JAPAN WORLD

Film, Musica, Manga e Anime MADE IN JAPAN

 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

AREA PERSONALE

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

aldenamorellino0cosimogiannattasio58grigioni0tokiotelinapaolinorusso91Erica.Flavale_fabi87bernie610luiginagenovesibabby.79amendunimassiJill1990andre313oneboyonegirl
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Messaggio #24YUNA ITO »

OLIVIA LUFKIN

Post n°25 pubblicato il 26 Agosto 2008 da sweet892

Nata a Okinawa il 9 Dicembre del 1979.

A 16 anni entra a far parte del gruppo D&D (Dance & Dream) con Aya Uehara e Chikano Higa.

Nel ‘96 esce il loro primo singolo In your eyes, a cui seguiranno altri 4 singoli (Love is a Melody,Sunshine Hero,Shape up love,Brand new love) e un album di debutto: Love is a Melody - D&D Memorial 1st.

Successivamente all’uscita di questo album, il gruppo si scinde in due parti: Olivia continua a cantare da solista e le altre 2 ragazze fondano il duetto Aya&Chika.

Ai mondiali di calcio del 1998 viene scelta per cantare la canzone Together Now e nel ‘99 pubblica i primi due singoli I.L.Y. - yokubou e re-ACT scritti da Komuro.

In seguito pubblica il singolo Dear Angel composto interamente da lei: questo singolo consacra il suo talento di compositrice!

Nel 2000, finalmente, pubblica il suo primo album Sinchronicity.

Dopo l'uscita di 3 mini-album (Merry & Hell Go Round, Comatose Bunny Butcher e The Return of the Chlorophyll Bunny) Olivia pubblica un secondo album: The Lost Lolli.

Nel 2006, dopo quasi due anni di assenza dal palinsesto musicale, viene annunciato il suo ritorno con la composizione della sigla finale dell'anime di Nana. Così il 28 giugno 2006 esce il singolo A little pain, che sarà seguito dal singolo Wish/Starless Night.

Durante il concerto al PMX in America, annuncia la data del suo prossimo mini-album: The Cloudy Dreamer, previsto per il 17/01/2007, questo verrà promosso dall'uscita del nuovo video:Stars Shining Out.

Il 28 febbraio invece lancia l'album “OLIVIA inspi' REIRA (TRAPNEST)”, che contiene canzoni come Recorded Butterflies, Shadow of love e Rock You.

"Non ho mai avuto dubbi, ho sempre saputo di voler essere una cantante. Senza il canto non posso essere felice"

Intervista ad Olivia
tratta da Cookie 5 - 2006


D: Stavolta non è Olivia a cantare, ma Reira. Che effetto ti fa?

R: E' forte. Mi sembra di tornare a quando avevo 20 anni e mi sentivo come una carta bianca, con la sola voglia di mettere alla prova le mie capacità artistiche.

D: Nel manga Reira è raffigurata come una cantante "divina" dotata di un talento naturale fuori dal comune. Tu come hai cominciato a cantare?

R: Fin da piccola, dove c'era un palcoscenico c'ero io sopra (ride). Mi è sempre piaciuto cantare.

D: Hai una voce acuta e chiara, fare la cantante è sempre stata la tua unica aspirazione?

R: All'inizio cantavo senza pensare a nulla, poi, avrò avuto dieci anni, mi sono accorta delle mie potenzialità. Per la prima volta ho pensato "che bella voce che ho!" (ride). Anche gli altri non facevano che lodarmi...diciamo che, più che aspirare a fare la cantante, io mi sentivo già cantante (ride). Ho anche fatto parte di un coro, ho fatto gospel, jazz e musical.

D: Di solito scrivi sia i testi che le musiche per le tue canzoni...

R: Yes! Ci sono momenti in cui penso: vorrei che esistesse un pezzo così... e da lì parte l'idea. Comunque mi piace cantare anche canzoni non scritte da me.

D: Cosa senti di avere in comune con Reira?

R: Quando ho cominciato a vivere qui (Olivia si riferisce al Giappone, dopo vari spostamenti a causa del lavoro del padre si è stabilita a Okinawa poco prima del suo debutto, nel 99. NdArashi) per me era dura. Non capivo quasi per niente la lingua e l'unico momento in cui mi sentivo potente, in cui potevo riscattarmi dalla mia solitudine, era quando stavo sul palco. Anche Reira deve aver vissuto qualcosa di simile. In questo la sento molto vicina a me. Se non cantassi mi perderei completamente. Non posso essere felice se non cantando. Ho un pò paura per questo.

D: Parliamo ora di 'A little pain', l'ending dell'anime. Quale immagine vuoi dare?

R: Penso a qualcosa di "dreamy", di trasognante. Come un uccellino che, per il freddo, si fa piccolo piccolo e le piumette intorno al collo vengono mosse dolcemente dal vento...per me la musica non è qualcosa di allegro, ma nemmeno di triste. E' un'emozione che sta in mezzo...è difficile da esprimere a parole.

D: Ma si può esprimere cantando...

R: Già.

D: Siamo giunti alla conclusione, un messaggio per i lettori?

R: Penso che questo brano abbia tante chiavi di lettura. Sarei felice se riuscisse a trasmettere le varie sfaccettature di Reira, le sua forza come le sue debolezze.

 

A LITTLE PAIN

 

HOLLY


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/89Sweet89/trackback.php?msg=5301677

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: sweet892
Data di creazione: 16/09/2006