Creato da privato_pp il 15/07/2008
riflessioni, spunti, polemiche... tutto quello che mi passa per la testa

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

COLOPHON


Questo blog
non rappresenta una testata  giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


Il materiale inserito nel blog è generalmente originale ma, in alcuni casi, è reperito nel Web e quindi ritenuto di pubblico dominio. Tale materiale verrà comunque rimosso o integrato dietro semplice richiesta degli aventi diritto; il modo più semplice per comunicare con l'autore del blog è di commentare il post di cui si chiede la rettifica.

Messaggi e commenti: Questo blog NON è una democrazia, è anzi soggetto al più assoluto e dispotico potere dell'autore. La pubblicazione di messaggi e commenti è quindi soggetta alla discrezionalità del medesimo, il quale deciderà usando il suo personale metro di giudizio (che potrebbe non coincidere con il vostro). Si assicura solo che la pubblicazione, qualora avvenga, sarà sempre integrale. In particolare verranno sicuramente respinti i commenti giudicati offensivi, osceni, illeciti, o anche semplicemente fuori tema o stupidi. Se questa semplice regola, per un qualsiasi motivo, non vi piace, evitate di inviare commenti.
Grazie lo stesso.

 

 

Area personale

 

 

Potevo farlo anch'io, che ci voleva?

Post n°57 pubblicato il 09 Dicembre 2011 da privato_pp
 

A proposito della manovra, quoto ben volentieri dal
sito dell'Italia dei Valori:

"A farla così erano capaci tutti: alzare la benzina, mettere l'Ici sulla casa, allungare i tempi della pensione. Bastava Berlusconi a fare una manovra del genere. Questo governo è fatto da persone competenti e capaci e come tale aveva ed ha le competenze per fare misure che servono come risposta all'Europa ma che siano eque e giuste. Se non le ha fatte è perché ha dovuto pagare un dazio politico al governo Berlusconi per prenderne il posto. Non mi pare sia un inizio tranquillizzante".

Moltissimi italiani l'hanno pensato, molti l'hanno pubblicamente detto, per cui è inutile che mi inventi nuove frasi: quelle scritte sul sito sono limpide e chiare, almeno per chi usa il cranio come contenitore per un cervello.

Parafrasando e mischiando un paio di concetti pensosamente espressi dal nano che ci ha governato:
io non ce l'ho con chi ci ha governato, ma con quegli italioti che l'hanno eletto.

E, visto che non sono unpolitico o un economista, e tantomeno sono laureato alla Bocconi, azzardo una facile previsione:
Vogliamo vedere che fra qualche mese il nano e la sua banda si ripresentano vergini e puri come e più della madonna, pronti un'altra volta a "salvare" l'Italia dagli sporchi comunisti che mettono le mani nelle nostre tasche?

 Auguri, Italia, ma ti vedo messa molto male.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

EVVIVA L'EUROPA

Post n°56 pubblicato il 03 Ottobre 2011 da privato_pp
 

FACCIAMO COME IN EUROPA!

L'ha scoperto anche tremonti, piccola candida mammoletta.


Ricevo da un caro amico e posto molto volentieri:

"GIULIO TREMONTI CHIEDE DI AUMENTARE L'ETA' DELLE PENSIONI PERCHE' IN EUROPA TUTTI LO FANNO.
- SI POTREBBERO ARRESTARE TUTTI I POLITICI CORROTTI PERCHE' IN EUROPA TUTTI LO FANNO;
- SI POTREBBERO DIMEZZARE GLI STIPENDI E I PRIVILEGI A PARLAMENTARI E SENATORI, PERCHE' IN EUROPA NESSUNO GUADAGNA COME LORO."

Magari ha anche ragione. Può darsi che la candida e lungimirante mammoletta (che prevede tutto ciò che accade all'economia mondiale, e che colpa ne ha se lo prevede solo il giorno dopo), in questo caso particolare possa avere capito la vera causa prima della rovina nazionale. Magari ha applicato il suo fine e sottile pensiero, finora impegnato in elucubrazioni sul modo migliore di mantenere la poltrona, all'economia vera, quella che tratta i nostri soldi e non le favole.
Per una volta vogliamo ascoltarlo ed applicare compiutamente le sue teorie? E siccome i nostri parlamentari sono i rappresentanti della nazione intera, vogliamo cominciare applicando le teorie tremontiane alle loro pensioni, trattandoli esattamente come sono trattati i nostri precari?


P.S. Né io né il mio amico conosciamo il nome di chi ha partorito per primo l'illuminante sillogismo ma lo ringraziamo di cuore, chiunque egli sia.
L'unica nostra certezza è che non è stato il trota, il quale sta ancora cercando di capire, con l'inutile collaborazione dei vertici del partito di papà, cosa diavolo sia un sillogismo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NO AL PORCELLUM: 1200000 FIRME

Post n°55 pubblicato il 30 Settembre 2011 da privato_pp
 

1200000 FIRME per l'abolizione del PORCELLUM!.

Finalmente una notizia che fa onore a gran parte degli italiani.


Uno dei referendum più striminziti del dopoguerra, una scalata ad una montagna di indifferenza, stupidità e complicità a tutti i livelli, con numerosi ostacoli che sembravano insormontabili: due soli mesi di tempo a cavallo delle vacanze estive, ostracismo da parte dei telegiornali più seguiti, fossero privati o pubblici (pagati da noi cittadini), la maggior parte della stampa (anch'essa, ricordiamolo, pagata da noi cittadini) silenziosissima in merito, con le poche volte in cui la raccolta firme è stata nominata usate solo per illustrare l'inutilità del referendum, con il maggior partito di opposizione che, a volerne parlar bene, si è dimostrato titubante e indeciso quando non addirittura ostile, decidendosi solo alla fine a fare timidissime dichiarazioni di approvazione.

Ebbene, nonostante gli ostacoli accuratamente progettati per farlo fallire, il referendum è stato firmato da 1200000 italiani. Se questo non è sufficiente a far suonare la sveglia nella testa dell'opposizione vorrei che qualcuno mi spiegasse cos'altro serve.

In questa ed in precedenti occasioni mi pare sia stato ampiamente dimostrato, oltre all'amore di molti italiani per la loro nazione ridotta ad essere "di dolore ostello" e "vituperio delle genti" (grazie, padre Dante!) da un branco di malfattori, che una opposizione capace di raccogliere e canalizzare questo anelito di pulizia morale, di buon governo, di rettitudine morale, sarebbe di gran lunga maggioritaria, qualsiasi sia la legge elettorale.

Ricordo a chi lo avesse dimenticato, e lo dico a chi non lo sapeva, che noi uomini possiamo tutti rivelarci ladri, ruffiani, approfittatori, ricattatori. Sono purtroppo comportamenti connessi all'animo umano. Ma gli elettori, quando votano, dovrebbero sempre tenere ben presente la differenza fra i partiti e le persone: queste ultime possono delinquere, ma ci sono partiti che difendono gli inquisiti offendendo e deridendo i giudici, e ci sono partiti che ne prendono le distanze, attendendo l'esito del giudizio per prendere provvedimenti. Inoltre, ci sono partiti che mettono in lista, o elevano al rango di ministro, persone fortemente sospettate o addirittura già condannate, quando non portatrici di particolari meriti "personali" (tipo, per le donne, la misura del reggiseno). Altri partiti valutano con più attenzione la storia personale dei candidati e scelgono persone che ritengono competenti ed oneste. Magari sbagliandosi, ma cercando di correggere l'errore quando questo si rivela. La differenza fra "mal governo" e "buon governo" sta solo in queste "quisquilie".

Mi ero ripromesso di essere breve ma l'argomento trascina, anche se merita penne ben più affilate della mia. Termino quindi affidandomi ancora alle parole del padre Dante il quale, 800 anni or sono, già vedeva più lontano di tanti uomini moderni, descrivendo l'Italia come "nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello".

ANCORA GRAZIE A QUEL 1200000 DI ITALIANI CHE HANNO FIRMATO PER UN'ITALIA MIGLIORE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA CRISI? MA QUALE CRISI!

Post n°54 pubblicato il 17 Luglio 2011 da privato_pp
 

LA CRISI (CHE NON C'ERA) L'HA RISOLTA IL NANO (E, DICE LUI, SENZA METTERE LE MANI NELLE TASCHE DEGLI ITALIANI).

Invece le mani ce le ha messe, eccome! E per soprammercato, visto che c'era, ci ha anche messo qualcos'altro, ma in un posto diverso dalle tasche.

 


Non credo siano necessari commenti, ed è meglio così. Altrimenti diverrebbe un blog dedicato al turpiloquio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Vi piace andare al mare?

NOTA DEL 14 GIUGNO 2011

OGGI SI CONCLUDE UNA BELLA GIORNATA DI DEMOCRAZIA.

RINGRAZIO QUEL 95% DEL 56% CHE HA VOTATO SI', ED ANCHE QUEL 5% DEL 56% CHE HA VOTATO NO.

PUR NELLA DIVERSITA' DI OPINIONI, TUTTI HANNO CONTRIBUITO AD AUMENTARE LA DEMOCRAZIA NEL NOSTRO PAESE.

GRAZIE, ANCHE A NOME DEI NOSTRI FIGLI E NIPOTI!

Ma non è finita: teniamo alta la guardia, perché sicuramente il diversamente onesto continuerà ad escogitare nuove modalità per far sì che la cricca di affaristi che lo circonda (e lui con loro) si ingrassi sempre di più alle nostre spalle. Per l'acqua, per l'ex legittimo (adesso illegittimo) impedimento, per le centrali nucleari, mi aspetto che la "banda bassotti" si ingegni per correggere, modificare, svalutare, stravolgere, interpretare ed infine annullare gli effetti della pronuncia popolare. In particolare per quello che più interessa ad un certo nano (e non mi riferisco alla statura fisica): la possibilità di eliminare i processi a suo carico. Per gli smemorati, per i nati ieri e per i "caduti dal pero" lo ricordo: il nano medesimo ha probabilmente violato ogni singola riga dei codici civile e penale -escluso forse il reato di abigeato- e si è salvato solo perché i suoi deputati-avvocati (strapagati da noi) hanno studiato parecchie decine di leggi su misura per bloccare i suoi processi. Da un simile individuo, perché il resto della maggioranza parlamentare non vale un fico secco, essendo composta solo di compravenduti,  non ci si può fidare. Sarà sempre pronto a trovare o far fabbricare su misura una scappatoia per salvare i propri interessi a danno della collettività. Già adesso si profila imminente una "legge" (o meglio, una ennesima porcata) sulla "prescrizione breve" o sul "processo lungo". Non vorrei suggerirglielo proprio io, ma potrebbe fare una legge sul "processo morto", almeno la smettiamo con questa buffonata a rate.
 
Sono facile profeta, ma ve lo dico ugualmente: Italiani che l'avete votato, lo metterà in quel posto anche a voi! Il bunga bunga l'ha fatto, lo sta facendo e lo continuerà a fare a noi tutti mentre voi, ubriachi di "forza qui" e "forza là" e "meno male che c'è", tenete gli occhi chiusi ed il cervello spento. Ve ne accorgerete fra breve, ma sarà troppo tardi.

Per cui ricordiamoci sempre questi momenti, e stiamo pronti a ripeterli se necessario! Non abbassiamo la guardia, neppure per un istante!

 

I REFERENDUM SI TERRANNO! E TUTTI E QUATTRO!. Una bella notizia.

Adesso tocca solo ai cittadini italiani, che hanno davanti a loro due strade:

La prima, dimostrare che un certo nano ha ragione definendoli "coglioni" e "senza cervello", recandosi quindi al mare e godendosi una piacevole giornata di relax.
La seconda, dimostrare di avere un cervello funzionante e di avere a cuore l'avvenire della nazione tutta e dei loro figli, nipoti e pronipoti, recandosi in massa alle urne e facendo un gesto semplicissimo: una bella crocetta sui quattro Si'.

