il sassolese doc

poesia italiana e dialettale

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

 

NOT D'ISTEE

Post n°91 pubblicato il 18 Agosto 2014 da giessedgl1

NOT D’ISTĒ

Ecco l’atéisa not che dal cheld egoesta dal de’ la fa' giustesia!

Gia’ vuious a l’inségn a la sìra

quand indecis l’arterda al soul a la pio’ discréta luna fér stréda.

Adésa  l’inghignanta afa la và smurzandes

avrand al gustous ariv ed la frescura seréla.

Gia’ prégn d’imbarbaianta lus

al sel 'd’n intéins blò tapsee ed luminous punt as culoura;

d’atourna i quē che da seimper i m’acumpàgnen

i van pian pianein cambiand

inquinand i mee tragatéin ed tot i de’.

Ma in cal fint sàn brisa tot i arpounsen

e novi lengui a vagh descruvand:

di grél l’insistéint tréll, al smursee gracider dal raganeli,

al trést arciam ed la sivétla, al morbid lusnér dal lòsli…

e vultandem vers l’immeinsa volta ch’am sovrasta

eter soun a séint;

in san d’umàn ma a séint che et tot quest  al gôd al cor!

L’è l’atraéint , grand , bel, sadòl ed l’infinid arciam

che in al siléinsi con stupour as fa sintir!

I quē,i sentiméint, al persouni aséinti

d’improvis cal misterious fil che tòt  l’unes ed nov a càt 

e i tragatéin ed tot ide’ ch’imbambesen ‘sta mē agitéda véta

descurdand al chelma.

A tés….e al religious siléinsi as fa preghéra!

.  

 
 
 

NOTTE ESTIVA

Post n°90 pubblicato il 18 Agosto 2014 da giessedgl1

Risultati immagini per immagini di cielo notturno

NOTTE ESTIVA

Ecco l’attesa notte che   del caldo egoista del giorno fa giustizia!

Già fremente la sogno   all’imbrunire

quando titubante ritarda il sole alla più discreta luna cedere il passo.

Ora l’opprimente afa và smorzandosi

aprendo al benefico afflusso  della brezza serale.

Già pregno d’abbagliante luce

il cielo  di un intenso blu  ornato di luminosi punti si colora;

all’intorno le  cose che da sempre mi sono  compagne

vanno lentamente mutandosi

contaminando   i miei quotidiani assilli.

Ma in quell’apparente sonno non tutti riposano

e  linguaggi nuovi vado scoprendo:  

dei grilli l’insistente trillo, lo smorzato gracidio delle raganelle,

il lugubre richiamo della civetta, il felpato sfarfallio delle lucciole….

e  lo sguardo volgendo  verso  l’immensa volta  che  mi sovrasta

altri suoni  colgo; 

non sanno di umano ma sento che gode di tutto ciò il  cuore!

E’l’affascinante, grande,  bello, appagante dell’Infinito richiamo       

che  nel silenzio con stupore si manifesta!

Le cose, i sentimenti, le persone non qui presenti

d’improvviso   quel misterioso filo che  unisce ritrovo

e  i quotidiani orpelli  che intorpidiscono questa mia inquieta vita

dimenticando accqueta.  

Taccio……. e il religioso silenzio si fà preghiera!

 

 
 
 

NEGOZI DI IERI E DI OGGI A SASSUOLO: volume 2° "Piazza MARTIRI"

Post n°89 pubblicato il 02 Aprile 2014 da giessedgl1

Il volume dopo aver ricostruito con ampia documentazione la storia della piazza passa in rassegna tutti negozi succedutisi da fine 800 ad oggi. Arricchito da oltre 400 immagini e documenti e' ora in distribuzione presso edicole e librerie. Una raccolkta di storia del paese da non tralasciare!

 
 
 

VIGILIA DI NATALE

Post n°88 pubblicato il 22 Dicembre 2013 da giessedgl1

Alzarsi la mattina quando il gallo,

del vicino pollaio, ti sveglia;

una stiratina di braccia, una leggera soffiata di naso,

la pastiglia per la pressione, un segno di Croce

e poi in bagno a fare pipi;

una rinfrescata ai genitali;

la barba con la lametta ancora sporca

dell’insaponata di ieri;

una lavata al viso sotto il rubinetto

che, avaro,  concede un poco d’acqua tiepida

senza pero’ dimenticare di lucidare con la crema

la pelle ormai grinzosa del viso;

un gargarismo dopo una ripulita ai denti

e in fretta infilare vestiti e scarpe

che pero’, oggi,a causa dei geloni, fanno faticare a farci entrare i piedi.

Ecco di nuovo pronto per la guerra di sopravvivenza di tutti i giorni!

Debbo pero’ ammettere che c’è qualcosa che non quadra;

mi sento avvilito, stanco, scarico

perche’ e’ il solito tran tran, monotono, ripetitivo,

avvolto da debolezze che ti fanno da camicia

e guai se c’è qualcosa fuori posto perche’,

se si blocca l’ingranaggio, salta tutto!

La colazione al bar, un’occhiata alle notizie dei giornali

con i soliti commenti stanchi e scomodi …e avanti di questo passo!

Ma oggi, vigilia di Natale, mi viene da pensare:

ma e’ tutta qua’ la vita?

Correre, lavorare, mangiare, andare a letto imbambolati dalla televisione

e il giorno dopo di nuovo in piedi e poi…..

ma un momento: sono certo domattina di alzarmi?

Chi me lo garantisce? Il dottore, gli anni, le comodita’,

quegli alcuni soldi messi da parte?

Se mi guardo intorno tanti, che hanno avuto tutto questo e forse anche di piu’,

sono rimasti a letto distesi, rigidi, freddi per sempre!

Allora c’è Qualcun’Altro  che decide se mi posso alzare

e  senza aspettare il canto del gallo!

Se ho ancora chi mi pulisce le mutande accusandomi che mi lavo poco,

 

o mi fa’ trovare un piatto di maccheroni caldi a tavola

spesso senza ringraziarlo o dirgli almeno  che sono buoni;

se mi posso muovere da solo,

incontrare amici, chiacchierare, conoscere esperienze diverse;

se in primavera posso ancora ammirare la natura rifiorire

o se in una sera d’ estate meravigliarmi guardando il cielo tappezzato di stelle…

non e’ forse un dono tutto questo!

Un miracolo che si ripete ogni attimo!

Un’occasione che mi e’ data per ringraziare

quel Bambinello che, per amore, nasce  questa notte  in un triste tugurio

per  diventare amico e confidente!

Si’ lo debbo ammettere:

forse e’ il caso di fermarmi piu’ spesso a considerare tutto cio’:

ne vale la pena davvero!

 

 

 

 

 
 
 

VISELIA ED NADEL

Post n°87 pubblicato il 22 Dicembre 2013 da giessedgl1

Alvéres la matéina quand al gal,

dal pulér avséin, at désda;

‘na stiradéina ed bras, ‘n’alsera  surnaciéda,

la pasteglia per la presioun, un segn ed Crous

e po’ in bagn  a fer ‘na pisadéina;

‘na rinfreschéda ai  padòl;

la bérba con la lameta ancàra sporca

da l’insavuneda d’aier;

‘na starnaceda ed ghégna sàta al rubinet

che,  avér, al concéd un poch d’acqua tévda

seinsa pero’ scurdér  ed  lustrér con la créma

la pela ormai grinsousa ed la ghégna;

un gargarisem dop ‘na sguréda ai déint

e in presia infilér vistii e scherp

che pero’, incoo, per i sloun, al fan tribuler a fer’gh intrer i pe’ .

Ecco ed nov prount per la guéra ed sopravivéinsa ed tot i de’!

A dev pero’ améter ch’a gh’è quel ch’an quedra;

am séint  avilii, stòf, scàregh

perche’ l’è séimpe cla  soulfa, stòfa, ripetitiva,

vuiéda da deblési ch’at fan da camisa

e guai s’a gh’e’ quel fora post perche’,

s’as blòca l’ingranagg, a sélta tot!

La  clasioun al  bar, ‘n ucieda al putaned di giurnee

con i solit coméint scomed e stòf … e avanti de ‘ste pas!

Ma incoo, visélia ed Nadel, am vén da pinsér:

ma ela tot che’ la véta?

 Còrer, lavurer, magner, ander a let imbambii da la televisioun

e al de’ dop ed nov in pee e po’……

ma un muméint: sounia sicur ed matéina d’alverem?

Chi m’al garantes? Al dutour, i an, al cumditee,

chi soquant bugnìn més da pert?

S’am guerd datourna tant, chi gh’àn avuu tòtt quest e fors’anch de pio’,

i éin armés a let destéis, stinch, fréd per seimper!

Aloura a gh’è Quelchdun’Eter ch’al decéd s’am pos alvér

e seinsa aspetér al cant dal gal!S’a  gh’ò chi ancàra a me smerda i mudant  bravandem ch’am lév poch,

 

o am fa’ truver un piat ed macaroun cheld a tévla

 spés seinsa ringrazierel o dir’gh almeno chi éin boun;

s’am pòs mover da per me,

incuntrer amigh, ciacarer, cgnèser esperiénsi divérsi;

se in premavéira a pos ancàra véder la natura rifiurir

o se in i’na sìra d’istee meraviglierem guardand al sel tapsee de strél….

an el forse un regal tot quést!

Un miracol ch’as ripet ogni atim!

‘N ‘ucasioun ch’a m’e’ dee per ringrasier

cal Ragasol che, per amour, al nas ‘sta nòt in un trést tugòri

per dvintér  amigh e cunfidéint!

Se’ al dév améter:

forse l’e’ al ches ed fermerem pio’ spess a pinsér a tot quèst:

a in vél la pèina daboun!

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: giessedgl1
Data di creazione: 20/02/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lumil_0AngelaUrgese2012giessedgl1christie_malryatapolubopodrunkenbutterfly0NORMAGIUMELLIEMMEGRACEsinaicospillo1966dinobariliBardamutoanastasia_55fin_che_ci_sono
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom