Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi
 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

lascrivanamonellaccio19bonodgl17studio.dipernaelleborriellomarco.visonediky5fabiomalboeleonora63_2maracicciarocco.spinelliERBRICCONCELLOmariella_loiaconostefanochiari666
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 14/05/2017

MO' ESCE ANTO'...

Post n°2235 pubblicato il 14 Maggio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per Moet ice imperial

 

Prestate attenzione a questa etichetta tra le più prestigiose marche di champagne. "Mo' esce Anto' " così come l'abbiamo sempre indicato noi poveri morti di fame che l'abbiamo inseguito da giovani con poche lire in tasca.  Il massimo era un buon spumante italiano (per alcuni niente da invidiare al cugino francese): bottiglia posata nel suo tradizionale secchiello con il ghiaccio. Fresco, "bollicinato" a dovere, faceva la sua figura quando si portava a cena una ragazza. Che tempi, che momenti fantastici, non era francese originale ma lo spirito era lo stesso: ci atteggiavamo come stronzetti con tanti soldi! Una volta con amici eravamo al tavolo con lo spumante e uno di noi, poveraccio che figura, chiese al maitre...ops...scusate, al cameriere di portare del ghiaccio per mettere cubetti nella coppa! Abominevole scelta, lo bloccammo subito prima che ci sbattessero fuori dal locale! Lo champagne e/o lo spumante si bevono freschi ma lisci come non mai: frizzante e ambrato, sarebbe eresia inquinarlo con altre bevande o ghiaccio inopportuno. L'etichetta che ho postato è una grossa novità: Moet & Chandon l'antica e prestigiosa casa francese, ha creato lo champagne "Ice Imperial", ovvero il primo che possa bersi con i cubetti di ghiaccio in coppa! Novità assoluta, è indicato anche per preparare cocktail con altre bevande che generino gusti superlativi puntando sul piacevolissimo sapore fruttato. Una esperienza da fare e provarlo, mi sembra obbligatorio per chi sappia apprezzare certi sapori e gusti. Le uve del Pinot Nero, Pinot Meunier e Pinot Chardonnay sono la base sapientemente creata in giuste e azzeccate  proporzioni, per generare il...futuro delle champagne. Vi invito a notare sapore e retro gusto dell' ultimo nato in casa Mo' esce Anto'......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UN AUGURIO DIVERSO

Post n°2234 pubblicato il 14 Maggio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per mamma deceduta

 

Ho perso mia madre sette anni fa e da allora, quando la ricordo, quando penso a lei, non sono triste per la sua mancanza, non avverto il vuoto per la sua assenza, odo musica confusa: no una melodia unica e precisa, ascolto un policromo insieme di suoni melodiosi. Una strana sensazione di piacevole benessere, uno stato emotivo sereno e rilassante. Non ho altro per ricordarla e oggi che siamo tutti a celebrare la "Festa della Mamma", memore del passato, rimembro tempi lontani quando alle medie ebbi il compito di dedicarle una poesia, una delle tante studiate, una delle più belle poesie italiane dell'ottocento. Una poesia mai dimenticata, magari non la ricordano tutti a meno che non sia un ragazzo anziano come me.

 

Non sempre il tempo la beltà cancella
o la sfioran le lacrime e gli affanni
mia madre ha sessant’anni
e più la guardo e più mi sembra bella.

Non ha un detto, un sorriso, un guardo, un atto
che non mi tocchi dolcemente il cuore.
Ah se fossi pittore,
farei tutta la vita il suo ritratto.

Vorrei ritrarla quando inchina il viso
perch’io le baci la sua treccia bianca
e quando inferma e stanca,
nasconde il suo dolor sotto un sorriso.

Ah se fosse un mio priego in cielo accolto
non chiederei al gran pittore d’Urbino
il pennello divino
per coronar di gloria il suo bel volto.

Vorrei poter cangiar vita con vita,
darle tutto il vigor degli anni miei
Vorrei veder me vecchio e lei…
dal sacrificio mio ringiovanita!

(E. De Amicis)

 


Mia madre mi ha insegnato tutto, tranne come vivere senza di lei.
 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso