Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

lascrivanamonellaccio19ranocchia56simona_77rmmarce1046barbe78francesco.dandrea54ziomi62fabiomalbomariodepianoledatcaramelculstecparticolarisrlcbf1divinacreatura59
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi di Settembre 2017

DIVERSAMENTE STALKER

Post n°2517 pubblicato il 30 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Immagine correlata


Sempre più spesso accade che le starlet italiane ed estere riempiano la pagine dei nostri giornali e delle riviste: siano selfie, autoscatti su Instagram, pose studiate o scatti improvvisi, queste immagini sono sottoposte dai fans ad attenti esami e analisi particolareggiate dell'intero fisico, per rilevare ogni dettaglio che non corrisponda a ciò che loro conoscano perfettamente. E' come se dovessero passare un esame, nulla sfugge e se c'è da richiamare, il fan non si tira indietro. Costei è Giorgia Palamas, un "creatura" di Mediaset che campa coi vari interventi nelle tv del gruppo. Mi pare, non vorrei sbagliare, sia stata con Brumotti un campione dell'equilibrismo su bici che ha avuto al suo fianco anni fa nella conduzione di Paperissima. Giorgia come tutte le colleghe del suo calibro, non disdegna i social e le occasioni varie per postare foto a favore degli appassionati. Pertanto, implicitamente, accetta le condizioni che regolano questo tipo di rapporto. E' apparsa recentemente una sua foto e immediatamente si è scatenata la caccia al "falso". Ossia, molti suoi ammiratori le contestano le labbra rifatte. Sono passati anche ai toni verbosi: lei nega, loro insistono e così si fa quel che si chiama "share". Ma non capisco perché poi? Una donna come Palmas o altre come lei, devono chiedere il permesso per una  o più siringhe là sulle labbra? Per un paio di etti di botulino sparsi nei punti giusti del corpo? Siamo alle battaglie quotidiane e non ne vedo la ragione in questo tipo di rapporto virtuale. Poiché questi ammiratori insistono e quando attaccano sono come molossi che addentano un polpaccio e non lo mollano più,  penso che sia una forma di stalkeraggio: un modo come un altro per asfissiare una donna. Certo sono chiacchiere, parole in libertà, ma la pretesa di rimproverare e di chiedere spiegazioni, è eccessiva e inopportuna. Dicono: "Io ti adoro per come ti ho conosciuto, ti seguirei all'inferno per come eri", ma così non devi fare!  Perché devo accettare le "modifiche"? Oh bella, e perché dovreste avere il diritto di entrare nel merito? Non vi sta bene? Mollatela!!! Invece no, il loro pretendere è tipico dello stalker, è quello di essere "padrone" anche se virtuale, del suo corpo, della sua persona e fino a quando sarà personaggio pubblico, deve sottostare alle regole mai scritte, ma tacitamente sottoscritte. Non mi sembra un modo di fare accettabile, magari alle donne va bene così, ma non capisco perché confrontarsi con questa gente che vive di falso, di manipolato e di virtuale. Ultimo dettaglio: ma come kakkio fanno a notare i minimi cambiamenti di un loro mito? Vedendo foto di famiglia, mie personali o di altri, non mi accorgerei nemmeno se ci fosse stato un...foruncolo inopportuno a deturpare il mio volto o quello di una persona cara, tra una foto e l'altra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TANTI AUGURI A TE....

Post n°2516 pubblicato il 30 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per lenzuola per il compleanno di Silvio


Anche se in ritardo, accetta i miei sinceri auguri caro Silvio. Al contrario dei tuoi innumerevoli amici, io non presento regali, non ho nulla da donarti e con tutta sincerità, non ho nulla da chiederti per il prossimo futuro quando e se potrai elargire posti e posticini ai tuoi fervidi ammiratori, politici e no. Ieri hai festeggiato in famiglia e oltre le telefonate da tutto il mondo, sono giunti i preziosi regali da parte dei questuanti e postulanti che ti attorniano in attesa che tu li degni di attenzione. Vedo anche ciò che Michele Cascavilla dell'azienda "Lenzuolissimi", ti ha fatto pervenire come dono unico e raro: un set di lenzuola pregiate serigrafate con la tua santa immagine colta in uno dei momenti più belli della tua vita: quando da presidente del Milan raccoglievi trofei in tutte le parti del pianeta. I tifosi ti giudicano il miglior condottiero che abbiano mai avuto per la loro squadra e questo regalo credo sia una testimonianza di un roseo periodo. Se posso permettermi e a prescindere dalle intenzioni del donatore, sarà un bel regalo, ma francamente potresti solo conservarlo e niente più. Spero e mi auguro che tu non voglia usarlo su uno dei tuoi tanti letti, sarebbe orpello di cattivo gusto, banalissimo per un talamo e  poco conveniente per stile e rappresentazione. Ecco, io al posto tuo, avrei subito dato la caccia allo scontrino per usufruire del cambio urgente e necessario con un altro capo della pregiata ditta "Lenzuolissimi". Ti sei procurato lo scontrino Silvio? Dimmi di sì, ti prego! Te lo dico in un orecchio, alla Razzi, uno dei tuoi senatori preferiti: "Fatti i caxxi tuoi e corri immediatamente  a cambiare quell'obbrobrio!".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LEGGI DA APPLICARE O PUNTI DI VISTA?

Post n°2515 pubblicato il 29 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per giudici

 

Allora ditelo che ci volete incazzati, polemici e chiacchieroni. Siete ogni giorno al centro delle cronache, siete sempre al centro delle discussioni in ogni piazza e al "Bar dello Sport", vorremmo riporre la nostra sconfinata fiducia nelle toghe come ultimo baluardo difendibile di questo paese, ma fate il possibile per mettervi in cattiva luce per le vostre sentenze. Un padre ammazza il figlio adottivo e non può essere condannato all'ergastolo. Un sentenza che lascia tutti a bocca aperta: un figlio, adottivo o no, morto ammazzato è sempre un gran e grave delitto. Certo voi non sbagliate mai, applicate le leggi in vigore, ma per favore parlateci anche del buon senso della giustizia, della sua interpretazione e della sua reale applicazione. Arrestano un quarantenne a Milano per violenze su una tredicenne e si scopre che ha 20 precedenti con le stesso reato: condannato a 12 anni in appello, a otto anni è già fuori e riprende tranquillamente nel suo spregevole lavoro: violentare le minorenni! Ma come la vedete l' Italia? E soprattutto il mondo, come lo vedete? Inconcepibile e irricevibile questo andazzo. Non un caso saltuario, ogni giorno se ne legge una. In tutti i campi e per tutti i generi di reati. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CONCUSSORI E CORRUTTORI: SI CAMBIA!

Post n°2514 pubblicato il 29 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per nuova legge antimafia


