Creato da Web_London il 15/04/2015

Menta & Tabacco

"La città del tango, la città del rock, anime miste nei bar. La città riavvolge trucchi e vanità, non trasformarti anche tu, è questione di pelle e di fidarsi un po', fammi capire chi sei" (T.K.)

 

Quand'era notte, dentro quella stanza di cose ne ho fatte. Posso farne senza?

Post n°596 pubblicato il 26 Giugno 2017 da Web_London

 

Si sta
Come di giugno
I fichi maturi ancora appesi
L'acqua scorre
Una sigaretta accesa


...

 

Rotolando, Respirando
(V. Negrini)

Il sole è prossimo ormai, il vento corre con me.
Tanti piani sopra il mondo lei sta bene dove sta,
cosa c'entro io con quella gente e con lei?

L'autostrada scorre via, voglio andare a casa mia
cosa c'entro io con quella donna non so
Rotolando verso il mondo respirando l'aria è mia
già in periferia della mia grande città

Con il vestito aperto e le labbra chiuse
io l'ho guardata e vista per quel che è
Quand'era notte,
dentro quella stanza,
di cose ne ho fatte,
posso farne senza?

Il sole è prossimo ormai faccio la gara con lui
vento in faccia e la strada parla con me

...

E il sole sfonda l'orizzonte intero
è come una fionda che colpisce il cielo
E l'aria fischi tra i capelli e il vuoto
nel sangue che picchia dalla pelle al fiato,

e il nuovo giorno è già nato.

...

 


Rotolando Respirando

 
 
 

E' proprio quel «qualche modo » che mi preoccupa di te

Post n°595 pubblicato il 25 Giugno 2017 da Web_London

 

 

Lasciatemi così.
Ho fatto tutto il giro e ho capito.
Il mondo si legge all'incontrario.
Tutto è chiaro.

(Italo Calvino)

...

"Prima di entrare nel bosco pensa a trovare anche il modo di uscirne"
"E davvero importante poi uscirne?"
"No, non sempre, solo qualche volta"
"Stai tranquillo e non preoccuparti, se ce ne sarà bisogno ne uscirò, in qualche modo ne esco sempre"
"Già, è proprio quel «in qualche modo » che mi preoccupa di te"

...


Uno dei pezzi più belli di Maurizio Fabrizio


Lisa
Sempre

 
 
 

"Si sente in volo, si sente in corsa, semplicemente né per bene né diversa"

Post n°594 pubblicato il 23 Giugno 2017 da Web_London



"Si sente in volo, si sente in corsa
semplicemente né per bene né diversa
Susanna e basta, cattiva o buona,
è una persona"


...

"Nulla è eterno.
Il caffè si raffredda,
la sigaretta si spegne,
il tempo passa,
le persone cambiano"

(Fernando Abreu)


...


Susanna e basta

(V. Negrini)

Io la guardo e poi, le chiedo: "tornerai?"

Susanna appanna il vetro e scrive: "aspetta"
Qualche volta già lei fece il nido qui,
Susanna se va via non torna in fretta.

Io non parlo più, è tutto deja vu
Susanna un altro viaggio, un'altra attesa
Io non sarò mai randagio come lei
Susanna se va via non chiede scusa.

Si sente in volo, si sente in corsa
semplicemente né per bene né diversa
Susanna e basta, cattiva o buona,
è una persona.

Lei dipingerà ritratti dentro i bar

sarà una gatta al sole, una straniera
c'è chi la vedrà sorridere tra sé
passando a piedi un posto di frontiera.

Si sente in volo, si sente in corsa
senza biglietto di ritorno nella borsa
se fa del male non lo fa apposta.
Susanna e basta.



Pooh
Susanna e basta

 
 
 

E chi lo mette in discussione!

Post n°593 pubblicato il 22 Giugno 2017 da Web_London




"E chi lo mette in discussione!"

Pensandoci, la macchina non ha grandi pretese.
A meno che non te la rubino, se la spegni e lasci in un posto quando poi ritorni la ritrovi sempre lì, l'auto non si muove da sola
Con le donne, invece, questo, (per ora ... ^_^) non è proprio possibile.
(e soprattutto, se ti rubano l'auto te ne accorgi immediatamente mentre se ti "rubano" la donna ...
beh, con loro hai voglia te ad accorgetene subito!)



...

 
Zucchero
Baila Morena


 
 
 

"E mi torna di te un bisogno silenzioso"

Post n°592 pubblicato il 21 Giugno 2017 da Web_London

 

 "Somiglia un po' a te nel disegno del sorriso,
e mi torna di te un bisogno silenzioso"

 

...

 

Tutti abbiamo dei desideri che preferiremmo non svelare ad altre persone
e desideri che non ammettiamo nemmeno di fronte a noi stessi.

(Sigmund Freud)

...



Emma Marrone
Calore

 

 
 
 

Promosso!

Post n°591 pubblicato il 19 Giugno 2017 da Web_London
 

 


Promosso!

Anche se in condotta non si va più in la di un otto, ce l'abbiamo fatta.

Promosso!

E chi se lo aspettava ... Evvai!

"Comunque sia, quell'otto in condotta non è mica bello sai ..."
"Ma papi. il primo quadrimestre avevo sette!"
"Ecco, appunto ..."


 

...


Big Data feat Joywave
Dangerous

 

 
 
 

La logica delle calze nere

Post n°590 pubblicato il 17 Giugno 2017 da Web_London
 

 


"con la tua logica delle calze nere"
(V. Rossi)


Lascia pure che alcune persone
mi giudichino per come sembro.
In fondo, per alcune,
non è necessario sappiano chi sono.


...

Ci si può anche atteggiare a ciò che ci piace(rebbe) di più,
ma ciò che alla fine conta è sempre, e solo, la credibilità.

 

...

 


Vasco Rossi
Brava

 
 
 

L'oracolo de' noantri ... ma che palle però!

Post n°589 pubblicato il 15 Giugno 2017 da Web_London
 

 

«Ti avverto Uomo, chiunque tu sia o appaia.
Oh tu Uomo che desideri sondare gli Arcani della Natura e toccare i grandi e oscuri segreti di Signora madre terra, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori.
Se tu Uomo ignori le meraviglie della tua dimora, come pretendi di trovare in fondo al pozzo la luce di altre meraviglie? In ogni Uomo si trova occulto il Tesoro degli Dei, la lama del Potente, la lingua affilata del Serpente.
Oh Uomo che voli, conosci te stesso e conoscerai l'Universo e gli Dei».

(l'oracolo de' noantri)

 

Amen ...


 

E che Palle però!
Ma davvero c'è gente in giro chi parla e che scrive così?

Per carità, io qui dentro pubblico tutto quello che mi arriva, anche di chi non conosco, senza modificare nulla,

però ....

però poi non ci si venga a lamentare se si viene presi per il culo, eh!

 

...



Tori Amos
Cruel

 
 
 

"Quante maschere indossi?" di presente_indicativo

Post n°588 pubblicato il 14 Giugno 2017 da Web_London
 

 

Nei giorni scorsi Presente_indicativo mi ha inviato un breve post

Benone, da qualche settimana in questo Blog mancava qualcosa di diverso dalle solite cazzate
Ringrazio e la pubblico volentieri

Oggi questo Blog è un po' anche suo

Ola

...

Quante maschere indossi?
di presente_indicativo

 

Quante maschere indossi?
E' un'accortezza inutile se si desidera danzare o stare fermi nello spazio autentico dell'anima quando non ha niente da provare o contestare.

Mettiti comodo.

Perché avere paura di essere immenso, indicibile e calmo?
Perché affannarsi continuamente?
Perché inseguire la propria assenza?

Non ci sono mete.
C'è il viaggio e la stasi a farcelo apprezzare.

...


The time of waiting

 
 
 

Fidati, è così

Post n°587 pubblicato il 13 Giugno 2017 da Web_London

 

 

"Ma davvero noi siamo tutti così?"
"Anche peggio!"
"Dici?"
"Anche peggio. Fidati, è così"

 

...


Zucchero

Il mare impetuoso al tramonto...

...

Voglio vederti toccare
seduta nel bar
Oppure davanti all'altare
a un passo da me

E sentirai la mia pelle
ovunque tu sarai
sulla tua pelle
sulla tua pelle

Il mare impetuoso al tramonto
salì sulla luna e dietro una
Tendina di stelle ...
Il mare impetuoso al tramonto
Salì sulla luna e dietro una
tendina di stelle ...

Voglio vederti ballare, oddio non resisto
Voglio vederti godere, oddio non resisto
Oddio non resisto!

(Zucchero "Sugar" Fornaciari)

 

 
 
 
Successivi »
 

__________________________________

 


2007
        2008

2009         2010

2011         2012

2013         2014

2015         2016


 

_____________________________

 

ULTIMI COMMENTI

 

_____________________________

 

Ultimamente, sul comodino o sparsi un po' in giro ...

...

...

...

 

_____________________________

 

Avviso ai naviganti

...
La porta è aperta

Qui dentro c'è tanto spazio, il posto è grande e ci sono comodi posti a sedere per molti.
Se ci fosse qualcuno, chiunque, che avesse voglia  di regalarci qualcosa di suo da pubblicare qui dentro
me lo faccia sapere tramite la mail che lascio qui sotto.

In piena libertà di pensiero e di fantasia, non servono grandi pezzi di letteratura ma solo qualche pensiero,
qualche opinione, magari un racconto di vita oppure un ricordo.

La mail per inviare i testi è questa: weblondon_blog@yahoo.it

Le Regole
Per le regole (poche ma ben chiare) e lo spirito di questa iniziativa, clicca qui:

________________________________________________________________________________________________

 
 

_____________________________

 

AVVISO AI NAVIGANTI

Questo è solo un Blog.
Non è un panino con il salame e tantomeno la cronaca dei fatti miei.
E' solo un Blog come milioni di tanti altri.
Qualunque cosa ci scriva sopra sono storie vissute da me, a volte frutto di fantasia, altre sono più o meno a metà strada.

Quando invento capita che prenda degli spunti da frasi sentite in giro con le mie orecchie e che mi hanno dato delle suggestioni per raccontare una storia o per esprimere un pensiero.
All'inizio, non lo so mai dove mi porterà il discorso. A volte mi porta così distante da dove son partito che spesso mi perdo. 

Quando nvece scrivo quello che succede a me e alle persone a cui voglio bene è più facile, alla fine ritrovo sempre la strada di casa
Le storie che racconto mi sono realmente accadute o sono accadute alle persone che fanno parte della mia vita e a cui voglio bene
Se succede di racconare di qualche amico e so che legge il blog, la avverto sempre prima, e se le mie parole creano anche un minimo senso di disagio e di imbarazzo, tolgo immediatamente senza pensarci due volte
Il Blog è anonimo ma se la persona di cui parlo si sente a disagio, per me non c'è storia, "Zac", una taglio e buonanotte al secchio, si scrive dell'altro.
Non ho bisogno di conferme e di sopravvivere sulle storie di altri, il rispetto di un uomo verso un altro uomo dev'essere totale, a prescindere, e non a orologeria.

Può capitare che in questo Blog ci metta pezzi scritti in epoche diverse, vecchi Post e testi sparsi dentro il mio pc, e non c'è quasi mai una fedele linea temporale
Vado, come si dice dalle mie parti, alla "cazzo"

Per il resto, mah, può succedere che qualche storia tocchi qualche corda in chi legge, può capitare di condividerla e di sentirla tagliata sulla propria pelle.
Credo sia normale, succede anche a me.
Mi capita spesso di riconoscermi in qualche storia che leggo ma non per questo penso che l'autore abbia scritto quelle cose per me o pensando a me.
Sarebbe solo follia
IO credo solo che in fondo apparteniamo tutti alla stessa specie, viviamo e sudiamo più o meno le stesse emozioni e le cose che ci fanno gioire, che ci feriscono e che ci fanno star male, sono più o meno le stesse per tutti.
Altro non so.