rilascia in atmosfera emissioni di anidride carbonica, causa principale dell'effetto serra e del riscaldamento globale del pianeta''.
Per il presidente di Fareambiente ''la centrale di Krsko in Slovenia e' di vecchia concezione. Noi in Italia dobbiamo puntare sulle rinnovabili e al nucleare di quarta generazione, che consente la produzione di energia pulita. E' l'unica strada realista per consegnare un pianeta vivibile alle generazioni future''. Pepe, infine, ritiene che non vi sia conflitto tra ''salvaguardia dell'ambiente e sviluppo economico, qualora si abbia una visione realista, ma sostanziale della tutela ambientale''.(ANSA).

Y95-BG 05-GIU-08 16:03 NNNN

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Nuovo Sito Coordinamento Nazionale Giovanile

Post n°106 pubblicato il 05 Giugno 2008 da Fareambiente0

E' stato avviato il nuovo sito del Coordinamento Nazionale Giovanile di Fare Ambiente.

Potete visitarlo all'indirizzo:

www.fareambiente.altervista.org

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Comunicato Stampa - Traffico Illecito di Rifiuti

Post n°105 pubblicato il 29 Maggio 2008 da Fareambiente0

www.fareambiente.it

 

il Presidente

Prof Vincenzo Pepe
Via Nazionale, 243 - 00184 Roma
Tel. 06 48029924 - Tel. e Fax. 06 484409

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Roma, 29 maggio 2008

 

 

 

 

 

RIFIUTI: TRAFFICO ILLECITO, ARRESTI A IVREA

 

Sugli arresti effettuati dai carabinieri ad Ivrea il Presidente di FREAMBIENTE, Vincenzo Pepe sostiene: “lo smaltimento illecito dei rifiuti non è un problema esclusivo della Campania”. “Per combattere le illegalità bisogna sostenere l’attività delle forze dell’ordine che vanno dotate di maggiori risorse. In particolare il NOE, che fa un ottimo lavoro, necessita di uomini e di mezzi”.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Comunicato Stampa - Il Ponte sullo Stretto

Post n°104 pubblicato il 29 Maggio 2008 da Fareambiente0

www.fareambiente.it

 

il Presidente

Prof Vincenzo Pepe
Via Nazionale, 243 - 00184 Roma
Tel. 06 48029924 - Tel. e Fax. 06 484409

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Roma, 26 maggio 2008

 

 

 

 

Il Presidente del movimento ambientalista europeo  FAREAMBIENTE Vincenzo Pepe, si compiace con il Ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli per la scelta di avviare l’iter per la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina.

 

Il prof Pepe si dichiara favorevole al rilancio delle grandi opere  e sostiene  tali interventi strutturali. Pepe sostiene: “le grandi opere quando sono supportate da Valutazione di Impatto Ambientale, possono arrecare un deterioramento dell’ambiente sicuramente inferiore rispetto all’inquinamento da traffico marittimo,  operato dalle navi che quotidianamente solcano lo stretto”.

 

L’inquinamento da traffico marittimo altera l’ambiente marino senz’altro di gran lunga rispetto alla eventuale presenza di piloni di sostegno del ponte, che potrebbero diventare habitat per i pesci e quindi una occasione per il ripopolamento ittico.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Per uscire dalla crisi dei rifiuti c'è bisogno di "FARE"

Post n°103 pubblicato il 25 Maggio 2008 da Fareambiente0

Per uscire dalla crisi dei rifiuti c’è bisogno di “fare”, presto i termovalorizzatori.

 

Avevamo raggiunto in Campania il limite storico della sopportazione umana: se non fossero arrivati questi provvedimenti governativi a risolvere la questione dei rifiuti, saremmo andati incontro a catastrofi sociali, sanitarie ed economiche. C’era bisogno di alcune decisioni, repentine ed incisive, come quelle preannunciate nel primo Consiglio dei Ministri tenutosi a Napoli.

Andremo di sicuro incontro ad altri momenti difficili che comporteranno ulteriori  sacrifici per la nostra gente, ma crediamo che la costruzione dei termovalorizzatori sia l’unico sbocco per uscire definitivamente dal tunnel dei rifiuti, che la nostra regione ha imboccato da svariati anni senza mai nemmeno avere l’illusione di poterne uscire.

Crediamo che sia necessario fare subito la localizzazione delle discariche temporanee e degli impianti di termovalorizzazione, che dovranno esser costruiti in tempi brevissimi e dislocati sull’intero territorio regionale.

Noi di “Fare ambiente” siamo realisticamente pronti al sacrificio: da diversi anni oramai, fin dal momento della nostra nascita, non facciamo altro che ribadire lo stesso concetto, quello di “fare” e non restare inerti di fronte a tutte le problematiche ambientali.

Crediamo che le linee guida del neonato Governo centrale, all’insegna del “fare” in materia di tutela dell’ambiente, siano in completo feeling con i nostri obiettivi.

Auguriamo al Sottosegretario Bertolaso, braccio operativo del nostro Governo, di svolgere un egregio lavoro, come d’altronde ha sempre fatto, e di ridurre al minimo il dilatarsi dei tempi per tutte le scelte operative atte alla drastica soluzione dell’intera questione dei rifiuti, ribadendogli anche il nostro pieno appoggio.

 

Avv. Francesco Della Corte

Coordinatore Regionale del Movimento Ecologista Europeo “Fare Ambiente”

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »