Creato da specchio5 il 24/08/2006

specchio

ri-flessi di me

 

« quando voglio andare vianuvole »

la fin

Post n°311 pubblicato il 04 Gennaio 2012 da specchio5


Dormiente scivolo nella spuma 

Così posso parlare delle sirene che stendono lenzuola d’onde 

Ricordi?
te  ne parlai un tempo che non fu 
E cos’è mi domanderai, cos’è il tempo che non fu? 
Oh quello delle promesse con gli occhi sopra lo struscio del blu 

Quante volte ho cantato 
note di qualche breve canzone per portarti accanto alle mie labbra 

oppure stavo li seduta a contare quante onde ci sono in riva al mare 
credendo  di aver imparato tutto quello che c’è da cantare . 

Le sirene sbucavano all’improvviso 
“lei è lì” 
Quando è buio
Quando c’è tempesta
Quando si torna a casa

Ed io suoni su suoni inventavo nuovi nodi in si bemolle per portarti qui 

Cosa consiglia il cuore? 
perchè io non so leggere quello che dicono le conchiglie 
So che scelsi l’attesa 
forse più dolce che sapere che non tornerai mai 
Forse per non sentire il silenzio dopo le domande

Tramonta il caldo 

 io sirena ora non canto più

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/sapnas/trackback.php?msg=10947480

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
mauriziomattioni
mauriziomattioni il 06/01/12 alle 09:52 via WEB
spesso una sirena che non canta,ha nella forza della sua fragilità,una potenza che incanta.. felice epifania.. Maurizio..
 
 
specchio5
specchio5 il 11/01/12 alle 17:46 via WEB
amare il silenzio...
 
frabonvi
frabonvi il 07/01/12 alle 15:10 via WEB
Prova a togliere i bemolli.. prova un si minore, un do minore o più su.. in re minore re re re .. re fa la la sol sol
 
 
specchio5
specchio5 il 11/01/12 alle 17:46 via WEB
:)
 
jardigno65
jardigno65 il 11/01/12 alle 09:26 via WEB
manca sempre uno scoglio ...
 
 
specchio5
specchio5 il 11/01/12 alle 17:46 via WEB
dove sedersi e non aspettare più , mai più
 
EvolutionMoka
EvolutionMoka il 12/01/12 alle 11:35 via WEB
nelle attese si canticchia sempre la stessa canzone, di solito quella preferita... più l'attesa si allunga e più finisci per odiarlo quel motivetto... per fortuna si possono imparare sempre canzoni nuove e per fortuna non tutte le attese sono infinite...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
anonimo il 17/01/12 alle 15:45 via WEB
Forse hai solo cantato nel mare sbagliato.
 
 
specchio5
specchio5 il 17/01/12 alle 18:03 via WEB
così cantammo in questi mar senza perdere l'orizzonte, per lungo tempo si avvicendarono onde e nuvole ,pensando che ogni mar è uguale all'altro nel ripetersi dei suoi sussulti.forse quello non era il mare su cui riposar e lasciar che le note sfiorassero il cuore.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

BEVANO EST

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 
Contatore utenti connessi
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Maddalena.RobinLes_Fleurs_du_Mal79ariete512PerturbabiIefioredimielezuccheroVerveblacksoul73lubopoCuore.Nudocall.me.Ishmaelminieri.francescozapata71specchio5francesca_sivo
 

FACEBOOK