Community
 
tecnovol
Sito
Foto
   
 

TECNICI DI VOLO

per i CM3 che solcano i cieli a bordo degli a/m con pannello

 

PER CONTATTARCI

Per contattarci, inviare materiale e suggerimenti, puoi scrivere all'indirizzo:
tecnicidivolo@libero.it

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

viadellaseta2009ciamjlegalecarlinojosefaiosam.digiorgiometafora0francob747orione92aandre78roxy_rose21bybarlonpoleiromualdofausto.2jonnsinaarius976
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao Bertoglio, sei un grande. Ricorderò sempre che in un...
Inviato da: oldbird
il 29/04/2011 alle 22:18
 
ho letto con piacere la cronistoria della nostra categoria...
Inviato da: IANDOLO SERGIO
il 22/11/2010 alle 12:18
 
Il TAR non tratta simili argomenti, ma questioni legate...
Inviato da: fartfalla38
il 24/06/2010 alle 06:50
 
Il comitato ha ricevuto dal collega Bertoglio il suo...
Inviato da: xwyy
il 10/03/2010 alle 14:13
 
Buono a sapersi. Comunque spesso conviene viaggiare con le...
Inviato da: xwyy
il 30/01/2010 alle 18:16
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

POSTER RADUNO

 

 

 

 

 

Chiusura Blog

Post n°47 pubblicato il 01 Gennaio 2012 da xwyy

CHIUSO

Come già avvisato precedentemente, questo blog chiude.

E' attivo il seguente blog:

http://tecnicidivolo.blogspot.com/

La nostra e-mail rimane

tecnicidivolo@libero.it

 
 
 

FINE BLOG

Post n°46 pubblicato il 20 Ottobre 2011 da xwyy

Attenzione

Avvisiamo che questo blog non sarà più aggiornato dal

1 gennaio 2012

Sarà operativo l'altro blog di cui vi forniamo il link:

http://tecnicidivolo.blogspot.com/

 La nostra mail rimarrà

tecnicidivolo@libero.it

 

 
 
 

III Raduno Nazionale TT/VV

Post n°45 pubblicato il 28 Maggio 2011 da xwyy
 

Il 25 maggio 2011 presso il CROWNE PLAZA HOTEL si è tenuto il terzo Raduno Nazionale dei Tecnici di Volo con la partecipazione di 105 persone. Il raduno si è svolto come sempre con piena soddisfazione di tutti i partecipanti, tra saluti e ricordi con colleghi che spesso incontriamo in varie occasioni e con altri che vediamo di rado, ma che sono rimasti nella nostra memoria. Vi preghiamo di scrivere eventuali commenti nel nostro blog e di inviarci le foto più significative. La nostra mail : tecnicidivolo@libero.it
Rammentiamo anche l'altro nostro blog che sostituirà questo.

http://tecnicidivolo.blogspot.com/

 
 
 

Raduno 2011

Post n°44 pubblicato il 18 Aprile 2011 da xwyy
 

Rammentiamo che è necessario al fine di una buona riuscita del raduno, di comunicare la propria partecipazione e di far pervenire il pagamento della quota al più presto possibile. Intanto auguriamo a tutti i colleghi una       BUONA PASQUA

 
 
 

Raduno ttvv

Post n°43 pubblicato il 05 Marzo 2011 da xwyy
 

III Raduno Tecnici di Volo
Data: 25 maggio 2011 ore 11.30 presso
CROWNE PLAZA HOTEL
Via Aurelia Antica 415 http://www.crowneplazahotelroma.com/
(stessa location ultimo raduno).
Si prega di comunicare la propria partecipazione al più presto possibile tramite e-mail tecnicidivolo@libero.it o direttamente agli organizzatori. Il pagamento della quota
di adesione di € 50.00 può essere pagata ad uno degli organizzatori oppure tramite bonifico bancario al seguente IBAN: IT 93 R 03058 01604 100320226093 intestato a Bruno CASINI, indicando come causale: quota raduno ttvv 2011 ed il proprio nome.

 
 
 

Raduno tt/vv

Post n°42 pubblicato il 17 Febbraio 2011 da xwyy

ATTENZIONE
A breve vi daremo tutte le informazioni relative al prossimo raduno.
Invieremo le informazioni anche via e-mail.
Raccomandiamo di divulgare le notizie con il passa parola.
A presto.

