Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

cesira.sandonatiale85giovanina.monamourzanifabiozfaldogiornovito1946vvsostanzial_mentehugo.boginolazzari.cluigiveseriespositobarbabcdanieladifloriomariposamaggiobuzzettiprimolorenzpv
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 07/09/2017

NON TI PAGO!...FORSE...

Post n°2474 pubblicato il 07 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per paga ai figli maggiorenni

 

Molto singolare questo caso giudiziario e altrettanto significativo il suo epilogo. Un caso comune a tante famiglie italiane, famiglie con figli che studiano, che hanno bisogno di aiuto e sostegno economico. La ragazza al centro di questa causa discussa in appello, è una ventiseienne studentessa universitaria la quale ha trascinato il papà davanti al giudice perché le ha ridotto la paga. I genitori di questa ragazza sono divorziati e in sede di separazione dei coniugi, al papà fu imposto  il mantenimento della figlia fino alla conseguimento della laurea. Orbene, il genitore rispettoso e obbligato (per una figlia questo e altro…nei limiti), ha mantenuto il suo impegno tenendo la cassa aperta, però, quando ha rilevato che la figlia non manteneva assolutamente l’assiduità nello studio, non arrivava a conseguire la laurea breve e addirittura era fuori corso, drasticamente ha chiuso i rubinetti e ha ridotto al minimo le sua paga portandola al minimo...sindacale. Lei lo ha trascinato in tribunale accusandolo di essere molto parco: con venti euro a settimana lei non ce la fa proprio a pagarsi tutto. Chiede 2.500 euro al mese per poter mantenersi agli studi, la casa dove vive, mangiare, le bollette e molta, tanta…ricreazione. Il papà che fesso non è, ha precisato davanti ai giudici che dopo aver portato la paghetta a venti euro, la ragazza è tornata vivere sotto il suo tetto, tutto spesato e a carico del papà. Quindi i venti euro sono giustificati per le sue scorribande ricreative. “Eh no, caro papà…”, hanno detto i giudici: “…non puoi mollarla così, non puoi decidere in tal senso. E' vero, non mantiene i ritmi stabiliti nello studio, però è giustificata da «una certa inerzia nella maturazione che porta all’indipendenza dei giovani», quindi, la paga passerà a 500 euro al mese occorrenti per le sue spese ludico/ricreative e straordinarie.   Tutto ciò fino al 2019". Aiutatemi a capire questo caso che la ragazza ha vinto per due volte, compreso l’appello! Se è cresciuta come immagino, viziata e sbroccata di brutto, caro papà te la devi tenere questa sconfitta. Se poi qualche ceffone non è stato dato al momento buono, interrogati su cosa, come e dove hai sbagliato, perché un papà come ce ne sono tantissimi al mondo, non sarebbe mai arrivato a questo punto!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso