Creato da LuanaLaBebisitter il 01/10/2010

Pensieri e parole

....per dire di me

 

QUESTIONE DI MAGIA

Post n°2 pubblicato il 05 Ottobre 2010 da LuanaLaBebisitter
Foto di LuanaLaBebisitter

Ti ho conosciuto nel mondo virtuale, ti ho scritto io perché il tuo profilo era attraente, abbiamo iniziato a parlare fin da subito in maniera simpatica, ci siamo scambiati le foto...poi è cresciuto il desiderio di sentire le nostre voci al telefono. Bello, simpatico, carino nei miei confronti.....è stato automatico fissare il nostro primo incontro.

Ricordo quando ho avvertito il timore da parte tua di entrare in un casino infinito che avrebbe causato problemi nella tua vita....perché tu sei sposato, e mi sentivi piuttosto coinvolta. Però ho cercato di tranquillizzarti fin da subito, dicendoti che ho bisogno di sentirmi viva e di sentir battere il mio cuore, senza cercare un matrimonio ma desiderando la magia, esattamente quella magia che tu mi stavi regalando. La tua risposta mi ha fatto capire che eri un po' più sereno, e la sera in cui ci siamo conosciuti....non la scorderò mai.

Tornavo dal mare. Son partita salutando tutti quanti, vestita sportiva per il viaggio, ma con il cambio in auto...come le ragazzine che vanno in discoteca e si cambiano di nascosto dai genitori. Sono arrivata nei pressi del luogo dove dovevamo incontrarci, e, in una strada isolata che conoscevo benissimo, mi sono cambiata: via i pantaloni e vai con la gonna, via la maglia e vai con il top, via il reggiseno che, sotto a quel top, avrebbe fatto schifo, via le scarpe e vai con i sandali col tacco. Ero pronta ma agitatissima, il mal di stomaco da pre incontro importante mi divorava, sono andata in quel posto magnifico a picco sul mare...e tu mi hai scritto un sms in cui dicevi di ritardare....mannaggia....Passeggiavo nervosamente sotto gli occhi delle persone che, in quella domenica di luglio, si muovevano a passo d'uomo in una lunga coda d' auto. Ti ho aspettato con ansia, ed era già buio quando sei arrivato.

Bello....mamma mia quant'eri bello, e com'ero felice di poterti finalmente guardare, toccare, baciare, stringere a me. Che emozioneeee! Dopo i saluti siamo andati verso un luogo appartato. Stelle...buio....non ti vedevo ma sentivo la tua voce che conoscevo benissimo, e la tua voce mi parlava, diceva il mio nome (un po' il mio e un po' quel nostro nomignolo che ci siamo dati e che mi piace tanto), e i nostri corpi hanno iniziato a conoscersi.

Dopo.....ero così felice quando mi hai chiesto di dirti qualcosa....ma tu non eri molto contento di quella nostra prima volta....perché davi troppa importanza ad alcuni aspetti, e io invece no. Ci siamo rivestiti e siamo andati a passeggiare abbracciandoci o tenendoci per mano, sotto lo sguardo delle stelle e di Venere, e se ripenso a quei momenti...sorrido e mi sciolgo. Abbiamo parlato molto, alternando le parole ai baci e alle coccole, e ti giuro che non cambierei una virgola di quella serata.

Temevo che quel nostro primo incontro non avrebbe avuto un seguito, e invece, giorni dopo, siam finiti in quella casa, a lume di candela, sdraiati su un pavimento, tu sopra di me, sulla mia schiena, e io che mi sono gustata il sentirti. Ho assaporato ogni attimo, ho sentito il tuo corpo, il tuo respiro, la tua voce, la tua pelle, il tuo desiderio, il tuo sesso dentro di me, le tue dita fra le mie...Eravamo un'unica cosa!!!

Fra noi si è creato un rapporto splendido e una bella confidenza, e posso assicurarti che l'unico gran casino in cui sei infilato....è il mio cuore. Ora che sei qui dentro, ci rimarrai per sempre. Non sarai l'unico, così come io non sono l'unica donna per te, ma il mio cuore, pur essendo tanto grande, ha un angolo che porta il tuo nome.

Ovunque andrai, ovunque sarai, sappi che hai lasciato un segno profondo in me. Ti voglio bene!!!

 (Questo post è tutto per te TITTERO)

 
 
 

GIOCO PROIBITO

Post n°1 pubblicato il 01 Ottobre 2010 da LuanaLaBebisitter
Foto di LuanaLaBebisitter

 

Eccomi qua, di nuovo a scrivere su un blog dopo quasi tre anni.

Mi trovo a pensare a chi o cosa dedicare il mio primo post....

A chi mi fa battere il cuore adesso? Al groviglio di pensieri che risiede nel mio cervello in questo periodo? A chi rincorro da una vita?.....No, lo dedico a te, mio GIOCO PROIBITO.

Non ricordo bene quando ha avuto inizio, ma ricordo le tue mani sul mio seno...sopra al mio top. La cosa mi imbarazzava, era inaspettata, però non ti ho impedito di farlo....e nei giorni seguenti le tue mani hanno percorso il mio corpo, prima sopra ai vestiti, poi sulla mia pelle....e ogni giorno osavi sempre di più, mentre io mi chiedevo fin dove saresti arrivato.

Sei sempre stato dietro di me, entrambi in piedi....ti ho sempre sentito ma non ti ho mai visto....e non ho mai opposto resistenza perché questo gioco proibito è sempre stato molto intrigante.

Ricordo quel giorno in cui sei arrivato alle mie spalle, stringendomi a te e parlandomi dolcemente, mi hai tirato giù i pantaloni, mi hai abbassato le mutande e, fra le mie risatine nervose, hai toccato il mio sesso umido e voglioso. All'inizio cercavo di concentrarmi per non perdere il controllo, ma poi mi sono lasciata andare e ho iniziato a godermi l'attimo, resistendo con forza alla tentazione di voltarmi e baciarti...perché tu eri lì per il mio piacere, ma sapevo che questo gioco non doveva andare oltre certi limiti (a dire il vero non doveva proprio esistere, ma non mi pento di nulla)......La tua mano sul mio clitoride....ti sei abbassato e ho sentito la tua lingua assaporare il mio piacere che saliva, mentre le tue dita esploravano il mio sesso dentro e fuori....fino a quando l'onda di quel potente orgasmo mi ha pervaso, togliendomi le forze. Mentre godevo ho stretto il tuo braccio, unico modo per poter condividere con te quel momento magico.

Sentivo il tuo sesso turgido sotto ai tuoi pantaloni, e avrei voluto che il piacere non fosse stato solo mio. La tua voce mi cullava mentre mi sussurravi belle parole nell'orecchio, i tuoi baci sulla mia schiena e sulla mia guancia erano di una tenerezza infinita....e mi sentivo così......amata.

Il giorno dopo ho pianto ripensando a quegli attimi, alla mia mano sul tuo braccio, al tuo altruismo, a quello che non potrà mai essere, e so che c'era più amore nei miei confronti in quel gioco proibito, di quanto non ce ne sia mai stato da parte di quel coglione del tuo amico che ho amato per anni.

 (Dedicato a te, uomo importantissimo, molto più che amico, molto più che "fratello"....dedicato a te che non leggerai mai)

 
 
 
« Precedenti
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

occhi_blu_62scarabeograsso1957xxanangelxxCondannato_a_peccareMasterndServant2pleadi3isy16scambio_di_emozionikiaora10vero821lutescarlacirconeCORRUTTOREfabrizio.zaccari
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

"Una donna libera è il contrario di una donna leggera"

(Simone de Beauvoir)