JAPAN WORLD

Film, Musica, Manga e Anime MADE IN JAPAN

 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

AREA PERSONALE

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

aldenamorellino0cosimogiannattasio58grigioni0tokiotelinapaolinorusso91Erica.Flavale_fabi87bernie610luiginagenovesibabby.79amendunimassiJill1990andre313oneboyonegirl
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

MUSICA GIAPPONESE

Post n°17 pubblicato il 24 Agosto 2008 da sweet892

La musica giapponese racchiude molti generi diversi, il Giappone moderno annovera una larga schiera di artisti i cui interessi spaziano dal ROCK giapponese alla musica pop (da qui si intuisce la forte influenza del mondo occidentale).

La particolarità del Pop Nipponico è data da un’infinità di brani i cui testi presentano un miscuglio tra lingua Giapponese e Inglese (vedi Olivia Lufkin).

Ma la musica giapponese è famosa in tutto il mondo anche perché essa si collega spesso a rituali legati alla cultura, alla letteratura ed alla danza del paese, infatti, la musica e il teatro sono elementi importanti, nonché basilari, della tradizione giapponese.

Per quanto concerne la musica classica, in Giappone ci sono numerosissimi generi di musica classica come il sho-myo (声明) o musica buddista salmodiata e il gagaku (雅楽) genere di musica orchestrale di corte.

Il gagaku era un tipo di musica classica che veniva eseguita alla corte Imperiale, essa si divide in due grandi gruppi: kangen (musica strumentale) e bugaku (danze accompagnate da gagaku).

In Giappone, come in ogni altro paese, è presente una forte corrente tradizionalista legata alla musica folcloristica (民謡 min'yō), le cui canzoni si raggruppano in quattro grandi categorie: canzoni sul lavoro, canzoni religiose (come il sato kagura, una forma di musica shintoista), canzoni per l'intrattenimento, come nei matrimoni, funerali e feste (matsuri e specialmente obon) e canzoni per bambini warabe uta.

Quando il Giappone si indirizzò verso la democrazia rappresentativa, i politici assunsero dei cantanti al fine di vendere delle copie delle loro canzoni che diffondevano le idee da loro portate avanti.

Ciò diede il via allo sviluppo di una forma di ballata chiamata enka, che però perse popolarità verso gli anni settanta.

La musica occidentalizzata è denominata kayōkyoku.

Più tardi negli anni cinquanta, il tango ed altre musiche latino-americane, specialmente cubane, diventarono molto popolari nell'impero del sol levante.

Successivamente negli anni sessanta i gruppi giapponesi iniziarono ad imitare i Beatles, Bob Dylan ed i Rolling Stones assieme al rock, al mod ed a generi similari.

Questo stile fu definito Group sounds: nascono il J-POP e il J-ROCK.

Dalla fine degli anni '80 si sviluppa in Giappone un fenomeno musicale originale e caratteristico che prende il nome di VISUAL KEY (ヴィジュアル系, Bīshuaru kei, "stile visuale")uno stile musicale del tutto inedito, che concentra molteplici generi musicali ed è caratterizzato da un look estremamente vistoso e ricercato nei vestiti, nelle acconciature, nel trucco e nell'atteggiamento

 
 
 

La musica dei Giovani

Post n°20 pubblicato il 24 Agosto 2008 da sweet892

J-Rock

Il J-Rock è un genere musicale molto seguito attualmente nella cultura nipponica.L'arrivo del rock psichedelico causò in Giappone la realizzazione di un nuovo genere musicale contrario al look esibito dai rockettari europei ma con uno stile musicale che si avvicinava molto a quello dei più noti esponenti rock a livello mondiale. All’interno del J-ROCK ritroviamo il Visual kei.

Questo genere nacque alla fine degli anni Ottanta in Giappone.

Il visual kei è il genere più distintivo all'interno del J-ROCK, sia perché unico e particolare nel panorama mondiale sia perché molti gruppi che ne fanno parte hanno ottenuto successo anche nel resto del mondo.

Agli inizi del 2000, però, nasce una sottocategoria del Visual kei, chiamata Oshare kei("stile alla moda"), i cui componenti sono in larga parte giovani, il suo stile musicale molto più allegro è contraddistinto da aspetto esteriore molto complesso, colorito e ricco di dettagli.

J-Pop

J-Pop comprende molti generi di musica pop, come la musica dance, e l'hip hop, ma anche il soft rock e il soul. Nel j-pop è palese l’ascendente della musica occidentale, europea e nordamericana.

La musica j-pop è parte vitale ed indispensabile della cultura giapponese.

Attraverso le serie tv, gli spot e gli anime viene diffuso questo genere musicale e in tal modo si crea un busness secondo, nel mondo, solo a quello statunitense.

 
 
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 25 Agosto 2008 da sweet892

yuna ito
Grafica con effetti glitter

 
 
 

Post N° 24

Post n°24 pubblicato il 25 Agosto 2008 da sweet892

miyavi
Grafica con effetti glitter di Myspace

 
 
 

OLIVIA LUFKIN

Post n°25 pubblicato il 26 Agosto 2008 da sweet892

Nata a Okinawa il 9 Dicembre del 1979.

A 16 anni entra a far parte del gruppo D&D (Dance & Dream) con Aya Uehara e Chikano Higa.

Nel ‘96 esce il loro primo singolo In your eyes, a cui seguiranno altri 4 singoli (Love is a Melody,Sunshine Hero,Shape up love,Brand new love) e un album di debutto: Love is a Melody - D&D Memorial 1st.

Successivamente all’uscita di questo album, il gruppo si scinde in due parti: Olivia continua a cantare da solista e le altre 2 ragazze fondano il duetto Aya&Chika.

Ai mondiali di calcio del 1998 viene scelta per cantare la canzone Together Now e nel ‘99 pubblica i primi due singoli I.L.Y. - yokubou e re-ACT scritti da Komuro.

In seguito pubblica il singolo Dear Angel composto interamente da lei: questo singolo consacra il suo talento di compositrice!

Nel 2000, finalmente, pubblica il suo primo album Sinchronicity.

Dopo l'uscita di 3 mini-album (Merry & Hell Go Round, Comatose Bunny Butcher e The Return of the Chlorophyll Bunny) Olivia pubblica un secondo album: The Lost Lolli.

Nel 2006, dopo quasi due anni di assenza dal palinsesto musicale, viene annunciato il suo ritorno con la composizione della sigla finale dell'anime di Nana. Così il 28 giugno 2006 esce il singolo A little pain, che sarà seguito dal singolo Wish/Starless Night.

Durante il concerto al PMX in America, annuncia la data del suo prossimo mini-album: The Cloudy Dreamer, previsto per il 17/01/2007, questo verrà promosso dall'uscita del nuovo video:Stars Shining Out.

Il 28 febbraio invece lancia l'album “OLIVIA inspi' REIRA (TRAPNEST)”, che contiene canzoni come Recorded Butterflies, Shadow of love e Rock You.

"Non ho mai avuto dubbi, ho sempre saputo di voler essere una cantante. Senza il canto non posso essere felice"

Intervista ad Olivia
tratta da Cookie 5 - 2006


D: Stavolta non è Olivia a cantare, ma Reira. Che effetto ti fa?

R: E' forte. Mi sembra di tornare a quando avevo 20 anni e mi sentivo come una carta bianca, con la sola voglia di mettere alla prova le mie capacità artistiche.

D: Nel manga Reira è raffigurata come una cantante "divina" dotata di un talento naturale fuori dal comune. Tu come hai cominciato a cantare?

R: Fin da piccola, dove c'era un palcoscenico c'ero io sopra (ride). Mi è sempre piaciuto cantare.

D: Hai una voce acuta e chiara, fare la cantante è sempre stata la tua unica aspirazione?

R: All'inizio cantavo senza pensare a nulla, poi, avrò avuto dieci anni, mi sono accorta delle mie potenzialità. Per la prima volta ho pensato "che bella voce che ho!" (ride). Anche gli altri non facevano che lodarmi...diciamo che, più che aspirare a fare la cantante, io mi sentivo già cantante (ride). Ho anche fatto parte di un coro, ho fatto gospel, jazz e musical.

D: Di solito scrivi sia i testi che le musiche per le tue canzoni...

R: Yes! Ci sono momenti in cui penso: vorrei che esistesse un pezzo così... e da lì parte l'idea. Comunque mi piace cantare anche canzoni non scritte da me.

D: Cosa senti di avere in comune con Reira?

R: Quando ho cominciato a vivere qui (Olivia si riferisce al Giappone, dopo vari spostamenti a causa del lavoro del padre si è stabilita a Okinawa poco prima del suo debutto, nel 99. NdArashi) per me era dura. Non capivo quasi per niente la lingua e l'unico momento in cui mi sentivo potente, in cui potevo riscattarmi dalla mia solitudine, era quando stavo sul palco. Anche Reira deve aver vissuto qualcosa di simile. In questo la sento molto vicina a me. Se non cantassi mi perderei completamente. Non posso essere felice se non cantando. Ho un pò paura per questo.

D: Parliamo ora di 'A little pain', l'ending dell'anime. Quale immagine vuoi dare?

R: Penso a qualcosa di "dreamy", di trasognante. Come un uccellino che, per il freddo, si fa piccolo piccolo e le piumette intorno al collo vengono mosse dolcemente dal vento...per me la musica non è qualcosa di allegro, ma nemmeno di triste. E' un'emozione che sta in mezzo...è difficile da esprimere a parole.

D: Ma si può esprimere cantando...

R: Già.

D: Siamo giunti alla conclusione, un messaggio per i lettori?

R: Penso che questo brano abbia tante chiavi di lettura. Sarei felice se riuscisse a trasmettere le varie sfaccettature di Reira, le sua forza come le sue debolezze.

 

A LITTLE PAIN

 

HOLLY


 
 
 

YUNA ITO

Post n°26 pubblicato il 26 Agosto 2008 da sweet892

Yuna Ito nasce nel 1983, a Los Angeles (U.S.A) da madre Coreana e padre Giapponese.

Dopo il diploma della scuola superiore si reca in Giappone con il padre e nel 2005 partecipa all'audizione per interpretare la vocalist dei Trapnest, Reira, nel film NANA.

Grazie a questo ruolo esce il suo primo singolo, "ENDLESS STORY", parte integrante della colonna sonora del film
Il secondo singolo di Yuna, Faith/Pureyes, esce molto tempo dopo, nel marzo 2006.

Faith viene usata come ending del dorama "Unfair", mentre Pureyes viene utilizzata nella pubblicità delle lenti a contatto Bioclen Zero.

Nonostante l’ingresso delle canzoni nel TV-System, Faith e Pureyes non ebbero il successo ottenuto da ENDLESS STORY.
Il terzo singolo della Ito è quello che ottenne maggior successo dopo ENDLESS STORY: Precious venne usata come canzone principale per il film "LIMIT OF LOVE ~Umizaru~".

Precious vendette quasi 200.000 copie, e divenne la quinta canzone più scaricata legalmente alla fine del 2006 in Giappone.

 Nell'agosto 2006 venne annunciato il progetto composto dai due singoli: Losin' e Stuck On You, la quale fu usata per una pubblicità della Daihatsu.

A novembre dello stesso anno viene reso noto il secondo singolo di Yuna per il film NANA : TRUTH. Nonostante l'apparizione nel film, TRUTH non sarà una hit al livello di Endless Story: infatti venderà appena 40.000 copie.
L'inverno 2006 vede l'uscita del primo album di Yuna, HEART.

Heart raggiunge un sconcertante primo posto nelle Oricon Charts e nelle United World Charts e  comprende tutti i singoli precedentemente usciti eccetto Stuck on You e Losin'.

Con Heart, Yuna si allontana dallo stile pop per approcciarsi ad uno stile molto soft.
Dopo il successo ottenuto con il suo primo album, Yuna torna nel 2007 con un nuovo singolo: I'm here, questo è anche il tema del film di Unfair, il dorama per cui Yuna aveva cantato l'ending all'inizio del 2006.

TRUTH - 伊藤由奈

 
 
 

MIYAVI

Post n°27 pubblicato il 26 Agosto 2008 da sweet892

Miyavi nasce il 14 settembre 1981 a Hyogo, regione del Kanto, in Giappone.

Trascorre la gioventù e l'adolescenza nella sua regione natìa giocando a calcio, fino al momento in cui, a seguito di un incidente, lascia lo sport per dedicarsi alla musica, imbraccia quindi la chitarra deciso a sfondare come musicista, ma i primi tempi sono però piuttosto animati poiché li trascorre passando da una band all'altra.
Nel
1998, con lo pseudonimo Miyabi (
: "eleganza"), entra nella BAND INDIE dei MINTAISHI-, dove ricopre il ruolo di chitarrista, però questa band dopo pochi mesi si scioglie e Miyavi passa ai Loop, che però avranno lo stesso breve destino.

Finalmente, nel ‘99 viene invitato da Sakito e Kikasa ad entrare nella loro nuova band, i Due'le quartz, sempre come chitarrista e il 29 giugno 1999, durante il concerto alla live house CYCLONE, Miyavi compie il suo esordio ufficiale in una band che gli darà il successo.

Nei Due'le quartz Miyavi accresce il suo talento sia tecnico sia compositivo, scrivendo la maggior parte delle canzoni, ma dopo sei singoli, tre album ed un best, la band si scioglie nel 2002.

Nello stesso anno, però, Miyavi annuncia il suo ritorno sulla scena musicale come solista, e muta il suo nome in Miyavi ().

Inizia indi a pubblicare numerosi singoli e due album per la Company, tutti di grande successo.

All'apice della notorietà, Miyavi passa nel 2004 alla major Universal Records, nel passaggio da indie a major, Miyavi decide di mettere in evidenza l'evento con un nuovo nome, "MYV".

Il 2007 è un altro anno di svolta poiché l’artista parte per il suo primo tour negli USA ed in Europa e ritorna a far parte di un gruppo: gli S.K.I.N.

Il debutto di questa nuova band avviene il 29 giugno del 2007 a Long Beach, in California, con un concerto presso la fiera dell'animazione Anime Expo.
Nel frattempo, Miyavi continua ad incidere singoli ed album con la sua nuova band di supporto, i Kavki Boiz, con cui porta avanti il suo concetto di nuovo visual, o (secondo la sua stessa definizione) neo visualizm.

Il tipo musicale di Miyavi spazia dall'hard rock più duro al pop più orecchiabile, dalle melodie spagnoleggianti alla musica tradizionale giapponese, dal blues al country, dal visual kei al boogie.

ITOSHII HITO

 
 
 

ANNA TSUCHIYA

Post n°28 pubblicato il 27 Agosto 2008 da sweet892

Anna Tsuchiya è nata a Tokio l’ 11 Marzo del 1984  da madre giapponese e padre americano, entra nel mondo dello star-system da bambina quando, a soli 14 anni esordisce come modella e recita in alcuni spot. È famosa per la sua partecipazione a “Nana”, anime giapponese di Ai Yazawa, dove contribuisce con canzoni in parte scritte ed eseguite dalla stessa, oltre che da Olivia Lufkin.

Attualmente Anna svolge sia la carriera di cantante che quella di modella e di attrice, riuscendo ad ottenere  in tutti questi campi molto successo! Per questo è una dei personaggi dello spettacolo più amati dalla popolazione Nipponica. Riscuote maggiore successo soprattutto dai teenagers dato il suo look, il carisma e l' energia con cui svolge il suo lavoro.

ROSE

LUCY

 
 
 

THE GAZETTE

Post n°29 pubblicato il 27 Agosto 2008 da sweet892

I Gazette nascono  nel gennaio del 2002 e nell'aprile dello stesso anno pubblicano il loro primo singolo, Wakaremichi.

Nel 2003 il batterista Yune viene sostituito da Kai e nello stesso anno il gruppo firma un contratto con la casa discografica PS Company.

Da lì in poi il gruppo si esibisce in continui concerti, e la sua fama tende a salire senza sosta. Nel 2004 esce il loro primo album, DISORDER, e agli inizi del 2006, quando sono già un gruppo molto popolare in Giappone, esce il loro secondo album, NIL.

Il gruppo è formato da:

GUREN

CASSIS

 
 
 

MANGA

Post n°30 pubblicato il 27 Agosto 2008 da sweet892

Manga (漫画,,) è un vocabolo Giapponese che indica i fumetti in generale.

In Giappone i fumetti sono culturalmente ed economico rilevanti poiché sono valutati come mezzo espressivo alla pari sia della letteratura che del cinema.

L’etimologia del termine manga significa "immagini casuali" e venne coniato alla fine del XVIII secolo in alcune pubblicazioni ("Shiji no yukikai" di Santō Kyōden) ma fu Rakuten Kitazawa il primo disegnatore ad adoperare la parola manga nel suo odierno significato di fumetto.

I manga, inizialmente, vennero distribuiti in Giappone all'interno di grossi albi in bianco e nero su carta di scadente e in ogni albo vengono raccolte numerose storie a puntate.

Sussiste una differenza con i fumetti occidentali poiché le vicissitudini dei personaggi ideati hanno un inizio ed una fine, e, solitamente, non è prevista una seconda serie. Alcune eccezioni, tuttavia, le riscontriamo quando il personaggio risulta molto amato dal pubblico e, in tal caso, vengono riproposte storie antecedenti o successive a quelle del manga principale.

Una particolarità di questi fumetti è che spesso, da questi, vengono tratti degli “Anime” (ndr. cartoni animati di cui parlerò in seguito) o, raramente, dei film (ndr. Nana, Death note).

L'impaginazione e la struttura della pagina, nonché il senso di lettura, è il seguente:

Com’è facile evincere il manga giapponese si legge al contrario rispetto al fumetto occidentale, cioè dall'ultima alla prima pagina (secondo le consuetudini orientali), con la rilegatura alla destra del lettore e le pagine "libere" alla sinistra. Anche le vignette si leggono da destra verso sinistra, dall'alto verso il basso.

 
 
 

Nana - Manga

Post n°31 pubblicato il 27 Agosto 2008 da sweet892

NANA (ナナ, NANA) è uno dei più famosi manga di Ai Yazawa.

La sua prima pubblicazione avvenne il 15 maggio 2000 sulla rivista giapponese Cookie.

In Italia, invece, questo manga è arrivato il 22 luglio 2002 attraverso la Planet Manga.

Dal fumetto, successivamente,  è stato tratto un anime, giunto, in Italia, nel 2007 e trasmesso su MTV.

Infine nel 2005 e nel 2006 dalla serie sono stati proposti due lungometraggi (Nana e Nana 2).

Il manga ha come sfondo l’odierno Giappone e parla delle vicende di due ragazze, entrambe ventenni e accomunate dalla decisione di trasferirsi a Tokyo: Nana Komatsu (soprannominata Hachi) e Nana Osaki.

Le protagoniste si incontrano per la prima volta sul treno diretto alla capitale Giapponese e una volta lì, decidono di andare a vivere insieme.

Le due giovani ragazze si presentano molto diverse tra loro:

Nana Osaki non ha avuto un'infanzia facile, abbandonata dalla madre all’età di 4 anni e costretta a vivere con sua nonna, con la quale non ha un buon rapporto, viene in seguito cacciata da scuola. Grazie a Nobu, conosce Ren e Yasu diventando così la vocalist dei Black Stones (Blast).

Fra lei e Ren nasce l’amore, ma la felicità di Nana viene subito interrotta dalla scelta del ragazzo di trasferirsi a Tokyo per entrare a far parte di una nuova band: i Trapnest. Così dopo due anni, la ragazza decide di partire per la capitale: non per raggiungere Ren, ma per rincorrere il sogno del successo!

Nana Komatsu alias Hachi, invece, ha avuto un passato abbastanza tranquillo, almeno dal punto di vista familiare, ciò non si può certo dire sul piano relazionale. Da sempre la ragazza/amante di uomini più grandi di lei, finalmente, grazie a Junko (sua grande amica) conosce Shoji e inizia una “normale” relazione… a distanza! Perché Shoji si trasferisce a Tokyo per frequentare l’Accademia di Belle Arti. Hachi, però, non si dà per vinta, infatti, compiuti 20 anni, decide di trasferirsi nella capitale per stare più vicina al ragazzo, trovare un lavoro, una casa e sposare un giorno Shoji…ma…il destino avrà in serbo per lei ben altro!

Altri personaggi di questo manga sono:

  • Ren Honjo, ex bassista dei Blast ed ex ragazzo di Nana, attualmente suona (chitarrista) con i Trapnest.

  • Yasu, batterista dei Blast, quando Nana (Osaki) si trasferisce a Tokyo, decide di seguirla insieme a Nobu.

  • Nobu, ex compagno di classe di Nana (Osaki), chitarrista dei Blast, dopo essersi trasferito a Tokyo avrà una relazione con Hachi (Nana Komatsu).

  • Shin, è il nuovo bassista dei Blast, in sostituzione di Ren, avrà una “relazione” con reira.

  • Takumi, bassista dei Trapnest , un vero donnaiolo, anche lui si legherà ad Hachi (Nana Komatsu).

  • Reira, vocalist dei Trapnest, “ama” Takumi ed è la ex ragazza di Yasu.

  • Naoki, batterista dei Trapnest.

 
 
 

Nana - Anime

Post n°32 pubblicato il 27 Agosto 2008 da sweet892

La prima serie è stata trasmessa in Italia su MTV e in seguito sono stati riportati su DVD distribuiti dalla Dynit. I 47 episodi sono stati suddivisi in due stagioni (1/22: prima stagione; 23/47: seconda stagione).

  • PRIMA STAGIONE:

  1. Nana E Nana

  2. Amore? Amicizia?: Nana E shoji

  3. Nana E Shoji, Il Destino Dell'Amore

  4. L'amore Di Nana, Il Sogno Di Nana

  5. Il Sogno Di Ren, I Pensieri Di Nana

  6. Verso Tokyo Mentre Nevica, Nana E Nana

  7. L'arrivo Di Yasu, La Stanza 707

  8. Bicchieri Con Le Fragole E Fiore Di Loto

  9. Nobu Arriva A Tokyo!

  10. L'Arrivo Di Shin: Il Bellissimo Ragazzo!

  11. Sachiko, E Se Lo Facessi Apposta?

  12. Improvviso Avvicinamento: Shoji E Sachiko!

  13. Le Lacrime Di Sachiko, La Determinazione Di Shoji

  14. Scontro Al Family Restourant

  15. Blast: Il Primo Live

  16. Il Destino Dell'Amore Di Nana

  17. Trapnest: Live

  18. La Preghiera Di Hachi, I Pensieri Di Nana

  19. La Ricompensa Di Nana

  20. Sviluppo Improvviso! Il Destino Di Hachi

  21. Il Sogno Della Suite

  22. Il Desiderio di Tanabata, L'amore di Hachi

  • SECONDA STAGIONE:

  1. Non Voglio Cederti A Nessuno

  2. Il Cuore Confuso Di Hachi

  3. Un Uomo Egoista E Capriccioso

  4. Incrociarsi, Nana E Hachi

  5. Il Futuro Desiderato Da Hachi

  6. Hachi E Nobu: Approccio Improvviso

  7. Questione Di Come Si Esprime L'amore

  8. Sul Punto Di Scoppiare, Il Cuore Di Nana

  9. Hachiko, gravidanza

  10. Non Lasciarmi La Mano

  11. La Scelta Di Hachi

  12. I Bicchieri Con Le Fragole Rotti

  13. La Solitudine Di Reira

  14. La Nuova Canzone Dei Blast

  15. Hachi, Shiroganese

  16. Il Grilletto Del Destino

  17. Hachi, Stai A Vedere!

  18. Blast, Debutto!

  19. I Blast In Ritiro

  20. Nana, Crisi Improvvisa

  21. Blast, Guerrilla Live

  22. Blast Vs. Trapnest

  23. La Prima Esibizione Tv Dei Blast

  24. Incontrarsi Di Nuovo!

  25. I Fuochi D'Artificio

Sigla Iniziale: ROSE

 
 
 

Nana - Film

Post n°33 pubblicato il 27 Agosto 2008 da sweet892

Il primo lungometraggio di Nana è stato diretto da Kentarō Ōtani e interpretato anche da Mika Nakashima e Aoi Miyazaki. Anche Nana 2 è stato diretto dall’omonimo ragista, e riprende la storia proseguendola laddove si era interrotto il primo film, ovvero, con Nana Komatsu mentre si reca ad un importante live dei Blast, che finalmente hanno ottenuto il successo tanto.

Locandina: Nana 1

Locandina: Nana 2

 
 
 

11/09: PER NON DIMENTICARE

Post n°34 pubblicato il 11 Settembre 2008 da sweet892
Foto di sweet892

Questo blog parla della mondo Giapponese ma, in questo triste giorno, sento la necessità di fermarmi un attimo e pensare a tutti gli innocenti morti in quel tragico attentato...

(questo video è stato creato da "PENSIERO OSCURO")

 
 
 

PARDON

Post n°35 pubblicato il 26 Settembre 2008 da sweet892
Foto di sweet892

PICCOLO INCIDENTE DI PERCORSO...

TORNERO' PRESTO A SCRIVERE...

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: sweet892
Data di creazione: 16/09/2006