Creato da Kimi.777 il 03/11/2012
W La Differenza

MTV - Hitlist Italia


Hitlist Italia

Classifica Singoli

 

 

 

Euro Top 20 Chart

 

MTV Summer Hits: classifica canzoni estate 2015


Le più belle canzoni dell'estate 2015

 

 

 

 

RTL 102.5

 

 

Radio DEE JAY

 

RADIO 24

MIX 24 - La Storia 

di Giovanni Minoli

 

classifica

 

RDS Playlist

 

Tour e Concerti

Tour e Concerti

 

VIDEOBOX

- KESHA Die Young
- MAROON 5 > Daylight
- PINK > Try
- LIT. TALKS > Monster and..
- THE SCRIPT > Hall of fame
- THE LUMINERS > Ho Hey
- WILL.I.AM /B.SP. > Scre..
- ADELE > Skyfall
- RIHANNA > Diamonds
- GREEN DAY > Stray Heart
- OLLY MURS > Troublemaker
- ALICIA KEYS > Girl On Fire
- AMY MC D. > This Is The Life
- BON JOVI > Because We Can
- MUSE > Follow Me
- A.MORISETTE > The Guard.
- R.WILLIAMS > Different
- JUTTY RANX > I See You
- BEN PEARS > What I Migh..
- BABY K /T .FERRO > Killer
- BASTILLE > Pompeii
- SHAKA PONK > My name..
- J.TIMBERLAKE> Suite &Tie
- MACKLEMORE & RYAN LEWIS
- ROBBIE WILLIAMS -Different
- M. BUBLE - It's A Beautif...
- OLA > i'm in love
- R.Thicke - Blurred Lines
- Pitbull - Feel This Moment
- LADY GAGA > Alejandro
- KATY PERRY > E.T
- KATY PERRY > Firework
- N. Furtado - I'm Like A Bird
- Alanis Morissette - Ironic
- Adele - Rolling in the Deep
- Adele - Chasing Pavements
- Adele - Someone Like You
- P!nk - Just Give Me A Reason
- Coldplay-- "Clocks"
- Coldplay - Viva La Vida
- Fun.: We Are Young
- Rihanna - We Found Love
- will.i.am - Scream & Shout f
- C. R.Jepsen - Call Me Maybe
- Lady Gaga - Bad Romance
- Cap.City > Safe and Sound
- Passenger - Let Her Go
- Robbie Williams | 'Go Gentle'
- The Monster Eminem
- Roar Katy Perry
- Ellie Goulding - Burn
- Margaret - Thank You Very Much
- Lorde - Royals
- Western Disco - The Sun
- Miley Cyrus - Wrecking Ball
- Selena Gomez - Come & Get It
- PSY - GENTLEMAN M/V
- Clean Bandit - Rather Be
- Mr. Probz - Waves
- Summer Calvin Harris
- Happy - Pharrell Williams
- Aloe Blacc - The Man
- ALESSO >Heroes
- HOZIER >Take Me To Church
- Cobra Starship >Never Been...
- THE ARK > It takes a fool to..
- Mark Ronson - Uptown Funk
- The Avener - Fade Out Lines
- Lilly Wood > Prayer in C
- OneRepublic - I Lived
- Ed Sheeran -Thinking Out Loud
- SEREBRO - Mi Mi Mi
- Serebro - Mama Luba
- Ozark Henry-I'm Your Sacrifice
- MAGIC! - Rude
- AronChupa - I'm an Albatraoz
- Avicii - The Days
- Ellie Goulding - Love Me Like You Do
- Madonna - Living For Love
- Ola - I'm In Love
- Gabriella Cilmi - Sweet About Me
- Echosmith - Cool Kids
- Macy Gray - I Try
- Midge Ure - Breathe
- Annalisa - Una Finestra tra le Stelle
- Nek - Fatti avanti amore
- Marco Masini - Che giorno è
- Tom Odell - Real Love
- Years & Years - King
- Avicii - The Nights
- Avicii - Wake Me Up
- John Newman - Love Me Again
- Imagine Dragons - Radioactive
- Edie Brickell - Circle
- Family of the Year - Hero
- Avicii - The Days
 

Contatta l'autore

Nickname: Kimi.777
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 43
Prov: AN
 

Ultime visite al Blog

valeHHCipster_Vcassetta2CherryslMK.SEARCHKimi.777gibfirst1fabrizioganzinellisilviofisamassimo5555as117mariolino444walmis66speranza.rossanaugo48
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Area personale

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 76
 

 

Charlie Puth >> We Don't Talk Anymore > 2016

Post n°301 pubblicato il 16 Settembre 2016 da Kimi.777
 

 

CHARLIE PUTH

We Don't Talk Anymore è un brano musicale cantato dal cantante statunitense Charlie Puth con la collaborazione della cantante Selena Gomez, pubblicato come il terzo singolo dal suo album di debutto Nine Track Mind.

Video Musicale

Il video del singolo é stato pubblicato il 2 agosto 2016, ottenendo in un mese esatto 100 milioni di visualizzazioni e nelle prime 24 ore poco più di 4 milioni.

Nonostante questo il video ha sollevato molte polemiche dato che la Gomez non era presente nel video del singolo.

 

 

Traduzione

Non ci parliamo più, non ci parliamo più
Non ci parliamo più, come eravamo soliti fare
Non amiamo più
Per che cos’era tutto quello?
Oh, non ci parliamo più, come eravamo soliti fare

Ho sentito che hai trovato la persona che stavi cercando
Che stavi cercando
Avrei voluto sapere che non ero io
Perché anche dopo tutto questo tempo mi chiedo ancora
Perché non mi passa
Come invece è passata a te velocemente

Non voglio sapere
Che tipo di vestito indossi stasera
Se ti stringe forte
Come facevo io prima
Sono andato in overdose
Avrei dovuto sapere che il tuo amore era un gioco
Ora non riesco a toglierti dalla mente
Oh, è una vergogna

Che non ci parliamo più, non ci parliamo più
Non ci parliamo più, come eravamo soliti fare
Non amiamo più
Per che cos’era tutto quello?
Oh, non ci parliamo più, come eravamo soliti fare

[Selena Gomez]
Spero solo che tu sia sdraiato a fianco a qualcuno
Che sappia come amarti, come me
Deve esserci un buon motivo per essertene andato
Di quando in quando penso che
Magari vorresti che mi presentassi alla tua porta
Ma ho troppa paura di fare un errore

Non voglio sapere
Se la stai guardando negli occhi
Se ti stringe forte come facevo prima io
Sono andata in overdose
Avrei dovuto sapere che il tuo amore era un gioco
Ora non riesco a toglierti dalla testa
Oh, è una vergogna

[Charlie Puth & Selena Gomez]
Che non ci parliamo più (noi no, noi no)
Non ci parliamo più (noi no, noi no)
Non ci parliamo più, come eravamo soliti fare
Non amiamo più (non lo facciamo, non lo facciamo)
Per che cos’era tutto quello? (Noi no, noi no)
Oh, non ci parliamo più, come eravamo soliti fare

[Charlie Puth]
Come eravamo soliti fare

[Charlie Puth & Selena Gomez]
Non voglio sapere
Che tipo di vestito indossi stasera
Se ti stringe forte
Come facevo io prima
Sono andato in overdose
Avrei dovuto sapere che il tuo amore era un gioco
Ora non riesco a toglierti dalla mente
Oh, è una vergogna

Che non ci parliamo più (noi no, noi no)
Non ci parliamo più (noi no, noi no)
Non ci parliamo più, come eravamo soliti fare
Non amiamo più (non lo facciamo, non lo facciamo)
Per che cos’era tutto quello? (Noi no, noi no)
Oh, non ci parliamo più, come eravamo soliti fare

(Non ci parliamo più)
Non voglio sapere
Che tipo di vestito indossi stasera (Oh)
Se ti stringe forte (Oh)
Come facevo io prima
(Non ci parliamo più)
Sono andato in overdose
Avrei dovuto sapere che il tuo amore era un gioco (Oh)
Ora non riesco a toglierti dalla mente (Woah)
Oh, è una vergogna

Che non ci parliamo più

 

 


Valutazione My VIDEOMUSIC BLOG


Musica        *****

Testo          *****

Video          *****

Artista         *****

 





 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LUKAS GRAHAM >> 7 Years > 2016

Post n°300 pubblicato il 03 Marzo 2016 da Kimi.777
 

 

 

LUKAS GRAHAM

Lukas Graham è un gruppo danese soul pop composto da Lukas Graham Forchhammer (voce), Marco “Lovestick” Falgren (batteria), Magnus “magnum” Larsson (basso) e Kasper Daugaard (tastiera).

Scritta da Lukas Forchhammer e Stefan Forrest, con musica di Forrest Morten Ristorp, 7 Years è un loro singolo pubblicato il 18 settembre 2015, in Italia ufficialmente l’8 gennaio 2016.

E 'in testa alle classifiche in Danimarca , la Norvegia , la Svezia , l'Austria , l'Australia , la Nuova Zelanda , l'Irlanda e il Regno Unito Canada e  Stati Uniti. La canzone è stata scritta da Lukas Forchammer , Stefan Forrest , Morten Ristorp, e Morten Pilegaard e prodotta da Stefan Forrest e Morten Ristorp sotto il  nome d'arte Future animali, e Morten "Pilo" Pilegaard.


Scheda


"7 anni" Singolo

Artista Lukas Graham

dall'album Lukas Graham 

Rilasciato 18 Settembre, 2015

Formato download digitale

Genere Pop anima

Lunghezza 3: 59

Etichetta Copenhagen Warner Bros.

Testo Lukas Forchammer Stefan Forrest Morten Ristorp Morten Pilegaard

Produttore  Animali future Pilo




Traduzione


Once I was seven years old, my mamma told me – Una volta avevo sette anni, la mamma mi ha detto
Go make yourself some friends or you’ll be lonely – Vai a farti qualche amico o sarai solo
Once I was seven years old – Una volta avevo sette anni

It was a big big world, but we thought we were bigger – Era un mondo grande, ma abbiamo pensato di essere più grandi
Pushing each other to the limits, we were learning quicker – Spingendosi a vicenda al limite, stavamo imparando più velocemente
By eleven smoking herb and drinking burning liquor – Alle undici erbe da fumare e bere infuocati alcolici
Never rich so we were out to make that steady figure – Mai ricchi così eravamo fuori per fare quella costante figura

Once I was eleven years old, my daddy told me – Una volta avevo undici anni, mio padre mi ha detto
Go get yourself a wife or you’ll be lonely – Vai a prenderti una moglie o sarai solo
Once I was eleven years old – Una volta avevo undici anni

I always had that dream like my daddy before me – Ho sempre avuto quel sogno come il mio papà prima di me
So I started writing songs, I started writing stories – Così ho iniziato a scrivere canzoni, ho iniziato a scrivere storie
Something about the glory, just always seemed to bore me – Qualcosa sulla gloria, mi sembrava sempre di annoiarmi
Cause only those I really love will ever really know me – Perché solo quelli mi amo molto mi conosceranno davvero

Once I was twenty years old, my story got told – Una volta avevo vent’anni, la mia storia mi ha detto
Before the morning sun, when life was lonely – Prima del sole del mattino, quando la vita era solitaria
Once I was twenty years old – Una volta avevo vent’anni

I only see my goals, I don’t believe in failure – Vedo solo i miei obiettivi, non credo in un fallimento
Cause I know the smallest voices, they can make it major – Perché so che le più piccole voci, possono renderlo maggiore
I got my boys with me at least those in favor – Ho avuto i miei ragazzi con me almeno quelli a favore
And if we don’t lead before I leave, I hope i’ll see you later – E se noi non conduciamo prima di partire, spero ti rivedrò più tardi

Once I was twenty years old, my story got told – Una volta avevo vent’anni, la mia storia mi ha detto
I was writing about everything, I saw before me – Stavo scrivendo di tutto, ho visto davanti a me
Once I was twenty years old – Una volta avevo vent’anni

Soon we’ll be 30 years old, our songs have been sold – Presto avremo di 30 anni, le nostre canzoni sono stati vendute
We’ve traveled around the world and we’re still roaming – Abbiamo viaggiato in tutto il mondo e noi stiamo ancora vagabondando
Soon we’ll be 30 years old – Presto avremo di 30 anni

I’m still learning about life – Sto ancora imparando dalla vita
My woman brought children for me – La mia donna ha portato i bambini per me
So I can sing them all my songs – Così posso cantare loro tutte le mie canzoni
And I can tell them stories – E posso raccontare loro delle storie
most of my boys are with me – la maggior parte dei miei ragazzi sono con me
Some are still out seeking glory – Alcuni sono ancora fuori in cerca di gloria
And some I had to leave behind – E alcuni ho dovuto lasciarli indietro
My brother I’m still sorry – Fratello mio sono ancora dispiaciuto

Soon I’ll be 60 years old, my daddy got 61 – Presto avrò 60 anni, mio padre ne ha 61
Remember life and then your life becomes a better one – Ricorda la vita e allora la tua vita diventa migliore
I made the man so happy when I wrote a letter once – L’ho fatto così felice quando una volta gli ho scritto una lettera

I hope my children come and visit, once or twice a month – Spero che i miei figli mi vengano a fare visita, una o due volte al mese
Soon I’ll be 60 years old, will I think the world is cold – Presto avrò 60 anni, penso che il mondo è freddo
Or will I have a lot of children who can bore me – O avrò un sacco di bambini che possono annoiarmi
Soon I’ll be 60 years old – Presto avrò 60 anni
Soon I’ll be 60 years old, will I think the world is cold – Presto avrò 60 anni, penso che il mondo è freddo
Or will I have a lot of children who can bore me – O avrò un sacco di bambini che possono annoiarmi
Soon I’ll be 60 years old – Presto avrò 60 anni

Once I was eleven years old, my daddy told me – Una volta avevo undici anni, mio padre mi ha detto
Go get yourself a wife or you’ll be lonely – Vai a prenderti una moglie o sarai solo
Once I was eleven years old – Una volta avevo undici anni
Once I was eleven years old – Una volta avevo undici anni




Valutazione My VIDEOMUSIC BLOG


Artista    *****

Musica    *****

Testo      *****

Video      *****







 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LAURA PAUSINI >> Simili > 2015

Post n°299 pubblicato il 20 Gennaio 2016 da Kimi.777
 

 

 

LAURA PAUSINI


Simili è il dodicesimo album in studio della cantante italiana Laura Pausini, pubblicato il 6 novembre 2015 dalla Atlantic Records. Questo non è un album totalmente autobiografico, per il resto la cantante stessa ha dichiarato di essersi ispirata a storie di persone a lei vicina. L'album è stato pubblicato il 13 novembre dello stesso anno anche in lingua spagnola con il titolo Similares.Il 14 maggio 2015, attraverso la pagina Facebook dell'artista, è stato annunciato che in autunno sarebbe stato pubblicato un nuovo album di inediti intitolato Simili. Il 14 settembre 2015 viene svelata la copertina dell'album, il 30 settembre 2015 la data di uscita in contemporanea sul TG1 di Rai 1 e sul TG5 di Canale 5, mentre il 1º ottobre 2015 la lista tracce. Tutte le notizie sono state pubblicate sulla pagina Facebook dell'artista.L'album, distribuito in oltre 60 paesi del mondo, è composto da 15 tracce inedite, di cui è stato realizzato un videoclip per ciascuno dai registi Leandro Manuel Emede e Nicolò Cerioni. Anche in questo album sono presenti i collaboratori Niccolò Agliardi per i testi e Daniel Vuletic per la musica. Tra le tracce sono presenti tre brani scritti da Biagio Antonacci: Lato destro del cuore, che è una canzone con un significato importante con una scrittura poetica con dei richiami musicali che ricordano gli anni sessanta della musica italiana, Tornerò (con calma si vedrà), che è un tributo alla musica latina, e È a lei che devo l'amore, una ninna nanna con la partecipazione della figlia Paola, scritta inizialmente per il disco di Antonacci come canzone d'amore per una donna e poi cambiata per dedicarla alla figlia della Pausini. Innamorata è un brano rap scritto da Jovanotti, il quale ha dichiarato che, dopo 10 anni che ci stava provando non riuscendo a trovare quella giusta, è finalmente riuscito a scrivere «una roba forte» per la cantante romagnola; Laura Pausini ha dichiarato che è la prima volta che canta un genere con cui «si balla di brutto» ed ha aggiunto che sperava che la cantassero in duetto, mentre lui l'ha convinta a cantarla da sola. Sono solo nuvole è scritta da Giuliano Sangiorgi e chiesta esplicitamente da Laura Pausini ; 200 note è scritta da Tony Maiello; Lo sapevi prima tu è scritta in collaborazione con L'Aura e dedicata al padre Fabrizio. Per la musica è stata realizzata con la collaborazione attiva ma inconsapevole di alcuni suoi fan da tutto il mondo. Tramite il Fan Club ufficiale Laura 4U Laura Pausini ha cercato un musicista diverso in ogni paese e dei coristi, consegnando ad ognuno solo la parte che doveva eseguire direttamente ed ha chiesto che le rispedissero oltra alla registrazione audio anche un video. I fan si sono accorti di aver partecipato ad alcuni brani, solo in seguito alla pubblicazione del disco. Per la musica, Lo sapevi prima tu e È a lei che devo l'amore sono stati collocati alla fine della tracklist e contraddistinti come + Simili in quanto gli unici tre brani autobiografici. Il brano Simili verrà utilizzato come colonna sonora della terza stagione della serie televisiva di Braccialetti rossi; alcuni ragazzi della serie sono i protagonisti del videoclip, girato a Villa Pisani a Stra. La copertina dell'album ritrae Laura Pausini distesa in un prato, vestita in modo molto semplice, quasi come se volesse far capire un ritorno alle origini, alla semplicità; nel retrocopertina è possibile vedere quattro ragazzi distesi anch'essi nell'erba ognuno con delle caratteristiche diverse: chi ha dei tatuaggi, chi ha gli occhi a mandorla, chi è scuro di pelle; il messaggio vuole indicare che in fondo siamo tutti Simili. Sul CD è invece raffigurato un quadrifoglio. Riguardo al significato del titolo la Pausini ha dichiarato: « Simili perché è quello che siamo. Uguali e differenti, uniti dagli stessi sogni, dalle stesse paure, le stesse emozioni. Ognuno ha la sua storia da raccontare, questo disco ne racconterà tante. - Simili come le impronte digitali, uguali e diverse. » Mentre Laura Pausini era al consolato statunitense in Italia per chiedere il visto per lavorare a Miami (in qualità di coach al talent show televisivo La banda in onda su Univision) è rimasta colpita dal fatto che per identificare persone diverse si usi un metodo comune, quello delle impronte digitali. Così ha pensato ad una parola che unisce queste due contraddizioni: «uguali» e «diversi», ossia «simili». Anche le impronte hanno avuto un significato molto particolare nel concept di quest'album. Laura lo spiega così: « Ho posato la prima impronta, poi ponendo l'altra impronta di fianco un poco obliqua, ho notato che sembrava un cuore, ripetendo altre volte le mie impronte sul foglio si è formato un quadrifoglio. Questo ha diversi significati per me, perché un'impronta siamo noi, due impronte insieme siamo tutti noi che ci amiamo; non importano le caratteristiche di chi vuoi amare; e poi per trovare la fortuna, devi incontrare qualcun'altro. » L'album è dedicato alla nonna paterna Maria scomparsa nel 2014 e a Francesco Carta, il fratello maggiore del compagno Paolo scomparso di recente.



Simili Tracce


Lato destro del cuore – 3:52 (Biagio Antonacci)

Simili – 3:35 (testo: Laura Pausini, Niccolò Agliardi – musica: Niccolò Agliardi, Edwyn Roberts)

200 note – 3:58 (testo: Tony Maiello – musica: Tony Maiello, Lorenzo Vizzini Bisaccia) Innamorata – 3:20 (testo: Jovanotti – musica: Jovanotti, Riccardo Onori, Christian Rigano)

Chiedilo al cielo – 3:15 (testo: Laura Pausini, Niccolò Agliardi – musica: Paolo Carta) Ho creduto a me – 3:14 (testo: Niccolò Agliardi – musica: Massimiliano Pelan)

Nella porta accanto – 3:46 (testo: Laura Pausini – musica: Massimo De Luca)

Il nostro amore quotidiano – 3:58 (testo: Laura Pausini, Niccolò Agliardi – musica: Paolo Carta)

Tornerò (Con calma si vedrà) – 4:07 (Biagio Antonacci)

Colpevole – 3:36 (testo: Laura Pausini, Niccolò Agliardi – musica: Laura Pausini, Daniel Vuletic)

Io c'ero (+ amore x favore) – 2:53 (testo: Laura Pausini – musica: Paolo Carta, L'Aura) Sono solo nuvole – 4:12 (Giuliano Sangiorgi)

Per la musica (featuring Official Fan Club Members Singers and Players) – 3:31 (testo: Laura Pausini, Niccolò Agliardi – musica: Paolo Carta)

Lo sapevi prima tu (Dedicated to My Father) – 4:02 (testo: Laura Pausini, L'Aura – musica: Simone Bertolotti, L'Aura)

È a lei che devo l'amore (featuring Paolo and Paola Carta) – 2:53 (Biagio Antonacci)

 

 

 

Valutazione My VIDEOMUSIC BLOG


Musica        *****

Testo          *****

Artista         *****

Video          *****

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LOST FREQUENCIES >> Reality > 2015

Post n°298 pubblicato il 16 Dicembre 2015 da Kimi.777
 

 

 

LOST FREQUENCIES


Lost Frequencies è un giovanissimo dl belga -nato nel novembre 1993- esploso grazie al successo internazionale di Are You With Me. Il brano ha raggiunto la vetta delle classifiche in Australia, Austria, Germania, Irlanda, Svizzera e Inghilterra. Per il brano Reality si è avvalso della collaborazione di Janieck Devy, autore e cantante originario dei Paesi Bassi.


Scheda


Nome Lost Frequencies

Nome di nascita Felix De Laet

Nato 30 NOVEMBRE 1993 (22 anni)

Luogo di nascita Bruxelles Belgio

Generi Deep house

Occupazione  Produttore musicista

anni attivi 2014 - 2015




Traduzione testo


Decisions as I go, to anywhere I flow – Per le decisioni, seguo il flusso
Sometimes I believe, at times where I should know – A volte credo, ad un’epoca in cui dovrei sapere
I can fly high, I can go long – Posso a volare alto, non posso andare a lungo
Today I got a million, tomorrow, I don’t know – Oggi ho un milione, domani, non lo so
Decisions as I go, to anywhere I flow – Per le decisioni, seguo il flusso
Sometimes I believe, at times where I should know – A volte credo, ad un’epoca in cui dovrei sapere
I can fly high, I can go long – Posso a volare alto, non posso andare a lungo
Today I got a million, tomorrow, I don’t know – Oggi ho un milione, domani, non lo so


Stop crying like you’re home and think about the show – Smetti di piangere come se fossi a casa e pensa allo spettacolo
We’re all playing the same game, laying down alone – Stiamo tutti giocando lo stesso gioco, mi sto arrendendo
We’re unknown and wrong, special when I come – Siamo sconosciuto e sbagliati, sopratutto quando vengo
Hate will make you cautious, love will make you glow – L’odio ti farà cauto, l’amore ti farà splendere
Make me feel the warm, make me feel the cold – Fammi sentire il calore, fammi sentire il freddo
It’s written in our story, it’s written on the walls – È scritto nella nostra storia, è scritto sui muri
This is our call, we rise and we fall – Questa è la nostra chiamata, ci alziamo e cadiamo
Dancin’ in the moonlight, don’t we have it all? – Ballando al chiaro di luna, non abbiamo tutto?

Decisions as I go, to anywhere I flow – Per le decisioni, seguo il flusso
Sometimes I believe, at times where I should know – A volte credo, ad un’epoca in cui dovrei sapere
I can fly high, I can go long – Posso a volare alto, non posso andare a lungo
Today I got a million, tomorrow, I don’t know – Oggi ho un milione, domani, non lo so
Decisions as I go, to anywhere I flow – Per le decisioni, seguo il flusso
Sometimes I believe, at times where I should know – A volte credo, ad un’epoca in cui dovrei sapere
I can fly high, I can go long – Posso a volare alto, non posso andare a lungo
Today I got a million, tomorrow, I don’t know – Oggi ho un milione, domani, non lo so

 

 

 

 

Valutazione My VIDEOMUSIC BLOG


Musica         *****

Testo           *****

Artista         *****

Video           *****

 


 


 

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DEE JAY >> Chiama Italia > 1991

Post n°297 pubblicato il 12 Dicembre 2015 da Kimi.777
 

 

 

DEE JAY  Chiama Italia

 

Deejay chiama Italia è un programma radiofonico in onda dal 1991 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:00 su Radio Deejay, condotto dai DJ Linus (direttore di Radio Deejay) e Nicola Savino, con la regia di Alex Farolfi e la collaborazione di Matteo Curti. Intervallati dai brani musicali, i due deejay dialogano sui temi di attualità più vari. Dal 2006 Deejay chiama Italia è anche un programma televisivo realizzato in sodalizio tra Radio Deejay e All Music prima, Deejay TV, dal 2009. La trasmissione è visibile anche in streaming sul sito di Radio Deejay.Il programma televisivo, tramite 11 telecamere montate collocate nello studio e nella redazione attigua, trasmette la diretta della trasmissione radiofonica. In occasione dei Mondiali FIFA 2006, la trasmissione si chiamava Deejay chiama Germania, collegandosi telefonicamente ogni giorno con Alberto D'Aguanno e ospitando VIP del calibro di Tiziano Ferro e Zvonimir Boban. Durante la stagione estiva il programma si chiama Deejay chiama estate. In occasione dei Mondiali FIFA Sudafrica 2010, la trasmissione si chiamava Deejay chiama Sudafrica. La trasmissione prevede molto frequentemente la presenza di ospiti illustri, appartenenti ai campi più eterogenei (musica, letteratura, televisione, cinema, sport), che intervengono durante l'ultima mezz'ora di trasmissione. Nella puntata del venerdì, tale spazio è riservato agli interventi di Aldo Calandro.

 

 

Il  Cast raccontato da LINUS

La squadra di DJCI. Allora, dopo me, il più longevo è Alex, che è arrivato a farmi la regia dopo Daniele Tognacca (o Tony H) e Luca Sacchi, che erano emigrati in cerca di fortuna. Trovata e abbandonata per tornare in via Massena, ma questa è un’altra storia. Alex è il perfetto regista per uno come me: bravo, preciso, attento. Soprattutto paziente. Poi c’è Nicola, ma qui la storia la conoscete meglio: prima regista, poi Uomo Della Strada, poi Uomo Di Successo. Sempre UDS, comunque. Nel 2004, mentre ero impegnato con gli Europei di Calcio su Rai 2, un mio autore, il simpatico Dario Baudini, mi raccomanda la sorella di sua moglie. Neo laureata, una macchina da guerra, dice lui. Vediamola, dico io. Provino in camerino, sarà stata l’abbronzatura, da allora Sara è la mia Miss Moneypenny. Poi sono arrivati Mario e Valentina, entrambi reduci dall’avventura radiofonica più lontana da noi, Italia Radio organo più o meno ufficiale dell’allora PCI…

Siccome mi piacciono le persone interessanti e soprattutto diverse da me è nata questa chimera, unione fra la loro cultura e la nostra stupidità. L’ultima arrivata è la Patitucci, una che si è fatta le ossa con Nikki e il Trio Medusa mi sembrava perfetta per sopportare la pressione di duemila messaggi ogni mattina, in più aveva anche un bel sorriso. Certo, dopo una settimana ha messo l’apparecchio…poi c'è anche Chiara Carsenzola.


Scheda


Conduttori          Linus  -  Nicola Savino

Regia                 Alex Farolfi

Collaborazione    Matteo Curti

In Sala               Sara Foresti  -  Chiara Carsenzola

                         Valentina Ricci  -  Alessandra Patitucci

 

 


Valutazione My VIDEOMUSIC BLOG


*****


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Anni '50/ '60 >> 1967

Gianni Morandi 

Un Mondo D'Amore > 1967


Un mondo d'amore è un singolo del 1967 scritto dagli autori F. Migliacci, S. Romitelli e B. Zambrini e cantato da Gianni Morandi che arriva primo in classifica per quattro settimane.

Il testo è un tipico inno all'amore e alla fratellanza che caratterizzava gli anni sessanta, si sviluppa come una serie di comandamenti da rispettare per la convivenza in società. Singolo contenuto inizialmente nell'album Gianni quattro del 1967, venne poi ripreso e incluso in altri dischi, tra cui Gianni 9 del 1972 e I Grandi Successi del 1984.

Il brano è stato cantato anche da Joan Baez, che lo ha presentato anche dal vivo nell'ottobre 2008 nel corso della trasmissione Che tempo che fa di Fabio Fazio.

classifica

 

Anni '70 >> 1975

PAOLO FRESCURA

Bella Dentro > 1975

Particolarissimo personaggio, cantautore rimasto eternamente nell' anonimato ma senza dubbio superiore alle masse di suoi 'simili', non sbucò dal nulla. Nacque a Roma da genitori Napoletani, nipote di un grande capocomico partenopeo e di collaboratori di grandi commediografi, e figlio di attori di teatro. Una carriera breve ma intensa, con picchi di successo nella metà degli anni 70 e il culmine nel 1990, anno del suo ritiro dal mondo della musica. Cantautore poliedrico e spiritoso (da notare lo spirito che lo contraddistingueva nel video live), scriveva per se e per gli altri. Brani belli, piacevoli e di una dolcezza disumana i suoi biglietti da visita, che lo resero a dire dello scrittore tra i piu grandi della sua epoca nel suo genere. L'epoca e il genere, si sa, esigeva la canzone d'amore, in cui il nostro si è contraddistinto nel tempo grazie a brani che sono quasi un 'must' del genere, cosi come lo è anche l'album in questione. Incompreso al massimo dalle case discografiche, durò circa 8 anni. Non mancarono le varie partecipazioni ai Festival, tra le quali ricordo quella del 1975 al Festival Bar col brano 'Due Anelli', di cui è reperibile una stupenda interpretazione live sul web. Non scriveva solo per se, dicevamo. Era il 1975 quando avvenne il suo esordio discografico. Il titolo, cosi come la sua canzone piu celebre, è 'Bella Dentro'. Mettiamo le carte in tavola. Questo piu che un album sembra un Greatest Hits. Se questo genere musicale fosse universalmente riconosciuto, questo disco sarebbe il 'Kind of Blue' della canzone leggera Italiana. Ogni canzone emana dolcezza e malinconia da tutti i pori. Mai un brano banale, mai un riempitivo, ognuna di questi pezzi andrebbero studiati passo passo dagli apprendisti musicisti pop italiani e non odierni.

*****

classifica

 

Anni '80 >> 1980

 

Dire Straits  Romeo and Juliet > 1980

 

Romeo and Juliet è un brano musicale dei Dire Straits, scritto dal chitarrista e cantante Mark Knopfler.

La canzone apparve per la prima volta nell'album Making Movies dell'ottobre 1980. Unitamente alle altre tracce del disco, il pezzo venne registrato nell'estate del 1980 presso i Power Station Studios di New York; fu pubblicato come singolo nel novembre del medesimo anno con Solid Rock come lato B.

Il brano è incluso anche nelle raccolte Money for Nothing (1988) Sultans of Swing (1998) e Private Investigations (2005); registrazioni dal vivo di Romeo and Juliet compaiono inoltre negli album live Alchemy (1984), On the Night (1993)e Real Live Roadrunning (2006).

Il titolo del brano è un evidente riferimento alla tragedia Romeo e Giulietta di William Shakespeare.


*****

 

classifica

 

Anni '90 >> 1990

Madonna  Vogue > 1990

Vogue è una canzone della cantautrice americana Madonna. È il primo singolo estratto dall'album I'm Breathless ed è scritta e prodotta da Madonna e Shep Pettibone.

Il singolo della canzone, lanciato nell'aprile del 1990, vende più di 6 milioni di copie.Con Vogue Madonna porta in auge un ballo che diventa un vero e proprio fenomeno di costume, il vogueing. Questo ballo era allora molto diffuso nei locali gay degli Stati Uniti, consiste nell'imitare le pose plastiche delle modelle e dei modelli che appaiono sul noto magazine americano Vogue.

Vogue era stata concepita come una semplice b-side del singolo Keep It Together. Solo successivamente, sotto la spinta della casa discografica, la canzone è stata inclusa all'ultimo momento in I'm Breathless, l'album che contiene canzoni tratte o comunque ispirate al film Dick Tracy (Vogue non ha però alcun legame con il film).

Il brano, con il suo sound dance tipico dei primi anni novanta, oltre ad esortare all'evasione dalla monotonia della vita quotidiana verso la musica e la pista da ballo, contiene anche una sorta di rap di Madonna (il primo in una sua canzone) in cui la cantante celebra alcuni miti di Hollywood (tra cui Greta Garbo, Katharine Hepburn, Lauren Bacall, Marlene Dietrich, Marilyn Monroe, Ginger Rogers, Grace Kelly, Fred Astaire, Marlon Brando, Bette Davis e James Dean).

Nel 2006 Vogue, insieme a Jump, fa parte della colonna sonora del film Il diavolo veste Prada, interpretato da Meryl Streep.

La canzone, nella sua versione remix dell'album The Immaculate Collection, è inclusa nella terza raccolta dei più grandi successi della cantante, Celebration.

 

*****

classifica

 

Anni 2000 >> 2008

Lady Gaga 

Poker Face > 2008

Poker Face è un brano musicale estratto dall'album The Fame della cantante statunitense Lady Gaga. Prodotto da RedOne, il brano è stato pubblicato come secondo singolo internazionale il 23 settembre 2008 per alcuni mercati, e nei primi del 2009 per il resto del mondo. Poker Face è un brano dalle sonorità elettropop dance, molto simili al precedente singolo Just Dance, ma con un tono musicale più dark. La ripetizione Mum-mum-mum-mah! prende origine dal brano del 1977 Ma Baker dei Boney M. Il singolo è stato ben accolto dai critici, molti dei quali hanno gradito l'hook robotico e il ritornello. Il brano ha riscosso un successo planetario, imponendosi alla numero uno nelle classifiche di oltre venti Paesi, tra i quali Australia, Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Germania e molte altre nazioni europee. Poker Face è uno dei singoli più venduti al mondo. È ispirato da un lato all'amore dei ragazzi di Lady Gaga per il gioco d'azzardo, dall'altro alla sua presunta bisessualità e al giovamento che prova nel nasconderla. Il brano è stato premiato come "Best International Artist Video " ai MuchMusic Video Awards 2009. Lady Gaga ha eseguito il brano dal vivo in una puntata dell'ottava stagione del programma televisivo American Idol e durante i The Fame Ball e Monster Ball tours. Le esecuzioni live del pezzo prevedono una versione elettronica e una acustica, accompagnata al pianoforte. Il singolo ha valso alla cantante tre nomination nelle categorie musica dell'anno e brano dell'anno nella serata della consegna dei 52ª Grammy Awards, ma Lady Gaga è stata decreta vincitrice solo del Grammy per il miglior brano dance.Il singolo si è aggiudicato otto dischi di Platino in Canada, sei in Australia e quattro negli Stati Uniti. Il video musicale di Poker Face, girato sullo sfondo di una villa situata a Malibu, mostra Lady Gaga lanciarsi in bagordi e gozzoviglie fuori dalle righe, emerge da una piscina col viso coperto da una maschera argentata, pratica strip poker con quattro compagni di gioco. La rivista Rolling Stone ha assegnato al brano il novantaseiesimo posto nella classifica delle 100 canzoni più belle dell'ultimo decennio. Nel 2009 è stato il 3º brano più venduto in Italia.

*****

classifica