La scelta è solamente loro, non di altri. Basta che si ricordino di quali categorie di individui li invitassero in passato a disertare le urne per andare al mare e che adesso mettono in atto trucchi truffaldini per impedire la consultazione, gettando al vento inutilmente centinaia di milioni di euro (nostri, lo ricordo) per impedire ai cittadini di pronunciarsi. E poi vantandosene in televisione, anche. Gesto dal neppure troppo vago sapore mafioso e strafottente.
Proprio poche ore fa un certo individuo (un tipo assai sveglio, uno al quale regalano un appartamento da due milioni di euro e non se ne accorge, salvo poi promettere in tv che cercherà i responsabili... Insomma, una tipica faccia di questo governo) andava dicendo che i referendum sono inutili. Visto il pulpito volpino da cui viene la predica, vorrei proprio sapere chi lo ascolterà. Qualora si abbiano dubbi sul perché parlo di facce, si può rileggere QUESTO post.

Da parte mia, posso solo suggerire un comportamento tale da salvare la capra (loro stessi) e i cavoli (sempre i loro): recarsi di buon mattino alle urne, votare per i quattro SI' e poi godere della bella giornata al mare. Garantisco che la giornata sarà ancora più piacevole.

 
Se volete, potete scaricare e diffondere questo logo dal sito www.repubblica.it

Buon 12 e 13 giugno a tutti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fukushima: arrivo della contaminazione in Italia, le prove su tutto quello che non sappiamo.

Se chi va a votare la sinistra e’ senza cervello, coloro che invece con un decreto ad hoc, stanno cercando in tutti i modi di bloccare i referendum sono dei criminali istituzionali”. Una bella e più che opportuna riflessione dal sito http://notiziegenova.altervista.org.

Sempre sullo stesso sito, in altre pagine, c'è un bell'articolo da cui ho ripreso il significativo titolo. 

In sintesi, nell'articolo vengono utilmente illustrate le relazioni fra alcune unità di misura della radioattività e, cosa ancora più importante, vengono fatte alcuni semplici valutazioni sui dati ufficiali ARPA rilevati dopo l'incidente di Fukushima, raffrontandoli con i valori limite indicati nelle norme europee applicabili (Euratom). 

Per chi non avesse voglia di leggerlo (ma lo consiglio caldamente) riporto una delle conclusioni cui l'autore giunge: "Questo significa che con poco più di 10 litri di latte contaminato il bambino riceve una dose radioattiva che raggiunge il limite massimo di sicurezza  imposto dalla direttiva Euratom per un anno. Con un litro di latte contaminato viene pertanto ingurgitata una quantità di Iodio-131 che secondo Euratom è da considerare pericolosa, anche se fosse stata assunta in un mese."

QUI IL TESTO COMPLETO DELL'ARTICOLO. LEGGETELO, E' IMPRESSIONANTE!

Un sentito ringraziamento al Sig. Lorenzo La Face, autore dell'articolo stesso.

Nota del 11/6/2011: al momento il sito sopraindicato risulta irraggiungibile. Però le stesse informazioni sono reperibili IN QUESTO SITO.

 

Da parte mia, invito ancora una volta i pochi lettori di questo blog a leggere l'articolo e, soprattutto, a riflettere sui fatti esposti e a diffondere con tutti i mezzi disponibili le informazioni.

Il referendum è l'unica occasione in cui possiamo esprimere la nostra volontà, e un governo di affaristi senza scrupoli sta cercando con ogni mezzo di impedircelo. Cosa aspettiamo a dare a questi individui una bella ciabattata -metaforica, per carità-  in faccia?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CI AVEVANO MESSO LA FACCIA!

Post n°51 pubblicato il 19 Maggio 2011 da privato_pp
 

Alcune riflessioni sulle ultime elezioni amministrative, affidate come al solito ad un paio di cartelloni pubblicitari.

Ricordo che durante la campagna elettorale qualcuno ci aveva messo la faccia, e pesantemente. Dopo il primo turno elettorale, sostengono che sostanzialmente hanno pareggiato.

I cartelloni sono nati spontaneamente, come semplice riflessione su quanto accaduto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Un attimo di sincerità... Ed una menzogna

Post n°50 pubblicato il 29 Aprile 2011 da privato_pp
 

Lo schifo che ho del nano e dei suoi sicari, prostitute, leccaculo e altre laide figure mi blocca la penna. Per cui affido alcune riflessioni ad un paio di cartelloni pubblicitari.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ACQUA, NUCLEARE, IMPEDIMENTO: REFERENDUM!

E' molto importante per me, per te, per i tuoi amici, per i tuoi figli, per i tuoi nipoti, presentarsi al referendum abrogativo del 12-13 giugno 2011.
E' l'unico strumento, oltre alle elezioni, che ci fa sentire parte attiva di questo Stato.

Il referendum avrà quattro quesiti, uno più importante dell'altro. Eccone l’elenco:

 

Primo quesito (Acqua)
Vuoi eliminare la legge che dà l'affidamento a soggetti privati o privati/pubblici la gestione del servizio idrico? SI'

Secondo quesito (Acqua)
Vuoi eliminare la legge che consente al gestore di avere un profitto proprio sulla tariffa dell'acqua, indipendente da un reinvestimento per la riqualificazione della rete idrica? SI'

 

Terzo quesito (Centrali Nucleari)

Vuoi eliminare la legge che permette la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano? SI'

 

Quarto quesito (Legittimo Impedimento)
Vuoi eliminare la legge che permette al presidente del consiglio dei ministri e ai ministri di non comparire in udienza penale durante la loro carica? SI'

 

Come per ogni referendum, non basterà che vincano i SI' ma bisognerà raggiungere il quorum. 25 milioni di persone, il 50% degli aventi diritto, dovrà recarsi alle urne per rendere il referendum valido.
La vera unità di noi tutti per far valere i nostri diritti di cittadini, capaci di dare una forte risposta a leggi che favoriscono poche cricche di potenti danneggiando tutti noi.

Condividi questo messaggio con tutti i tuoi contatti, familiari, amici, conoscenti, perchè questa volta abbiamo la possibilità di salvare il paese. Questo blog sta dalla parte degli italiani onesti che si difendono dal governo Berlu(beep), un governo che mira all'interesse di pochi sacrificando il presente ed il futuro dell'intera nazione.

P.S.
1) Ho dovuto mettere un beep per mascherare una parola, perché il provider non ammette post contenenti oscenità.
2) Testo ed immagini sono state prelevate dal web e rielaborati per inserirli in questo post, ritenendoli di dominio pubblico. Chiunque abbia qualche diritto su di essi e desideri farlo valere può comunicare con me semplicemente commentando questo post.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INPS, provvedimento inutilmente frettoloso

Post n°48 pubblicato il 05 Aprile 2011 da privato_pp
 
Foto di privato_pp

Da alcuni anni devo pagare dei contributi all'INPS, per una COLF. Nulla di speciale. Finora la cosa era liscia: l'INPS mi inviava i bollettini in bianco, un patronato (130€ l'anno!) mi comunicava i dati da inserire, io scrivevo e pagavo alla posta. Costoso, ma ero sicuro di non sbagliare e di pagare lo stipendio alla colf rispettando le normative e il contratto di lavoro.

Pochi giorni fa una lettera del presidente INPS: da aprile 2011 (compreso) si paga solo col MAV precompilato allegato, oppure su internet, o in banca o dai tabaccai. Benissimo, finalmente! Pare un colpo di genio.

Ma il MAV era compilato con dati incompleti e in parte errati. Sul sito INPS compilo un nuovo MAV con i dati orari corretti e l'INPS ricalcola il totale da pagare: sono 530€! Secondo i calcoli del patronato erano circa 301€.

Ho fatto alcune prove: i computer INPS prevedono nel mio caso 325 ore trimestrali, e calcolano i relativi contributi in 321,75€. Variando le ore e portandole a 324 (un'ora in meno) l'importo dei contributi diventa, secondo loro, 498,96€.

Non che l'errore di per sé sia gravissimo: lo diventa perché indica chiaramente che chi -dirigenti, ditte, società varie- ha predisposto il sistema non ha svolto neppure quei controlli minimi necessari ad assicurarne il buon funzionamento. Bastava prendere qualche decina di rapporti di lavoro, inserirne i dati e verificare "a mano" i risultati. Un lavoro di una mezza mattina, per un ragioniere neppure troppo esperto.

Invece i dirigenti INPS, a ridosso della scadenza per il pagamento, hanno pensato bene di modificare le modalità per il pagamento, inviando in molti casi bollettini precompilati errati e imponendo, a chi vuole correggerli, un percorso ad ostacoli che termina con richieste di importi assurdamente sbagliati. Naturalmente non potevano mancare, come da copione borbonico, le pene severissime: da 100 a 500€ per anche un solo giorno di ritardo!

Inoltre si deve considerare che tutti i metodi (reti amiche, banche etc.) utilizzabili per il pagamento dipendono dai computer dell'INPS, quindi anche presso di loro i calcoli saranno errati. Il che implica che un cittadino desideroso di rispettare le norme e non avere assurde sanzioni, ad oggi (5 aprile, mancano 5 giorni alle "severissime pene"), non può pagare il dovuto all'INPS se non ha la "fortuna" di rientrare fra quei pochi fortunati che hanno ricevuto un MAV corretto.

Mi rivolgo alla dirigenza INPS, e specialmente al presidente Antonio Mastrapasqua, che ha firmato la lettera che con toni trionfalistici ci informa delle novità. Spero che dimostri di essere una persona seria, applicando le "pene severissime" (ovverosia cacciandoli) a quei dirigenti che hanno predisposto ed attuato un piano abborracciato, privo delle necessarie ed anche banali verifiche e facendo quindi fare a tutto l'istituto una gran brutta figura, oltre che a dilapidarne i soldi (nostri, lo ricordo).

A conclusione di questo lungo sfogo (mi serviva proprio), mi piacerebbe sapere:
1) Quali dirigenti INPS hanno studiato il sistema e lo hanno verificato prima di obbligare tutta l'Italia ad usarlo;
2) Se quei dirigenti subiranno una qualche penalizzazione per la loro manifesta incapacità;
3) Quanto è costato questo sistema;
4) Le verifiche si potevano fare con un ragioniere qualsiasi in una mezza mattinata, prendendo a caso una decina di rapporti di lavoro e verificando gli importi. Perché non è stato fatto?
5) I MAV arrivano ben marcati con il logo della Banca Popolare di Sondrio. Non la conosco. Però sono sicuro che nel nostro paese ha meno sportelli delle Poste, quindi per molte persone il pagamento sarà come minimo più scomodo. Inoltre, alle poste il bollettino costava poco più di un euro, mentre tutte le altre modalità previste costano di più, fino ad anche 4 o 5 euro. Qual'è il motivo di questo cambiamento di gestore?

Sarei felice se Mastrapasqua rispondesse a queste domande. So che non lo farà, sarà certamente oberato di impegni, ma spero che un qualche dirigente legga e lo informi. Anche perché se lui scrive (a mie spese) a me, e per comunicarmi cose al momento inesatte, non vedo perché io non possa (e come al solito sempre a mie spese!) scrivere a lui chiedendogli chiarimenti, dato che i miei soldi contribuiscono al suo lauto stipendio.

Per maggiori informazioni sui disguidi del nuovo sistema di pagamento dei contributi INPS si può anche leggere QUI e QUI.

Si ringrazia Winesurf per l'immagine in testa a questo post.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Contatta l'autore

Nickname: privato_pp
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 116
Prov: RM
 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

tay.tay1bartx89Maxximo_MMjohnny.bluestark78ciro.bettettimaia2011Hasta.la.VictoriaEug3niocherrydgl11privato_ppbertolienricaangie_07adoro_il_kenya
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom