Creato da Web_London il 15/04/2015

IlBanditoelaPuttana

«E' l'istinto quando si impone, è la verità quando diventa brutale» W.L.

 

Ehi Web, come va la dieta?

Post n°648 pubblicato il 17 Gennaio 2018 da Web_London
 


Ehi Web, come va con la dieta?

 

...


Che pezzo ...


Sixteen Tons
(Cover)
Merle Travis, 1946

 
 
 

"Invece del brutale elettroshock di una scopata e via. E' così, vero?"

Post n°647 pubblicato il 15 Gennaio 2018 da Web_London


"Come scintille di un falò"

...

Lei è una donna che ho conosciuto in questi ultimi anni, da quando ho cominciato a frequentare delle persone nuove con cui ogni tanto mi vedo.
Tra la gente mi capita di incontarla e ogni volta che l'osservo glielo leggo sempre chiaro in faccia, esattamente come la prima volta in cui me l'hanno presentata.
E' una donna che sa incantare i marinai, apparentemente è sempre sulla cresta dell'onda, bella quanto basta per ottenere quel che vuole senza far troppa fatica e a tratti presa a modello come fosse una Dea.
Tutto questo fino a quando cominci a conoscerla un po' meglio.
Poi è l'abisso e partono ripetuti e sorpresi "non potevo crederci", ... "ma io non pensavo" ... "ma tu come facevi a saperlo" da chi fino a poco prima ne era rimasto abbagliato.

"Web parla poco ma ha la vista lunga" ha detto Tiziano ad una mia amica l'altro giorno.
Beh, che io parli poco questo è tutto da vedere e da dimostrare e sinceramente non so a cosa si riferisse Tiziano con quella frase e la mia amica non me l'ha saputo dire.
Generalmente, io me ne sto per i cazzi miei e non mi intrometto nelle beghe altrui fino a quando non pestano i piedi a me o alle persone a cui voglio bene. Allora intervengo a modo mio.
Solamente la mia amica Francesca sa come la penso, le ho detto quello che pensavo in tempi non sospetti, quando l'incantesimo di quella donna era arrivato al suo zenith e a me, invece, tutti
gli allarmi suonavano all'impazzata
A volte penso che non avrei dovuto dire niente nemmeno a lei, forse non in quel momento
Ma alla Francesca ci tengo, è una pura e non mi andava che fosse presa per il culo e restasse ferita da una opportunista qualunque
A Tiziano, invece, non ho detto nulla anche se, da quello che ho capito,
credo che in questi ultimi mesi se ne sia accorto pure lui

Perché lei è una donna che appartiene a quel cielo che quando lo raggiungi pensi di aver toccato il paradiso con un dito e un minuto dopo, senza rendertene conto ti ritrovi invece a cadere dentro un arido e tossico buco nero.
Fa parte di un'altra costellazione, che non ha niente a che fare con il calore, l'empatia e la comprensione che a parole lei dichiara di saper provare e saper dare, ma appartiene a quel tipo di persona che si nutre dell'energia altrui, togliendola a chi dimostra di volerle bene e succhiandola avidamente per restare in vita.
Lei non esiste e non ha altri riferimenti se non in funzione di se stessa e di quello che le persone pensano di lei, si nutre da quello che toglie agli altri, con l'illusoria convinzione di essere lei a dare qualcosa in cambio.
Soprattutto lei.
Ma non è così, lei non dà nulla se non ha niente da prendere in cambio da te e la differenza tra quello che prende e quello che da è sempre e solo a suo favore
Pochi se ne accorgono perchè il suo sorriso sa dissimulare bene le voragini e i buchi del cuore che abitano dentro di lei ma poi, quando succede di risvegliarsi e di sentire la sua vera essenza, è sempre troppo tardi per tornare indietro senza ritrovarsi con qualche ferita addosso.
E' inevitabile ma è sempre cosi
Un giorno ha scritto un messaggio ad una sua amica parlando di me. Ho saputo di quel messaggio e la mia amica è rimasta a dir poco sorpresa quando le ho detto invece cosa io pensavo di lei
All'inizio ci è restata pure male che la pensassi così ma a distanza di qualche tempo si è resa conto anche lei che probabilmente, in quel caso, non parlavo alla cazzo

Poche sere fa, ai bordi di una cena, incredibilmente mi è capitato di scambiare qualche parola con quella donna

"Ma tu cosa vuoi da lui?"
"A questo punto non lo so più nemmeno io, Web"
"Sembra anche a me"
"Forse vorrei solo ..."
"Forse vorresti solamente aver la possibilità di parlargli"
"Probabilmente si"
" ... invece del brutale elettroshock di una scopata e via. E' così, vero?"
Mi guarda con aria interrogativa e non capisco se ha riconosciuto la citazione oppure no
"Ma ..."
"Sarebbe inutile sai, tanto poi, lui comunque non sarebbe mai tuo"
Mi guarda sorpresa e per un momento ha aperto la bocca come volesse replicare alle mie parole
Un istante dopo, però, ho avuto la netta l'impressione che ci avesse ripensato e mi ha detto solamente:
"Io non ti piaccio, vero Web?"
"No"
"L'avevo capito"
"Certo che l'avevi capito"

So che nemmeno io le piaccio ma è troppo ipocrita e piena di sè per dirlo apertamente.
Ed è opportunista al punto giusto da sapere che se cominciasse a sparlare anche di me probabilmente perderebbe di botto un'amica, forse due, a cui tiene molto e di cui ha un bisogno folle per poter brillare ancora di luce riflessa
Lo farà, lo farà, sparlerà anche di me appena avrà finito di farlo di altri, non potrà esimersi di farlo perché è una sua prerogativa farlo, è più forte di lei.
Ma non lo farà adesso, ci scommetto una mano.
Adesso non può permetterselo, avrebbe troppo da perderci.
Lo farà anche se a me, sinceramente, a questo punto della mia vita, non me frega niente.

E quando avrà finito il giro, quando tutti se ne saranno accorti e l'avranno allontanata da sé, per lei sarà l'ennesima tabula rasa della sua vita, ancora una volta avrà bruciato il suo presente lasciando dietro di se solo un mucchio di cenere a disperdersi senza lasciar nulla che valga la pena di restarei nei ricordi suoi e delle persone che le hanno in qualche modo voluto bene
Inevitabile, ma è cosi

...

 



 

 
 
 

Dentro il frigorifero

Post n°646 pubblicato il 10 Gennaio 2018 da Web_London
 

 

 

Quando capito a casa di qualcuno con cui sono in confidenza c'è una cosa che mi attrae e mi incuriosisce sempre
A parte guardarmi in giro, osservare quali libri ci sono, gli oggetti e i quadri alle pareti, la vera calamita è per me il frigorifero.
Aprire e osservare cosa c'è dentro un frigorifero è come entrare in una delle aree più intime di chiunque, una cosa da non fare assolutamente mi hanno detto una volta
Ma che cosa ci posso fare, aprire un frigorifero è per me una tentazione irresistibile, è come entrare in un mondo privato in cui l'accesso è riservato solo a chi abita in quella casa
Se sono in confidenza ci posso anche mettere il naso dentro anche se mi rendo conto che non è una cosa che si possa fare sempre
Ma quando posso, ... quando posso e ho il permesso di farlo non mi tiro mai indietro!

Questo è il mio di ieri, dentro il vostro invece, se ci mettessi il naso dentro, cosa ci troverei?

 


 

...

 


Mina
Ma che bontà

 
 
 

«Forse abbiamo avuto buona sorte o il coraggio ha fatto la sua parte ... »

Post n°645 pubblicato il 28 Dicembre 2017 da Web_London


"Mi hai rimesso nel piatto le passioni perdute
mi hai levato di dosso le stagioni sbagliate.
Sono miracoli che non ritornano
e questo io lo so"

(T.K.)

....

"Posso farti una domanda?" le chiedo da sotto le copertine, qualche tempo fa
"Dimmi"
"Tu credi alla poligamia? ... Che ne dici, eh?"
L'Orsetta, mi guarda strana e sta zitta.
Ci pensa in silenzio quasi un minuto e quando apre bocca mi spiazza completamente, rovesciando improvvisamente ogni cosa a suo favore
"Come no! Te ti tengo per il sesso e poi mi trovo un altro per andare alle mostre e ai musei"
"COSA???" rispondo io tirandomi immediatamente su e liberandomi dalla coperta
"Sisi, te ti tengo solo per il sesso e un altro per tutto il resto"
"Io per il sesso e un altro per le mostre e i musei?!?!?
Ma perdio, e che sono io, una CAPRA ?!?!?!"
"Ahahahahahah!!"

Si è messa a ridere (LEI!) così forte da farle scendere le lacrime agli occhi
Quando l'Orsetta ride così è sempre una meraviglia ad occhi aperti, e se fossi un cane, sapete cosa farei in quei momenti lì?
Semplice, scodinzolerei ... Bau-Bau !!

(Buon Anniversario)

...


Luciano Ligabue
Viva

 

 
 
 

Ogni tanto l'Orsetta mi chiede del blog ...

Post n°644 pubblicato il 15 Dicembre 2017 da Web_London

 

Ogni tanto l'Orsetta mi chiede del blog.
Non che ci passi tutti i giorni, questo no, ma ogni tanto lo fa e mi chiede qualcosa
Di solito entra con le mie password, va in giro a curiosare e lascia dei commenti nelle bozze di cui io mi accorgo solo dopo qualche settimana
Quando legge il blog ha sempre qualcosa da ridire, non vi dico quante me ne ha dette per il precedente post sul Burlesque anche se, mi ha confessato dopo, si è molto divertita a leggerlo, le cose scritte son vere e lei sa che sono andate davvero così

Mi ha chiesto chi è la persona che ha fatto il primo commento e lì è stato  difficile spiegarle chi è Augusto, al quale dedicai un post mesi fa
Certo, nell'ultimo post ci è andato un po' pesante ma lui è fatto a modo suo, o lo si prende così com'è oppure lo si lascia andare.

Ogni tanto mi domanda chi sono le persone che passano per di qua e lasciano qualche commento, mi chiede se vi conosco
"Come no!" le dico, "Quella è Furetto con cui dobbiamo prima poi organizzare un ritrovo insieme all'altra amica, è quella lì vedi, la Fiorentina, di cui ti ho parlato spesso"
"Ah si, Furetto e la Fiorentina, è vero"
"E quell'altra è la loro amica, quella che io chiamo "La Capa Moon"
"Ok"

"E poi c'è quella lì, lei è così innamorata di suo marito e di suo figlio che è una forza della natura"
Confesso che è dura spiegare chi siete a qualcuno che vede solo il vostro nick
Un giorno mi ha chiesto chi era una delle mie visitatrici e io l'ho descritta così:
"Lei ha in casa più 100 alberi di ciliegie"

Adesso basta che le dica: "quella delle ciliegie" e capisce subito di chi parlo.
"E quella?"
"E' quella con cui ci scambiano ogni tanto qualche WathsApp e compie gli anni lo stesso giorno in cui li compio io"
"Che confusione Web"
"Eh già"
E così via per ogni nick che passa un po' più di frequente da queste parti
"Quello è un Fisico, un Fisico vero" ... "quella non la conosco" ... "quella l'abbiamo conosciuta al cenacolo, ti ricordi?" ... "quella è la Sister con cui sono stato in vacanza assieme anni fa, io e il mio ometto e lei con il fidanzato" ... "quello è Rosario che hai conosciuto anche te e con cui dobbiamo sempre organizzare una cena"
Insomma, un po' alla volta le spiego a modo mio chi siete

Sono sicuro però, che la volta successiva che le capiterà passare sul Blog me lo chiederà di nuovo, perché succede così; chi non ha un blog, e non è qui dentro, fa un po' di fatica ad associare una figurina ad una persona reale che tra l'altro non conosce, diventa sul serio un'impresa improponibile
E' stato più facile quando le ho raccontato che dopo tanto tempo è ricomparsa una delle amiche che avevamo incontrato nel nostro viaggio Roma qualche anno fa e con cui è ancora in contatto su Facebook.

L'Orsetta è più "social" di me; con le persone che abbiamo conosciuto, su Facebook ci parla più lei di me, io sono ancora fermo agli sms o alla più sbrigativa telefonata.
Su WhatsApp poi, è iscritta a una serie infinita di gruppi di amici
L'Orsetta con questi trabiccoli qui intrattiene rapporti con gente che ha conosciuto in ogni parte del mondo, mentre io invece uso Facebook solo per ricordarmi dei compleanni degli amici
Forse perché è una donna? Mah, non lo so, a me queste cose stancano da morire, non ci sto dietro mentre, al contario di me, lei è superatttiva
Che si l'età incombente che avanza?
La mia, intendo?
Naaaaa, confermo, è perché lei è una donna e lo sappiamo tutti quanto alle donne piaccia chiacchierare! .... ^___^
(eheh, ...)

Mi ricordo un'episodio
Un giorno, mi è "per caso" capitato il suo telefonino tra le mani e chissà come,
sempre "per caso", si è improvvisamente aperto su WhatsApp.
Me lo sono trovato tra le mani e "ho dovuto" per forza leggere qualcosa
, non è che lo volessi, eh, ma si è aperto proprio quando lo avevo in mano io ...
A quel punto, ditemi voi, che altro dovevo fare?
E' colpa mia se me lo sono ritrovato nelle mani e si è aperto da solo? ... ^_^

"Controvoglia", ho gironzolato e leggiucchiato un po' in giro e, leggendo qua e la, ho scoperto un mondo, il mondo "social" dell'Orsetta, iscritta a decine di gruppi di amici e in collegamento con un sacco di gente
Confesso, ci sarebbe voluto una giornata intera ma, purtroppo, dopo cinque minuti con la testa che mi già girava ho deciso di mettere giù, proprio nel momento in cui, sempre per "caso", stava arrivando lei
(che coincidenza eh!, una pura coincidenza ... ^_^)

Cinque minuti dopo la chiama un'amica, lei risponde e io la sento dire:
"Online? ... Io online?? Io non ero online dieci minuti fa ..."
A quel punto alza gli occhi e mi guarda con aria interrogativa.
Guarda me e continua a parlare al telefono con la sua amica
(Ma non poteva farsi i cazzi suoi?!?!)
"Si, si, ti assicuro che non ero io .... chi era? ... io non lo so chi era ..."

E intanto continua a guardarmi, sempre con aria più minacciosa ...
(Ahi, ahi, ...)
Poi, tra le due donne arriva la sentenza:
"Era di sicuro Web che smanettava con il telefono"

dice alla fine all'amica fissandomi come mi volesse dire: "Aspetta che quando metto giù chiariamo subito sta cosa".
Conoscendo con chi stava parlando, ho il sospetto che dall'altra parte l'amica sia inorridita al solo pensiero che qualcuno potesse guardare dentro il suo telefonino
e abbia gettato un camion pieno di benzina sul fuoco.
L'Orsetta, intanto, mi guardava come farebbe una tigre affamata quando studia la sua preda e ne sente forte l'odore mentre la preda (cioè io) sta cercando velocemente una via di fuga per salvarsi
Qualche minuto dopo, mette giù il telefono
"Eri tu?"
"......"
"Eri tu?"
"Si..."
"Web!!!!!!"
"Dai, ero curioso"
E come in un film, l'Orsetta, in sequenza fa lo sguardo minaccioso poi mi fissa in silenzio, poi un mezzo sorriso, ... un tre quarti di sorriso e alla fine, finalmente, ... sorride!
(scampata! .... )

Mi sono vergognato?
Assolutamente no.
Si è arrabbiata?
Nemmeno si è scomposta più di tanto.
Della cosa non ce ne siamo preoccupati per nulla, son cazzate, il mio, il tuo, non esiste proprio, ci sono cose più importanti in questa vita
Lei può (e lo fa, eccome se lo fa ...^_^) metttere il suo nobile nasino sulle mie cose e io lo trovo assolutamente normale anzi, mi fa pure piacere, come posso farlo io con le sue anche se per inteso, almeno ufficialmente, io non lo faccio! Nononono, io non lo faccio mai!! ...

Scherzi a parte, faccio davvero tanta fatica a pensare che l'Orsetta non possa leggere cosa c'è dentro il mio telefono e il mio profilo, che sia Facebook o il Blog, e io fare altrettanto nel suo.
In genere a me piace conservare sempre tutto; a rileggere i vecchi sms è come salire sulla macchina del tempo, fare un salto indietro di almeno dieci anni e poi ripercorrerlo in avanti giorno dopo giorno, sms dopo sms, fino ad oggi.
Se lo facesse mi farebbe piacere, e se lo facessi io con lei penso altrettanto

Poi è normale, su questa cosa ci si gioca un po' a fare gli scandalizzati, si scherza sul nostro diritto alla privacy del "questo è mio" e "questo è tuo" e ci si prende in giro.
Ma è solo un gioco delle parti, in fondo né io e né lei, (credo ... ricordiamolo, è sempre una donna ... ^_^) abbiamo dei segreti così grandi da non voler e da non poter condividere.
Ogni cosa ha perso quell'antico e profondo "diritto di appartenenza", e quel senso così radicato del "questo è mio" e "questo è tuo".
Non ricordo quando è successo, forse già dai primi mesi in cui ci siamo incontrati o forse in tempi più recenti, mi viene in mente solamente che una mattina mi sono svegliato dalla parte diversa del mio letto e mi sono reso conto che era così.

...



James Blunt
Best Laid Plans

 

 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

estinetteeje_est_un_autreandrix110367animaqualunquepa.ro.leregalamiancoraunsognfuoco.e.cenereWeb_Londonciaobettina0neimieipassiarw3n63NoRiKo564Estelle_kdominjusehellah