E' legge definitiva il nuovo codice antimafia approvato dalla Camera. La legge del 2011 quindi, viene rivista e aggiornata con 38 articoli nuovi e acquisisce un corpo diverso, più vicino a molte realtà quotidiane di cui le cronache parlano ogni giorno. Presentata nel 2015, fatti i dovuti passaggi dal Senato alla Camera, questa ha provveduto, senza ulteriori modifiche, ad approvarla tra il dissenso delle opposizioni che hanno votato contro."Sequestro dei beni ai corrotti, Confisca rafforzata, Controllo imprese infiltrate, Estensione amministrazione giudiziaria, Stop a parentopoli negli incarichi, Sostegno ad aziende confiscate meritevoli, Banche colluse", sono gli articoli nuovi che vanno ad arricchire o a sostituire i vecchi della precedente legge. Un lavoro molto certosino e con un'alzata del livello di guardia che dovrebbe comprendere reati che prima non entravano in quelli di mafia. Ed è proprio questo allargamento che in particolare non è andato giù all'opposizione: collusi e corrotti, sono da definirsi mafiosi e quindi, accertate le responsabilità, sono perseguibili e punibili come i mafiosi. E chi sono generalmente i corruttori e i concussori?  Le imprese che devono svolgere le opere pubbliche  e gli amministratori che devono autorizzare e/o assegnare i lavori. Parlo di un traffico sottobanco ormai noto che si trascina da decenni alla faccia degli italiani onesti e delle leggi che non "riescono" ad essere applicate. Tra l'altro, come ebbi a sospettare recentemente, richiamo la vostra attenzione su un balletto classico tra incriminazioni e i successivi  passaggi procedurali per i personaggi politici immischiati in grandi affari sporchi: dopo alcuni anni di processo ordinario, appello e cassazione, generalmente si finisce a...tarallucci e vino. Casi recentissimi sono il famoso "Sistema Sesto" con l'assoluzione di Penati, Il coinvolgimento dell'ex governatore Del Turco in affari loschi, ridotta la pena per reati non commessi. Ma le indagini preliminari a carico dei politici chi le fa? L'ispettore Gadget? Non sono novità assolute ed eclatanti, accadono sempre e per questo vi invito ad osservare il malvezzo continuo! Bene, tornando alla legge approvata e l'inclusione di reati comuni come la concussione e la corruzione tra i politici, come mai l'opposizione ha respinto l'approvazione votando contro? Come mai i più esagitati alla Camera sono stati i Berlusconiani e i Grillini respingendo la legge che poi è passata nonostante il loro muro? Non sarà perché sono impauriti di essere coinvolti e quindi passare per mafiosi? Non saranno preoccupati per i loro politici che spesso cadono nelle grinfie delle inchieste e quindi per loro, cambiando il sistema, diventa problematico pararsi il culo? Meditate gente: è un po' come la legge sul vitalizio che non è passato entro il 15 settembre e il giorno dopo, tutti a brindare per lo scampato pericolo! Meditate gente: questi sono coloro che seggono nelle due Camere e sono i nostri deputati e senatori. Se c'è da far muro per salvare i loro interessi votano all'unanimità, se c'è qualcosa che pesti loro i piedi, si vota contro. Ciao Italia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ADDIO HEFNER PAPA' DELLE CONIGLIETTE

Post n°2513 pubblicato il 28 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per hugh hefner

 

Hugh Hefner se ne va a 91 anni e con lui un pezzo della nostra storia e del nostro costume. Una leggenda che nel 1953 cambiò la società, la concezione della sessualità e le visioni contorte dei bacchettoni, dei puritani e dei benpensanti. La donna nuda entrò di prepotenza nelle case di molti grazie alla rivista Playboy che chiese a Hefner un investimento minimo all'epoca, ma divenne subito un ricco strumento per scuotere il torpore di quegli anni immediatamente dopo la guerra. L'America si avviava ad essere fulcro e pilota dell'economia, delle novità assolute in tutti i campi e il resto del mondo era lì pronto a recepire tutto ciò che gli USA sfornavano. Così la storia si arricchì di nuovi mezzi di comunicazione, non solo cronaca e servizi utili alla comunità, ma riviste come Playboy che segnarono l'epocale svolta che oggi sappiamo essere stata propedeutica e utile all'attuale stato della nostra totale comunicazione sociale. Quella rivista non è stata più interessante dalla metà degli anni ottanta: dopo aver tracciato un percorso unico, cadde nel dimenticatoio tra polemiche e innovazioni. Non è un necrologio per l'uomo Hefner che ha vissuto trasgredendo con i suoi eccessi e le sue follie, è un riconoscimento a chi ha saputo segnare la storia della società. Riporto il giudizio di Giampiero Mughini su Playboy che mi sembra molto pertinente: "Uno dei giornali che hanno traslato la storia del mondo, un gran cazzotto in faccia all'idea che la vita dovesse essere rinuncia e sofferenza e che il bel vivere fosse robaccia di cui vergognarsi o da nascondere a tutti i costi". Volenti o nolenti, Playboy resterà una perenne testimonianza di come la società abbia avuto bisogno di scossoni per aggiornarsi e vivere nuove esperienze socio/culturali.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso