Creato da Web_London il 15/04/2015

Menta & Tabacco

«Io non sono quello che tu vuoi, io sono quello di cui tu hai bisogno» (W. London)

 

"Dentro un'altra vita, ai margini di una storia che mi appare in trasparenza ma non riconosco ancora"

Post n°605 pubblicato il 02 Agosto 2017 da Web_London


"Trovarsi per caso in un bar del centro
e sentirsi speciale"


...

Le solite scuse, le solite storie,
bugie, speranze, a volte l'amore
Mi guardo allo specchio, mi trovo diverso,
mi trovo migliore?

...

Ci penso ancora dalla sera di un paio di settimane fa in cui mi sono visto con Alberto, un amico di vecchia data con cui ogni tanto ci troviamo per passare una serata di buone chiacchiere
Alberto ha sempre avuto su di me uno strano potere, quello di mettere a fuoco le cose in un modo che fino a quel momento non avevo mai considerato.

Butta lì delle suggestioni, delle idee, che nei giorni successivi mastico e rigiro nella mia testa quando guido oppure quando capita di essere per conto mio.

L'altra sera, tra i tanti discorsi mi ha consigliato un libro che aveva letto e che da tempo aveva voglia di parlarmene
Mi sono incuriosito e il giorno dopo, in pausa pranzo, sono passato dal mio libraio di fiducia per vedere se per caso ne avesse una copia in negozio
Ne aveva ancora una.
L'ho preso e alla sera ho cominciato a leggerlo. Non sono tante pagine, si legge velocemente.

L'ho finito in due sere e il giorno successivo ho cominciato a rileggerlo più lentamente, soffermandomi un po' di più su certi passaggi.
E sto ancora pensando a quello che ho letto.

...


Noemi
Per tutta la vita

 

 
 
 

"Due vele in collisione, un battito di ali, un'onda, una stagione ..."

Post n°604 pubblicato il 26 Luglio 2017 da Web_London

 

E' tardi, sono le due di notte passate e sono appena tornato da una cena con dei colleghi
Siamo stati a Venezia, a due passi da piazza San Marco
Ormai è la seconda volta in pochi mesi che si sceglie Venezia per passare una serata assieme. A me va bene anche se per i campagnoli come me sarebbe più comodo un posto in terraferma. Ma tant'è, va più che bene anche così.
Giovedì ne avrò un'altra, sempre con dei colleghi e sempre a Venezia davanti il bacino di San Marco con vista sulla chiesa delle Salute e sulla punta della Giudecca
Al di la di quello che mangeremo, credo che la vista sarà davvero spettacolare e che da sola valga il prezzo che presumo sarà piuttosto impegnativo.

Oggi il tempo ha mostrato i muscoli ed è successo di tutto.
Sole, vento, pioggia, grandine e poi ancora vento e sole fino a regalarmi, verso le 20, una luce da incanto caduta dagli ultimi scampoli di sole sulla Basilica di San Marco
"Guarda che luce!" ho detto ad un collega che avevo di fianco a me mentre ci raggiungevamo tutti all'appuntamento per la cena facendo lo zig-zag tra i numerosi turisti che ancora affollavano la piazza.
"Prendiamo lo spritz prima di cena?" mi ha risposto accelerando il passo per raggiungere il resto della comitiva.
Evabbè, pazienza dai, a quell'ora il pensiero di tutti era quello di cenare e non di "perdere" tempo a guardare la luce
(ma che luce gente! Una meraviglia ad occhi aperti ...)

Pochi minuti fa, in auto il termometro segnava 15 gradi, non male se penso che solo ieri si era fermato intorno ai trenta
In questi giorni l'autoradio mi sta rifacendo ascoltare Noemi, una voce da manicomio e qualche bel pezzo anche se, a mio parere, ai concerti le suggererei di parlare di meno e di cantare di più

...


"Due vele in collisione, un battito di ali,
un'onda, una stagione, imparare a camminare.
Un'anfora di sale, un cielo per volare,
due gocce di rugiada, un ombrello che fuori piove"

...

 


Noemi
I Sentimenti

 

I sentimenti

I sentimenti non hanno età,
non hanno sesso, nè volontà.
non c'è l'amore senza il tradimento,
non c'è una storia che resista al tempo.

I sentimenti non hanno lingua,
non hanno scarpe, non hanno stringa.
la libertà è una giustificazione,
cambiare donna la tua soluzione.

L'amore vola come un aquilone
e la passione spossa la ragione.
tre anni insieme sono un lungo viaggio,
guardarti in faccia non c'è più coraggio.

Per l'insistenza non c'è la cura
tu non sei niente, tu non sei pura.
nessuno ha riso, nessuno ha pianto,
non c'è la colla per il vaso infranto.

Due vele in collisione, un battito di ali,
un'onda, una stagione, imparare a camminare.
Un'anfora di sale, un cielo per volare,
due gocce di rugiada, un ombrello che fuori piove, piove, piove, piove.

I sentimenti non hanno senso,
cade la piuma, crolla l'universo.
inseguire la scia fino in alto mare,
i sentimenti fanno naufragare.

E innamorarsi è una pura follia,
specialmente adesso che non sei mio,
ma i sentimenti non danno scampo
e non sono colla per il vaso infranto, infranto.

Due vele in collisione, un battito di ali,
un'onda, una stagione, imparare a camminare.
Un'anfora di sale, un cielo per volare,
due gocce di rugiada, un ombrello che fuori piove, piove, piove, piove.

I sentimenti sono grano,
sono il pane quotidiano,
sono che mille volte ho pianto
a cercare colla per il vaso infranto, infranto.

Due vele in collisione, un battito di ali,
un'onda, una stagione, imparare a camminare.
Un'anfora di sale, un cielo per volare,
due gocce di rugiada, un ombrello che fuori piove, piove, piove, piove.

 

 

 

 
 
 

Cosa faresti se ...

Post n°603 pubblicato il 21 Luglio 2017 da Web_London
 

 

 

Lo dico davvero,
a te è mai successo che
una persona che nel passato ti ha ferito ti abbia improvvisamente chiamato per chiederti una mano?
E tu, in quel caso, che cosa hai fatto?

E se non ti è mai successo,
cosa pensi che faresti se dovesse succedere?


...

 

 
 
 

Fate Ignoranti

Post n°602 pubblicato il 20 Luglio 2017 da Web_London
 


"E' maleducazione lasciare un desiderio in sospeso"

...

Le Fate Ignoranti sono quelle che incontriamo e non riconosciamo ma che ci cambiano la vita.
Non sono quelle delle fiabe, perchè loro qualche bugia la dicono.
Sono ignoranti, esplicite, a volte anche pesanti, ma non mentono sui sentimenti.

Le Fate Ignoranti sono tutti quelli che vivono allo scoperto, che vivono i propri sentimenti e non hanno paura di manifestarli.
Sono le persone che parlano senza peli sulla lingua, che vivono le proprie contraddizioni e che ignorano le strategie.
Spesso passano per "ignoranti", perché sembrano cafone e invadenti per la loro mancanza di buone maniere, ma sono anche molto spesso delle "fate" perché capaci di compiere il "miracolo" di travolgerci, costringendoci a dare una svolta alla nostra vita.

Ferzan Ozpetek

 

...

La Regina italiana dell'appoggiatura ...


Noemi

Comunque ti penso

 
 
 

Cambiamenti

Post n°601 pubblicato il 19 Luglio 2017 da Web_London
 

 

Cambiamenti.

Improvvisi,
sconvolgenti, davvero incredibili

E chi ci avrebbe scommesso, eh?

...

E adesso, dopo tutti sti cambiamenti, che si fa?
Adesso si va alla ricerca delle pecorelle smarrite
Due le ho già trovate, è stata dura ma si sono convertite alla Parola del Signore
(Almeno così dicono loro)
Con una di loro, Furetto, è stata tanto dura, l'abbiamo presa per un pelo mentre ballava con il demonio, con l'altra, la Fiorentina, è stato un po' più facile, l'abbiamo presa per tempo mentre al pianoforte rischiava di essere inghiottita dal demone dell'Heavy Metal
Altre pecorelle le stiamo cercando e confidiamo nel Signore per riportarle all'ovile.

E ce ne sono tante che stanno peccando eh, uhhhhh, quante ce ne sono, mica bau-bau micio-micio, ne conosco alcune poi, che non vi dico ... peccati grandi-grandi, ... in continuazione
Sarà un lavoraccio, già lo so ma qualcuno deve pur farlo ...
Ma non dispero dai, con l'aiuto del Signore e tanta paziena, onorerò la mia Missione e le riporterò tutte nella strada Maestra.

Anche le più dispettose e impertinenti, tutte tutte.


Che la pace sia con voi

...

E adesso,

cantiamo tutti insieme ...

(e non ditemi che non la conoscete perchè non ci credo!)

Timoria
Tu sei la mia vita
(Symbolum 77)



Symbolum 77

Tu sei la mia vita altro io non ho
Tu sei la mia strada, la mia verità.
Nella tua parola io camminerò,

finché avrò respiro, fino a quando tu vorrai.
Non avrò paura sai, se tu sei con me:
io ti prego resta con me.

Credo in te Signore, nato da Maria
Figlio eterno e santo, uomo come noi
Morto per amore, vivo in mezzo a noi.
Una cosa sola con il Padre e con i tuoi fino a quando io lo so, tu ritornerai
per aprirci il regno di Dio.

Tu sei la mia forza altro io non ho.
Tu sei la mia pace, la mia libertà.

Niente nella vita ci separerà.
So che la tua mano forte non i lascerà,
so che da ogni male tu mi libererai:
e nel tuo perdono vivrò.

Padre della vita noi crediamo in te.
Figlio salvatore noi speriamo in te.
Spirito d'amore vieni in mezzo a noi:
Tu da mille strade ci raduni in unità
e per mille strade poi dove tu vorrai
noi saremo il seme di Dio.

 
 
 

"Poi è nato. Ma non ricordava più"

Post n°600 pubblicato il 17 Luglio 2017 da Web_London



«Io ti ho già incontrata.
In un'altra vita, in un altro tempo, ma eri sempre te.
Adesso lo so»


...


Lui scelse di nascere. Lo ricordo bene.
L'anima era nella "Visione Perfetta" del "Senza Spazio e Tempo" quando all'improvviso un bagliore di luce richiamò la sua attenzione.
Fu allora che lui decise: "Torno lì"

Allora è stato il Primo Tempo, il tempo delle scelte e fu lì che la sua anima decise la Missione.
E la Missione era la Gioia Condivisa, fu questa la prima scelta.
Poi vennero le altre scelte ... il luogo, i genitori, il corpo che l'avrebbe ospitato.
E ogni scelta era funzionale alla Missione. E in un preciso momento del Senza Tempo, tutto era fatto e l'anima era pronta.
Ma c'era ancora spazio, nel Senza Spazio e Tempo, per la Promessa.
E la Promessa era una sola risposta a una precisa domanda del Tutto:
"Prometti di ricordare?"
"Prometto"

La mano del Tutto si posò su di lui e lui sorrise.
Quello fu l'ultimo attimo vissuto nel Senza Tempo e Spazio.

Poi è nato.
Ma non ricordava più


La perfetta sintesi di Brian e Catherine

 

...

 


Noemi ft- F. Mannoia

L'amore si odia


 
 
 

Other People

Post n°599 pubblicato il 05 Luglio 2017 da Web_London
 


"Cambia il vento, cambiano i confini
torna sempre quel che se ne va
i giorni del futuro, venuti da lontano
da mille piogge e compleanni fa"

...

Ci sono due tipi di persone:

Le prime, sono quelle di cui mi posso fidare se volessi occultare un cadavere,
e le seconde, quelle che potrebbero essere il cadavere ...

...


LP
Other People

 
 
 

Sguardi, sorrisi, parole, vino freddo in gola, libertà. Sabato sera speciale, quel che vuole prende la città.

Post n°598 pubblicato il 03 Luglio 2017 da Web_London

 


"Che malinconia
provincia di fabbriche e motel
campagna del nord di quasi città
di treni che passano"


...

Dietro gli occhiali da sole
l'uomo disse: "Bella, vieni qui
io posso farti volare, farti diventare ciò che vuoi"

Caso di sospetta simpatia
due armi sapienti gli occhi suoi
American bar di periferia, un mondo di uomini.

Che malinconia
stasera che cerchi compagnia
la breve allegria si sbriciola già
sei solo un giocattolo

(The King)

 

...

 


Quasi città

 

Quasi città
(Valerio Negrini)

Che malinconia
provincia di fabbriche e motel
campagna del nord di quasi città
di treni che passano.

Che malinconia
pensavi: "mi sto buttando via
la grande città che sonno non ha
mi aspetta per vivere"

Dietro gli occhiali da sole
l'uomo disse: "Bella, vieni qui
io posso farti volare
farti diventare ciò che vuoi"

Caso di sospetta simpatia
due armi sapienti gli occhi suoi
american bar di periferia
un mondo di uomini.

Sguardi, sorrisi, parole
vino freddo in gola, libertà
sabato sera speciale
quel che vuole prende la città.

Che malinconia
stasera che cerchi compagnia
la breve allegria si sbriciola già
sei solo un giocattolo.

Scale senza luna casa sua
ti accorgi che sai come sarà
vuoi dire di no, andartene via
ma i muri si muovono.

Che malinconia
buttare le spalle in un tassi
e uscire dal film nell'alba che spia,
di treni che partono.

Viaggio di lentissima agonia
stazione, prigione, nostalgia
di quasi città, che sia come sia,
finestra da chiudere
per provare a non sognare più

 

 
 
 

Punti di osservazione

Post n°597 pubblicato il 30 Giugno 2017 da Web_London
 

 


"Normalmente vediamo solo ciò che ci piace vedere,
tanto che a volte lo vediamo dove non c'è"

(Eric Hoffer)

 

...


Paolo Nutini
Candy


 

 
 
 

Quand'era notte, dentro quella stanza di cose ne ho fatte. Posso farne senza?

Post n°596 pubblicato il 26 Giugno 2017 da Web_London

 

Si sta
Come di giugno
I fichi maturi ancora appesi
L'acqua scorre
Una sigaretta accesa


...

 

Rotolando, Respirando
(V. Negrini)

Il sole è prossimo ormai, il vento corre con me.
Tanti piani sopra il mondo lei sta bene dove sta,
cosa c'entro io con quella gente e con lei?

L'autostrada scorre via, voglio andare a casa mia
cosa c'entro io con quella donna non so
Rotolando verso il mondo respirando l'aria è mia
già in periferia della mia grande città

Con il vestito aperto e le labbra chiuse
io l'ho guardata e vista per quel che è
Quand'era notte,
dentro quella stanza,
di cose ne ho fatte,
posso farne senza?

Il sole è prossimo ormai faccio la gara con lui
vento in faccia e la strada parla con me

...

E il sole sfonda l'orizzonte intero
è come una fionda che colpisce il cielo
E l'aria fischi tra i capelli e il vuoto
nel sangue che picchia dalla pelle al fiato,

e il nuovo giorno è già nato.

...

 


Rotolando Respirando

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

neimieipassiSky_EagleNoRiKo564amistad.siempreSoloDaisymaresogno67nadiaemanuNarciso_AlePaintedonmyheartCartman72RomanticPearlLutero_PaganoatapoWeb_London
 

__________________________________

 


2007
        2008

2009         2010

2011         2012

2013         2014

2015         2016


 

_____________________________

 
 

_____________________________

 

Ultimamente, sul comodino o sparsi un po' in giro ...

...

...

...

 

_____________________________

 

Avviso ai naviganti

...
La porta è aperta

Qui dentro c'è tanto spazio, il posto è grande e ci sono comodi posti a sedere per molti.
Se ci fosse qualcuno, chiunque, che avesse voglia  di regalarci qualcosa di suo da pubblicare qui dentro
me lo faccia sapere tramite la mail che lascio qui sotto.

In piena libertà di pensiero e di fantasia, non servono grandi pezzi di letteratura ma solo qualche pensiero,
qualche opinione, magari un racconto di vita oppure un ricordo.

La mail per inviare i testi è questa: weblondon_blog@yahoo.it

Le Regole
Per le regole (poche ma ben chiare) e lo spirito di questa iniziativa, clicca qui:

________________________________________________________________________________________________

 
 

_____________________________

 

AVVISO AI NAVIGANTI

Questo è solo un Blog.
Non è un panino con il salame e tantomeno la cronaca dei fatti miei.
E' solo un Blog come milioni di tanti altri.
Qualunque cosa ci scriva sopra sono storie vissute da me, a volte frutto di fantasia, altre sono più o meno a metà strada.

Quando invento capita che prenda degli spunti da frasi sentite in giro con le mie orecchie e che mi hanno dato delle suggestioni per raccontare una storia o per esprimere un pensiero.
All'inizio, non lo so mai dove mi porterà il discorso. A volte mi porta così distante da dove son partito che spesso mi perdo. 

Quando nvece scrivo quello che succede a me e alle persone a cui voglio bene è più facile, alla fine ritrovo sempre la strada di casa
Le storie che racconto mi sono realmente accadute o sono accadute alle persone che fanno parte della mia vita e a cui voglio bene
Se succede di racconare di qualche amico e so che legge il blog, la avverto sempre prima, e se le mie parole creano anche un minimo senso di disagio e di imbarazzo, tolgo immediatamente senza pensarci due volte
Il Blog è anonimo ma se la persona di cui parlo si sente a disagio, per me non c'è storia, "Zac", una taglio e buonanotte al secchio, si scrive dell'altro.
Non ho bisogno di conferme e di sopravvivere sulle storie di altri, il rispetto di un uomo verso un altro uomo dev'essere totale, a prescindere, e non a orologeria.

Può capitare che in questo Blog ci metta pezzi scritti in epoche diverse, vecchi Post e testi sparsi dentro il mio pc, e non c'è quasi mai una fedele linea temporale
Vado, come si dice dalle mie parti, alla "cazzo"

Per il resto, mah, può succedere che qualche storia tocchi qualche corda in chi legge, può capitare di condividerla e di sentirla tagliata sulla propria pelle.
Credo sia normale, succede anche a me.
Mi capita spesso di riconoscermi in qualche storia che leggo ma non per questo penso che l'autore abbia scritto quelle cose per me o pensando a me.
Sarebbe solo follia
IO credo solo che in fondo apparteniamo tutti alla stessa specie, viviamo e sudiamo più o meno le stesse emozioni e le cose che ci fanno gioire, che ci feriscono e che ci fanno star male, sono più o meno le stesse per tutti.
Altro non so.