Creato da: themagicallife il 11/10/2008
...tra le righe di uno, cento, mille articoli virtuali...perdendosi tra informazioni, novita', corsi e ricorsi...

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

 

 

CONTESTAZIONE DELL'ESTRATTO CONTO BANCARIO

Post n°26 pubblicato il 01 Dicembre 2009 da themagicallife
 

Vi risulta un errore sull'estratto conto (manca un addebito, un accredito è registrato in misura inferiore ecc.). Contestate l'estratto conto con questa lettera entro 60 giorni dalla data in cui l'avete ricevuto. La banca deve rispondervi per iscritto entro 30 giorni. Se non risponde o risponde negativamente, potete presentare ricorso all'Arbitro Bancario e Finanziario e, in ogni caso, potete rivolgervi al giudice ordinario.

fonte

 

         


Mittente:
Nome e indirizzo del titolare del conto

Destinatario:
Nome e indirizzo della Banca
Nome e indirizzo della Banca Direzione Generale
Ufficio Reclami

Raccomandata a.r.

Luogo e data  

Oggetto: Conto corrente n. ......... intestato a .........   Contestazione estratto conto  

Con la presente intendo contestare l'estratto conto relativo al periodo .........., ricevuto in data ......., in quanto presenta un errore nei dati relativi a ........ (descrivere l'operazione e spiegare le ragioni della contestazione, allegando la documentazione necessaria).

Vi invito pertanto a provvedere alla correzione dell'errore ed a ripristinare la situazione del mio conto corrente relativamente al saldo, agli interessi e alle spese, con effetto dalla data della errata registrazione. In caso di mancato positivo riscontro entro 30 giorni dalla presente, mi riservo ogni altro diritto o azione nei Vostri confronti.  

Distinti saluti.

Firma

NOTA BENE: Allegare la documentazione richiamata nella lettera.  

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI ALLA BANCA PER INCAUTO PAGAMENTO DI ASSEGNO

Post n°25 pubblicato il 01 Dicembre 2009 da themagicallife
 

La banca è tenuta per legge a controllare con la massima diligenza che chi si presenta allo sportello per il pagamento di un assegno ne sia il reale beneficiario e che l'assegno non sia contraffatto. Se non rispetta questi obblighi è tenuta a risarcire i danni subìti dal cliente.

fonte


         


Mittente:
Nome e indirizzo del titolare del conto

Destinatario:
Nome e indirizzo della Banca
Nome e indirizzo della Banca Direzione Generale
Ufficio Reclami

Raccomandata a.r.  

Luogo e data

Oggetto: risarcimento danni per incauto pagamento di assegno  

Con la presente Vi chiedo il risarcimento dei danni da me subiti a seguito dell'avvenuto pagamento da parte Vs. dell'assegno n° ........., da me emesso in data ...... a favore di .......... per il complessivo importo di euro ........, a persona diversa dal beneficiario, cui suddetto assegno era stato sottratto (oppure che aveva smarrito il suddetto assegno), non avendo al momento del pagamento provveduto all'identificazione del beneficiario stesso.

oppure

Con la presente Vi chiedo il risarcimento dei danni da me subiti a seguito dell'avvenuto pagamento da parte Vs. dell'assegno n° ......... da me emesso in data ...... a favore di .......... per il complessivo importo di euro ........ , per una cifra (euro.......) ben superiore a quella per il quale l'assegno era stato emesso, nonostante l'evidente contraffazione dello stesso.  

Vi invito pertanto a corrispondermi, entro e non oltre 10 giorni dal ricevimento della presente, a titolo di risarcimento del danno, la somma di euro ...., pari all'importo da Voi pagato per l'assegno suddetto.

In mancanza, mi riservo di tutelare i miei diritti innanzi all'autorità giudiziaria e/o all'Arbitro Bancario e Finanziario.

Distinti saluti.

Firma

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

REVOCA DELLA CARTA DI CREDITO

Post n°24 pubblicato il 01 Dicembre 2009 da themagicallife
 

Volete cambiare la vostra carta di credito. Dovete allora inviare la lettera di revoca all’ente emittente seguendo le modalità e la tempistica indicata sul regolamento della carta. (Attenzione per Cartasì è prevista la compilazione di un modulo nella banca presso cui si è sottoscritto il contratto della carta).

fonte


         

 


Mittente:
Titolare Carta (
nome e cognome del titolare della carta) .......... (nome carta ) numero.............(indicare il numero riportato sul davanti della carta di credito), scadenza (indicare la data riportata sul davanti della carta)  

Destinatario:
Indirizzo dell'ente emittente
(lo si trova sull'estratto conto della carta di credito)

Luogo e data

Oggetto: revoca della carta di credito

Con la presente Vi comunico la mia volontà a non rinnovare per l'anno prossimo la carta di credito di cui sono titolare. Il nostro contratto si intende quindi definitivamente sciolto a partire dal giorno successivo alla fine del periodo per cui ho pagato il canone annuale (indicare data di addebito del canone annuale dell'anno in corso).

Cordiali Saluti

Firma

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PETMAN, IL ROBOT PER LA GUERRA

Post n°23 pubblicato il 01 Dicembre 2009 da themagicallife
 

È un robot e si chiama PETMan: intraducibile, a meno di non volerlo chiamare animale-uomo-da-compagnia-molto-fedele... A dirla tutta non è neppure un robot, ma un robot-a-metà: ecco l'ultima creatura di Boston Dynamics.



Il robot PETMan non è un fedele-uomo-da-compagnia, come lascia intendere il nome. La nuova creatura di Boston Dynamics è un crash-test dummy, un manichino, per test in scenari di guerra. È l'ultimo tassello di un progetto da svariati milioni di dollari voluto dai militari Usa per testare l'efficienza di armi ed equipaggiamento in situazioni di combattimento reale. Il peso della guerra è da sempre la croce della robotica e dell'intelligenza artificiale, che non avrebbero potuto arrivare dove sono oggi senza i soldi dei soldati.
Mezzobusto meccanico, cammina a 5 chilometri l'ora in modo fluido e naturale, avrà statura, aspetto e movenze di un soldato reale, sarà in grado di muoversi sulle proprie gambe e di procedere strisciando  non c'è spinta capace di farlo incespicare o cadere. Una serie di sensori misureranno le condizioni di stress in una simulazione del comportamento di un essere umano, sudorazione compresa.
L'umanoide robot realizzato nei laboratori di Boston Dynamics, presentato ufficialmente al pubblico, è l'ultimo tassello di un progetto da 26 milioni di dollari finanziato dai militari Usa, che volevano un sistema per mettere sotto stress abbigliamento ed equipaggiamento dei soldati in azione. Proprio come un manichino per i crash-test delle auto, il signor petman-soldato-qualunque indosserà i moderni marchingegni per uccidere o proteggersi dal fuoco dei nemici e, grazie alla sua capacità di muoversi come un umano, dirà quanto un nuovo equipaggiamento aiuti o metta in difficoltà il soldato che si muove in ambiente ostile.
Non è difficile pensare pero' ad un ipotetico ulteriore e prossimo utilizzo reale, in un campo di battaglia, di centinaia di androidi "agguerriti"
...è il caso di dirlo...ammetto che mi fa paura pensarlo...


fonte

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LOTUS

Post n°22 pubblicato il 04 Dicembre 2008 da themagicallife
 

 

...LOTUS...

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »