Creato da ultimomohicano1902 il 28/03/2009

DI TUTTO UN PO'

blog

 

"I BARUNI"

Post n°513 pubblicato il 04 Giugno 2015 da ultimomohicano1902

 




La storia che sto per raccontarvi  risale all'epoca
dei CONTI e dei BARONI in SICILIA.
(sin dall'epoca ARAGONESE, era il 1282 con la rivolta
dei Vespri Siciliani e con l'intervento di Pietro III° D'Aragona
fino al 1800) ,  i Baroni esistono ancora oggi, sono proprietari terrieri,
molto ricchi e vivono in lussuose ville sfruttando i poveri coloni
e tenendoli nell'ignoranza loro e dei loro discendenti.



Un giorno uno di questi nobili e per l'esattezza  
il BARONE DI ROCCALUMERA
( in questo comune, provincia di Messina, è nato e vissuto
Salvatore Quasimodo), tutto imbellettato, va a far visita
ad un suo colono.questi si è messo subito in difficolta',
pensate era arrivato  " U PADRUNI " ! In quell'epoca
questi nobili erano padroni delle cose e delle persone,al punto
di dare la propria moglie o la figlia per una notte d'amore
era considerato un onore ( beata ignoranza).



Il povero colono era in difficolta' non sapeva piu' cosa offrire
e tanto meno come doveva comportarsi. Il Barone notato questo
gli chiede : come vi chiamate?  Micu- rispose il colono
detto pennacchione, in che senso domanda il Barone,
vossia deve sapere che sono uno specialista in pennacche...
pennacchia ad una botta secca , oppure a due consecutive,
in fine una terza lunga che vuole essere offensiva assai, ed i me amici
sunnu cuntanti picchì si divettunu,mi sono spiegato ahah !..


DI SOLUTU NI CUNTRAMU DUE VOLTE L'ANNO
A PASQUA E NATALI , ci riunemo in un osteria
e ognunu raccanta na cosa ,a chistu puntu decidu u tipu
di pennacchia da fare e tutti riduno e così via.
Il barone: capisco e vostra moglie come si chiama ?..
Rosalia è u so nomi detta trombone, mischinedda
come sarebbe a dire chiede il Barone, emetti rumori assai strani
e piacevoli sulu rumuro fanno e basta. aiu du figni masculi,
u primu si chiama Bastianu e ppì via chi è grassu comu nu maiali ,
quannu dommi runfa fottemente, tantu chi u chiamanu
locomotiva a vapore 'ppi via di strani rumori chi fa,il Barone ditemi
cosa volete significare con la parola  runfa ? Non sacciu comu si dice ,
forse volete dire russa!! Vossia mi deve peddonare ma yo di russa
conosco solo l'inzalata :come sarebbe a dire sapete fare l'insalata Russa ?
Vossia mi deva peddonare ,ma yo di russa conosco sulu a zalata (insalata),
come sapete fare l'insalata russa?  No a cottivu (coltivo,vi fazzu vidiri)
si assenta un momento e torna con un radicchio
(per intenderci in siciliano rossa si dice russa)



Il barone: ma no intendevo l'insalata Russa...si vossia dice accussì
yo ci cridu .signor BARONE VOSSIA SITI STUDIATU mi dovete
peddonare yo gnuranti sugnu.u secunnu figghiu si chiama Cammelo
detto trombetta  il Barone ..ha lo stesso difetto di vostra moglie?
No divessu è lui ci piaciunu i fimmini.ma quanti anni ha ,
sulu 15 mischineddu  il Barone e gia' fa quelle cose sconce?
Chi ci pozzu fare nasciu accussi.
Vossia mi deve peddonare se a mia è una famigghia strana ,
nui cuntadini semu ,gnurante era me nonno,gnurante era me padri
e gnuranti sugnu yo,mi mancuni i soddi e i me figghi non ponnu studieri'
pi divintari intelligenti (in quei tempi chi non studiava era considerato
non intelligente, io direi ignorante in quanto ignora.) e struito
come a vossia .A quell'epoca chi aveva un titolo di studio veniva
considerato intelligente, strano ma era cosi' in tutta Italia ,il popolo
doveva rimanere bue.Il barone preso da un atto di generosita'  



gli promise: vista l'onesta' e la naturalezza di quel colono
gli promise don Mico OGGI VOGLIO PREMIARE la vostra onesta'
vi prometto che mandero' i vostri figli a conseguire un diploma
parola del BARONE DI ROCCALUMERA, saluta e se ne va.
Micu si avvicina a Rosalia chiama i so figghi e con le lacrime agli occhi
li bacia stringendoli a se ch bedda iunnata è nu ragalu du SIGNURI ( DIO )
e tutti re quattro piangendo si misero a pregare
LODANDO DIO  per il grande dono ricevuto e.....
vissere felici e contenti .




E' PROPRIO VERO OGNI REGOLA HA LA SUA ECCEZIONE,
QUESTO MIO SCRITTO MI HA COMMOSSO AL PUNTO
DI FARMI PIANGERE.
IO HO VISSUTO IL DOPO GUERRA IN SICILIA
E SO COS'E' LA FAME.
VI RINGRAZIO DEI VOSTRI COMMENTI
CON AFFETTO LILLO ULTIMOMOHICANO...... 


 
 
 
Successivi »