 
 
 

Buon Natale

Post n°41 pubblicato il 15 Dicembre 2010 da xwyy
 


Stiamo lavorando per organizzare il III Raduno Nazionale Tecnici di Volo. Dopo le feste natalizie vi aggiorneremo. Cogliamo l'occasione per augurare a tutti un sereno Natale.

 
 
 

III Raduno TT/VV

Post n°40 pubblicato il 17 Novembre 2010 da xwyy

Il Comitato si è riunito per organizzare il prossimo raduno a metà mese di maggio 2011, probabilmente per il giorno 12. Naturalmente è tutto ancora da definire, ma vi avvisiamo in modo che possiate liberarvi da viaggi e impegni per partecipare all'evento.

Avviseremo mano a mano dell'andamento dell'organizzazione tramite il nostro blog e a tempo debito, vi contatteremo per e-mail e tel/cell, per raccogliere i nominativi e la quota di partecipazione.Vi preghiamo di passare voce tra i colleghi e di aggiornarci per eventuali cambi di recapito.

Inoltre avvertiamo che è disponibile un altro nostro blog simile al primo, ma più facile da gestire. Alleghiamo il link in modo che possiate provare a collegarvi.

http://tecnicidivolo.blogspot.com/

Un fraterno saluto.

 
 
 

PANDA

Post n°39 pubblicato il 10 Marzo 2010 da xwyy
 

È morto il panda .. LUNGA VITA AL PANDA

Il 21 maggio 2009 si sono ritrovati circa 130 old boys (tra 50 e 90 anni) convocati da una decina di benemeriti, decisi a metterci tempo, denaro e tanta buona volontà per realizzare l'evento. Veramente già l'anno scorso avevano fatto altrettanto, ma era stato a febbraio, ed io ero in transumanza verso climi tropicali. Ma chi sono questi soggetti che si ritrovano in amicizia, in allegria e con affetto e sarcasmo ricordano i momenti belli, gli screzi, le invidie e tutto ciò di buono e di gramo che può accadere in un ambiente di lavoro durante 20 - 30 anni? Sono i tecnici di volo. Inizialmente mi sono meravigliato di vederne così tanti (circa la metà di quanti son passati nella categoria) e così uniti. Dopo qualche giorno, ripensandoci, credo di aver trovato l'amalgama che li compattava: erano passati sotto l'arco del dolore; avevano manifestato, combattuto per difendere il proprio lavoro e la propria dignità da sopraffazioni ed ingiustizie.
Nell'ambiente venivano scherzosamente e/o offensivamente chiamati "Panda", cioè categoria in estinzione, il che era vero, ma c'è differenza tra estinzione ed evoluzione.
Premesso che d'ora in poi l'abbreviazione di tecnico di volo sarà "Panda" (TV: e uno si chiede a led o al plasma? Catodico? Digitale? Di quanti pollici?) Anche perché vale sia al singolare che al plurale.
Allora, raccontiamo l'epopea dei Panda. Premetto: tutto ciò che racconterò non è fantasia di parte, né leggenda metropolitana, ma quanto saputo personalmente avendo partecipato ad assemblee sia della FEIA (Flight Engineer International Association) che della EFEO (European Flight Engineer Organization).
Fino dagli anni '50, quando gli aerei a lungo raggio avevano motori alternativi, la professione del Panda era indispensabile. Il continuo monitoraggio della potenza, delle temperature, del drop e degli antighiaccio erano fondamentali per calcolare i consumi. Lo svuotamento ed il cambio dei serbatoi era manuale e più avevi operato bene, più avevi autonomia e meno motori in avaria.
Negli anni '60, con l'avvento dei turboelica e dei jet a medio e lungo raggio, le cose cambiano. Negli USA c'erano un sacco di piloti provenienti dai vari corpi armati e reduci dalla guerra di Corea. Le varie compagnie, in grande espansione, necessitavano di molti equipaggi di condotta. Cosa succede in un paese serio, con regole precise e rispettate?
Se un aereo viene certificato per 3 membri di condotta (vale a dire 2 piloti con brevetto ALP ed un flight engineer con brevetto previsto nel FAR 21 - crew member other than pilot), i piloti reduci prendono il brevetto da FE ed iniziano la loro carriera nella aviazione civile. Perciò si creano due liste di anzianità, una per i piloti e l'altra per i flight engineer.
Tra l'altro, era possibile mantenere la posizione nella propria lista di anzianità, anche passando da una funzione all'altra. La situazione è rimasta invariata fino a quando anche gli aerei a lungo raggio sono stati certificati a due membri.
Non c'era interscambio di mansioni né di funzioni, c'erano solo i relief che erano certificati per occupare tutte le poltrone ma solo in crociera, not in take-off or landing.
In Europa, c'era una situazione particolare. In Francia le associazioni dei piloti e dei Panda erano confederate. Infatti, per esempio, sul Caravelle c'era il Panda. In Germania, c'era, e forse c'è ancora, un'unica associazione sindacale che raccoglieva tutti i naviganti,al punto che i piloti non erano associati alle IFALPA ed i Panda non erano associati alla FEIA, ma partecipavano alle varie assemblee come osservatori. Ed i Panda non si sono estinti finché il minimum crew era di tre. Come è successo? la Lufthansa faceva prendere il brevetto ed usava come Panda i giovani piloti che uscivano dalla scuola di Bremen (la loro "Alghero"). Questo era un sistema di addestramento propedeutico alla professione futura.
Notoriamente, in Italia, paese di intrallazzatori e mestatori, o non ci sono regole, o, se ci sono, non vengono rispettate. A metà degli anni '60 l'Alitalia apre la scuola di Brindisi, con ottimi risultati. Intorno agli anni '70, in previsione di una forte espansione, con l'arrivo dei wide bodies di medio e lungo raggio e dei supersonici, vengono assunti circa 600 piloti, tutti sui 35 - 40 anni, provenienti daIl' Aeronautica, dall' Esercito e dalla Marina. Tutti con un grande bagaglio di esperienza aeronautica e di professionalità. A loro viene promessa una carriera rapida, e consona al loro background. Ma quanto previsto non si realizza: la guerra in Medio Oriente decuplica il prezzo del petrolio, il supersonico Boeing viene cancellato, i wide bodies hanno difficoltà tecniche ed operative ad affermarsi. Conclusione: i "colonnelli" (così venivano volgarmente chiamati) non potendo fare tutti il pilota con due lezioni di simulatore vanno a fare il Panda sul DC8 43 sul corto e medio raggio.
E qua arriva l'assurdo: ad un pilota di linea, per fare il suo lavoro, sono necessari una sfilza di brevetti, licenze ed autorizzazioni.
Brevetto di pilota di terzo grado
Brevetto di ufficiale di rotta di prima classe
Brevetto di fonia
Abilitazione IFR
Eccetera, eccetera, eccetera.
Per fare il lavoro degli altri, invece, vige il più autoritario ed antidemocratico dei detti latini "Ubi maior, minor cessat". (Infatti sul DC6 e sul DC7 in T.O. and LDG alcuni assistenti di volo andavano nelle toilette e si cinturavano sulle tazze del cesso). Di conseguenza, i piloti facevano il lavoro del Panda senza brevetto né licenza. C'era anche altro di umiliante: c'erano piloti che volavano sul B747 con addestramento solo sul CPT e senza passaggio macchina. La loro grande esperienza e professionalità si manifestava quando qualche comandante li faceva decollare o atterrare: in modo eccellente malgrado la carenza addestrativa. Questa vergogna finì quando un Panda pretese da Civilavia di rinnovare il suo brevetto di pilota non con le 6 ore all'aeroclub ma con le centinaia volate su un aereo sul quale era comunque abilitato.
Con l'arrivo del DC1O si cercò di salvare capra e cavoli, offrendo ai Panda la possibilità di passare a piloti,e parecchi, giustamente, aderirono. Allora si aprì la porta ad una carriera futura e nel minimum crew era coperto il FAR 21 con adeguato brevetto.
Nel frattempo, per sostenere la categoria, venne indetto un referendum: circa l'80% dei Panda decise di aderire ad un sindacato confederale: la CGIL. La lotta fu dura, ma alla fine con i pensionamenti, con l'aumento del numero degli aeromobili, i piloti tornarono a fare il loro mestiere a tempo pieno e furono assunti dei nuovi Panda. Risolta l'emergenza, la maggioranza decise di fondare un sindacato autonomo.
Questa, senza polemiche, è la sequenza degli eventi e dei dettagli, come li ho vissuti. In seguito, l'evoluzione tecnologica della avionica, degli automatismi ha generato l'estinzione di innumerevoli figure professionali, come la nostra. Altre spariranno, altre nasceranno: è l'evoluzione naturale. Anche i Panda nella loro evoluzione sono diventati ottimi piloti, ottimi politici, ottimi imprenditori, ottimi professionisti e soprattutto molti sono stati - sono - saranno sempre degli insuperabili rompiglioni, come il sottoscritto.

INVITO TUTTI AD ALZARE LA COPPA AL GRIDO DI BATTAGLIA:
PANDA, PANDA, PANDA ... FOREVER Antonio Emilio Bertoglio

 
 
 

Biglietti ZED

Post n°38 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da xwyy
 

Biglietti ZED
ADERIRE PER FAR RICORSO AL TAR


Se vi interessa si sta formando un gruppo di persone, già abbastanza numeroso, per fare ricorso al TAR per l'ingiusta soppressione dei biglietti ZED al personale in CIGS e ai pensionati.
Se vi interessa partecipare è sufficiente mandare una mail con la vostra adesione a
Fausto Mezzana (collega di terra a capo dell'iniziativa).
f.mezzana@alice.it
La cifra da versare sarà comunicata una volta raggiunto il numero definitivo di adesioni;
si tratterà probabilmente di pochi euro.
PASSATE PAROLA!!!

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: tecnovol
Data di creazione: 02/02/2008
 

CHI È IL TECNICO DI VOLO

 Il tecnico di volo è un membro dell'equipaggio (membro di condotta) di aerei civili e militari, identificato anche come "CM3" ("Crew Member").

È addetto al controllo e gestione di tutti gli impianti di bordo, tra cui controllo di spinta dei motori, regolazione della pressurizzazione e del condizionamento, distribuzione e trasferimento del carburante, impianto elettrico. È inoltre integrato con i due piloti per la gestione della navigazione, delle radiocomunicazioni, delle procedure normali, anormali e di emergenza.

Negli aerei di vecchia generazione, con motori a pistoni, era denominato "motorista di bordo". Attualmente opera sui seguenti aerei: DC-8, DC-10, Airbus A300, Boeing 707, Boeing 727, Boeing 747 (Jumbo). Sullo Space Shuttle è impiegato con mansioni analoghe.

http://it.wikipedia.org/wiki/Tecnico_di_volo
 

PANNELLO TV B747

 
 

PANNELLO TV A300

 

PANNELLO TV B727

 

CONSIGLI UTILI

TELEFONIA

Per telefonare all'estero con la linea telefonica di casa al costo di un collegamento internet, chiama con il n. 199 ... ... dei seguenti operatori:

http://www.callbuster.eu/
http://www.teleprice.biz/
http://www.easycall.it/

Controlla l'operatore che ti conviene per la tariffa ed il n. 199 ... ... da utilizzare per la nazione che vuoi chiamare. E' collaudato da mesi e funziona benissimo.
Per es. : per chiamare l'Australia con Callbuster componi il 199 288 288, risponde il centralino automatico che ti invita a comporre il prefisso internazionale ed il n. tel. da chiamare seguito da #.
Segue la normale telefonata al costo di € 0,024 al minuto (2,4 cent/min)

 

CONIGLI UTILI

AUTONOLEGGIO

Per noleggiare un' auto ti segnaliamo le più diffuse aziende, che offrono tariffe scontate al personale Alitalia.

Nome _Sito web _codice AZ per sconto

Avis http://www.avisautonoleggio.it/ 
codice AZ sconto:
AWD E400024

Hertz: http://www.hertz.it/
codice AZ sconto: CDP 663569

Sixt: http://www.e-sixt.com/
codice AZ sconto: 797579

Maggiore http://www.maggiore.it/
codice AZ sconto: M 000865

E' prevista la presentazione del tesserino AZ al momento del ritiro dell'auto noleggiata.