Creato da nessundorna il 26/10/2011

Nessun rimpianto

vivere per vivere

 

MARE

 

un pò di pagano

 

BOB

 

SOGNANDO JAMAICA

 

No DONNA non piangere


No donna non piangere...
Perch? ricordo quando sedevamo
Nel cortile delle case popolari* a trenchtownOsservando gli ipocriti
Mescolarsi alle brave persone che si incontrano
Abbiamo buoni amici
E buoni amici abbiamo perso lungo la strada
In questo futuro grandioso
Non puoi dimenticare il passato
Quindi asciugati le lacrime, ti dico
No donna non piangere...
Piccola cara, non versare lacrime
no donna non piangere
Mi ricordo quando sedevamo
Nel cortile del ministero a Trenchtown
E poi Georgie accendeva il fuoco
La legna bruciava lungo la notte
Poi preparavamo il pasticcio d'avena
Che dividevo con te
I miei piedi sono il mio solo mezzo di trasporto
e quindi devo andare avanti
e quando io non ci sar? pi?
tutto andr? per il verso giusto
tutto andr? per il verso giusto
No donna non piangere
piccola cara, non versare lacrime
No donna non piangere....
NON PIANGERE
No donna non piangere...
Perch? ricordo quando sedevamo
Nel cortile del ministero a Trenchtown
Osservando gli ipocriti
Mescolarsi alle brave persone che si incontrano
Abbiamo buoni amici
E buoni amici abbiamo perso lungo la strada
In questo futuro grandioso
Non puoi dimenticare il passato
Quindi asciugati le lacrime, ti dico
No donna non piangere...
Piccola cara, non versare lacrime
no donna non piangere
Mi ricordo quando sedevamo
Nel cortile del ministero a Trenchtown
E poi Georgie accendeva il fuoco
La legna bruciava lungo la notte
Poi preparavamo il pasticcio d'avena
Che dividevo con te
I miei piedi sono il mio solo mezzo di trasporto
e quindi devo andare avanti
e quando io non ci sar? pi?
tutto andr? per il verso giusto
tutto andr? per il verso giusto
No donna non piangere
piccola cara, non versare lacrime
No donna non piangere....
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

Prostitute per sopravvivere: madri e mogli, il grido disperato

Post n°38 pubblicato il 12 Aprile 2012 da nessundorna

L'ITALIA DISPERATA. Decine di donne scrivono a Asia Roma, la top escort scoperta da Affaritaliani che ha lasciato la toga per le lenzuola. Disoccupate indebitate, con genitori malati terminali, chiedono alla professionista come vendere il proprio corpo per salvare la famiglia. Ecco le storie choccanti dei nuovi poveri che acquistano al supermarket i prodotti in scadenza e che il sorriso dei figli ha fatto desistere dal suicidio. Ma c'è anche chi affetta da sessuofobia ha deciso di trasformare la dipendenza in un lavoro con la speranza di guadagnare
Giovedì, 12 aprile 2012 - 10:59:00


di Fabio Carosi

Sono anche madri, moglie, amanti disperate per l'impossibilità di trovare un lavoro, piegate dai debiti, umiliate dalla crisi economica che dopo aver tentato l'ultima spiaggia con le classiche pulizie ad ore, superano la barriera della dignità e pensano di dare una soluzione alla loro vita diventando prostitute di classe.

Ecco le storie dell'Italia che non ce la fa più a vivere con dignità. Donne che ripercorrono la storia del Dopoguerra, pronte ad andare a letto con chiunque pur di salvare famiglia e figli. Le ha raccolte una professionista del sesso a pagamento, una donna che ha lasciato la professione di avvocato per trasformarsi in una squillo top class. Asia Roma, questo il nome della escort che in autunno è stata scoperta e intervistata da Affaritaliani.it e che ha rivelato ogni segreto – o quasi – della sua professione, ha raccolto il grido di dolore di oltre trenta donne italiane, tutte alle prese con lo stesso dramma: sopravvivere e far sopravvivere le famiglie.

Sono tutte mail che Asia ha ricevuto a seguito della pubblicazione della sua storia alle quali ha dato un solo consiglio: “Resistete alla tentazione, lasciate perdere se potete”.

Affaritaliani.it, riassume queste storie, nella speranza di dare un contributo al Paese piegato dalla crisi economica che dopo aver ridotto sul lastrico migliaia di famiglie, ora sta procurando il downgrading della moralità e della dignità. Giù, verso un Italia che vende il proprio corpo per pagare il mutuo o le medicine. Un'avvertenza: quelle che riassumiamo sono storie di dolore dai toni forti. Il cronista che scrive eviterà di far leggere l'articolo alla figlia di 12 panni perché ritiene morale salvare i sogni e la speranza sul futuro.

Scrive Laura, padre malato terminale di cancro e madre malata: “Ho 34 anni e dopo centinaia di curricola e colloqui ho capito che l'Italia è un paese per vecchi, che sfrutta le ragazzette con due lire e butta risorse umane anche plurilaureate come me perché troppo referenziate. Allora è molto più dignitoso vendere con eleganza il proprio corpo che non umiliarsi e mortificarsi ogni giorni sperando che ti dicano sì per un posto da fame e precario, con la solita mano sul culo da parte del capo...”.
Quindi chiede ad Asia Roma un aiuto “per non cadere nello sfruttamento. Ti prego, dammi dei consigli, ho bisogno di lavorare.. vivo in un seminterrato umido e freddo”.

Anche Michela, 40 anni, “disoccupata cronica” chiede consigli: “Il mio compagno è precario e i rapporti in tempi di crisi non possono che peggiorare. Con il suo stipendio di 900 euro al mese in due non ci viviamo e tante volte mi ritrovo a cercare tra le offerte del supermercato a 1 euro e comprare prodotti in scadenza il giorno dopo. Avevo un lavoro appagante poi la crisi ha fatto chiudere l'azienda, lasciando per strade me e altre 40 persone. I chiederai perché scrivo a te? Perché nel vedere le tue foto mi sembri una persona piena di umanità e vorrei chiederti come posso fare per diventare una escort. Ho davvero bisogno di soldi, mi privo di tutto. Ormai non ho più neanche un compagno che dopo l'ennesima litigata si è trasferito dai genitori ed io che non ne ho mi ritrovo a vivere nel nostro monolocale in attesa di lasciarlo quando arriverà lo sfratto... Sono una bella donna, colta, un diploma in linguistica e amo fare sesso anche io”.


Anche Serena affida alla mail la sua speranza di prostituirsi per uscire dal tunnel. “Cara Asia, ti chiedo aiuto perché mi vergogno a non arrivare a fine mese. Mio marito per quanto con un posto fisso non riesce a portare avanti tutto (casa, mutuo, figlia, auto) ed io sono quattro anni che non riesco a trovare lavoro. Credimi, depressione a parte, mi sento davvero impotente, inutile nel non poter far nulla. Ho pensato anche a togliermi la vita ma il sorriso di mia figlia mi riporta al mondo. Pur di uno stipendio o qualcosa in più per dare una mano e vincere questo senso d'inettitudine, mi prostituirei anche, immagino però che non sia facile”.

M. scrive dal suditalia, precisamente dalla Campania. “Vivo con i miei genitori e due figli di 5 e 8 anni. Di lavoro neppure l'ombra, pur con un diploma e una laurea in economia. Sono tre ani che aspetto... colloqui, curricula intanto i debiti crescono. Come poter dire ad un figlio di non avere i soldi per i quadernoni o la gita scolastica dopo che il papà è sparito con la separazione? Immagino che nella comprensione psicologica che dimostri di avere con tanti uomini, ci sia spazio nel tuo cuore per leggere anche questa mia e comprenderla umanamente. Ti prego, dimmi cosa devo fare per poter essere una escort come te, quali sono i passi ed i rischi. Ho bisogno di lavorare e qualsiasi lavoro andrà bene purché porti a casa dei soldi per non subire più umiliazioni familiari e non farne subire ai miei figli. Il sesso mi è sempre piaciuto, sono anche di ottima presenza..”.

Da Roma la disperazione di A. 23 anni, mamma di un bambino di 4: Cara Asia, scusami mi permetto darti del tu anche se non ci conosciamo , per vari motivi familiari (un figlio da mantenere e un compagno sbagliato), crisi del lavoro ecc ho iniziato mesi fa a guardare su internet un po il tuo mondo del lavoro e mi sono detta , perché no? Conosco sei lingue, sono colta, educata, brava a letto, potrei riuscirci e potrei finalmente trovare un posto solo per me e il mio piccolo e non fargli mancare nulla ... Bhe facile a pensarlo, molto facile, ma vedo annunci su annunci e mi chiedo ora da dove inizio? come si fa ad arrivare al livello di Asia (ho trovato il tuo sito cercando un po in rete), senza inciampare in maniaci? Come si fa? Dove si cerca? Quanto si chiede? Cosi ti sembrerò patetica ma ho pensato che avresti potuto perdere cinque minuti nel rispondermi e eventualmente guidarmi un po' ...”.

Per l'ultima mail spedita in redazione, il cronista si asterrà da ogni giudizio e dall'uso di qualsiasi aggettivo, lasciando al lettore, la valutazione.

Mi chiamo L. e nello scriveLe questa mail mi rivolgerò gentilmente a Lei dandoLe del Tu. Immagino quante mail, sms e altrettante telefonate ricevi, ma tentare non mi costa nulla perché penso di aver capito che tu sei la persona giusta a cui rivolgermi e che mi può aiutare. Ho 23 anni, vivo da un anno a Milano. Me ne sono andata di casa a 15 anni, la mia è una famiglia ben collocata originaria di ..., non mi hanno mai fatto mancare nulla, anzi, ma dopo aver guadagnato con lavoretti vari i primi soldini ho preso il volo.Ho tre convivenze alle spalle, con il mio penultimo fidanzato ho aperto un locale. Ora lavoro a Milano. Ho frequentato 3 anni di Liceo Classico e quando me ne sono andata di casa ho interrotto gli studi, li ho ripresi come privatista e mi sono diplomata studiando da sola;intanto lavoravo. Tutte le mie precedenti storie serie sono miseramente naufragate per la mia spudorata infedeltà. Ho un problema; oddio, io nn lo reputo tale, a me piace, altroché. Amo il sesso. Metto a rischio relazioni con basi future e sicure per il piacere di star con un uomo, è più forte di me: adoro provocare, mi piace tremendamente sedurre, sono giochi che metto in atto ovunque, la mattina in metropolitana, in coda in farmacia, dal benzinaio. Asia, ti sembrerà una richiesta strana, ma è inutile che io continui a parlarti di me senza prima venire al dunque del perché ti scrivo: vorrei intraprendere la tua stessa professione. Dal tuo sito e dalle tue interviste appari una persona molto gentile e umana, per questo mi permetto di chiederti di darmi qualche consiglio al riguardo. Ti ammiro perché a fronte di una carriera sicura e florida hai scelto di seguire il tuo istinto e mi entusiasma la passione con cui parli del tuo cambio di professione”.

 
 
 

Articolo 18

Post n°37 pubblicato il 23 Febbraio 2012 da nessundorna

Articolo 18 - Oggi incontro Monti-Bersani

Il presidente del Consiglio, Mario Monti, intervistato dal quotidiano spagnolo "El Mundo", dichiara: "Se l'Italia vuole tornare alla competitività di un tempo, non può avere delle leggi che ostacolano la flessibilità, per questo la riforma del mercato del lavoro è fondamentale per la ripresa della crescita".
A tale proposito, oggi alle 19 Monti incontrerà il segretario nazionale del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, per fare il punto e verificare quali siano le preoccupazioni delle forze politiche in Parlamento. Lo stesso Bersani ha commentato: "Il PD ha concluso un patto di lealtà con il governo, per portare a termine la legislatura. Il PD vuole una buona riforma sul lavoro, ma ogni proposta dovrà essere confrontata con le nostre".

 
 
 

Francesco Petrarca

Post n°36 pubblicato il 25 Gennaio 2012 da nessundorna

La vita fugge, et non s'arresta una hora,
et la morte vien dietro a gran giornate,
et le cose presenti et le passate
mi dànno guerra, et le future anchora;

e 'l rimembrare et l'aspettar m'accora,
or quinci or quindi, sì che 'n veritate,
se non ch'ì ò di me stesso pietate,
ì sarei già di questi penser'fòra.

Tornami avanti, s'alcun dolce mai
ebbe 'l cor tristo; et poi da l'altra parte
veggio al mio navigar turbati i vènti;

veggio fortuna in porto, et stanco omai
il mio nocchier, et rotte arbore et sarte,
e i lumi bei che mirar soglio, spenti.
-- Francesco Petrarca

 
 
 

Chiove.

Post n°35 pubblicato il 20 Gennaio 2012 da nessundorna

Na gucciulella scorre ‘ncopp a ‘na rammera…
tic tuc, tic tuc, tic tuc, tic tuc, tic tuc, tic tuc
Iiih, che cacamient'ecazz!

 
 
 

SOLE SU DI ME

Post n°34 pubblicato il 10 Gennaio 2012 da nessundorna

PER TUTTE LE DONNE CHE FANNO SOGNARE

COME UN RAGGIO DI SOLE

 
 
 

Abbondanza

Post n°33 pubblicato il 02 Gennaio 2012 da nessundorna

Ora si è pietrificata l'abbondanza

speriamo che non si svegli

la CARESTIA

 
 
 

LA PARTICELLA DI DIO

Post n°32 pubblicato il 25 Dicembre 2011 da nessundorna

Nel 1993 il premio Nobel per la Fisica Leon Max Lederman, dall’alto dei suoi studi, definì un oggetto sconosciuto ai più “La particella di Dio”. Questo oneroso soprannome rivesto qualcosa di molto piccolo, infinitesimo, quasi nullo di un’importanza fondamentale per comprendere la vera essenza di tutto ciò che ci circonda. Infatti una ignota particella potrebbe dare validità al Modello Standard e alla Teoria del Tutto, definendosi come basilare fattore di esistenza e creazione della massa barionica, quella della materia comune. Tutto ciò è il Bosone di Higgs

Interazione particellare nel modello standard. Da notare il previsto Bosone di Higgs, responsabile della creazione di massa

Negli anni sessanta, gli studi condotti all’interno della teoria elettrodebole portarono il fisico scozzese Peter Higgs ad avanzare una tesi che mira a spiegare l’origine della massa delle particelle elementari, il “meccanismo di Higgs”, che pone a monte l’esistenza di una particolare particella, il bosone di Higgs appunto. Seppur non ancora esaminata, l’ipotetico componente ultimo della materia è già parte integrante del famigerato Modello Standard.

 
 
 

NUOVE FIABE

Post n°29 pubblicato il 14 Dicembre 2011 da nessundorna

 
 
 

IL CAMINO

Post n°26 pubblicato il 30 Novembre 2011 da nessundorna

 

Un altro giorno,

la luce sfuma.

Guardo la fiamma del camino saltare da un ceppo all'altro,

ma nessun calore in me,

la mia anima è gelida,

ho forse non ho un'anima.

Persa nel nulla di una visto piatta,

persa nelle abitudini e nelle delusioni.

E la fiamma del camino,

brucia i pensieri, brucia i ricordi.

Un altro giorno,

è sfumato

 
 
 

un vero amico

Post n°25 pubblicato il 27 Novembre 2011 da nessundorna

Lui è un amico

 
 
 

10 SECONDI

Post n°21 pubblicato il 16 Novembre 2011 da nessundorna

un po di movomento

VOLANDO

 
 
 

Mi piace quando taci...

Post n°20 pubblicato il 13 Novembre 2011 da nessundorna

 

Mi piace quando taci...
di Pablo Neruda

Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
Sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell'anima mia.
Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei come distante.
E stai come lamentandoti, farfalla turbante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Allora una parola, un sorriso bastano.
E son felice, felice che non sia così

 
 
 

TRAMONTO

Post n°19 pubblicato il 13 Novembre 2011 da nessundorna

VADO ORA CHE TRAMONTA IL SOLE CERCANDO LA LUCE

 
 
 

Submarine

Post n°15 pubblicato il 08 Novembre 2011 da nessundorna

ancora vita

 
 
 

AL TRAMONTO

Post n°13 pubblicato il 05 Novembre 2011 da nessundorna

Cammino sulla spiaggia.

Ora che si sta spopolando.

Cammino proprio li in quel punto in cui l'acqua lambisce la terra.

La sento scorrere sui miei piedi.

Mi guardo intorno,

sperando di vederti li.

Pura illusione, sogni.

Sogni di un uomo con il cuore da bambino.

E seguito a camminare,

con l'acqua che scorre sui piedi

e il sole che si tuffa nel mare.

E sempre pi...

 
 
 

Ancor oggi

Post n°11 pubblicato il 05 Novembre 2011 da nessundorna

L'ingiustizzie der monno
Quanno che senti di' "cleptomania"
è segno ch'è un signore ch'ha rubbato:
er ladro ricco è sempre un ammalato
e er furto che commette è una pazzia.
Ma se domani è un povero affamato
che rubba una pagnotta e scappa via
pe' lui nun c'è nessuna malatia
che j'impedisca d'esse condannato!
Così va er monno! L'antra settimana
che Yeta se n'agnede cór sartore1
tutta la gente disse: - È una puttana. -
Ma la duchessa, che scappò in America
cór cammeriere de l'ambasciatore,
- Povera donna! - dissero - È un'isterica!...
Trilussa 

 
 
 

NUN CANBIA GNENTE.

Post n°10 pubblicato il 05 Novembre 2011 da nessundorna

Er ministro novo Guardelo quant'è bello! Dar saluto pare che sia una vittima e che dica: - Io veramente nun ciambivo mica; è stato proprio el Re che l'ha voluto! - Che faccia tosta, Dio lo benedica! Mó dà la corpa ar Re, ma s'è saputo quanto ha intrigato, quanto ha combattuto... Je n'è costata poca de fatica! Mó va gonfio, impettito, a panza avanti: nun pare più, dar modo che cammina, ch'ha dovuto inchinasse a tanti e tanti... Inchini e inchini: ha fatto sempre un'arte! Che novità sarà pe' quela schina1 de sentisse piegà dall'antra parte! 1921

 
 
 

Nei sogni

Post n°8 pubblicato il 01 Novembre 2011 da nessundorna

 
 
 

La politica oggi

Post n°3 pubblicato il 27 Ottobre 2011 da nessundorna

LA NUOVA TINTA

Un sorcio che coreva a più non posso

pe’ nun fasse acchiappà da un micio rosso

s’ intrufolò de dietro a un cassabanco

dove c’ era accucciato un gatto bianco

Lì pure la scampò, ma verso sera

cascò fra l’ ogne d’ una micia nera.

"Purtroppo" disse allora, "o brutta o bella,

la tinta cambia ma la fine è quella".

Trilussa

 
 
 

IO c'ero

Post n°2 pubblicato il 26 Ottobre 2011 da nessundorna

Splendida iniziativa, che spero si ripeta ogni anno.

Insieme ad altre di altrettanto interesse con il gruppo

DUE RUOTE PER LA SPERANZA.

 
 
 
Successivi »
 

si ho tanti amici

alla faccia di chi mi vuol

MALE

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

bvbtendeGiusRubinolombardi.mariglianogiuliocrugliano32mifatrerideregiadaorientale63nessundornaBuiosudimealphabethaaiononmale43albertocarmenzummammavilmadolcelunaArcobaleno1961amoisospiri0
 
 

ritorno

 

si ho tanti amici

alla faccia di chi mi vuol

MALE

 

agosto 2011

 

agosto 2011

 

agosto 2011

 

ALBA

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 1