Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi
 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

lascrivanamonellaccio19bonodgl17studio.dipernaelleborriellomarco.visonediky5fabiomalboeleonora63_2maracicciarocco.spinelliERBRICCONCELLOmariella_loiaconostefanochiari666
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 13/05/2017

AMORE SENZA ETA'

Post n°2233 pubblicato il 13 Maggio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per bambini piccoli innamorati

 

Dopo tante notizie sciocche, orrende, fasulle e gossippare, questa è una di quelle che se potessimo leggerne una al giorno, non ci deprimeremmo e conserveremmo un po' del nostro ottimismo e di speranza per questo mondo che pare voglia annientarsi da solo. L'amore, il benedetto amore che in una qualunque forma lo si esterni, rimane sempre tale e non ha altri etimi per essere identificato. Un sentimento che si può provare sempre, non vi sono limiti di età e adulti o bambini, ciascuno a modo suo, si adopera per dimostrarlo e per testimoniarlo alla persona amata. E lei, la bambina francese di quattro anni, ha pensato bene, spinta da quel forte e radicato sentimento, di lasciare in piena notte la casa della nonna, per raggiungere il suo amato percorrendo al buio tre chilometri in piena desolazione. Non è riuscita la sua impresa, "purtroppo" una signora che usciva da un night club alle sette di mattina, l'ha notata con la sua vestaglietta e le sue ciabattine e si è allarmata. Fosse rimasta ancora nel club non avrebbe infranto il sogno della piccola: giunta la polizia, avvertita tempestivamente dalla nottambula, la bambina non ha avuto alcuna difficoltà a raccontare quanto si accingeva a fare: voleva raggiungere l'abitazione del suo amichetto perché fremeva di passione, non voleva aspettare l'indomani dove l'avrebbe rivisto all'asilo! Raga' che dire? Ci siamo innamorati tutti, a tutte le età magari, ma il gesto supremo della piccola francese è unico, sublime nella sua innocenza. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALLORA SIAMO PROPRIO FESSI!

Post n°2232 pubblicato il 13 Maggio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per belen con i carabinieri a Milano

 

Insistete, insistete pure, alla fine qualcosa dovrà pur accadere se si continuerà così! Belen compare per testimoniare al processo contro Corona a Milano e come tutti coloro che devono testimoniare in un qualsiasi processo, si presenta in aula scortata da un maresciallo e tre sottoposti. Compie il suo dovere da brava cittadina e dopo tutto il tempo trascorso nel tribunale, richiamando l'attenzione di tutti per il suo solito abbigliamento acchiappa sguardi,compresi quelli dei giudici che sono togati ma sono maschietti anzitutto, esce sempre accompagnata dai solerti uomini in divisa (soliti quattro) fino all'auto che l'attende. Nel tribunale di Milano sono entrati anche armati tempo fa, hanno superato controlli e barriere e le istituzioni cosa fanno? Pensano a ordinare a quattro uomini distolti da altro incarico, di accompagnare la gentile signora all'entra e all'uscita, insomma a completa disposizione della Belen. Alla faccia dei fessi, di noi poveri cristi che certe attenzioni non le abbiamo e né potremmo pretenderle. Ha preso una buona decisione il Codacons rivolgendo una interrogazione alla Corte dei Conti: desiderano sapere perché e per quale oscura motivazione i carabinieri abbiano fatto da scorta alla signora Belen. Mi sembra cosa buona e giusta anche se non accadrà un bel nulla: non sapremo mai chi abbia ordinato una sciocchezza del genere indignando le brave persone di questo paese. Ci sarà mai una resa dei conti in Italia? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MA CHI E' LA CELEBRITA'?

Post n°2231 pubblicato il 13 Maggio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

irene ape

 

"Carneade! Chi era costui?". Don Abbondio ruminava mentre leggeva e io mi tritavo gli ammenicoli mentre scorrevo le pagine del capolavoro manzionano. Mi mettevo nei panni del povero curato e capivo, mi immedesimavo, condividendo il suo cruccio. Mi accade spesso di pensare al don e ancor di più mi sorprendo a rivolgere il pensiero a Carneade il cirenaico, quando incontro nomi di persone "famose" che non conosco. Premesso che non mi interesso più di calcio da oltre trentanni, seguo solo la nazionale azzurra, mi è capitato di leggere un nome: "Musacchio! Ma chi è costui?". Incuriosito dal nome, ho voluto indagare più che altro perché al suo nome sconosciuto era associata una foto di tale Irene Gonzalez. "Irene Gonzalez! Chi è costei?". Insomma, sono sceso dal seggiolone di Don Abbondio e ho perso un po' di tempo per la ricerca dei due...carneidi!!! Non c'è nulla da fare: una moda diffusa, un certo comportamento comune a tanti, quando si allarga, è difficile che si fermi, sembra un tacito accordo tra le parti in causa; cioè, se modelle e calciatori non stanno insieme, fa male al...gosspi! "Simul stabunt simul cadent" ossia: "Insieme staranno in piedi e insieme cadranno", sembra una iattura detta così in lingua antica. Il ragazzone argentino, come tutti i calciatori che si ripettino, ha scelto la sua donna tra le modelle, mica tra funzionarie di banca, imprenditrici, commesse, impiegate ecc.ecc.; anche se donne bellissime infoltiscono tutte le categorie, loro le vogliono famose e belle. La regola è: "Se non sono modelle non le vogliamo". Maledetto il giorno in cui Carnevale, attaccante della Roma, fu il primo ad aprire questa strada: una donna molto bella e pronta ad entrare nello show bitz, la Paola Perego allora molto giovane, lo sposò e...lei prosegui facilmente la sua carriera. Vabbè, Mateo Musacchio è un buon difensore, un bel ragazzo e il Milan pare l'abbia acquistato. Lei invece è un chirurgo che fa la modella! Io frequento molto gli ospedali e di dottoresse  bonazze ne incontro: "Scusi dottoressa, ma lei fa anche la modella?". Oh! Ce ne fosse stata mai una che si sia fatta sfiorare dall'idea! Macché, Instragram a loro non interessa. Mentre i tifosi del Milan, appena hanno visto le foto della fidanzata di Mateo Musacchio, sono impazziti, portando il tifo alle stelle! Mi chiedo, se siano andati in delirio per il giocatore o per la Irene Gonzalez Toboso? Io opto per la seconda che ho detto! 

 
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso