Creato da: liliana57_1 il 01/01/2009
nata sotto il segno dei pesci ... ascendente cozza

Area personale

 

Questo blog è in lutto

dopo la libertà di informazione

muore la libertà di opinione

 

 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

I miei link preferiti

Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Ultime visite al Blog

FomalHaut_Bodeiusal_habibihieronimusbAthenryoltre.lo.specchioalexandra68alolatarantinomarilenamusettisols.kjaerfrisbi0Pervinca74MAN_FLYstupidafollia63
 

Ultimi commenti

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

30 Marzo 2014 - Ore 13

Post n°413 pubblicato il 31 Marzo 2014 da liliana57_1

20-3-1957   /    30/3/2014

L. si è spenta ieri alle 13.00 in ospedale.
Si è letteralmente spenta, come una fiamma che ha finito l'aria, con il respiro sempre più lento, sempre più debole, con qualche strappo con cui ancora si teneva attaccata alla vita, con un ultimo sussulto e poi più nulla, il suo cuore generoso e forte si è arreso ad una malattia devastante.

Lei aveva capito che quella di sabato sarebbe stata la sua ultima notte, io , con tutta la mia "sensibilità", invece non avevo capito nulla.
Forse sarebbe bastata una sua piccola frase, "ho paura resta qui vicino a me", ma forse per orgoglio, forse perchè in fondo lo negava anche a se stessa non lo ha fatto.

Si lamentava di un male ai piedi che a me sembrava sinceramente esagerato, avrei voluto dormire, ero stanco e l'ho trattata male, mi sono arrabbiato, l'ho anche sgridata perchè pensavo che dipendesse da un eccesso di urea visto che beveva pochissimo e quindi non smaltiva le tossine.

Ed invece era l'assalto finale della malattia.

Quando alle quattro di mattina quando, dopo una notte insonne, ho visto che perdeva lucidità e soprattutto che aveva delle perdite ematiche ho chiamato il 118.
Per contrastare il dolore le avevo dato le gocce di morfina, dopo due ore, per aiutarla a dormire le ho dato le gocce per il sonno e ho attribuito a quell'effetto la sua perdita di lucidità.

Le ultime parole che le ho detto rimettendola nel letto sono state : "Stai tranquilla, adesso arriva il dottore", poi nel marasma dell'intervento sanitario, incalzato dalle domande dell'infermiera non ho potuto neppure salutarla mentre la caricavano sulla lettiga e la portavano via.

Il tempo di mettere quattrocose in una borsa, pigiama, vestaglia, ciabatte, cambio di biancheria e sono andato in ospedale, là c'era il medico che mi aspettava e mi ha detto che ormai non c'era più nulla da fare, era stata sedata perchè non provasse dolore, ma ormai mia nogluie apparteneva all'eternità.

Mi hanno concesso di vegliarla fino a che si è spenta, mentre arrivavano i fratelli, le cognate, le nipoti e metà mondo.

Mi è stato chiesto se volevo donare le cornee, ho risposto di si, che bello sarebbe se i suoi bellissimi occhi verdi potessero ancora permettere a qualcuno di vedere i colori del mondo, poi l'ho lasciata portare via.

Insieme a Giulia abbiamo deciso che Matteo, appena arrivato da Siena , non la vedesse così, poi, tutto è routine, le pompe funebri, il prete, gli amici ed i parenti.

Domani le daremo l'ultimo saluto, ma salvo cose particolari, questo blog si fermerà qui, qui dove finisce una storia d'amore travagliata, ma intensa durata 34 anni,  più di metà della nostra vita

Bruno - Il marito

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°412 pubblicato il 06 Gennaio 2014 da liliana57_1

Saltata la fase consuntivo

saltata la fase buoni propositi che tanto non si mantengono

saltata pure la fase auguri

siamo pronti a ricominciare una pagina nuova con l'unico obiettivo di continuare a vivere

una sola considerazione: un anno di vita ho chiesto di avere ancora e sono stata accontentata .... ora ci rimettiamo in marcia per un altro anno 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°411 pubblicato il 17 Dicembre 2013 da liliana57_1

Un signore: "Posso chiedere un'informazione?

Come si chiama quella specie di cesto che le donne usano per tenere il filo e gli aghi? "

 

Prontamente la mia socia che è di animo gentile si perde nella spiegazione del portalavoro o portacucito così come viene chiamato, ove vengono riposti ago e filo e continua spiegando che se vuole comprarlo noi non trattiamo più quegli articoli ma deve recarsi in centro in una merceria.

L'uomo candidamente "Grazie, sa ero bloccato con il Bartezzaghi"

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°410 pubblicato il 09 Dicembre 2013 da liliana57_1

Un ragazzino in negozio

 

"Salve, sto cercando Gesù"

 

Altro ragazzino

 

"Sai che se guardi il 5 euro in controluce appare la Madonna"

 

Periodo mistico !

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°409 pubblicato il 24 Novembre 2013 da liliana57_1

 

Veduta dalla finestra di casa

Quest'oggi c'è stato un momento che mi ha riportato indietro di almeno 25 anni quando un paio di volte al dì le mucche passavano davanti a casa per andare e tornare dal pascolo

E' passata una transumanza notevole .... non so quante mucche e vitelli ma notevole

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »