Community
 
sentierolum...
   
 
Creato da sentieroluminoso1965 il 17/06/2008
favola d'amore

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

morganna1polcia0OltreMeUnaDonnalimbiarteape_furibondatiffany2021calipso36gioia.76_2013sentieroluminoso1965voglioviverecosi1art.catsecondancenickname67Miao_frrsonolasivi2
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Spettacoli naturali imme...Elaborazione di una ment... »

Una semplice metafora di cio' che dovrebbe essere

Post n°34 pubblicato il 24 Settembre 2008 da sentieroluminoso1965
 

Tutto cio' che sogniamo....non e' cio' che viviamo...
Su di me
Sentieroluminoso. Si legge di enormi quantità di energia che fuoriescono proprio da questa cima Musinè, primo baluardo roccioso ad ovest di Torino. Questo punto energetico, unitamente a pochi altri sulla terra, fungerebbe da antenna per giganteschi fiumi energetici.Posso garantire che il cammino verso la cima accompagnato dal tramutarsi della notte in giorno, è un'esperienza che rigenera le “batterie” per un bel po' di tempo.Camminando di notte sono sempre accompagnato dalla netta sensazione che l'ambiente in cui mi muovo stia dormendo e che i miei pensieri, più che i miei passi, possano disturbarne il sonno. Chi cammina in montagna è abituato al silenzio, o meglio, al respiro della montagna, ma di notte cambia tutto: il sonno del bosco avvolge il viandante in un silenzio che è più interiore che oggettivo.Ora la luce è già più intensa, il paesaggio verso Torino rivela a poco a poco le nebbie di pianura e si riesce a distinguere nettamente dove termina la zona interessata dal vento... è una scena davvero bella.
Il sentiero si riporta in cresta dopo il traliccio e poi piega per un tratto a destra sotto un costone piuttosto marcato. Dopo un tratto a mezzacosta che nasconde la vista della valle di Susa, si inerpica tra le rocce per l'ultimo strappo. Dopo qualche minuto di camminata, sono ancora sulla spalla, mi fermo: è incredibile, sto guardando il mondo attraverso un filtro colorato.
Il rosa pallido si è intensificato, mutando in un arancio carico che avvolge tutto, cielo e terra. Forse questa volta mi perdo l'alba sulla cima, ma non posso lasciar andare un momento simile.
In un connubbio unico il sentieroluminoso si inerpica verso il cielo....si disperde nel rosa pallido...anzi no...seguendolo con attenzione...da' l'impressione di proseguire verso le stelle...via via sempre piu' pallide...mi immergo in questa magica atmosfera ed il mio pensiero vola nell'immensita'...la metafora ora e' piu' tangibile...il Sentieroluminoso conduce nell'immensita' del'universo...Bye Mark

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog